L'Ue lancia l'allarme: "Con la Brexit buco di 10-11 miliardi l'anno"

Lo afferma il commissario al Bilancio Guenther Oettinger. Dopo la Brexit saranno necessari tagli al bilancio per almeno 10 anni

La notizia è di quelle clamorose. Secondo quanto riferito dal commissario responsabile del bilancio comunitario, Guenter Oettinger, "con la Brexit non avremo più le entrate del Regno Unito. Mancheranno 10-11 miliardi ogni anno". La dichiarazione del commissario è stata rilasciata durante la presentazione del documento di riflessione sul futuro delle finanze dell'Ue.

"Se vogliamo avere le idee chiare" sul nuovo bilancio pluriennale dopo il 2020 "dobbiamo conoscere le conseguenze esatte della Brexit e quali sanno le fatture da pagare", ha aggiunto.

Dunque l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea non si limiterà a creare problemi strettamente procedurali, ma anche economici. Tanto che il commissario ha chiesto a Parlamento e governi di rinviare alla primavera-estate 2018 la presentazione della proposta sul prossimo quadro finanziario multi-annuale.

"A quel punto conosceremo le conseguenze finanziarie della Brexit", le parole del commissario Oettinger, che ha espresso così le sue preccupazioni circa le conseguenze finanziarie prodotte dal referendum britannico del 23 giugno 2016.

Nel suo intervento, il commissario Ue al bilancio ha rassicurato il personale dell'Unione su possibili tagli. Ciò "metterebbe a rischio il buon funzionamento delle istituzioni", mentre verranno cancellati gli sconti agli Stati membri legati al cosiddetto "rimborso britannico", che cesserà a seguito dell'uscita della Gran Bretagna dalla Comunità europea.

Tra le soluzioni pensate per rimediare all'ammanco di 10-11 miliardi annui (il Regno Unito era un "contributore netto"), nel documento presentato da Oettinger si propone di realizzare una misura che porterebbe al passaggio dai bilanci strutturati su 7 anni a 5 anni, per allinearli alla durata del mandato di Parlamento e Commissione Ue.

Ciò per rimodulare più fcilmente la spesa in base a necessità contingenti quali la lotta al terrorismo o la gestione dell'emergenza migranti.

Commenti
Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mer, 28/06/2017 - 14:27

10-11 miliardi che gli inglesi useranno per i proprio bisogni e non per mantenere l'inutile carrozzone burocratico mangiasoldi di Bruxelles. Noi cosa aspettiamo ad andarcene?

Klotz1960

Mer, 28/06/2017 - 14:27

Una ottima occasione per tagliare gli stipendi di tutti i dipendenti dell' UE, che dall'usciere fino alla segretaria ed ai funzionari sono tra il doppio ed il triplo dei corrispondenti di pari funzioni nei Paesi dell' Europa Occidentale - come purtroppo in Italia nessuno scrive.

Ritratto di gioc.

gioc.

Mer, 28/06/2017 - 14:50

Un ottima occasione per spremere maggiormente i contribuenti italiani..

Marcolux

Mer, 28/06/2017 - 15:21

E' per questo che dovremmo uscire anche noi. Diamo 18 miliardi all'anno al baraccone UE, ricevendo in cambio solo dictat, sanzioni e pernacchie varie. Italiani, popolo d'imbecilli governati da delinquenti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/06/2017 - 15:35

E chi l'ha fatto? I soliti girafrittate.

Massimo Bernieri

Mer, 28/06/2017 - 15:48

Prima dicono alla Gran Bretagna di togliersi di mezzo al più presto e ora si accorgono che mancheranno 10-11 miliardi di € anno che ovviamente se ne dovranno far carico i paesi restanti tra cui noi e immaginate per il ns paese a chi chiederanno più risorse?

giovanni PERINCIOLO

Mer, 28/06/2017 - 16:00

Ridurre le spese faraoniche per il mantenimento del carrozzone di Bruxelles con gita mensile di tutto il caravanserraglio a Straburgo no vero?

Tarantasio

Mer, 28/06/2017 - 16:14

mica scemi i sudditi della Regina

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 28/06/2017 - 16:47

E parlare di riduzioni di spese; no? Ecco perché fa paura che gli stati abbandonino l'UE. Spiegate anche le minacce che si ricevono in caso di uscita. Miseri vigliacchi!!!

Tuthankamon

Mer, 28/06/2017 - 16:57

Che problema c'è? Li mettiamo NOI Italioti!! Insieme ai 5-6 mlt per l'immigrazione. Altri 3 Euro detratti dalle pensioni minime X mese.

andy15

Mer, 28/06/2017 - 17:08

Si e' scritto spesso negli ultimi mesi (mi pare anche su "Il Giornale") che il Brexit sarebbe stato un vero disastro per Londra. Ora si fa marcia indietro: a rimetterci sara' l'UE. Ci rendiamo conto del valore dei cosiddetti "esperti" che ci hanno bombardato per mesi con le loro previsioni catastrofiche sul futuro della GB?

cecco61

Mer, 28/06/2017 - 17:26

Il dato conferma in toto quello che si sa da sempre. Alcuni Paesi ricevono meno di quel che versano mentre alcuni, addirittura, ricevono solo senza versare un centesimo. Non è altro che la redistribuzione dei redditi, tanto cara ai sinistrati, su scala internazionale. Come in URSS, tutto ciò che si è ottenuto oggi è povertà, diffusa ovunque (tranne per i nostri burocrati). Nè la Storia, né la situazione attuale della UE insegnano e le nostre classi governanti, in un delirio di onnipotenza ideologica, ci stanno portando, giorno dopo giorno, verso il baratro.

FRATERRA

Mer, 28/06/2017 - 17:32

Hanno fatto di tutto per non permettere la BREXIT. Anche a noi minacciano tuoni e fulmini;la differenza è che a noi non permetteranno mai un referendum, o una consultazione gli Inglesi sono SIGNORI, noi....lasciamo perdere.

Fjr

Mer, 28/06/2017 - 17:33

Ma te guarda e noi che scriviamo i commenti e spesso siamo tacciati di catastrofismo quando affermiamo che la UE è il più grosso fallimento dell'Europa ,adesso ci danno ragione ,ma che combinazione

Templar

Mer, 28/06/2017 - 17:52

bravi inglesi, noi cosa aspettiamo ad andarcene da questa associazione malavitosa chiamata unione europea?

Anonimo (non verificato)

MarcoE

Mer, 28/06/2017 - 18:23

Ricapitolando, secondo certi sciensciati (tipo Corriere, sinistri, etc etc etc) con la Brexit sarebbe stata un disastro per la GB! Adesso scopriamo che rischia di crollare il 'carrozzone' putrido e dannoso della UE ... Ancora rido!

Anonimo (non verificato)