"Tolgono lavoro agli italiani" Ecco le prove sugli immigrati

Un articolo del Cer (Centro Europa Ricerche) dal titolo "European Migration adn Job Market" dimostra gli effetti (negativi) delle migrazioni sui lavoratori autoctoni

I migranti rubano il lavoro agli italiani. A dirlo non sono "populisti" e "razzisti", ma i dati di una ricerca scientifica condotta da due economisti che hanno presentato il loro lavoro all'Università Lumsa di Roma. Il titolo dell'articolo del Cer (Centro Europa Ricerche) è "European Migration adn Job Market", che tradotto significa quale impatto ha l'immigrazione sul mercato del lavoro.

Immigrati rubano il lavoro

A riportare la notizia è stato il sito (progressista) pagina99, che ammette come il lavoro dei due economisti, Stefano Collignon e Piero Esposito, arrivi a proporre "una narrazione alternativa, nella quale i migranti che premono sul mercato del lavoro in alcuni casi vanno a occupare posti che potrebbero essere appannaggio della manodopera nazionale". Semplice dunque: i migranti rubano il lavoro agli italiani. Forse non serviva uno studio accademico per capirlo, ma di certo aiuta a certificare quello che i cittadini temono da tempo.

"Negli ultimi 25 anni - scrive pagina99 - la popolazione europea è cresciuta di 34,3 milioni. Tre quarti di questi “nuovi cittadini” sono migranti". Non solo. L'Italia può vantare un record particolare: in Europa siamo gli unici ad avere il tasso di occupazione tra gli immigrati adulti di nove punti più altro a quello degli italiani. Tradotto: in percentuale gli stranieri trovano occupazione più facilmente degli italaini. I dati riguardano il 2007 (nel frattempo l'immigrazione è aumentata) e si parla di "56 adulti su cento lavorano" tra gli italiani e di "65 su cento gli immigrati (quelli con permesso di soggiorno) ad avere un’occupazione". A questo bisogna aggiungere i lavoratori in nero e via dicendo.

"Questo dato può essere spiegato banalmente affermando che i migranti sono venuti in Italia in cerca di un reddito, mentre la popolazione nativa in molti casi rinuncia al lavoro per questioni personali, o magari perché rifiuta le occupazioni di basso livello che trova sul mercato", scrivono sul settimanale. Che alla fine, da sinistra, è costretto ad ammettere: "La migrazione ha un effetto negativo sull'occupazione dei nativi dei Paesi periferici". Ovvero l'Italia, la Spagna, la Grecia.

Commenti

unosolo

Mar, 25/10/2016 - 17:24

non ditemi che nessuno sapeva , ci sono posti di raccolta per persone senza lavoro , vengono presi giorno per giorno a secondo del numero e del lavoro da fare , paghe basse e senza assicurazione o registrazione per versare contributi , il nero , basta presentarsi e seguire il giro , cinquina , ponte milvio , piazzale van vitelli , e sai quanti altri punti di raccolta ci sono a Roma e le altre città,li vedono vigili , cc, GdiF , PS, insomma sono tanti e nessun controllo sul nero verso i cantieri e ville .

chiara63

Mar, 25/10/2016 - 17:40

Bella scoperta! Gli immigrati hanno più voglia di lavorare e si adattano a qualsiasi lavoro. Trovate un italiano che voglia imparare a fare il muratore o lavorare in una stalla. Tornando dall'estero mi è capitato più di una volta in aereo di parlare con laureati stranieri di ritorno dal proprio paese che lavoravano presso aziende agricole del cremonese in lavori che nessun italiano farebbe.

buri

Mar, 25/10/2016 - 17:43

belle risorse signora Boldrini, fabbricano disoccupari italiani

Luci60

Mar, 25/10/2016 - 17:55

non solo le loro"imprese" fanno fatture e invece di registrarle le buttano nel cesso ammazzando le parrite iva che devono pagare iva e tasse

laura bianchi

Mar, 25/10/2016 - 20:24

Solo chi è intellettualmente disonesto può affermare il contrario.

