Forza Italia fa scouting a sinistra con la cultura

A Riccione incontri e dibattiti dal 10 luglio al 29 agosto. Sylos Labini: ci rivolgiamo ai tanti progressisti stufi del pensiero unico buonista

Roma - Contro il pensiero unico di sinistra; contro il politically correct ; contro il buonismo dilagante; ma soprattutto «per»: per difendere la nostra cultura e la nostra identità; per dare voce a quella maggioranza silenziosa, intimidita dallo strapotere culturale - ingiustificato - della sinistra; per chiedere un'Europa dei popoli e non delle banche. Edoardo Sylos Labini, già responsabile nazionale del dipartimento Cultura di Forza Italia, lancia una nuova «rete» culturale che vuole pescare nel naturale bacino del centrodestra ma anche in quello del centrosinistra. «Renzi fa scouting a destra? - dice Sylos Labini -. E noi lo facciamo a sinistra». Specie in termini di pensiero perché, giura l'intellettuale azzurro, «tantissima gente di sinistra ammette, anche se a bassa voce, che con questo andazzo la nostra cultura è morta: soffocata dal conformismo». Il progetto di Sylos Labini ha un nome: «Cultura e identità»; ma guai a chiamarla «corrente». «È una rete, un think tank, un pensatoio che deve fare un lavoro trasversale, metapolitico». Ossia andare al di là dei progetti culturali dei singoli partiti politici per promuovere eventi, manifestazioni, lanciare temi forti per liberarsi dal conformismo, visibile ogni giorno anche sui social network. Un conformismo dilagante: «Basta pensare all'ultima moda di postare su facebook le proprie foto con l'arcobaleno in sottofondo». Al di là dei partiti con i quali, però, occorre dialogare. Interlocutori privilegiati sono le forze che naturalmente si ritrovano nel centrodestra: i Fratelli d'Italia della Meloni ma anche la Lega di Salvini oltre - off course - Forza Italia. Sylos Labini ammette che l'operazione è avvincente ma difficile perché «il nostro mondo, dal dopoguerra, vive una sorta di ingiustificato complesso di inferiorità nei confronti della sinistra». Fondamentale l'apporto dei «tanti sindaci che, grazie al loro illuminato impegno, permettono di dare voce alla nostra voce». Un evento in programma, per esempio, sarà R-Incontra , in agenda a Riccione dal 10 luglio al 29 agosto con l'obiettivo di fornire sia ai cittadini che ai numerosi turisti serate dedicate alla cultura. Ospiti di peso come Alessandro Sallusti, Carla Fracci, Vittorio Sgarbi, Matteo Salvini, Gene Gnocchi, Giorgia Meloni e Giorgio Albertazzi. Un «festival controcorrente» con i dialoghi diretti dallo stesso Sylos Labini, da Angelo Crespi e Giampaolo Rossi.

Commenti

MOTOFFOLINO

Mer, 01/07/2015 - 09:08

Se intanto vogliamo cominciare a parlare in ITALIANO che è una lingua bellissima e musicale, usiamo le parole così come le conosciamo: Scouting-esploriamo. Finiamola di usare termini che molti italiani non conoscono e non capiscono. Torniamo alle origini, senza vergogna e senza pensare che i rossi ne sappiano più di noi.

il_viaggiatore

Mer, 01/07/2015 - 10:13

La superiorità culturale della sinistra è puramente autoreferenziale. E' dai tempi di Marx (anzi un po' prima, con Feuerbach e accoliti) che il primo comandamento della sinistra è "non avrai nessuno culturalmente superiore a te". FI ormai è fatta da quelli che erano troppo scemi perfino per stare a sinistra, ma vorrebbe TANTO essere di sinistra. Del resto, ha raccattato metà dei socialisti orfani di Craxi. Invece di svendere identità per convincere l'1% dei sinistrati, che ne diremmo di prendere il 30-40% di indecisi e disgustati? E naturalmente, concordo con MOTOFFOLINO: basta con quest'inglese rappezzato da massaie. Uno che violenta così la propria lingua non può parlare di cultura. Ve lo dice uno che in inglese ci lavora.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 01/07/2015 - 11:05

in italia non esiste un libro su Berlusconi che non sia stato approvato dalla sinistra, purchè questo libro contenga insulti, critiche, insinuazioni! se si tratta di un libro che elogia e tesse lodi a Berlusconi, nessun editore di sinistra avrebbe avuto il permesso! è una cultura settaria, persino i film comici più noti (ad esempio quelli di verdone) è fortemente di sinistra, e finanziato dalla sinistra! non intende assolutamente permettere che i suoi fruitori abbiano altre idee...

