Genova come Roma: una via per Almirante. Pd sulle barricate

Nel capoluogo genovese, fa discutere la proposta di intitolare una strada della città all'ex segretario missino Giorgio Almirante. Fratelli d'Italia: "Sarebbe un giusto riconoscimento". Pd: "Vergognosa provocazione"

Dopo il fallimento a Roma, Fratelli d'Italia ci riprova. Il partito di Giorgia Meloni, dopo avere tentato di far approvare una mozione al Campidoglio per intitolare una strada al leader missino Giorgio Almirante, bocciata dal sindaco Raggi dopo avere incassato il placet del consiglio comunale, ha annunciato che proporrà una mozione identica a Genova. "Ci auguriamo che la mozione possa essere accettata da tutti, maggioranza e opposizione, nello spirito che ha accompagnato Giorgio Almirante nella sua attività politica", ha dichiarato il consigliere comunale di Fdi Alberto Campanella. Scatenando l'ira delle opposizioni, in particolare del Pd.

"Superfluo ricordare l'inaspettato omaggio alla camera ardente di Enrico Berlinguer, successivamente ricambiato dalla sinistra italiana". Campanella, avvocato iscritto a Fratelli d'Italia che siede tra i banchi della maggioranza in consiglio comunale che fa capo al sindaco Marco Bucci, non ha dubbi. Dedicare una strada della città della Lanterna allo storico leader del Movimento Sociale sarebbe un modo per rendere omaggio a chi ha fatto la storia d'Italia. "Ci auguriamo che la mozione possa essere accettata da tutti, maggioranza e opposizione, nello spirito che ha accompagnato Giorgio Almirante nella sua attività politica", ha dichiarato. Immediata la reazione del Partito Democratico, che in una nota congiunta ha comunicato "Intitolare a Genova, a pochi giorni dal ricordo del 30 giugno 1960, una via a Giorgio Almirante è una vergognosa provocazione alla città e alla sua storia. Provocazione che respingeremo con la necessaria determinazione nelle sedi istituzionali. Iniziative spudorate, come quella del consigliere Campanella servono solo a far parlare d'altro, sperando di stendere un velo pietoso sui limiti e gli errori della giunta e di Bucci".

Il riferimento dei democratici è ai fatti del 30 giugno 1960, quando Genova visse una giornata campale di scontri tra le forze dell'ordine e una folla di camalli - operatori portuali - e giovani di varia estrazione sociale. Decine di migliaia di persone scesero in piazza per protestare contro la decisione del Movimento Sociale di svolgere il proprio congresso nel capoluogo ligure, grazie all'autorizzazione concessa dall'allora presidente del consiglio Fernando Tambroni, primo democristiano ad aprire le porte del governo - seppure con appoggio esterno - al partito guidato proprio da Giorgio Almirante. A scatenare la rivolta, il fatto che Genova fosse stata premiata con la medaglia d'oro per la Resistenza come unica città ad essersi liberata da sola dalle forze di occupazione tedesche. Organizzare a Genova il congresso del Msi, fu per giovani e camalli un'inaccettabile provocazione.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 24/06/2018 - 15:06

Personalmente non ho nulla contro il destinare il nome di Almirante ad una strada. Certo meglio lui che Stalin.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 24/06/2018 - 15:23

Uhhhhhhhh. ....voglio vedere le facce dei sinistrutti (sinistri distrutti...moralmente) Ahahahah.

Una-mattina-mi-...

Dom, 24/06/2018 - 15:32

PER PAR CONDICIO BISOGNA DEDICARE QUALCOSA ANCHE AI SINISTRI: FOGNATURE, DISCARICHE ECC. LE PROPOSTE SONO IMMENSE

carlottacharlie

Dom, 24/06/2018 - 15:38

Solo provocazione per i deboli di mente e senza nessuna cultura. Questi sinistri intitolano strade ai vari comunisti d'antan che furono anche stupidi assassini. Sono privi di qualsiasi pensiero,- basta sentirli parlare, usano 100 parole si e no- e se gli fai domande su argomenti di cultura generale non sanno rispondere. Sono donnette ed ominicchi.

venco

Dom, 24/06/2018 - 15:38

E basta con almirante

massimo1958

Dom, 24/06/2018 - 15:58

per i problemi della disoccupazione-art 18-immigrazione-fornero per gli operai non per i SIGNORI DOV'ERA IL PDpd s

palandrana

Dom, 24/06/2018 - 16:14

Bloccare una via dedicata ad Almirante é un sintomo di paura.

Cheyenne

Dom, 24/06/2018 - 16:15

IO INVECE DI INSISTERE SU ALMIRANTE CAMBIEREI I NOMI DELLE STRADE INTESTATE AI CRIMINALI COMUNISTI (BUONA PARTE EX FASCISTI) COSI' ACCONTENTIAMO TUTTI

Ritratto di Lissa

Lissa

Dom, 24/06/2018 - 16:56

Oltre ad Almirante intestare una Piazza ai martiri dell'eccidio commesso dai partigiani a Genova. In quell'ignobile e criminale attentato (Galleria S. Benigno) perirono oltre 2000 civili. Attentato fatto dai padri del Pd ossia il Pci.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 24/06/2018 - 17:05

e continuerà a farsi del male da sola, la sinistra! hanno paura dei fantasmi? e perchè mai? :-) fa piu paura un morto o un vivo? io non ho nulla in contrario su almirante, ma non ci siamo terrorizzati quando abbiamo letto vie come togliatti, unione sovietica, socialismo, pertini, stalin, stalingrado, ecc.... e allora? perchè vi dovete ridurre a ossessioni di un passato che non ritorna piu? :-)

baronemanfredri...

Dom, 24/06/2018 - 17:36

NON VOLETE VIA ALMIRANTE? ALLORA TOGLIETE VIA STALIN E VIA LENIN, STALIN HA AMMAZZATO BABBEI ITALIANI CHE SI SONO RIFUGIATI IN RUSSIA CREDENDO DI SALVARSI DA HITLER O MUSSOLINI, HANNO TROVATO LA MORTE. ALMIRANTE, ORMAI FUORI DALLA STORIA FASCISTA, AVEVA DENUNZIATO LA REGIONE A STATUTO SPECIALE SICILIANA COME UN POZZO SENZA FINE PER SPESA ED AVEVA RAGIONE, E POI SI ERA BATTUTO, MI PARE NON VORREI SBAGLIARE ALLE FALLACI LEGGI VOLUTE DAL PCI E LA DC SI E' INCHINATA AL PCI QUALE LA NASCITA DELLE ASL. VI RICORDO CHE TOGLIATTI E' STATO COLUI CHE HA PERMESSO AGLI EX FASCISTI DI RITORNARE ALLA VITA PUBBLICA E AMMINISTRATIVA. CxxxxxxI SINISTRI.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 24/06/2018 - 17:56

--ma fategliela la targa a sto tizio---basta che poi scrivete sotto---fu collaborazionista dei nazisti e foraggiò la latitanza dei responsabili della strage di peteano---amen

cir

Dom, 24/06/2018 - 18:32

togliamo le dediche a primo levi..

ambidestro

Dom, 24/06/2018 - 18:35

Genova non è "medaglia d'oro per la resistenza" ma è medaglia d'oro al valor militare. I rossi mistificatori hanno imbrogliato anche queste carte.

Ritratto di Lissa

Lissa

Dom, 24/06/2018 - 19:17

elkid, forse non sai che i Tedeschi erano alleati dell'Italia, come il tuo compagno Stalin lo era degli Angloamericani. Lasciamo perdere tutto il resto, non è pane per te.