moshe

Mar, 25/10/2016 - 20:33

..... l'arrivo degli immigrati toglie il lavoro agli italiani ..... ..... ..... con la complicità dei sindacati. Continuate a pagare la tessera, babbei!

tiromancino

Mar, 25/10/2016 - 22:10

A 5 € l'ora lordi si può vivere? Meglio espatriare

vince50

Mar, 25/10/2016 - 22:13

Se lo affermano le persone comuni desta scandalo e sa di razzismo,adesso arrivano i sapientoni mega acculturati del(Centro Europa Ricerche)e tutti a dire è vero bravi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 25/10/2016 - 22:17

@chiara63 - sentire dire da una comunista, che ha sempre difeso gli operai, che gli italiani non hanno voglia di lavorare, e di fatto ci starebbe a sostituirli tutti con i clandestini, fa venir da ridere. Già che c'è ne prenda uno come marito, potrebbe guadagnarci. Però dovrebbe dirlo anche ai disoccupati, a quelli che pur di mangiare farebbero qualunque cosa. Siete obnubilati dalla rabbia politica, non potete sputare dove avete mangiato finora.

silversurfer

Mar, 25/10/2016 - 23:04

Sono testimone diretto di tale fenomeno,poiché io italiano edile sono aa casa perché il lavoro di grande portata in cui ero in lizza lo hanno dato ad un egiziano,ed io che faccio l'edile dall'età di 15 anni e pago le tasse in italia e con tre figli piccoli,sono destinato al fallimento e invece l'egiziano prospera...italiani autodistruttivi

Tarantasio

Mer, 26/10/2016 - 00:09

xchiara63: il nuovo assunto invasore che sia autista o imbianchino o vigilante o badante o quel che volete voi.... occupa il posto di un disoccupato italiano, e guai a toglierlo da lì, i sindacati insorgono anzi impongono di dare loro la precedenza per i noti motivi, per non parlare degli sgravi fiscali per chi li assume. Come dire "proletari di tutti i paesi unitevi" ma alcuni sono più proletari di altri

manfredog

Mer, 26/10/2016 - 00:49

..ma a qualche 'commentatora' non è ancora..chiara..la faccenda..!! mg.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 26/10/2016 - 07:24

PECCATO CHE QUESTI SOLONI DELL'ECONOMIA SONO ARRIVATI 20 ANNI DOPO IL GRIDO D'ALLARME FATTO DA CHI ALLORA VENIVA TACCIATO DI "ALLARMISTA RAZZISTA".

edo1969

Mer, 26/10/2016 - 08:02

chiara63 si adattano più che altro a farsi schiavizzare, diciamola tutta. Abbiamo messo secoli e versato sangue per ottenere diritti sacrosanti per i lavoratori. Questi invece vengono da Paesi in cui è normale che il capo ti pigli a bastonate, per semplificare. Ovvio che la felicità è tutta di quegli imprenditori nostrani che non si fanno scrupoli: lavoro nero a palate, nessuna garanzia, quindi ricattabilità e paga da fame. E la nostra bella sinistra chiude gli occhi, complimenti. Ci sarebbe da aprire un lungo dibattito insomma. La saluto cordialmente

rossini

Mer, 26/10/2016 - 08:20

In definitiva questa massa infinita di migranti viene qui a casa nostra per vivere di reati o, nella migliore delle ipotesi, per vivere nell'ozio a nostre spese. In un'ipotesi ancora migliore vengono a togliere lavoro agli italiani. E questo in un paese in cui la disoccupazione giovanile sfiora il 40%. Complimenti a Renzi, Alfano e Boldrini.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 26/10/2016 - 08:31

"I migranti fanno i lavori che gli Italiani non sono più disposti a fare". Non, perlomeno, alle retribuzioni cui i migranti sono disposti a farli.

