Foibe, la Lega attacca l'Anpi: "Basta fondi ai negazionisti'"

Il pugno duro del Carroccio contro il convegno sponsorizzato dall'Anpi per il 10 febbraio a Parma: "Vergogna negare la storia"

La Lega mette nel mirino i negazionisti dell'Anpi sulle Foibe. A far scoppiare il caso è stata l'iniziativa dell'Anpi che per domenica prossima ha deciso di dar vita ad un dibattito a Parma su tesi revisioniste e negazioniste sulla Foibe. Alla conferenza sponsorizzata dall'Anpi parteciperanno registi e storici in prima fila sul fronte revisionista. La polemica, come hanno sottolineato diversi esponenti della Lega, è nata anche dalla decisione degli organizzatori di proiettare due documentari proprio alla fine del dibattito. La stessa conferenza ha già nel titolo uno "schiaffo" chiaro nei confronti delle vittime delle Foibe: "I morti delle foibe riconosciuti dalla legge, 354, quasi tutti delle forze armate dell'Italia fascista" di Sandi Volk. Poi due video dal titlo eloquente: "La foiba di Basovizza: un falso storico" di Alessandra Kersevan e "Norma Cossetto: un caso tutt'altro che chiaro" di Claudia Cernigoi.

Due proiezioni che cercano di smontare le verità storiche e che mettono in discussione quanto accaduto. Adesso però su questo fronte arriva una reazione chiara da parte del Carroccio che chiede in modo forte uno stop dei contributi pubblici destinati proprio ai negazionisti dell'Anpi: "Ancora una volta Anpi promuove iniziative negazioniste sulle Foibe. Ancora una volta si vuole negare l’eccidio dove migliaia di nostri connazionali furono barbaramente trucidati dai comunisti titini. Vergognatevi! Basta contributi pubblici a queste associazioni", ha affermato su Twitter la deputata della Lega, Barbara Saltamartini, presidente della Commissione Attività Produttive. Un gesto, quello del taglio dei contributi pubblici, che darebbe un segnale forte a chi cerca di negare l'evidenza della storia e la memoria delle vittime innocenti. Infine a sottolineare la posizione della Lega sono arrivate le parole dello stesso Salvini: "È necessario rivedere i contributi alle associazioni, come l’Anpi, che negano le stragi fatte dai comunisti nel dopoguerra".

Sulla stessa linea anche Tommaso Foti, deputato e vicepresidente del gruppo parlamentare di Fratelli d'Italia. Foti presenterà una interrogazione parlamentare a Conte, Salvini, Trenta e Bonafede sulle decisioni dell'Anpi e l'opportunità di garantirgli finanziamenti. "La partecipazione dell’Anpi a fianco di coloro che negano la pulizia etnica perpetrata da Tito - dice - e dalle sue milizie agli italiani dell'Istria, della Dalmazia e della Venezia Giulia è incomprensibile e inaccettabile, soprattutto se si considera che queste associazioni ricevono annualmente centinaia di migliaia di euro di finanziamenti pubblici. Dal governo italiano vogliamo sapere se intende assumere iniziative per impedire e perseguire queste continue violazioni delle norme che condannano il negazionismo o, se invece, continuerà a chiudere un occhio su fatti così gravi e che andrebbero condannati duramente". E ancora: "Per Fratelli d’Italia – conclude Foti - è giunta l’ora di rivedere questi finanziamenti che potrebbero essere destinati alle associazioni degli esuli e ad iniziative straordinarie per diffondere la verità storica, in particolare tra le giovani generazioni". Ma l'Anpi ha risposto a Salvini: "L’Anpi non è negazionista e chi lo afferma non sa di cosa sta parlando. Il primo e vero negazionismo è stato quello delle destre nei confronti della Resistenza, a partire dal Movimento sociale italiano fino alle destre di oggi«, ha spiegato il presidente dell’Anpi di Parma, Aldo Montermini, interpellato dall’Agi. Una risposta che di fatto accende ancora di più lo scontro.

Commenti

VittorioMar

Lun, 04/02/2019 - 13:23

..FINALMENTE ERA ORA !!!

