Forze speciali italiane in Libia: ecco il documento top secret

Le missioni delle forze speciali in Libia partono dalle basi italiane. Il documento del Copasir: "Saranno limitate nel tempo". Ma Renzi vuole secretarle

Soldati italiani in Afghanistan (foto di Mauro Consilvio)

L'Italia è in guerra. Non a parole, ma nei fatti. Il governo Renzi avrebbe dislocato delle forze speciali per fermare l'avanzata dei tagliagole dello Stato islamico sia in Iraq sia in Libia. Alle indiscrezioni di Repubblica si aggiunge, a stretto giro, un documento del Comitato di controllo sui servizi segreti (Copasir), classificato top secret ma pubblicato dall'Huffington Post, che conferma la presenza dei nostri militari sui principali teatri di guerra.

Come si legge nel documento redatto dal Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (Cofs), le operazioni sono "effettuate in applicazione della normativa approvata lo scorso novembre dal parlamento, che consente al presidente del Consiglio di autorizzare missioni all'estero di militari dei nostri corpi d'elite ponendoli sotto la catena di comando dei servizi segreti con tutte le garanzie connesse". Come fa notare l'Huffington Post, "i commando del IX Reggimento 'Col Moschin' del Gruppo Operativo Incursori del Comsubin, del XVII Stormo Incursori dell'Aeronautica Militare e del Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri (e le forze di supporto aereo e navale) non rispondono alla catena di comando della coalizione dei trenta e più paesi che appoggia il governo del premier Fayez al Sarraj, ma direttamente" al governo Renzi.

Dal documento del Copasir si evince, comunque, che le missioni, che "partono dalle basi italiane", saranno "limitate nel tempo". Sull'operazione, però, il governo sarebbe pronto ad alzare il livello di segretezza fino a metterci il sigillo del Segreto di Stato. Di informare il parlamento e gli italiani, Matteo Renzi non ha minimamente la voglia.

Commenti

Malacappa

Mer, 10/08/2016 - 13:40

Le forze speciali dovrebbero fermare l'invasione in Italia liberarci da questi delinquenti mantenuti ingrati e da quelli che li appoggiano tutti sappiamo chi sono.

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Mer, 10/08/2016 - 14:02

Alla faccia della trasparenza sempre predicata da questi pidioti, dopo Berlinguer non ne hanno azzeccata una ma dico una. Fate mente locale alle stupidaggini di Bersani, D'Alema e via via sino al venditore di pentole di Wanna marchi. Ma non doveva darlo il parlamento ok all'intervento militare? Si vede che oltre al popolo italiano che non voglio mai anche il parlamento non conta più nulla abbiamo una dittatura epuratrice.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 10/08/2016 - 14:25

ma scusate ma non dovrebbe essere un problema dell'Onu? Perchè noi? Solo per gli sbarchi? Perchè per esempio non ci va l'esercito indiano, loro che sono più di un miliardo? Oppure quello cinese? Nessuno gliene frega?

Scricciolo

Mer, 10/08/2016 - 14:40

Renzi è un pagliaccio ma in questo modo tutela i nostri militari che altrimenti diventerebbero bersaglio dei tagliagole e noi stessi dagli attacchi terroristici.

Duka

Mer, 10/08/2016 - 16:50

Ma se il bullo ha spergiurato che mai e poi mai le truppe in Libia. Va bene che siamo nelle mani di un burattino che apre bocca per dare fiato ai polmoni ma almeno che non ci prenda per il cu......

Mulattiera

Mer, 10/08/2016 - 17:38

I nostri militari dovrebbero difendere le coste italiane dall invasione di clandestini, non impelagarsi in missioni dalla dubbia riuscita sotto il coordinamento degli anglo Americani. Le conseguenze di questi interventi poteranno la Libia verso un caos totale con un aumento esponenziale degli sbarchi bAsta ricordare quello che é successo nel 2011 che ha portato alla caduta di gheddafi

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 10/08/2016 - 18:18

Il Primo minstro abusivo effettua operazioni abusive. Normale no?

