Come la Franzoni: colpevole, ma solo un po'

Siamo allibiti. La Corte d'appello ha ribaltato i giudizi precedenti pur basandosi sugli stessi indizi che altri tribunali avevano considerato insufficienti a infliggere una pena per omicidio

Alberto Stasi come Annamaria Franzoni: colpevole, ma solo un po'. Dopo due sentenze assolutorie, in primo e secondo grado, il giovane commercialista di Garlasco è stato condannato a 16 anni di reclusione per avere ucciso la fidanzata Chiara Poggi, nel 2007. Siamo allibiti. La Corte d'appello di Milano ha ribaltato i giudizi precedenti pur basandosi sugli stessi indizi che altri tribunali avevano considerato insufficienti a infliggere una pena per omicidio. Sette anni durante i quali gli investigatori hanno indagato, ordinato e vagliato perizie più o meno contraddittorie; sette anni e quattro processi per emettere una sentenza che, se sono buoni gli elementi usati dall'accusa, doveva essere pronunciata almeno cinque anni orsono. Elementi, peraltro, smontati sistematicamente dalla difesa.

C'è qualcosa di molto strano nel verdetto. Abbiamo citato la mamma di Cogne alla quale i giudici, per avere massacrato il figlioletto, rifilarono 15 anni, relativamente pochi se si tiene conto della gravità del delitto. Lo stesso discorso vale per Stasi. Sedici anni anche a lui per avere fatto fuori una ragazza nel modo noto, a sprangate. Entrambi i casi si sono chiusi senza prove e con indizi sulla cui consistenza non abbiamo dubbi solamente noi, ma anche (per Stasi) i giudici dei primi due procedimenti. Significa che la colpevolezza del giovanotto era assai difficile da accertare.

Da quando un genio modificò il codice di procedura penale, abolendo l'insufficienza di prove, il compito delle toghe è diventato arduo. A ogni costo devono pronunciarsi a favore o a sfavore dell'imputato. Tertium non datur . La formula dubitativa, cioè l'insufficienza di prove, permetteva invece una soluzione più equa, in determinate circostanze. Si dice che le sentenze si rispettano e non si discutono. Storie. Alberto Stasi è obbligato a beccarsi la condanna. Noi invece siamo liberi di discuterla e perfino di contestarla. Ci sembra assurdo quello che è successo. Possibile che i medesimi indizi siano stati valutati allo stesso modo da due tribunali e diversamente dal terzo? Non vorremmo che l'ultimo e, forse, definitivo giudizio (se la Cassazione non avrà nulla da obiettare) si fondasse su impressioni e suggestioni piuttosto che su un autentico convincimento. Una specie di compromesso giustificato dall'esigenza di sciogliere un giallo che ha turbato l'opinione pubblica, e attorno al quale sono state organizzate decine di trasmissioni televisive, con la partecipazione di guru, criminologi, giornalisti, esperti di vario genere e talora fasulli.

La nostra è solo un'ipotesi, ma suffragata dall'osservazione della realtà. Una realtà peggiore del delitto in questione, pur salvando la pietà per Chiara, stroncata poco più che ventenne. Nell'elenco di chi patisce sofferenze indicibili va aggiunto il nome di Alberto Stasi, strattonato per lungo tempo come un cencio e alla fine candidato al carcere. Sedici anni: perché?

Commenti

gamma

Gio, 18/12/2014 - 14:15

Ormai in Italia i processi non sono più con "soli" tre gradi di giudizio ma con cinque e anche più.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 18/12/2014 - 14:21

E si, da buoni cerchiobottisti italici, stare a metà del guado è la solita posizione del Kamasutra nostrano!

sphinx

Gio, 18/12/2014 - 14:30

Sedici anni, perché? Perché all'inefficienza della nostra giustizia non interessa trovare IL colpevole, ma individuare UN COLPEVOLE e chiudere la pratica. E' triste, ma ormai lo dimostrano sempre più casi.

marygio

Gio, 18/12/2014 - 14:30

bastaaaaaaaaaaaaaaaaaa. un assassino e il biondino lo è non va strattonato ma preso a calci in faccia. se era mia figlia (chiara) io lo accoppavo il giorno dopo.

