Il giorno più duro della Cirinnà: "Il governo non si occuperà di diritti"

La senatrice prima firmataria della legge sulle unioni civili si sfoga in un'intervista e attacca tutti: Fontana, Salvini, Di Maio e tutto il M5s

Dies amara valde: per Monica Cirinnà martedì 5 giugno 2018 è stato il giorno più duro. Da senatrice del Partito Democratico ha dovuto assistere allo spettacolo dell'Aula di Palazzo Madama che vota la fiducia ad un governo che rappresenta praticamente tutto l'esatto opposto di ciò per cui si è battuta per anni.

In un'intervista a The Post Internazionale, la madre della legge sulle unioni civili si dice "arrabbiata" e si abbandona all'amarezza. Il punto più dolente, com'è ovvio, è quello sui diritti civili che tanto le sono cari e che secondo lei il nuovo governo rischia di dimenticare completamente.

Le parole più dure sono per il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana: "Fontana è contro tutto, Fontana ha usato. Non deve fare confusione tra religione e Stato, deve fare il ministro della Repubblica, non deve coniugare le sue due attività: ministro della repubblica è una cosa, cattolico osservante un’altra."

"Poi ognuno ha la sua coscienza, ma ognuno accetta i ruoli se è in grado di gestirli - prosegue nel suo affondo - Fontana, anche se non vuole, è comunque un ministro di tutti i cittadini italiani, anche di quelli che lui vuole rifiutare, è ministro di gay, lesbiche, dei neri." Nel mirino della Cirinnà - che ierisi è presentata in Aula con una maglietta a supporto delle famiglie omossessuali - c'è la frase sulle "famiglie arcobaleno che non esistono", vista come la "negazione della lotta per il riconoscimento dei diritti."

I toni sono cupi anche quando lo sguardo si volge al futuro: la senatrice piddì vede davanti a sè "un anno di slogan, complicato, con un continuo braccio di ferro Lega-M5s per le poltrone". Già ora, però, l'esponente dem punta il dito contro Matteo Salvini, reo di "non rendersi conto che fra la campagna elettorale e il governo c'è un abisso".

Il MoVimento Cinque Stelle viene invece liquidato con parole sprezzanti: "M5S è di destra ma con un’identità vaga e senza ossa. I grillini sono trascinati da soggetti, con cui hanno fatto alleanza e contratto, che invece hanno un’identità fortissima, è evidente che loro rischiano di essere travolti da chi con più forza professa la sua ideologia - attacca - Di Maio ha dimostrato una subalternità culturale, lui contro gli xenofobi, i razzisti, i nazionalisti, non ce la fa, tanto che in questi cinque anni di parlamento il M5S non ha votato nessuna legge sui diritti civili."

Commenti
Ritratto di elio2

elio2

Mer, 06/06/2018 - 11:38

Ciò che non piace a lei piace alla maggioranza degli Italiani.

Totonno58

Mer, 06/06/2018 - 11:56

Non devi avere niente da temere, invece...il ministro Fontana sarà tenuto a bada da Salvini che ha ben altre cose a cui badare, i 5 Stelle sono addirittura favorevoli alla stepchild adoption quindi...l'unica cosa buona fatta dal governo Renzi, che ci ha risparmiato altri 20 anni di chiacchiere sulle unioni civili, non sarà toccata.

Ritratto di Sara.Insirello

Sara.Insirello

Mer, 06/06/2018 - 12:28

Peccato che quelli che chiama diritti civili si sostanzino nel “diritto di imporre, per di più per legge, un’ideologia” che non è che sia proprio un “diritto”, si chiama in altro modo, che quelli che chiama provvedimenti “antidiscriminatori” nella sostanza si risolvano in discriminazioni al contrario e che il rispetto ed il ripudio del linguaggio d’odio si sostanzi nel diritto per loro di offendere, insultare anche pesantemente e denigrare chiunque la pensi diversamente e dell’obbligo degli altri di non permettersi a rispondere, a parlare se non si è allineati, e neppure a pensare in silenzio (vedi sentinelle in piedi). Tutto ciò che è critico è omofobia, xenofobia, razzismo e misoginia. I “diritti civili” nella loro testa.

Ritratto di nordest

nordest

Mer, 06/06/2018 - 12:37

La priorità sono le vere famiglie ;per i vizzi o sfizi dei dementi anormali si riveda inel breve futuro ,perché di buono anzi perverso non merita attenzione tanto meno considerazione.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 06/06/2018 - 13:18

Con quella faccia può fare ciò che vuole. Purché vada a farla in bagno. Ma è possibile che gli italiani debbano stare a sentire ogni giorno le sciocchezze della Cirinnà, di Balotelli, di Fiano, di Saviano, Martina e compagnia cantante? La Cirinnà...capite? E basta; questi gallinacei della sinistra, con i loro sproloqui e starnazzamenti finto/umanitari ci hanno rotto abbondantemente le palle. Speriamo che qualcuno abbia la forza, la capacità e la voglia di metterle a tacere.

wrights

Mer, 06/06/2018 - 13:31

Ma "la madre della legge sulle unioni civili", quanti figli ha sfornato dal 21.05.2016? Sarebbe anche gradita una specificazione tra unioni etero e quelle dello stesso sesso, per poterle confrontare poi con i matrimoni civili e religiosi. Solo così posso essere in grado di valutare la necessità di certe leggi.

