La lobby internazionale della sinistra chic che vuole farci invadere dagli immigrati

Da Guterres (Onu) pasdaran dell'accoglienza alla Mogherini a Bruxelles. Chi c'è dietro il Global Compact delle Nazioni Unite

Chi ha preparato e fortemente voluto il controverso Ordinamento globale dell'Onu che spalanca le porte non solo ai rifugiati, ma a tutti? Una potente cricca di sinistrorsi nei gangli non solo delle Nazioni Unite, spesso ispirati da Papa Bergoglio e amici delle Ong talebane dell'accoglienza.

L'inviata speciale delle Nazioni Unite per il Global compact è la canadese Louise Arbour, che nelle ultime ore si è scagliata contro i paesi, come l'Italia, che hanno deciso di soprassedere alla firma del documento trappola dell'Onu. A fine anni novanta ricopriva il ruolo di procuratore capo del Tribunale internazionale de L'Aja per i crimini di guerra nell'ex Jugoslavia. Proprio lei ha spalleggiato americani e inglesi nella dubbia strage di Racak, utilizzata come grilletto per giustificare la guerra «umanitaria» della Nato contro i serbi per il Kosovo.

Dopo l'11 settembre ha chiesto la chiusura della prigione di Guantanamo ed è stata indicata come possibile leader dei Liberal in Canada, eterna forza di governo targata centro sinistra.

Nel ruolo di rappresentante speciale dell'Onu ha difeso a spada tratta il Global compact sostenendo tesi molto vicine a quelle del discusso filantropo George Soros. «Non c'è dubbio che l'Occidente avrà bisogno di importare risorse umane (i migranti nda) a tutti i livelli» ha sostenuto la damina di ferro dell'Onu. «L'idea che i cosiddetti migranti economici, in contrapposizione ai rifugiati, entrino nei paesi occidentali per rubare posti di lavoro o abusare del sistema di assistenza sociale, è smentito dai fatti» sostiene Arbour.

Dietro l'agguerrita canadese c'è il segretario generale dell'Onu, il portoghese Antonio Guterres, pasdaran dell'accoglienza. L'ex premier socialista ha ricoperto per dieci anni la carica di Alto commissario dell'agenzia dell'Onu per i rifugiati. Proprio il neo segretario generale aveva puntato ad allargare il campo della protezione dell'Unhcr parlando genericamente di «gente in movimento».Difensore ad oltranza delle Ong, taxi del mare dei migranti provenienti dalla Libia, ha ammesso più volte di essere ispirato da Papa Francesco. Non è un caso che dall'inizio del suo mandato al Palazzo di Vetro si siano moltiplicati gli attacchi all'Italia sul tema migranti. Ne sa qualcosa l'ex ministro dell'Interino Marco Minniti, che per primo ha tamponato l'«invasione» dalla Libia. Poi l'Alto commissario per i diritti umani, Michelle Bachelet, amica del regime cubano, voleva mandare gli ispettori dell'Onu in Italia per il pericolo razzismo con Matteo Salvini al governo.

L'alleata di Guterres in Europa sull'Ordinamento globale dei migranti è la stellina dimenticata del centrosinistra italiano, Federica Mogherini. Ieri, in qualità di Alto rappresentante per la politica estera dell'Unione Europea ha attaccato i paesi membri, a cominciare dall'Italia, che non vogliono firmare il bidone. «Se vogliamo governare la migrazione per renderla ordinata, umana e sostenibile - ha spiegato Mogherini - allora il Global Compact è lo strumento più forte che abbiamo per difendere i nostri interessi nazionali».

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 30/11/2018 - 23:04

Ma qualcuno sa cosa sia necessario per un NON Nordamericano per entrae in Canada!!!! Ma sta "BOLDRINI" Canadese ci vuol prendre TUTTI per scemi. Il Canada come l'Australia e il paese piu DIFFICILE dove si possa legalmente emigrare, e sta GALLINETTA che cacchio dice!!! AMEN.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 30/11/2018 - 23:08

Ong, Papa Francesco, Bachelet ... E ti pareva! Meno male che il papa emerito ha detto giustamente che prevale il diritto a non emigrare. Ma lui è stato messo fuori gioco dall'abbronzato affiliato alla Maat, ergo.. Un conto sono le migrazioni "spontanee" che sono sempre esistite, altro sono quelle forzate a colpi di primavere arabo africane, di esportazioni di democrazia, di acquisizione di risorse naturali a prezzi di realizzo etc. L'Onu è una nefasta congrega di elite che vogliono dominare urbi et orbi. Nihil sub sole novi. No a questa adesione esiziale.

