L'università? Affare di famiglia per la capolista Leu

Guerra insegna a Modena. Nello stesso ateneo in cui lavorano marito, sorella, cognato e nipote

«Via le tasse universitarie, daremo a tutti l'opportunità di studiare. L'università è diventata sempre di più un club per pochi». Pietro Grasso ha messo l'istruzione e l'uguaglianza sociale al centro del programma di Liberi e Uguali. Chissà se riuscirà anche a estirpare quelle «strane» coincidenze che vedono intere famiglie insediate tra le cattedre delle facoltà. E un bel banco di prova è la storia che riguarda Maria Cecilia Guerra, candidata per Leu come capolista al collegio uninominale di Modena. Prima sottosegretario della Fornero nel governo Monti, poi viceministro del Lavoro con delega alle Pari Opportunità nell'esecutivo Letta, dal 28 febbraio è passata dal Pd a Liberi e Uguali assumendo la carica di presidente del gruppo Articolo 1-Mdp-Leu al Senato.

Ma oltre alla politica, la Guerra da anni è professore ordinario nel dipartimento di Economia dell'università di Modena e Reggio Emilia. Ed è proprio lì che si riscontra una di quelle particolarità degne di nota. Infatti, nello stesso ateneo insegnano anche altri quattro componenti della sua famiglia.

Il marito, Giuseppe Marotta, è professore ordinario nello stesso dipartimento e insegna economica politica. Stesso dicasi per il cognato, Michele Lalla, professore ordinario di statistica sociale. Il nipote, Francesco Guerra, è professore associato e insegna sistemi di elaborazione delle informazioni nel dipartimento di Ingegneria. La sorella, Maria Paola, è professore associato di diritto amministrativo al dipartimento di giurisprudenza.

Maria Cecilia Guerra ha inoltre ricoperto il ruolo di direttore del Dipartimento di Economia Politica dal 2005 al 2011. Sempre nel 2005 la sorella è stata confermata nel ruolo dei Professori Associati di diritto amministrativo nel Dipartimento di Giurisprudenza, mentre il nipote, Francesco Guerra, nel novembre dello stesso anno è diventato ricercatore al dipartimento di Economia aziendale. Il cognato, Michele Lalla, è stato poi vice direttore del Dipartimento di Economia Politica per il triennio accademico che va dal 2003 al 2006. Coincidenze e meritocrazia, secondo la diretta interessata che non vuol sentire parlare di parentopoli.

«Noi siamo una famiglia numerosa. Ci sono varie persone che lavorano in università e ognuno ha fatto la sua carriera gli uni in modo indipendente dagli altri - dice al Giornale la candidata per Leu - Di Guerra ce ne sono due. Io, mia sorella. Poi? Ah già mio nipote. Siamo in tre discipline completamente diverse quindi a meno di prevedere o immaginare un potere baronale potentissimo che io purtroppo non ho, ognuno, ripeto, si è fatto la sua carriera per i fatti suoi. Siamo molto bravi come famiglia, questo sì. Voi potete guardare i curricula e mettere in dubbio solo sulla base di questo». E ancora: «La parentopoli è se qualcuno è stato in una posizione di poter influenzare gli esiti concorsuali di altri. E questo difficilmente avviene fra settori disciplinari diversi a meno che uno non sia il rettore di un'università». Critica invece la posizione di Valentina Mazzacurati, responsabile giovanile di Forza Italia: «Questo è un sistema a cui l'Emilia e Modena si sono abituate. Queste persone sono indubbiamente studiosi di spessore, ma è quantomeno inopportuno che più parenti siano distribuiti nell'ambito universitario».

Commenti

Holmert

Sab, 10/02/2018 - 12:23

Naturalmente loro sono più uguali degli altri. E' logico, no?

Martinico

Sab, 10/02/2018 - 12:31

Allora se non si crede più neppure nella causalità... E' stato solo un caso....kkkk

senzasperanza

Sab, 10/02/2018 - 12:33

tutti fenomeni,adesso tutti in leu. grande sinistra.

nonnoaldo

Sab, 10/02/2018 - 12:33

Eh no cara signora, lei certamente conosce il detto "io ti do 'na mano a te e tu...."

mifra77

Sab, 10/02/2018 - 12:39

Non c'è da meravigliarsi; l'università non è diversa da tanti altri settori in Italia. La realtà è sempre la stessa; tutti presentano curricola ma vengono assunti per raccomandazione o favoritismi da contropartita in moneta e persino in natura.