Libertà75

Gio, 18/12/2014 - 14:34

Ragionando per assurdo: se esistesse un maniaco in zona questo avrebbe operato ancora, se invece ci fosse stato qualcuno con dei forti risentimenti verso la vittima allora proprio Stasi avrebbe ricevuto le confidenze della sua ex compagna.

ex d.c.

Gio, 18/12/2014 - 14:37

E' normale. Ormai in tutte le inchieste c'è un colpevole predestinato. Si prendono in esame solo le prove a suo carico. Si rifanno i processi fino a quando giudici compiacenti condannano accontendando gli inquirenti , le vittime e tutti i colpevolisti assetati di giustizialismo improvvisato

OPUSMANU

Gio, 18/12/2014 - 14:42

Alberto Stasi a sensazione non mi è simpaticissimo, comunque nel dubbio è meglio un colpevole libero che un innocente in carcere.

cotoletta

Gio, 18/12/2014 - 14:45

da giovane ho sempre pensato alla giustizia come l'unico baluardo di verità.......sto provando una cocentissima delusione... a meno che non ci sia una regola che obblighi l'ultimo giudice a cacciare i suoi colleghi precedenti....

Roberto Casnati

Gio, 18/12/2014 - 14:46

L'idiozia della magistratura italiana, oramai in mano a donniciuole preoccupate più di raccomandare i loro figli a scuola che di fornire un servizio, ha colpito ancora con una sentenza assurda ed idiota che deva assolutamente trovare un colpevole al di là del diritto.

gian paolo cardelli

Gio, 18/12/2014 - 14:46

marygio, come fa ad essere certa della sua colpevolezza?

Roberto Casnati

Gio, 18/12/2014 - 14:50

Bella idiozia! E intanto l'imputato da 7 (sette!) anni vive in una specie di limbo grazie a magistrati fannulloni ed imbecilli.

cotoletta

Gio, 18/12/2014 - 14:53

MARYGIO, ammettiamo che questo ragazzo sia colpevole.... perchè non condannare anche gli altri due giudici che secondo l'ultimo giudice si sono sbagliati?

obiettore

Gio, 18/12/2014 - 14:57

Ka@@o, ma in questo paese di pulcinella, sarà mai condannato uno che sia uno certamente colpevole ?

giomag42

Gio, 18/12/2014 - 15:02

Come spesso accade, Feltri ha perfettamente ragione. La magistratura italiana fa solo schifo ! Punto e basta.

BlackMen

Gio, 18/12/2014 - 15:37

A volte mi sembra di dover spiegare le cose a dei bambini di 8 anni è incredibile! Dunque 16 anni sono pochi giusto? E scommetto che secondo voi sono stati i giudici a quantificare la pena sulla base dell'umore del risveglio o della qualità della colazione. Già perchè è così che vi insegnano a pensare. La procura aveva chiesto 30 anni comprensivi dell'aggravante della crudeltà (che vale 6 anni) che non è stata riconosciuta in quanto non ci sono state sevizie o desiderio di dare alla vittima una morte dolorosa. Inoltre il rito abbreviato riduce la pena di 1/3. Per cui 30-6 = 24 meno la riduzione di 1/3 ed eccoci a 16. Dunque i giudici hanno inflitto il massimo che potevano sulla base delle leggi vigenti che, inutile ricordarlo, le sono promulgate dal parlamento e non dai giudici.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 18/12/2014 - 15:40

Cristiano coraggioso è chi "anche se giura a suo danno non cambia". Stasi non lo è, e per questo probabilmente si è cambiato le scarpe, ma come dargli torto? Però tra un don Abbondio che butta via le scarpe sporche e un omicida c'è una grossa differenza. Inoltre per il delitto manca anche il movente, perché una morosa come Chiara era fatta per essere sostituita. Una botta e via. Però adesso sua madre ride come una iena perché c'è un milione di euro che le entrano in tasca: piatto ricco mi ci ficco. Morale: alla larga dai Poggi. Però Alberto si consoli. In teoria, piuttosto che generare dei figli da con genìa ipocrita, avida e senza vergogna è meglio andare in carcere innocenti.