VittorioMar

Ven, 30/11/2018 - 23:14

..L'ONU E' UNA ORGANIZZAZIONE CHE "CREA" I PROBLEMI ...NON LI RISOLVE ...LI TRASFERISCE SUI POPOLI!!

MOSTARDELLIS

Ven, 30/11/2018 - 23:20

Maledetti mafiosi sinistri.

killkoms

Ven, 30/11/2018 - 23:22

massa di buoni a nulla!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 30/11/2018 - 23:32

Guai a noi sottoscrivere volontariamente un simile ATTO DI RESA INCONDIZIONATA. Decisioni del genere non e` neppure pensabile che possano essere prese da un qualsiasi governo in carica SENZA PRIMA UN REFERENDUM. Cosi` come, nel caso di surrettizia approvazione, non sarebbe da meravigliarsi se venisse contrastata da UNA SOLLEVAZIONE POPOLARE AL LIMITE DELLA GUERRA CIVILE. CON LA SOVRANITA` NON SI SCHERZA.

il gatto nero

Sab, 01/12/2018 - 00:02

Salvini. Non farti convincere da questi disadattati e profittatori delle disgrazie altrui. Mi raccomando tieni il punto fermo. Nessuno puo' imporci nulla. E tu non hai lavorato per niente fino ad ora.

ClioBer

Sab, 01/12/2018 - 00:18

In due poche parole: Soros e la cricca che gli ruota intorno

Santippe

Sab, 01/12/2018 - 00:22

Se il Global Compact è sostenuto dalla signora Mogherini Federica, è senza ombra di dubbio qualcosa di molto pericoloso per l'Italia,l'Europa e di tutto l'Occidente.

Altoviti

Sab, 01/12/2018 - 00:24

Bisognerebbe togliere la cittadinanza alla Mogherini.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 01/12/2018 - 00:27

Ci stanno distraendo con le iniezioni di 'richiamo' dell'antifascismo e dell'antirazzismo; contano sul 'già visto' che scatena prevedibili paure, per stancarci psicologicamente, mentre loro ci stanno per stupire con una dittatura inaspettata, per mettere su uno dei baracconi più incredibili e mai visti del totalitarismo 2.0!

ClioBer

Sab, 01/12/2018 - 00:33

Ho scritto prima che dietro c’è Soros, ma è riduttivo e sbagliato dare tutte le colpe al collaboratore dei nazisti; in atri tempi, si intende. In realtà, il Global Compact è un’altra trovata di quelli che cercano di realizzare la teoria del massone Kalergi, quindi della Paneuropa meticcia.

Luigi Farinelli

Sab, 01/12/2018 - 00:59

L'ONU è la principale organizzazione massonica esistente sul pianeta con gli indirizzi globalisti tipici del Grande Oriente, ossia il "Millennium Goal": ingegneria sociale, abbattimento degli Stati nazionali, della memoria storica dei singoli popoli, soprattutto demonizzando il cristianesimo (principale nemico della massoneria, a parte Papa Bergoglio) anche imponendo una lettura storica deformata (vedi leggende nere su Medioevo e Crociate) tanto nessuno se ne accorge, visto il novello MinCulPop del Pensiero Unico "progressista", "illuminista" e "umanitarista" propalato da una moltitudine di politici, intellettuali, magistrati, militari impegnati a realizzare il loro demoniaco sogno di emuli di Prometeo. L'abbattimento degli Stati Nazionali si ottiene anche rendendo legali le invasioni migratorie e illegali i tentativi di opporvisi. E' ora che la Ragione (non quella sputtanata dagli Illuministi) torni a prevalere.

apostrofo

Sab, 01/12/2018 - 01:42

Finirebbe come il progetto della redistribuzione dei migranti in Europa: sono rimasti tutti qua, a parte qualche esemplare-simbolo da mostrare . Non solo ci hanno rimandato pure quelli che erano riusciti a passare provenienti dall'Italia (che per gli amici europei è la frontiera con l'Africa dove loro espellono i loro immigrati secondo prassi), ma anche parecchi che con l'Italia non avevano avuto niente a che fare. "la prima volta è colpa tua, la seconda è colpa mia "

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 01/12/2018 - 01:44

Non ricordavo la Mogherini. Certamente per mio difetto, ma anche per la “nullità” di una persona. Quanto alla folle idea di aprire a tutti ed a chiunque la libertà di accesso nella sempre più decadente UE, ne ho letto la notizia recentemente, ma non la ho approfondita, essenzialmente per evitare inutili complicazioni al mio equilibrio mentale, ma soprattutto perché mi ha “tranquillizzato” la dichiarazione fatta al riguardo da Salvini e da qualche altro ben pensante. Resta comunque preoccupante la crescita della imbecillità umana, che nel bel paese trova da tempo spazio per espandersi, stupidamente a favore di una religione di guerra, l’Islam, che - dopo essere stata frenata per 14 secoli – ora sta trovando strade varie per invaderci, complice anche il “disastroso” Bergoglio, il Papa comunista, quello che alberga in Vaticano e sta distruggendo la religione di Cristo, che infatti registra un crollo dei fedeli, ormai una minoranza anche in Italia.