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 04/02/2019 - 13:29

Dare ancora contributi all'anpi equivale a dare soldi agli assassini politici, si sono dimenticati che i loro fratelli komunisti guidavano i titini al rastrellamento delle vittime !!!!!

isaisa

Lun, 04/02/2019 - 13:30

Non solo lo stop ai finanziamenti elargirti questi BUGIARDI patentati, ma richiesta di restituzione dei pregressi finanziamenti impropriamente ricevuti. L'anpi non dovrebbe nemmeno esistere in quanto i partigiani in vita saranno, forse, un paio

Ritratto di Lp700

Lp700

Lun, 04/02/2019 - 13:35

basta fondi a questa gente non solo negazionista, ma per ciò che mio nonno e la storia stessa racconta di loro e il loro passato torbido, altro che eroi

Lorenzi

Lun, 04/02/2019 - 13:40

La Storia è Storia !! Volete che ve la raccontino chi c'era all'epoca e che l'ha vissuta in prima persona ? Nel bene e nel male da entrambe le parti ? Io c'ero !!

DIAPASON

Lun, 04/02/2019 - 13:44

andare in fondo veramemente e scoperchiare le nefandezze dei comunisti dal 45 in poi vuol dire fare una guerra civile.Ma gli italiani sono poco incline alle guerre

mutuo

Lun, 04/02/2019 - 13:47

Bisognerebbe parlare degli eccidi e degli omicidi perpretati dai sinistri dell'ANPI QUASI TUTTI AVVENUTI A GUERRA FINITA.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 04/02/2019 - 13:48

Chi nega le Foibe dovrebbe essere perseguito allo stesso modo di chi nega l'Olocausto.

Bocca della Verità

Lun, 04/02/2019 - 13:48

NON BASTA! VANNO PERSEGUITI. SE NECESSARIO VARANDO UNA LEGGE APPOSITA PER _APOLOGIA DI COMUNISMO_ CON ANNESSI E CONNESSI: PUGNO CHIUSO, BANDIERE ROSSE, FALCE E MARTELLO, BELLA CIAO (PUÁH!), CHE-GUEVARA (DOPPIO PUÁH!) E VIA DICENDO. SOLDI E REPRESSIONE, COME VALE PER LA SHOAH!

maurizio-macold

Lun, 04/02/2019 - 13:50

Il negazionismo e' una malattia mentale e come tale chi ne e' affetto va curato. Per cui consiglio VittorioMair, Moshe, ISAISA, ed altri che seguiranno a farsi visitare, ed anche a non scrivere corbellerie.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 04/02/2019 - 13:52

L'arroganza dei vincitori sovente è più criminale delle efferatezze dei vinti.

brasello

Lun, 04/02/2019 - 13:53

Il revisionismo di destra non va bene, ma quello di sinistra sì, vero? ma una melma maleodorante come l'Anpi ha ancora ragione d'esistere? abbiamo bisogno di questa istituzione ridicola per ricordarci chi siamo, da dove veniamo e gli errori commessi?

19gig50

Lun, 04/02/2019 - 13:57

La guerra è uno schifo comunque la si guardi. Ci sono stati crimini da ambo le parti ma, chi la vince condiziona la storia. Bisognerebbe che tutti quelli che votano a sinistra per tradizione, si andassero a leggere le atrocità compiute anche dall'armata rossa e in casa nostra da quei delinquenti dei partigiani che hanno sulla coscienza la morte di tante vittime italiane innocenti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 04/02/2019 - 14:00

Non si può. Perchè? Boh, ve lo dirà l'uomo che sussurra agli articoli di legge, che fra poco si farà vivo. Dategli il tempo di fare la ricerca. Si urlerà che si viola i diritti ....noi violiamo sempre, la sx non viola mai. Facciamo come i Sindaci anarchici, che fanno quello che vogliono, togliamo il fondo da un giorno all'altro e poi vediamo la reazione.

i-taglianibravagente

Lun, 04/02/2019 - 14:17

Eh no Salvini....lascia stare i buoni, gli antifascisti-nazisti-razzisti. I buoni sono loro, ce lo raccontano tutti i giorni a gran voce...accorate cassandre che ricordano alla plebaglia italiana il pericolo nero. Tutto e' oscuramente fosco, medioevale, violento e antidemocratico... quando a comandare non ci sono loro. mi manca l'aggettivo per definirne lo schifo.

vince50

Lun, 04/02/2019 - 14:21

Non bisogna stupirsi ormai sanno tutti di che pasta sono fatti.