Singolarita

Gio, 18/12/2014 - 15:41

Se ci sono prove certe allora si condanna. Se permangono dubbi o le prove sono indiziarie, la persona va assolta per insufficienza di prove. Con freddo distacco, siamo certi che questo ragazzo abbia ucciso? La risposta è NO, non lo siamo. Tutto basato su teorie e teoremi Non si condanna una persona senza prove certe. E' scandaloso, vergognoso ed indecente.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 18/12/2014 - 15:41

Comunque giudice maschio: fidanzato innocente. Giudice zitella: fidanzato colpevole.

gianni50

Gio, 18/12/2014 - 15:44

Indubbiamente la giustizia italiana ha fatto una brutta figura in questa vicenda ma è meglio una brutta figura che lasciar passare senza colpevole un delitto in cui l'assassino è sotto gli occhi di tutti e, al di là degli 11 indizi concorrenti, nessun uomo al di fuori di Stasi poteva commettere senza lasciare traccia di sé (come abbondantemente dimostrato nel dibattito notturno di ieri sera a Porta a Porta).

Rossana Rossi

Gio, 18/12/2014 - 15:46

In questa povera Italia la legge è opinione dei giudici, incompetenti e spesso di parte. Inoltre c'è l'assoluta incapacità di fare indagini serie e provanti. Uno schifo totale, altro che giustizia........

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 18/12/2014 - 15:54

Si, BlackMen, tu hai un bel parlare. Ma mi spieghi perchè precedentemente ben due tribunali abbiano assolto Stasi con quelle stesse prove? Manco a dire che chissà quali innovazioni ci siano state nel campo delle indagini biomediche e chimiche da allora ad oggi. Si è condannato Stasi solo per un calcolo delle probabilità che in nessun tribunale del mondo civile troverebbe terreno fertile! Ma d'altronde, siamo in Italia, il paradiso delle le toghe scansafatiche con fulgida fantasia!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 18/12/2014 - 15:58

#BlackMen Proprio così. Ma ormai, quando si tratta di magistratura, l'"opposizione responsabile" reagisce secondo ben definiti riflessi condizionati. Capita così che anche giornalisti del calibro del buon Feltri se ne escano, sull'argomento specifico, con tavanate di apocalittica caratura.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 18/12/2014 - 15:58

gianni50 è la gente che pensa come te che fa paura ai più!

gianni50

Gio, 18/12/2014 - 16:00

Risposta al gentile lettore Singolarità- 15:41 Lei dice: Se ci sono prove certe allora si condanna....siamo certi che questo ragazzo abbia ucciso? La risposta è NO, non lo siamo. Io invece dico di sì e le prove sono ampiamente sufficienti. Garantismo d'accordo ma l'evidenza resta !

Ritratto di Sniper

Sniper

Gio, 18/12/2014 - 16:03

Stasi e` senz'altro colpevole. L'indizio chiave e` che il Giornale e i suoi delfini (o scorfani) commentatori lo ritengono innocente. Come si sa, non ne azzeccano mai una.

magnum357

Gio, 18/12/2014 - 16:05

OPUSMANU: come fai a dire che è innocente ? Sono state raccolte prove che nei primi due giudizi non erano state presentate e che si sono rivelate determinanti nella condanna sia pure mite 24 anni con lo sconto di 1/3 cioè 16 anni !!!! La Cassazione si era accorta di tutte le fesserie scritte nei primi due giudizi e per questo aveva rinviato giustamente ad un nuovo processo !!!!!

Nerone2

Gio, 18/12/2014 - 16:07

Feltri... questo se' beccato ventitre anni non sedici. 16+7 (7 di tribulatorio). Tra il carcere o il tribulatorio dei tribunali infernali, preferirei farmi tutti i 23 anni in carcere.

magnum357

Gio, 18/12/2014 - 16:09

Siete allibiti de' che ? Sono state portate prove inoppugnabili che non furono mai presentate dai giudici inquirenti !!!! Giusta pertanto la condanna !!!!

lamwolf

Gio, 18/12/2014 - 16:16

Assurdo, inconcepibile, vergognoso. A Corona che non ho mai difeso per le sue malefatte ma che non ha ammazzato nessuno, 8 anni e 8 mesi. Alberto Stasi ritenuto colpevole di omicidio volontario 16 anni? Ma quanto vale la vita di una ragazza? Questa è giustizia? In che mani siamo!

Singolarita

Gio, 18/12/2014 - 16:17

caro sign. gianni spero che lei non sia un giudice e che nessun povero disgraziato finisca sotto le sue grinfie. Lei fa paura. Lei condanna facendo processi tramite "porta a porta" e basandosi su teoremi di fantasia. LEI FA PAURA ALLA DEMOCRAZIA E ALLA GIUSTIZIA VERA.

