I radical chic nel mondo reale

È sempre bello quando la sinistra scopre il mondo reale

Succede che la scrittrice Dacia Maraini venga scippata per strada. «Stavo andando a teatro per vedere uno spettacolo tratto da un mio testo», ci tiene a dire al Corriere della Sera, che subito ne raccoglie il lamento dedicandogli un'intera pagina del quotidiano di ieri. È sempre bello quando la sinistra scopre il mondo reale. Quello dei furti in casa, degli scippi per strada e delle interminabili file alla Questura. «Vado subito alla stazione di polizia vicina e denuncio il caso - racconta - un giovane e simpatico poliziotto mi dice che da un poco di tempo gli scippi sono aumentati». Bah, che strano. La gente ruba. E così la Maraini prova un sentimento nuovo, «la rabbia». Lì, in fila, nella consapevolezza che tanto è tutto inutile, che tutte quelle copie della denuncia (ah, la burocrazia...) serviranno a poco o nulla. D'altronde il governo Renzi, con la scusa di velocizzare la giustizia ha depenalizzato i cosiddetti «reati bagattellari» come truffe e furtarelli appunto, e tanto piacere per le vittime di questi reati «leggeri» ma odiosissimi. Ma l'autrice di Marianna Ucrìa, piombata all'improvviso nel fantastico mondo degli sfigati, non si capacita di tanta barbarie. E qui parte la solita caccia al colpevole. «È il terrorismo islamico», sentenzia, che ha introdotto «un sordo innamoramento della devastazione, che li porta a drogarsi, ubriacarsi, correndo verso la morte come fosse una liberazione esaltante». E tutte quelle barbe incolte in giro? È colpa degli imam, «i barbuti predicatori di odio». Ah certo, il ladruncolo ragazzino è innocente per definizione. Non sarà invece la solita Età del malessere, che la Maraini conosce bene? Quella che fa lanciare i sassi dal cavalcavia o dare fuoco a un clochard solo per noia, senza bisogno di scomodare l'Isis? Non potrebbe anche essere colpa della crisi economica, che ha impoverito ancor di più il ceto medio spingendo alla disperazione padri e madri di famiglia? No, come al solito il ladruncolo è innocente. E come teorizzano da sempre le toghe di Md gli unici reati da perseguire sono quelli dei colletti bianchi e della politica, che con il suo linguaggio «che scivola nell'insulto e nella denigrazione» ha le sue responsabilità, e come no. È tutta colpa di un tweet di Salvini...

Commenti

sibieski

Gio, 16/11/2017 - 08:59

sono cinico se dico che mi sono fatto due grosse risate della signora bbbbbbbbene?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 16/11/2017 - 09:00

Certo che a vivere come la gente normale spaventa i radical chic,ma è un bene almeno capiscono le angherie che subisce l'uomo della strada.Forse loro si sentono su di un'isoletta,protetti dalla loro boria,e se provassero anche qualche rapina in casa come succede ai normali li riporterebbe sulla terra.

VittorioMar

Gio, 16/11/2017 - 09:17

....PER ME E' STATA UNA SEMPLICE PERCEZIONE!!..SONO DIMINUITI I REATI E VOI PROPAGANDATE UNA SEMPLICE DONAZIONE SPONTANEA ??...NON E' DA VOI !!

Ritratto di gianpiz47

gianpiz47

Gio, 16/11/2017 - 09:43

Per me è successo che il cassiere del teatro, dove la signora Maraini : «Stavo andando per vedere uno spettacolo tratto da un mio testo», si è premunito di prendersi i soldi del biglietto che la signora stessa si era arrogata il diritto di non sborsare.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Gio, 16/11/2017 - 09:46

Sono contento che sia toccata pure alla babbiona.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 16/11/2017 - 10:19

i grandi scrittori e scrittrici(come la maraini) non vanno alla ricerca di stimoli per scrivere le loro grandiosi opere o sono tutti/e come emilio salgari e "inventano" tutto in casa ? con cuci e scuci , copia incolla, sentito dire e spulciamento dei libri altrui ? i comunisti che sono l'umanità più verace , hanno bisogno di stimoli veri e la maraini dovrebbe ringraziare quello che gli ha "prelevato" qualche soldo , invece è andata a denunciarlo ;al mondo non c'è più riconoscenza !

edoardo11

Gio, 16/11/2017 - 10:46

Chiusi nella loro torre d'avorio questa sinistra chic emanava direttive di vita e pillole su come essere felici.Appena uscita dalla torre,trac,"la vita reale" gli ha dato un pizzicotto.Cara Dacia....lo sai,almeno,quanto costa un litro di latte?Quanto prendono di pensione gli italiani che hanno lavorato?Informati della vita,vera,poi vediamo se cambi il pensiero.

gneo58

Gio, 16/11/2017 - 10:50

impossibile che capisca per almeno due motivi, primo perche' per lei lo scippo e' stato come se io perdessi di tasca 1 centesimo di euro (si quelle monetine insignificanti) altra cosa sono gli scippi fatti alla gente normale - magari al vecchietto che ha ritirato 500 euro di pensione, e secondo....beh fate voi io due o tre pensieri li ho ma se mi pronuncio mi censurano.

Ritratto di fioellino

fioellino

Gio, 16/11/2017 - 10:50

Ma chi è la Maraini, l'amante di Moravia dei tempi d'oro? Meno male che, questa volta, è toccato a lei lo scippo. Troppo poco per chi pontifica sul malessere umano negli scritti, ma non ne conosce la sostanza nella realtà.

ciccio_ne

Gio, 16/11/2017 - 11:18

ahahahah...temo che dopo l'inutile e noiosa fila nello schifo di un qualsiasi commissariato italiano, in mezzo a gente qualunque, la signora sia divenuta ancora più radical nella propria chiccheria! Persone inutili.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 16/11/2017 - 11:21

Sempre e solo al comune cittadino? Finalmente! Forse Dio esiste...

Trinky

Gio, 16/11/2017 - 11:36

Si può dire che sono contento dello scippo fatto a questa PDiota? Per una volta che provi anche lei quello che in tanti hanno provato! E attenzione che non le abbiamo il vestitino firmato.........

batpas

Gio, 16/11/2017 - 12:17

i reati sono quasi azzerati, secondo alcuni, ma allora perché quegli 'alcuni' non rinunciano alla scorta ?

nopolcorrect

Gio, 16/11/2017 - 12:31

La papessa Maraini fa parte del gruppo di papesse al quale appartengono la papessa Bonino, la papessa Sboldrina e la papessina Gruber.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 17/11/2017 - 16:17

Finalmente una buona notizia. Scenderà la signora dalla Torre d'avorio? Ma ci vorrebbero tante di queste in cui i politici, di ogni partito, trovino la realtà quotidiana. Basterebbe eliminare le auto blu davvero. Immaginate, vederli nella metro alla stazione Barberini ed essere rubati dalle zingare. Che goduria. Tempo fa ladri entrarono nella casa di Veltroni, quello che ha lasciato un buco di deficit allucinante al Comune di Roma e adesso torna a parlare dei "valori" di sinistra. Aveva promesso che se ne andava in Africa e invece eccolo qui, ancora a sognare la utopia dell'uguaglianza, tranne per lui ovviamente. E la sua casa a N York, una tassa allucinante per qualsiasi proprietario del posto, tanto per capirsi, come la paga?