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 10/08/2016 - 18:18

---------dovete convenire però che la furbata di far agire i nostri corpi d'elite mettendoli sotto il comando degli 007---consente a renzi di bypassare il parlamento e non dover dare spiegazioni ai cittadini sventolando ragioni di sicurezza nazionale----altro che politico mediocre ---questa è una genialata----hasta siempre --- in ogni caso leggevo su un sito israeliano che tra i vari compiti degli italiani in libiia c'è anche quello di impedire che militanti dell'isis possano imbarcarsi mescolati con migranti----c'è un filo diretto e costante passaggio di informazioni con gli 007 al di qua delle coste e con le navi italiane---non ci sono attentati in italia perchè lavoriamo bene---si rassegnino i destri catastrofisti

giovanni PERINCIOLO

Mer, 10/08/2016 - 18:37

Per una volta sono d'accordo col bischero, ma a condizione che si faccia sul serio e non si tratti dell'ennesima pagliacciata. Quanto prima ci sarà un governo affidabile tanto prima potremo riusciremo, forse, a fare accordi sul tipo di quelli intercorsi a suo tempo con Gheddafi e fermare l'invasione.

vince50_19

Gio, 11/08/2016 - 07:48

Renzi può secretare quello che vuole per azioni militari in Libia/Iraq, può mettersi a fare il capo (non il comandante che è tutt'altra cosa, ancorché la naia l'ha evitata) di forze militari che dipendono da lui anche se molti quotidiani che di solito si inchinano al csx hanno detto chiaramente che stiamo intervenendo in quei "teatri" e non come istruttori ma "a fianco". L'unica cosa che Renzi non può fare, oltre che eliminare il tarlo del dubbio che si evidenzia come già detto in molte testate giornalistiche fra cui Repubblica-CorSera, è di impedire all'Isis di venirne a conoscenza .. ahahahaha .. Se fra qualche tempo anche in casa nostra vi saranno attentati di lupi solitari Is o qualcosa di peggio, non ci venga a raccontare la barzelletta che lui non è stato l' "input".

claudioarmc

Gio, 11/08/2016 - 07:53

Ecco che, opportuno come una scarica di diarrea, arriva "elkid" a spiegarci come sia geniale l' operato di Matteo (o Matteo l' operato? boh?) dimenticando che esiste ancora una Costituzione che certi "geniali" giochetti semantici non li consentirebbe. I nostri servizi segreti, tanto bistrattati dai compagni di merenda del nostro, lavorano bene ma quanto agli attentati non cantare vittoria troppo presto e continua a ciucciare l' HASTA.....Siempre

ilario1961

Gio, 11/08/2016 - 09:01

Sono daccordo ad usare le truppe d'elite, anche sotto il comando degli 007, da discutere, e molto però è sul dove, e sul perchè, in Libia? Contro chi? Alle dipendenze degli 007 Italiani o Americani? Hanno libertà di azione, o prima di sparare devono chiedere il permesso? O come al solito mandiamo i ns. soldati in giro per il mondo per tenerli in caserma? E quando escono non possono sparare, ma farsi sparare? (Il caso Segregni) E ultima domanda, un governo che non rispecchia la maggioranza del paese, può imbarcarsi in una guerra?

astarte

Gio, 11/08/2016 - 23:50

Solo un debole di mente può pubblicare un documento top secret del proprio Paese. E poi voi sareste quelli per i quali, a loro dire, nessuno fa abbastanza contro l'IS? E poi sarebbe ora che la piantaste di censurare tutti, ma dico tutti i miei messaggi, visto che pubblicate frasi impronunciabili. Le mie sono opinabili, come tutte, ma presentabili. Forse per questo non vi vanno... A voi basta dar contro a Renzi, sempre e comunque... be giornalismo!

astarte

Gio, 11/08/2016 - 23:53

E poi è ora di finirla di nascondersi dietro il dito, sperando che gli altri ci levino le castagne dal fuoco mentre noi ci dedichiamo agli ozi letterari, così noi possiamo fare i voltagabbana a nostro piacere. Quindi dovreste solo plaudire. Ancora una volta, aver studiato un po' di Manzoni non farebbe male davvero... 'i solchi bagnati di servo sudor' ecc. ecc., ragazzi, mandarli a memoria e recitarli, prego!