Gregoretti, maggioranza abbandona la giunta: "Colpo di mano del centrodestra"

Il senatore 5S Crucioli, insieme ad altri componenti della maggioranza, ha abbandonato i lavori e denunciato il "colpo di mano" di Gasparri e opposizione

Regna il caos all'interno della Giunta per le immunità del Senato, chiamata a decidere sulla richiesta di autorizzazione a procedere presentata dal Tribunale dei ministri di Catania contro Matteo Salvini accusato del sequestro dei migranti trattenuti per alcuni giorni sulla nave Gregoretti alla fine del luglio scorso. Dopo la richiesta del rinvio del voto sulla relazione con cui il presidente della Giunta, Maurizio Gasparri, propone di respingere la richiesta dei magistrati siciliani, e la reazione del centrodestra si è detto pronto a scendere in piazza, ecco che sul caso spuntano nuovi colpi di scena.

Oggi il senatore del Movimento 5 Stelle Mattia Crucioli, insieme ad altri componenti della maggioranza, ha annunciato la sua decisione di abbandonare i lavori della Giunta riunita sul caso Gregoretti. Il pentastellato ha denunciato il "colpo di mano" del centrodestra che ha convocato per domani alle 19 l'Ufficio di presidenza nonostante le assenze di Pietro Grasso e Michele Giarrusso, impegnati per impegni istituzionali all'estero. "La maggioranza non ha il coraggio delle proprie azioni: ha abbandonato i lavori della Giunta delle Immunità dopo essere andata sotto con i voti. Quella di Pd-5Stelle-Iv è una continua fuga dalla responsabilità e dal giudizio degli italiani. Abbiano il coraggio di votare il 20 gennaio, e si facciano giudicare da calabresi ed emiliano-romagnoli", hanno tuonato i componenti leghisti della Giunta.

Nella riunione si dovrà decidere se rinviare il voto sull'autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro Salvini, in programma per lunedì 20 gennaio. Un rinvio che sta facendo discutere la Giunta ormai da diversi giorni. Per la maggioranza sarebbe automatico in quanto la Conferenza dei Capigruppo ha già deciso per la prossima settimana la sospensione dei lavori per la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali in Emilia Romagna e a Calabria. Lega e FdI sono invece contrari e manifestano tutta la loro indignazione. "I casi sono due: o quello sulla Gregoretti è un processo serio e grave, e quindi non c'è tempo da perdere, oppure è solo una ritorsione politica contro Salvini. Pd, Iv e 5Stelle non si azzardino a chiedere rinvii, per evitare il giudizio di calabresi ed emiliano-romagnoli", ha tuonato la senatrice della Lega Erika Stefani.

A mandare su tutte le furie il senatore 5S Crucioli e altri componenti della maggioranza anche la decisione di porre ai voti la domanda di acquisire ulteriore documentazione sullo stato di salute dei migranti a bordo della Gregoretti. Una richiesta che è stata poi respinta essendo la votazione finita in parità, dieci a dieci. "Non era mai accaduto che una istanza presentata per poter giudicare nel merito una vicenda delicata come questa venisse respinta", ha denunciato il pentastellato. E all'interno della Giunta continuano le tensioni e le accuse.

Su quanto successo nel gruppo è intervenuto poi anche il relatore Maurizio Gasparri. "La mia correttezza è totale ed esemplare", ha dichiarato il presidente della Giunta che respinge così le critiche dei componenti della maggioranza. "Mi attengo al calendario approvato all'unanimità a dicembre tenendo conto di arrivi e partenze non mie, ma di altri colleghi", ha aggiunto a proposito della convocazione per domani dell'Ufficio di presidenza.

Commenti
Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 13/01/2020 - 19:29

E il Grande PUTIN, che doveva risolvere la guerra di LIBIA? In un trafileto l'insuccesso!!!!!!!

venco

Lun, 13/01/2020 - 19:35

Sequestro di persona, ma erano italiani i sequestrati?

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Lun, 13/01/2020 - 20:23

Giochi di melina politica e come nel calcio prelude al goal, ma in quale porta? Lumbard o 5 star?

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Lun, 13/01/2020 - 20:56

Già che si era in parità di voti, mi sembra più che legittimo che anche il Presidente esprima il suo parere.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Lun, 13/01/2020 - 20:58

Si vuole forse sopprimere la democrazia?

Ora

Lun, 13/01/2020 - 21:18

Salvini mente sapendo di mentire, dice che lo vogliono processare perché ha difeso i confini italiani ma la Gregoretti è territorio italiano e quindi i clandestini avevano già sconfinato il resto è tutta fuffa. Se c'è stato sequestro di persona ( assurdo per me no ) devono andare a processo oltre a Salvini Conte e Tominelli.

fjrt1

Lun, 13/01/2020 - 21:30

Pd e 5s, sul caso Gregoretti, stanno facendo ridere i polli. La Commissione deve prendere atto che a Salvini non sono stati concessi pieni poteri, per cui Conte e Di Maio sono altrettanto responsabili. È il pd di democratico ha solo il nome, perché mandare un suo avversario politico sotto processo fa parte del repertorio dei regimi autoritari. Gli italiani nel segreto dell'urna ben difficilmente dimenticheranno.

giancristi

Lun, 13/01/2020 - 21:32

Ha ragione Salvini. Sarebbe processato per avere difeso i confini. L'accusa dei pm di Catania è ridicola. "Sono stati trattenuti alcuni giorni sulla Diciotti in condizioni igieniche precarie." Poi sono rimasti per un lungo periodo nel centro di accoglienza in condizioni uguali. Probabilmente Patronaggio si prepara a scendere in politica.

caren

Lun, 13/01/2020 - 21:47

Che goduriaaaa.

stefi84

Lun, 13/01/2020 - 22:29

Ma dove sono questi coraggiosi pentastellati?