Ritratto di tex 103

tex 103

Gio, 18/12/2014 - 16:19

Caro Vittorio: Fonda un partito la tesserae numero uno è la mia.

paspas

Gio, 18/12/2014 - 16:19

CHE PENA VEDERE LA MAMMA DI CHIARA AI MICROFONI SORRIDENTE PER AVER PERSO LA FIGLIA MA AVER VINTO .........SOLDI. VOLEVA GIUSTIZIA PER AVERE SOLDI. VEDERLA COSI' ALLEGRA MI SI E' RIVOLTATO LO STOMACO.

BlackMen

Gio, 18/12/2014 - 16:21

Gianfranco Robe..la stupidità a quanto pare invece non ha sesso ne età...

gamma

Gio, 18/12/2014 - 16:23

La verità non si saprà mai con certezza ma la mia impressione è che il ragazzo non c'entri. Ad ogni modo è bene che i maschi italiani prima di frequentare una donna si procurino un alibi inattacabile. Ottima cosa sarebbe avere una web camera che ci segua ovunque e registri ogni istante della nostra vita. Ma forse con la giustizia italiana non basterebbe neanche questo.

BlackMen

Gio, 18/12/2014 - 16:28

dbell56: non spetta a me spiegarlo. Ci sono le motivazioni della cassazione a farlo: "il verdetto di secondo grado di assoluzione di Stasi ha un approccio non coerente ai principi della prova indiziaria e segue un non corretto percorso metodologico". Inoltre nel processo bis non sono solo state rianalizzate le prove del primo ma sono state presentate anche nuove prove scientifiche legate alle tracce sulle scarpe.

linoalo1

Gio, 18/12/2014 - 16:44

Quanti commenti di Ignorantoni,solo per Partito Preso o solo per simpatia od antipatia del Biondino!A loro,gli Ignorantoni,domando:Stasi,quel nefasto giorno,aveva le ali?Oltre a tutti gli altri indizi,trovatemi un altro possibile Colpevole con relativo Movente!Lino.

gian paolo cardelli

Gio, 18/12/2014 - 16:45

Sniper, ha solo confermato che per essere "non di destra" occorre avere un QI molto al di sotto della norma.

Gioa

Gio, 18/12/2014 - 17:04

SE GLI ALTRI TRIBUNALI CON GLI INDIZZI CHE AVEVANO LO HANNO TRATTENUTO IN CARCERE...ALLORA QUALCHE VERITA' E' EMERSA...ALTRIMENTI SE NON E' LUI L'ASSASSINO DI CHIARA POGGI...CHI SARA' MAI?. SE UNA PERSONA E' DEL TUTTO INNOCCENTE LO E' PER QUALSIASI TRIBUNALE NON VIENE TENUTO IN GALERA SETTE ANNI IN ATTESA COME SCRIVE FELTRI DI PROVE!!, EVIDENTEMENTE CON L'ULTIMA SENTENZA PROVE PIU' AUTENTICHE DI OMICIDIO CI SONO STATE!!.

Gioa

Gio, 18/12/2014 - 17:06

COLPEVOLE SONO UN PO' CHE VUOL DIRE?....MAH!! NON SI TIENE IN GALERA UNA PERSONA 7 ANNI PERCHE' COLPEVOLE SOLO UN PO'. O E' COLPEVOLE O NON LO E'.

fiducioso

Gio, 18/12/2014 - 17:09

Siamo arrivati ad un punto che se non è l'assassino che confessa o lo si scopre in flagranza di reato, non si riesce mai ad avere una prova certa. Anche le tracce di DNA sembra che non bastino più (vedi il caso Yara). Certo che Stasi non ha per niente aiutato gli inquirenti, anzi ha fatto di tutto per indirizzarli su false piste, quindi, a naso, lo giudico colpevole.