Libertà75

Lun, 04/02/2019 - 14:22

@do-ut-des, ti riferisci al vicesindaco del paesino in provincia di lecco?

Giorgio5819

Lun, 04/02/2019 - 14:24

do-ut-des, ottimo.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 04/02/2019 - 14:24

Chi nega la verità, la realtà storica, qualunque essa sia (Foibe, Olocausto, ecc.), è una persona miserevole. Ma il fatto di perseguirlo penalmente ci porrebbe sul suo stesso piano e sarebbe in contraddizione con il concetto di libertà di pensiero. Quello che si può e si DEVE FARE è TAGLIARE I FONDI e sbugiardarli pubblicamente.

effecal

Lun, 04/02/2019 - 14:25

Perché l'associazione nazionale parrucchieri d' Italia nega le foibe? Molto strano

Ritratto di Nemoweiss

Nemoweiss

Lun, 04/02/2019 - 14:30

Il presidente della Repubblica tace? Come mai?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 04/02/2019 - 14:33

ANPI ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARASSITI INUTILI

MASSIMOFIRENZE63

Lun, 04/02/2019 - 14:37

Durante la 2^ Guerra Mondiale le porcate le hanno fatte tutti gli eserciti. Oltre a quelle ben note degli eserciti tedesco ed italiano (sterminio degli ebrei) e dei partigiani titini (foibe) ricordo: - Il bombardamento di Dresda fatto a guerra finita (inglesi); - il bombardamento di Hiroshima e Nagasaki (USA) ed il bombardamento di San Lorenzo (USA); - il massacro di Nanchino (Giappone); - il bombardamento con iprite in abissinia (Italia). Insomma, tutte le grande potenze di quei tempi si macchiarono di orrendi delitti ma poi, si sa, queste uccisioni diventarono crimini di guerra per i perdenti e atti di eroismo per i vincitori.

lorenzovan

Lun, 04/02/2019 - 14:39

negare le foibe e' un atto di ignoranza e malvagita' pari a quella dei negazionisti dei crimini nazifascisti in Italia..Detto cio'..la vendetta e la pulizia etnica fatta dai titini fu purtroppo la risposta agli eccidi ..ai campi di ceoncentramento e alle fucilazioni degli occupanti italiani in Slovenia..Mai semngtito parlare del gen.Roatta ?? che chiedeva un tot di fucilati alla settimana e di villaggi bruciati al mese..con processi sommari ???

dredd

Lun, 04/02/2019 - 14:39

Una vera vergogna

Fjr

Lun, 04/02/2019 - 14:43

Mi fido molto di più delle parole trasmessemi da mio nonno e da mio padre su quei giorni dopo l’armistizio ,raccontano di rappresaglie e di italiani spariti nel nulla per mano di chi sappiamo quindi quelli dell’Anpi de che stanno a parla’ ,mio padre era un ragazzino di 12 anni portato a Forza dai partigiani a vedere Mussolini e Claretta appesi a piazzale Loreto come se fossero due trofei di caccia,sappiamo cosa combinò Mussolini ma sappiamo anche della fucilazione senza un processo parlare di revisionismo o di negazionismo dei partigiani fa solo sorridere anche se pensando a quel periodo non c’è nulla di cui sorridere

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/02/2019 - 14:44

Speriamo che prima o dopo, meglio prima, si arrivi a riconoscere la realtà storica che l’eccidio di migliaia di nostri connazionali barbaramente trucidati da comunisti titini avvenne anche col triste contributo di comunisti italiani e di uomini delle disciolte forze armate italiane dopo l'8 settembre stanziate nei Balcani e inquadrate in unità partigiane italo-titine.