Pietro43

Mer, 06/06/2018 - 13:32

Altri ne verranno di giorni duri. Lasciatela sbroccare, prima o poi si renderà conto che i ragli dell'asino non arrivano al cielo.

diesonne

Mer, 06/06/2018 - 13:41

diesonne diritti di tutti sono quelli di natura,i diritti civili sono invenzione di alcuni e quindi sono privi di pretese universali

Giorgio Colomba

Mer, 06/06/2018 - 13:55

L'espressione accigliata della signora è valsa l'attesa.

Maura S.

Mer, 06/06/2018 - 14:02

Le consiglierei di prendersi un anno sabbatico ( se non di più) ci sono problemi più importanti da risolvere,

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Mer, 06/06/2018 - 14:28

Mai sentiamo parlare di doveri solo di diritti, diritto qui, diritto là……… doveri mai!

acam

Mer, 06/06/2018 - 14:51

cara cirinnà novella bindi come si disse più bella che intelligente. facciamo mente locale lasciamo sicuramente fuori la religione e tiriamo fuori la morale, l'etica e la biologia e non trascuriamo la logica. questa mattina non mi è stato pubblicato quanto segue a proposito dell'amore che dove c'è, c'è famiglia, non è lapalissiano ne ovvio, un atto d'amore può costituire ma non necessariamente il contrario. in biologia esistono esseri che si riproducono autonomamente ma non formano famiglie la procreazione si disperde quasi subito. esseri dello stesso sesso da soli non si riproducano, figli di questi se nati da famiglia non ne hanno più se una se viene separata. Famiglia ha una definizione nella costituzione, ma anche nella scienza ma sono cose profondamente diverse che descrivono insiemi diversi. i suoi zompi non servono a costituire famiglia per discuterne mi chiami.

acam

Mer, 06/06/2018 - 16:09

e il post per la insirrllo Mer, 06/06/2018 - 12:28 ?

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 06/06/2018 - 16:13

il nuovo governo si deve occupare prima dei diritti degli italiani/e e famiglie normali dopo di ciò si potrà anche interessare delle questioni da diporto.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 06/06/2018 - 16:15

Scrivo qui quanto ho già detto riferito alla sua (poco)stimata collega elena boschi : anche questa pensa -con preoccupazione- ai "diritti civili", quando 5 milioni di cittadini ITALIANI sono sotto la soglia di povertà (come certificato da ultimi rapporti ISTAT) in conseguenza di 5 anni di governi pd, i quali si chiedono -senza darsi risposta- del "perchè" hanno perso alle ultime elezioni politiche... mah...

daniel66

Mer, 06/06/2018 - 16:33

non ho capito cosa hanno a che vedere i diritti civili con le eccentricità (usiamo un eufemismo sennò ci bloccano) della propria vita privata.

giovanni235

Mer, 06/06/2018 - 16:42

Questa se l'attaccate ad una presa di corrente diventa una perfetta scopa elettrica.Guardate un po' che mocio ha al posto della testa!!!!!!

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Mer, 06/06/2018 - 17:56

Aspettiamo con ansia la cancellazione di questa legge: un autentica porcata.

Totonno58

Mer, 06/06/2018 - 18:15

mario_caio...se aspetti questo, del tutto legittimamente, significa che ti aspetti al fine del centrodestra...dovresti sapere che tanti di quella parte politica la sostengono e che molti di quelli che l'hanno criticata l'avrebbero voluta ancora più "permissiva"...

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mer, 06/06/2018 - 19:34

Deve avere qualche grosso problema sta' povera donna. Traumi infantili non superati... chissà quali, non indaghiamo per Carità Cristiana. O più semplicemente è caduta dal seggiolone e battuto forte la testa sul pavimento. Poraccia.

paolone67

Mer, 06/06/2018 - 23:34

Tenga conto, la Cirinnà, che il suo "giorno dell'apocalisse" è il giorno del ripristino del buon senso per la maggior parte degli altri. Quel buon senso che si era smarrito tra le teorie gender e le denominazioni "genitore 1" e "genitore 2".

Ritratto di euklid

euklid

Gio, 07/06/2018 - 00:49

io, da vecchio sessantottino, sono contro tutti i tipi di matrimonio. Figuriamoci se tra persone dello stesso sesso. ...e queste sarebbero le battaglie della sinistra di oggi? ...queste sono battaglie per ricchi annoiati. ...che brutta fine ha fatto la sinistra!

Ritratto di euklid

euklid

Gio, 07/06/2018 - 00:52

P.S. ...comunque se proprio ci tiene, lasciamogliela sta legge, basta che si tolga dalle scatole e non ci affligga più con i suoi piagnistei!

molesyo

Gio, 07/06/2018 - 09:35

Finalmente è venuto il giorno ,forse,che sentiremo meno parlare di diritti ai gay e più di problemi che riguardano tutti..speriamo !Addio Cirinnà

lappola

Gio, 07/06/2018 - 12:11

Il giorno più duro della Cirinnà, un giorno solo? che gusto c'é, non basta, ce ne vogliono 365 all'anno per i prossimi 50 anni.