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Mer, 01/07/2015 - 11:48

Signor Cramer, ottimo articolo, off course. Signor mortimermouse, Lei ha perfettamente ragione: a parte tutto lo scaffale di libri scritti da giornalisti e politici di destra su Berlusconi e sul berlusconismo (nelle librerie ce ne sono un bel po'), non esistono altri libri se non quelli capziosamente critici. Certo, la situazione non cambierà finché, come dice Lei, gli editori di sinistra non avranno il permesso... A proposito, non si faccia intimidire se qualcuno dovesse attaccare il suo uso dei verbi nei commenti a un articolo sulla cultura, sarebbero solo critiche superficiali e strumentali.

petergower

Mer, 01/07/2015 - 12:39

of course si scrive con una sola "f"

narteco

Mer, 01/07/2015 - 13:16

La superiorità morale e culturale della sinistra esiste solo grazie alla mistificazione e relativo consenso frutto dell'okkupazione dal 45 ad oggi di tutti i centri di potere o case matte tanto care a gramsci e togliatti.Oggi i sinistrati benché logorati e ampliamente smascherati hanno ancora il monopolio di tutti i gangli vitali dello stato o potere mediaticogiudiziario e finanziariolobbistico dunque lodevole l'iniziativa di cercar di espugnare almeno i loro fortini culturalstoriografici specie in città o regioni rosse dove la loro egemonia è quasi totale come descrive bene il mitico Caprotti nel suo best seller Falce e Carrello.Tanti auguri a Sylos Labini per questa sua iniziativa o spinta effrattiva del mefitico e asfissiante sinistro pensiero unico.

paolonardi

Mer, 01/07/2015 - 13:54

Forzitalista, vice presidente di un club ante marciam, responsabile della sanita' alla regione Toscana, sono con questa iniziativa. Non ho mai riconosciuto nessuna superiorita' ai sinistri dei quali mi considero piu' colto, educato ed intelligente.

rosa52

Mer, 01/07/2015 - 14:09

invece sono proprio i sinistri ,coloro che si dichiarano superiori intellettualmente agli altri, ad essere essi stessi prigionieri della loro ideologia e quindi incapaci di giudizi critici liberi e aperti !

Giorgio1952

Mer, 01/07/2015 - 14:24

Quetzalcoatl condivido appieno il suo commento, per quel che riguarda il responsabile nazionale del dipartimento Cultura di FI, ricordo che è tale in quanto "sposato con la produttrice Luna Berlusconi, figlia di Paolo e nipote di Silvio Berlusconi" oltre naturalmente ai meriti artistici acquisiti in alcune fiction di successo!

paolonardi

Mer, 01/07/2015 - 14:53

Cave ab homine unius libri. Guardati dall'uomo che legge un solo libro. E' quello che fanno, se lo fanno, i nostri sinistri che leggono solo Marx ed epigoni.

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Mer, 01/07/2015 - 15:22

paolonardi, Lei che si considera "piu' colto, educato ed intelligente", non rischia di commettere lo stesso peccato di superbia dei sinistri che giustamente critica?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 01/07/2015 - 17:25

Non esiste alcuna superiorita' cxxturale,la cxxtura politica e' tanto a drstra quanto a sinistra,l'unica differenza sta nel fatto che negli xxtimi 20anni a destra si e' spinto piu' un modello cafonal-demagogico da contrapporre al radical chic sinistro.Insomma le menti che pure c'erano(Martino,Urbani,Fisichella,Buttafuoco,Colletti....)venivano tenuti appositamente da parte e venivano mandati avanti gli urlatori popxxisti e sempliciotti alla Santsnche',Gasparri,Brunetta,Calderoli,Salvini,Buonanno....gente che parla di calci in cxxo e ruspe,ed ovviamente oggi c'e' una parte di elettorato che questo vuol sentirsi dire e su questo punta.

narteco

Gio, 02/07/2015 - 15:38

Ingroppina spari l’ennesima idiozia,Lol..La superiorità culturalfognaria sta e starà sempre a sinistra è sua prerogativa eterna.Il culturame partigianfognario dei centri delinquenziali o quello dei radical chic massonlobbisti sono la stessa cosa,il mondo dei sinistrati è si avariato ma anche variegato dunque oltre al lato violento,rozzo e antagonista alla casarini e caruso,santoro c’è anche il lato manierato e schizzinoso come quello di concita de gregorio floris,fazio,gad lerner ecc.La discarica del culturame sinistrato possiede molti rivoli fognari tutti poi finiscono nella cloaca massima sinistra.Con un simile putridume non son fuoriluogo le ruspe di Salvini e i Fxxxxxo di Buonanno semmai le gelmini o i veneziani belpietro,porro troppo moderati per simili trogloditi incazzosi e livorosi. Una cosa è certa la gente ne ha piene le balle di tutta la sinistra letamaio tanto quella violenta e rozza quanto quella fintamente manierata e altezzosa alla fabio fazio o floris