roberto67

Lun, 04/02/2019 - 14:45

Elargire sovvenzioni di Stato a chi diffonde falsità storiche e si vanta delle peggiori atrocità commesse dopo la fine della guerra è perlomeno inopportuno. Oltre a fermare i fondi lo Stato dovrebbe farsi risarcire per quelli dati impropriamente fino ad oggi.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 04/02/2019 - 15:23

Per la storia.Perché in Italia si parla da decenni solo dei lagher nazisti e si vanno giustamente a visitare per piangere gli internati con scolaresche e comitive , mentre a scuola o nelle televisioni nazionali non si parla mai nè si organizzano viaggi di ogni tipo per visitare i gulag sovietici che hanno causato milioni di morti in maggior numero? Un motivo ci deve essere.

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 04/02/2019 - 15:26

Avanti così contro quei fetenti che hanno cancellato la storia per decenne. Schifosi hanno le mani sporche di sangue

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 04/02/2019 - 15:26

I partigiani dell'ANPI hanno collaborato con i titini all'uccisione degli Italiani. Logico che fanno i 'negazionisti'. Hanno le mani lorde di sangue Italiano.

Willer09

Lun, 04/02/2019 - 16:12

ma guarda caso, i partigiani sono comparsi dopo l'8 settembre 1943.....

Dordolio

Lun, 04/02/2019 - 16:26

I più odiosi furono i fascistissimi che diventarono patigianissimi nel momento opportuno. E qui da me li ricordano tutti, per nome e cognome, pure. E sono in fondo screditati come pochi. Indipendentemente dalle simpatie politiche scopro che quelli della RSI (che non sono riusciti ad assassinare) e che non hanno rinnegato mai la loro scelta godono spesso di grande considerazione. Hanno sovente mantenuto - ricordo - uno stile. Mi veniva in altri anni indicato un professore universitario già ufficiale della Decima. Rispettatissimo.

giovanni951

Lun, 04/02/2019 - 16:32

stop ai fondi per l’anpi. Se vogliono continuare a menarla con lla storiella “ partigiani tutti buoni” si mantengano da soli. Assurdo che io debba pagare tasse per mantenere questi arroganti.

VittorioMar

Lun, 04/02/2019 - 16:35

..qualche scolaresca italiana .ritornando dalla POLONIA ,facciano sosta a TRIESTE E DINTORNI.anche per conoscere zone del BEL PAESE E DELLA SUA STORIA ...che i MILLANTATORI PARASSITI dell'ANPI VORREBBERO NASCONDERE per loro DISONORE !!

Dordolio

Lun, 04/02/2019 - 16:36

Non si ha idea di cosa accadesse in quegli anni. A metà anni 80 andavo a far compagnia ad un vecchio brigatista nero ricoverato all'ospedale. E mi raccontava storie ed episodi... I partigiani passavano per casa con la scusa di un "interrogatorio". Ma poi non tornavi più. Una sera si presentò a casa sua un altro ex brigatista suo amico. Armato fino ai denti e sicuro che quella sera sarebbero venuti lì a prenderlo. E si mise ad aspettarli. Non vennero. Ci guadagnarono certo. Sono morti entrambi: gente tagliata con l'accetta e che ho conosciuto e frequentato fino dagli anni 70...

lorenzovan

Lun, 04/02/2019 - 16:44

@dordolio.-.-.verissimo....da fascisti doc diventarono partigiani doc e resistenti..e le regioni piu' nere..toscana e emilia..divennero le piu' rosse...lolololo..ora sono o stanno ritornando ben nere...corsi e ricorsi ..li chiamava il VIco che ben conosceva i pollastri volubili italiani eopportunisti al massimo

perilanhalimi

Lun, 04/02/2019 - 17:08

I partigiani combatterono per liberare l` Italia . L` Anpi combatte per liberare l` Italia dagli Italiani e sostituirli con immigrati , se musulmani e` piu` di sinistra!!!!

Ritratto di redarrow

redarrow

Lun, 04/02/2019 - 17:11

Non ho capito perche' lo stato debba finanziare ancora queste associazioni, la guerra e' finita' piu' di 70 anni fa.

