Italicum, M5S all'attacco: "Renzi e Boschi si vergognino"

Cinque Stelle all'attacco: "Subito alle urne, obiettivo 40%". Di Battista: "Tutto il governo perde la faccia"

"Fumata bianca della Consulta. Habemus Legalicum! Ora c'è una legge elettorale costituzionale e pronta all'uso per il voto subito".

Beppe Grillo festeggia la sentenza della Consulta che ha bocciato una parte dell'Italicum e chiede di andare subito alle urne. "Non ci sono più scuse", dice il Movimento Cinque Stelle, "La corte costituzionale ha tolto il ballottaggio, ma ha lasciato il premio di maggioranza alla lista al 40%. Questo è il nostro obiettivo per poter governare. Ci presenteremo agli elettori come sempre senza fare alleanze con nessuno. L'alternativa sono gli stessi partiti che hanno distrutto l'Italia. Il Legalicum per ora è valido solo alla Camera, al Senato c'è ancora il vecchio Consultellum. La nostra proposta, fin dal giorno della vittoria del NO al referendum, è sempre la stessa: applichiamo il Legalicum al Senato con i dovuti correttivi e andiamo a votare subito. Ci vuole una legge di poche righe e i voti dei parlamentari. C'è una proposta di legge del MoVimento 5 Stelle già depositata in Parlamento, chi non la voterà lo fa perché vuole intascarsi la pensione a settembre, dopo appena quattro anni e mezzo di lavoro quando un cittadino normale non sa neanche se arriverà mai a prenderla".

"Matteo Renzi e Maria Elena Boschi, vergognatevi e ritiratevi", attacca Alessandro Di Battista, "Tutto quello che hanno fatto lo hanno toppato, bloccando il Parlamento e mettendo la fiducia. A perdere la faccia è tutto il governo - attacca - ora si deve sistemare la legge e si va a votare".

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 25/01/2017 - 18:27

al voto subitooooooo beduini adesso che fate ???

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/01/2017 - 18:47

Prima di tutto bisogna tenere conto del fatto che per il Senato non si applica l'ITALICUM, ma un'altra legge elettorale, che può portare a risultati anche molto diversi, generando un'altra volta l'ingovernabilità del paese. Resta poi il fatto che viene ritenuto applicabile il criterio che riconosce a chi supera la soglia del 40% un premio di maggioranza, ma nulla viene detto per il caso, non impossibile, che DUE partiti (non sono ammesse le coalizioni) superino il 40%. Comunque un premio di maggioranza ad un partito che non la ha raggiunta sembra veramente incostituzionale, guarda caso a favore di qualcuno e nuovamente a danno della credibilità del sistema. QUESTA LEGGE, nuovamente di BOSCHI, male aggiustata, va cestinata oppure va corretta prevedendo il ballottaggio fra i primi due partiti (o coalizioni, ma meglio "partiti") come avviene in Francia o, guarda caso, come avviene in Italia per le elezioni amministrative. AMEN

settemillo

Mer, 25/01/2017 - 18:52

ELEZIONI? SUBITO, senza ma e senza se. Ne vedremo delle BELLE!

DemyM

Mer, 25/01/2017 - 18:54

Aspettiamo che Marra esca dal carcere e, insieme alla Casaleggio & Associati varino la nuova legge elettorale.Solo cosi possono aspirare alla vittoria per poi governare bene. Roma docet !!

Ritratto di adl

adl

Mer, 25/01/2017 - 19:05

Grillo esagera sempre:" dopo 4 anni e mezzo di lavoro "!!!!!!!! dice. Tenuto conto che "lavorano" 2 giorni a settimana e che le settimane lavorative sono circa 45 diciamo pure che in 4 anni e 1/2 forse hanno "lavorato" circa 365 giorni ?????!!!!!!

coccolino

Mer, 25/01/2017 - 19:15

Ora l'unica difesa è allearsi tutti contro il pd.....

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/01/2017 - 19:18

Mi pare assolutamente logico che occorra "armonizzare" le due leggi elettorali in vigore. Ma non basta. occorre rivedere l'Italicum, malamente corretto dalla corte, ricorrendo nuovamente al ballottaggio tra i primi due partiti ove nessuno abbia superato il 50% (dicesi CINQUANTA%) dei votanti.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 25/01/2017 - 19:33

L'M5S potrebbe arrivare al 40% alla camera, ma sarà difficile, inoltre con la legge attuale potrebbe avere problemi al Senato, di qui la necessità di trovare alleati, ovviamente DOPO le elezioni. Ma con chi? Nonostante la decisa sterzata a Destra del MoVimento che ha oramai un programma sovrapponibile a quello della Lega (uscita dalla UE, espulsione clandestini, flat tax, uomo forte al comando, ecc.) la Lega stessa non pare interessata alle nozze. Il fatto è che mentre i grillini votano come dice Grillo sempre e comunque, i votanti Lega non sono altrettanto granitici. Politicamente la cosa è banale, andare alle elezioni come "avversari" (ma dolci dolci, quasi affettuosi, senza attaccarsi) per fare il pieno di voti, poi al governo insieme. E' logico, e le cose logiche accadono, prima o poi.

Eraitalia

Mer, 25/01/2017 - 19:36

Non ce lo permetteranno mai prima del raggiungimento della pensione.ormai è palese. Povera Italia costretta a subire il volere di lorsignori

moammhedd

Mer, 25/01/2017 - 21:27

renzi un teatrino con benigni ,potrebbe farlo

gleenk

Mer, 25/01/2017 - 21:47

A votare, non dite minchiate sulle leggi disarmoniche moh. Non lo sono più e basta applicare questa al Senato. Se non lo fate siete complici.

Iacobellig

Mer, 25/01/2017 - 22:17

BOSCHI E MADIA FUORI SUBITO A CALCI. DUE CIALTRONE INCOMPETENTI. FUORI PRIMA CHE MATURINO IL VITALIZIO, SPECIE LA BOSCHI!

buri

Mer, 25/01/2017 - 22:52

se Roma insegna ci rimane solo da pregare il Signore chiedendo che ci venga risparmiato un altra disgrazia

vottorio

Mer, 25/01/2017 - 22:59

al voto subito, il Popolo italiano esige la restituzione della sua sovranità. servr un nuovo parlamento legittimo dopo una vacanza di ben cinque anni che hanno ridotto il Belpaese in una "terra di nessuno". andranno poi rivisitate tutte le altre cariche elette da un parlamento prezzolato da crimiunali.

manfredog

Gio, 26/01/2017 - 00:17

..mah, perché poi spera forse in un 'Habemus Legagrilcum'..!? mg.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 26/01/2017 - 00:51

Grillo ha ragione ma la difesa della pensione prevarrà ; la logica dei Parlamentari è arrivare alla pensione .Crozza ha divertito 'Italia con la satira di Razzi che in realtà,penso,ben rappresenta il generico parlamentare Italiano : fannullone,inconpetente,ignorante ma attentissimo al proprio benessere. Si salvi chi può.Voto subito è un sogno come quello di abolire Senato e Provincie.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/01/2017 - 01:25

Non devono vergognarsi per la legge elettorale, hanno molto altro di cui vergognarsi.

un_infiltrato

Gio, 26/01/2017 - 06:08

Questa volta il comico l'ha detta giusta. Renzi si vergogni.

cicero08

Gio, 26/01/2017 - 07:30

Renzi ha fatto fuori Marino. Grillo, invece, ha fatto eleggere la Raggi. Chi si deve vergognare di più???