Holmert

Gio, 18/12/2014 - 17:25

Lo sapevo che sarebbe andata a finire così. Dopo la cassazione che ha sentenziato di rifare il processo, sapevo che a Stasi avrebbero dato una pena ridotta rispetto a quella richiesta dal PM, in modo da trovare una specie di quadra. Da quando è in atto il nuovo processo penale, la giustizia è un caos totale. C'è da rimpiangere il vecchio maresciallo dei carabinieri che abilmente sapeva crearsi il suo giro di informatori e quasi sempre ci azzeccava. Ora succede che due tribunali ti assolvano mentre un altro ti condanna. Minuetti e bizantinismi. Siamo in piena decadenza.

michele lascaro

Gio, 18/12/2014 - 17:33

Dott Feltri, la pena irrogata a Stasi e alla Franzoni è veramente ridicola, nel tentativo di salvare capra e cavoli, ma, mi dica, quali altre persone potevano essere implicate nei due delitti, i fantasmi? Ci parli, per questo motivo, di come le indagini, in entrambi i casi, siano state condotte con i piedi!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 18/12/2014 - 17:37

Sembra di giocare al gioco dell'oca

Gianni Cinarelli

Gio, 18/12/2014 - 17:43

Caro Feltri vedrai che tra poco in Italia ci sarà anche il primo caso di un po' incinta!

onurb

Gio, 18/12/2014 - 17:44

Gianfranco Robe. Dici una bestialità quando affermi che la madre ride come una iena, pensando al risarcimento di un milione di euro. Ho visto l'intervista alla madre e tutto si può dire di lei, tranne che apparisse una iena. Il suo è stato un comportamento estremamente misurato. Quanto al risarcimento, se Stasi non ha dei beni intestati, cosa che mi sembra molto probabile, gli offesi prenderanno poco o nulla.

vince50_19

Gio, 18/12/2014 - 17:50

Massimo rispetto però la sentenza è alquanto "suggestiva" a mio avviso. Aspetto tuttavia l'appello che sicuramente sarà inoltrato alla cassazione e poi vediamo cosa ne verrà fuori. Cose all'italiana? Beh.. forse, chissà..

onurb

Gio, 18/12/2014 - 18:02

vince50_19. A mio modesto avviso la Cassazione confermerà la condanna: è stata proprio lei a rinviare nuovamente in corte d'appello la sentenza di assoluzione.

leserin

Gio, 18/12/2014 - 18:24

Andiamo, tutti quegli indizi non possono essere attribuiti al caso. Messi assieme danno un quadro, direi, inequivocabile di colpevolezza. Quindi se c'è da restare allibiti è perché i giudici non hanno avuto il coraggio di tradurre questa certezza in una pena congrua anziché in una pilatesca condanna a 16 anni.

Ritratto di michageo

Anonimo (non verificato)

filder

Gio, 18/12/2014 - 18:26

L Italia è la patria della giustizia con la G maiuscola, dove i cittadini vanno condannati in base se sono un po' colpevoli od un po' innocenti.

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 18/12/2014 - 18:28

Il principio giuridico "in dubio pro reo" in Italia è morto, divenuto carta usata da cesso! Le troppe perizie contraddittorie e fantasie interpretative nel corso delle indagini, avvallate da una sentenza scandalosa disonorano soprattutto coloro che fermamente hanno voluto questo atto di arzigogolato cerchiobottismo popolarmediatico da bega di cortile in cui troppa gente irresponsabilmente ( a cominciare da certo "giornalismo" che vive e prospera di guano).Non so e non sapremo forse mai se sia stato Alberto, ormai non interessa a nessuno : interessa solo che la vendetta sia stata compiuta , chi c'è, c'è) evviva il popolo di tricoteuses..............

giottin

Gio, 18/12/2014 - 18:32

Il problema del processo a Stasi è che non è stato condannato in primo grado, punto!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/12/2014 - 18:33

ed io che vado dicendo da anni che questo sistema giudiziario è malato! i PSICOSINISTRONZI invece fanno lo gnorri perchè sanno benissimo che con questo sistema possono condannare berlusconi, però lasciando impuniti i veri criminali, mentre colpevolizzano quasi sempre le vittime o innocenti! è chiaro che c'è la presenza di un sistema perverso, che berlusconi aveva tentato di riformare. indovinate chi ha bloccato questo tentativo? :-)

berserker2

Gio, 18/12/2014 - 18:38

se è colpevole "solo un pò".......lo terranno in galera "solo un pò"!

berserker2

Gio, 18/12/2014 - 18:38

se è colpevole "solo un pò".......lo terranno in galera "solo un pò"!