paolonardi

Mer, 26/10/2016 - 08:38

Tutto questo e' il frutto delle politiche miopi e sballate della sinistra che, resa vincente dall'astensionismo dei moderati, ha attuato negli ultimi quarant'anni con l'intervallo Berlusconi fatto fuori dall'apparato statale ed europeo. Dalla riforma universitaria di Berlinguer a quella della scuola trasformata in una serie di diplomifici che hanno creato nei giovani, peraltro poco preparati, un'aspettativa di elevazione sociale irreale. Quella stessa sinistra che ha fatto il lavaggio dei cervelli meno accorti con la bufala, sostenuta anche pochi giorni fa' dall'ameba mattarelliana, degli immigrati che ci pagano le pensioni.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 26/10/2016 - 09:28

Contrordine compagni: le file dei migranti al'inps erano per richiedere, bonus bebè,assegni familiari anche per parenti a carico e non ultima anche la pensione per i genitori ricongiunti e casualmente a carico!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 26/10/2016 - 10:43

@chiara63:...una risposta l'ha già data @Tarantasio.Aggiungo che OGGETTIVAMENTE(lei è dura a capirla),ogni posto occupato da un "migrante",è OGGETTIVAMENTE rubato ad un autoctono!Il problema è che sindacati e governi vari(la scuola),per loro convenienza(tessere,potere,assistenzialismo,voti "freschi",etc.),spingono in tale senso da oltre 30 anni,NON ATTUANDO POLITICHE DI INCENTIVAZIONE DELLA MANODOPERA NOSTRANA A TUTTI I LIVELLI(sopratutto quelli bassi),sia "formativi" che legislativi".In questo "contesto",sono preferiti dagli "industriali"(che sull'immigrazione sconsiderata sono complici).Un giro vizioso,laddove il SISTEMA si accolla poi TUTTI I COSTI COLLATERALI(assistenzialismo a oltranza,tasse non pagate,soldi che vanno all'estero,spesa sanitaria alle stelle,soldi in nero a gogo,DISAGIO ambientale culturale,per una IMPOSSIBILE integrazione,etc.etc....Come si fa a non vedere,capire queste cose???

Rossana Rossi

Mer, 26/10/2016 - 11:12

Ma va? E ci volevano gli studiosi per capirlo? Ma per favore........

ilbelga

Mer, 26/10/2016 - 11:47

il CER: sara mica razzista?

fenix1655

Mer, 26/10/2016 - 12:07

E magari gli hanno pure pagato la consulenza ai due dottori per farsi mettere in bella copia quello che qualsiasi italiano che vive con gli occhi aperti la realtà di ogni giorno si è accorto da anni. Il problema è che i soloni della politica si possono permettere di far finta di non vedere perchè vivono una realtà completamente isolata chiusi come sono nei loro palazzi e negli studi televisivi dove possono dar sfogo alla loro saccenza in buona compagnia di pennivendoli ed esperti a libro paga. Difficilmente si fanno vedere in giro tra la gente e i problemi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 26/10/2016 - 12:17

@edo1969:...concordo al 100%....Quello che è paradossale(eufemismo),che la "sinistra" i "sindacati",preferiscano AGEVOLARE la manodopera "migrante",piuttosto che quella Italiana,sapendo benissimo,che se oggi tanta manodopera italiana è "smorbia" su certi lavori,su certi orari,etc.etc.,è dovuto a loro,che hanno solo puntato nella salvaguardia dei "diritti" acquisiti e da acquisire,di quelli occupati(doveri?...),e non dei "diritti" e "doveri",dei disoccupati...L'Italia è una "Repubblica fondata sul lavoro".....Di chi? Dei "migranti"??

Alessio2012

Mer, 26/10/2016 - 12:38

Quando in Europa c'era l'illuminismo, nei loro paesi era la barbarie assoluta. Altro che lavorano più degli italiani... se fosse così saremmo stati noi a emigrare da loro.

linoalo1

Mer, 26/10/2016 - 12:47

Quindi???O ci liberiamo dei Migranti,o Emigriamo Noi Italiani!!!!