Tranvato

Sab, 01/12/2018 - 04:52

E' assai facile contestare certe posizioni; ad esempio è notizia di ieri che il 60% di immigrati che percepiscono pensioni o altri sussidi dall' INPS non hanno versato un solo euro di contributi. Diventa chiaro che un' invasione di queste orde non servirebbe in alcun modo a migliorare le condizioni economiche, nè è possibile negare gli irrisolvibili problemi di integrazione dovuti al loro modo di interpretare la morale nei suoi principi, per noi imprescindibili. Volere provocare un esodo di questo tipo è volontà chiara di provocare divisioni, attriti, intolleranza, odio razziale.

Tranvato

Sab, 01/12/2018 - 05:04

Usare gli esuli e i profughi, quelli che fuggono dalla guerra e dalla distruzione, per fare commercio con un' immigrazione selvaggia è delinquenziale. E per coloro che si dicono operatori di pace in nome di Cristo è blasfemo. Svuotare il terzo mondo per fare razzia delle preziose ricchezze di quei paesi che in realtà poveri non sono è il vero fine ultimo di questa genia malefica di profittatori. Chi non riesce a ragionare con la propria testa è dalla loro parte; chi ha a cuore la Pace lotterà fino alla fine perché questo scempio non avvenga.

Amazzone999

Sab, 01/12/2018 - 05:25

Come sempre, l'articolo di Fausto Biloslavo risulta efficace, convincente, documentato. Un giornalista capace di andare sul campo e di decifrare le dinamiche di un mondo complesso e altamente corrotto. In più il Globact Compact si ispira ai taglialingue islamici, vorrebbe impedire la libertà d'espressione e d'opinione sulla questione dell'immigrazione, favorendo e finanziando solo le voci a favore dei migranti di qualsiasi tipo, costringendoci forzatamente a cambiare idee, atteggiamenti, abitudini. Democrazia? Piuttosto un incubo orwelliano, una Metropolis globale in cui si perde l'anima, la libertà e la parola. La Chiesa cattolica dei pingui vescovi e delle ossessioni bergogliane contribuisce con grande vigore e interventismo allo sfacelo, abbandonando le chiese e allontanando i fedeli, uccidendo Cristo e annullando il cristianesimo. De Profundis.

leopard73

Sab, 01/12/2018 - 06:47

Ecco la vera mafia mondiale che ci vogliono NOI profughi in casa NOSTRA, un branco di incompetenti capaci solo di mantenersi la POLTRONA!,

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 01/12/2018 - 09:36

Non ricordavo la Mogherini, certamente per mio difetto, ma non ho rimpianti. Quanto alla folle idea di aprire a tutti ed a chiunque la libertà di accesso nella sempre più decadente UE, ne ho letto la notizia recentemente, ma non la ho approfondita, essenzialmente per evitare inutili complicazioni al mio equilibrio mentale, ma soprattutto perché mi ha “tranquillizzato” la dichiarazione fatta al riguardo da Salvini e da qualche altro ben pensante. Resta comunque preoccupante la crescita della imbecillità umana, che nel bel paese trova da tempo spazio per espandersi, stupidamente a favore di una religione di guerra, l’Islam, che - dopo essere stata frenata per 14 secoli – ora sta trovando strade varie per invaderci, complice anche il “disastroso” Bergoglio, il Papa comunista, quello che alberga in Vaticano e sta distruggendo la religione di Cristo, che infatti registra un crollo dei fedeli, ormai una minoranza anche in Italia.

venco

Sab, 01/12/2018 - 12:38

I sinistri da sempre anarchici nemici dello Stato e delle istituzioni lo sono pure tuttora

ohibò44

Sab, 01/12/2018 - 17:51

Se emigrare diventasse un diritto chiunque potrebbe entrare senza documenti in qualunque Paese, né più né meno di quello fanno coloro che scendono dai gommoni: chi avrebbe il diritto di non riconoscere i loro diritti?