Armandoestebanquito

Gio, 18/12/2014 - 18:38

Al di la' del verdetto, una persona assolta non puo' venire giudicata un'altra volta per lo stesso crimine. L'Italia e' l'unico paese al mondo dove succedono queste cose. Propio da manicomio

vince50_19

Gio, 18/12/2014 - 18:50

onurb - Staremo a vedere, però a me sta faccenda mi pare alquanto scollegata dalla realtà. E naturalmente rispetterò la sentenza, qualunque essa sarà. Condividerla... beh.. vedremo.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 18/12/2014 - 18:51

Gianni 50, mi sfugge la logica "nessun uomo al di fuori di Stasi poteva commettere senza lasciare traccia di sé" Quindi, non essendoci traccia è stato Stasi. Geniale. Manco Kafka ci sarebbe arrivato.

timoty martin

Gio, 18/12/2014 - 19:25

Che incubo la giustizia Italiana: un giorno non colpevole, un'altro colpevole. Sembra un lotto. Vergognamoci

geronimo1

Gio, 18/12/2014 - 19:26

Definire spaventosa questa sentenza e' dire poco!!! Cosa vogliono dire sedici anni??? Troppo pochi per un colpevole e troppi (una mostruosita') per un innocente...!!! Allora i "giudici cerchiobottisti" hanno fatto 16: dai,con la buona condotta saranno 7 od 8...ti puoi rifare una vita...!!! Mi pare che questa logica non sia assolutamente accettabile da nessuno: e' solo un imbarbarimento della cultura ed una supina accettazione di cio' che viene calato dall' alto.... Mi viene in mente Sante il bandito, che cercava Giustizia ma trovo' la Legge...!!!!!!!

timoty martin

Gio, 18/12/2014 - 19:51

Giustizia o soap opera?

ulanbator10

Gio, 18/12/2014 - 19:52

BLACK MEN : Il rito abbreviato è una richiesta non un diritto. In presenza di delitti efferati non si concede il rito abbreviato. La Magistratura è solo sterco , ma non solo perché accetta di concedere il rito abbreviato in presenza di reati abominevoli, lo è soprattutto perché in 7 anni ha riconosciuto innocente il ragazzo 2 volte , e questa signora , seguita dagli altri lestofanti di seggiola o scranno, ha il coraggio di sconfessare due collegi giudicanti, solo sulla base di convincimenti personali, perché in questo processo di prove certe non ce ne sono

Armandoestebanquito

Gio, 18/12/2014 - 20:13

scommetto che se Stasi non avrebbe chiamato i carabinieri, allora sarebbe stato inquisito comunque perché avrebbe lasciato traccie di se'.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Gio, 18/12/2014 - 20:26

Feltri ma vai a cagare te e i tuoi articoletti da scemo, Basta si sa come vi piacerebbe a voi ?? Mi sbaglio feltrino quando la smetterai di scrivere cxxxxxe, giornalista pluriquerelato !!

Sise

Ven, 19/12/2014 - 10:37

Caro Feltri, lascia perdere la Franzoni. A lei, attrice da Oscar, è andata di lusso: solo 6 anni di carcere, tra l'altro intervallati da numerosi permessi, e ora è a casa, con la possibilità di uscire 2 ore al giorno. Evidentemente in Italia massacrare il proprio figlio non è considerata cosa tanto grave. E lasciamo perdere la "rimozione", a cui difficilmente si può credere.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 30/12/2014 - 14:52

dal racconto di Stasi nascono molte incongruenze ma nopn si puo condannare qualcuno solo sulle basi ti tali dubbi: puo darsi che sia anche il colpevole, ma potrebbe anche darsi che non lo sia: pertanto nessuna corte può condannarlo e se lo fa lo fa solo per accontentare parte dell' opinione pubblica che chiede un colpevole qualsiasi a tutti i costi.

Alefast

Lun, 14/12/2015 - 13:41

GIANFRANCO ROBE: il suo commento andrebbe pubblicato in prima pagina del giornale dei CxxxxxI! chieda a qualunque genitore se preferisce tutto l'oro di questo mondo alla vita di suo figlio! sulla faccia della terra , probabilmente l'unico che risponderebbe Sì, è solo lei. Mi auguro vivamente che lei non lo sia. Si possono avere opinioni discordanti e simpatizzare per l'uno o per l'altro ma la sua è la Cazzata più grossa che io abbia mai sentito in vita mia. Se rimane un briciolo di umanità, si vergogni.