Daniele Sanson

Lun, 04/02/2019 - 17:11

Nell’antica Roma usava il detto “ Vae Victis Guai ai vinti “ e questo in effetti é il senso e il risultato di questa frase . DaniSan

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 04/02/2019 - 17:23

E' vero che la Storia la scrivono i vincitori, ma a tutto c'è un limite. La storia (con la s minuscola) raccontata dall'ANPI è una storia farlocca, drogata da troppa faziosità. Intanto, chi sono questi dell'ANPI? Esistono ancora i Partigiani? In ogni caso ci sono molte cose che non tornano ed allora mi ritraggo e torno ai ricordi di ciò che mi raccontava mio padre, volontario a diciott'anni nel '40...L'entusiasmo della Gioventù Italiana, smorzato da una guerra non voluta e da troppi tradimenti. L'Italia che galoppava spedita, modello di civiltà e di progresso. Ci sono ancora le strade, i palazzi, le scuole, gli ospedali, gli enti e le istituzioni che ne perpetuano i fasti. Ma dopo ci fu la guerra, quella maledetta guerra che in attimo ha cancellato tutto ciò che di buono era stato fatto. Cancellato, va bene, ma non sovvertito, rigirato come una frittata. Non sarebbe il caso di accertare chi c'è dietro a quest'ANPI, se sono italiani o, più facilmente, dei nemici dell'Italia?

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 04/02/2019 - 17:24

Nel mio cuore spero tantissimo che la Lega tenga duro e blocchi l'ANPI, soprattutto escludendola da benefici, interessi e, soprattutto, FINANZIAMENTI! Certo è di questi giorni l'ennesimo delitto dell'ANPI del negazionismo delle FOIBE, che sono state una tragedia tremenda imputabile al solo comunismo. Ma l'ANPI non è ahimè solo questo. Il sottoscritto (del '46) ho visto migliaia di volte questo famigerato consesso di comunisti in azione, mentre vietava una targa o una celebrazione a chi non fosse comunista. Mentre boicottava violentemente pubblicazioni, film, o manifestazioni non comuniste. Per me l'ANPI ha sempre rappresentato l'evocazione delle peggiori dittature. Anzi è sempre stata LA DITTATURA COMUNISTA. Che il nostro presidente si muova e smentisca una volta per tutti questo marcio.

de barba rossano

Lun, 04/02/2019 - 17:25

ACCIDENTI!!!! ORA ASPETTIAMOCI LE REAZIONI SDEGNATE DELLA SINISTRA CON IN TESTA LA BOLDRINI, MANCONI, FERRERO E RIZZO. TUTTI IN CORTEO A PROTESTARE CONTRO QUEL FASCISTA DI SALVINI. RICORDATE "IL SANGUE DEI VINTI" DI PANSA? TUTTA LA SINISTRA SI SCAGLIO' CONTRO DI LUI ALL' USCITA DEL LIBRO, IN MANIERA VERGOGNOSA. PEGGIO, I TANTI FASCISTI, CHE ALL' INDOMANI DELLA GUERRA SONO DIVENTATI TUTTI COMUNISTI, DARIO FO IN TESTA A TUTTI.

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 04/02/2019 - 17:30

Ci ricordiamo tutti che nel primo dopoguerra l'ANPI rifugiava i maggiori assassini partigiani e li rifugiava in Cecoslovacchia perchè non fossero perseguiti dalla giustizia italiana!

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 04/02/2019 - 17:44

signor Maurizio Macold, siamo nell'anno 2019 e l'ultima guerra è terminata nel 1945, Cioè 74 anni fa. Facendo, come è stato fatto, dichiarare partigiani bambini di 10 anni, le famose staffette, ora questi ne avrebbero 84 di anni. Secondo Lei quanti cene saranno ancora in vita? Poi qui si parla di negazionismo delle foibe e non di ANPI. Lei guarda il dito che indica la luna, e non la luna ma dice agli altri di curarsi. La malafede è malattia peggiore anche del negazionismo.

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 04/02/2019 - 18:00

Basta fondi.....finalmente.