Ritratto di Arminius

Arminius

Mar, 14/01/2020 - 00:01

È una vergogna! Mentre nel Sahel si preparano per dare l'avvio ad un'invasione biblica, qui si perde tempo prezioso intorno a cavilli giudiziari su una vecchia vicenda che riguarda un centinaio di mori. Questi falsi naufraghi non furono affatto "sequestrati" perché nessuno ha impedito loro di andarsene via come e quando volevano. Bisogna assolutamente evitare che la Magistratura interferisca con le decisioni politiche, così come ha fatto la gip Alessandra Vella quando non ha convalidato l'arresto della Rackete. Con la sua avventata decisione ha fatto fare una figuraccia a tutti gli Italiani e nel contempo ha creato le condizioni per far passare per eroina una delle persone più squallide che mai abbiano solcato le acque del Mediterraneo.

gianf54

Mar, 14/01/2020 - 06:57

I sinistri Si illudono sul fatto che il voto, dopo le Regionali, possa metterli al riparo dalla batosta finale, e salvare capra e cavoli. Invece, saranno "cavoli amari"...

orionebello

Mar, 14/01/2020 - 08:11

Fosse per me annullerei proprio il giudizio

gneo58

Mar, 14/01/2020 - 08:25

si si avanti cosi', va benissimo, piu' vi accanite contro Salvini piu' la lega cresce - al di la' del fatto che se anche sparisse Salvini il CDX sfonderebbe comunque. State morendo, fatevene una ragione.

Gatto Giotto

Mar, 14/01/2020 - 08:44

Purtroppo, voto o non voto il 20 gennaio, poco cambia: il verdetto è già stato scritto e anticipato dalla maggioranza e Salvini ne avrà quindi buon gioco nelle elezioni regionali. Quello che vedo è che la maggiranza sta cercando di fare un po' di confusione in modo da confondere un po' le acque. Anche un semplice e tranquillo rinvio a dopo le votazioni non cambierebbe nulla. La faccia l'hanno già persa, il giudizio è puramente politico, la giurisprudenza e la giustizia sono sepolte sotto metri di liquami.

Franco40

Mar, 14/01/2020 - 08:46

Gradirei che la Giunta emettesse il proprio verdetto il 20/01 come i componenti hanno convenuto all'unanimità in dicembre. I cittadini hanno il DIRITTO di giudicare sia Salvini che i politici. Questa è vera democrazia.

PassatorCorteseFVG

Mar, 14/01/2020 - 09:14

siamo alle comiche? penso di si. salvini dice: processatemi, la maggioranza vuole mandarlo in galera, da come parlano, bene avete i numeri , e allora procedete, di cosa avete paura? avete paura del popolo italiano? ma state scherzando? avere paura del popolo italiano sovrano ,come dice la costituzione,e come avere paura della democrazia, se cosi é, cosa state a fare in parlamento? ciao a tutti.

Ritratto di Arminius

Arminius

Mar, 14/01/2020 - 09:44

È una vergogna! Mentre nel Sahel si preparano per dare l'avvio ad un'invasione biblica, qui si perde tempo prezioso sui cavilli giudiziari di una vecchia vicenda che riguarda un centinaio di mori. Quelli non erano affatto "sequestrati" perché nessuno impediva loro di andarsene via come e quando volevano. Bisogna assolutamente impedire che la Magistratura continui ad interferire con le decisioni politiche, così come ha fatto la gip Alessandra Vella quando non ha convalidato l'arresto della Rackete. Con la sua avventata disposizione ha screditato l'Esecutivo presso tutte le sedi istituzionali estere e nel contempo ha creato le condizioni per far passare come eroina una delle persone più squallide che mai abbiano solcato le acque del Mediterraneo.

Alfa2020

Mar, 14/01/2020 - 12:01

Perche non fanno scegliere il popolo se deve essere processare cosi si finisce questo schifo non lo fanno perche il popolo e con Salvini

buonaparte

Mar, 14/01/2020 - 14:40

la vergogna di un business assurdo da parificare con il traffico di schiavi del 500. a capo di questo vergognoso traffico è la sinistra che incassa i favolosi 35 euro al giorno per un maggiore ed i 91 euro al giorno per un presunto minore e donna incinta.pensiamo che all'estero danno 20 euro per tutti da sempre e la cosa piu vergognosa è che accostano parole nobili come umanità,accoglienza ,salvataggi per giustificare questo vergognoso traffico di clandestini al quale da un po di tempo si è unita anche la chiesa per recuperare un po di soldi persi nelle elemosine e donazioni.. follia follia roba da matti.