magnum357

Sab, 10/02/2018 - 12:39

Ah già come la onorevole fam. fornero !!!! Solito italico schifo e niente di nuovo sotto il sole !

claudioarmc

Sab, 10/02/2018 - 12:41

Liberi e uguali si liberi di fare quello che vogliono e uguali a tutti i Baroni dell' universtà. Sono però fiducioso che la Magistratura democratica appurerà che sono tutti geniacci e che con lungimiranza, somma generosità ed altruismo hanno già depositato un testamento biologico per cui alla loro dipartita i loro magnifici cervelli verranno studiati presso il dipartimento di cervellinologia dell' Università di Tubinga. BUFFONI

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 10/02/2018 - 12:46

Ecco il motivo per cui le università italiane fanno e faranno sempre pena oltre ad essere nettamente inferiori a quelle estere, con finalità personali e non educative delle nuove generazioni. Uno schifo a cui i ns. governanti restano indifferenti.

Romolo48

Sab, 10/02/2018 - 12:47

Sarà ... loro sono molto bravi in famiglia!!

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 10/02/2018 - 12:49

Uguali ai maifiosi...

massimo1958

Sab, 10/02/2018 - 12:53

COME QUELLA SCHFOSA DELLA FORNERO !!!! LEI ..IL MARITO...E LA FIGLIA NELLO STESSO ATENEO.!!!!!!!RIPET0 " ESSEREI SCHIFOSI SIETE " vergognatevi zozzoni !!!!!!il giornale se non pubblichi questo messaggio non ti leggero' piu' !!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 10/02/2018 - 13:03

tra comunisti ci si aiuta, poi è tutto grasso che cola.

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 10/02/2018 - 13:04

Voi lo chiamate lavoro? Non si dannano considerando le 20 ore a settimana poco più o poco meno.Questi figuri non hanno mai lavorato.Regards

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 10/02/2018 - 13:07

TENGONO FAMIGGHIA,C'AMMA FA???

DRAGONI

Sab, 10/02/2018 - 13:07

BRAVI SI!!! MA ALLORA PERCHE' NON CONCORRERE IN UNIVERSITA'CHE NON SIA QUELLA DI MODENA? MAI VISTO UN PROFESSORE ORDINARIO SENZA "POTERE BARONALE"; POTERE CHE NEANCHE I MOTI STUDENTESCHI DEL '69 RIUSCIRONO AD ESTIRPARE TOTALMENTE!!NON SI PUO' PREDICARE BENE DA UN PULPITO SBAGLIATO CHE TRASUDA , TRA L'ALTRO,ANCHE DI POTERE POLITICO DI "SINISTRA"!!

Oraculus

Sab, 10/02/2018 - 13:09

Statalisti & statalismo??...fanno ben rima con...nepotismo...come dar loro torto??...la carretta la tirino gli altri...loro vi stanno seduti sopra...e del resto non gliene frega...niente!!.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 10/02/2018 - 13:16

Come Bossi e Il Trota!!!!lol lol.

Ritratto di nordest

nordest

Sab, 10/02/2018 - 13:19

Non mi dite che hanno un cervello Questa gente: dicono : non si direbbe proprio di certo il sale è assente.

Massimo Bocci

Sab, 10/02/2018 - 13:26

Un pre covo di compagni (una vera incubatrice) di gentaglia, BR!!! Soprattutto Veri ladri,che poi da svezzati ci andranno a insegnare, come da tradizione anti Occidentale e anti Italiana!!!

Maura S.

Sab, 10/02/2018 - 13:32

Ci risiamo......... ecco la storia dei comunisti autoctoni con niente di nuovo sotto il sole italiano degli ultimi anni. =Tutto per noi e niente per gli altri.=

Ritratto di orcocan

orcocan

Sab, 10/02/2018 - 13:34

Si chiama nepotismo. Dov'è la novità? Cercate le differenze. Mio nonno lavorava in fonderia, mio padre ha preso il suo posto in fonderia, uno dei miei fratelli è subentrato in fonderia. Dal lato materno mia nonno era contadino, i miei zii e mia madre hanno fatto i contadini, i miei cugini lavorano i campi. Io, di salute cagionevole, sono stato "costretto" a studiare. Ho aperto un studio legale, mia figlia sta subentrando e mio nipote preseguirà dopo aver fatto gavetta. :-D

giolio

Sab, 10/02/2018 - 13:37

non hanno avuto nessuna raccomandazione ..... ma cosa cercate di farci capire voi del giornale !!!!! i sinistri ? tutti intelligenti e più preparati ,per questo prendono tutto quello che ce da pigliare

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Sab, 10/02/2018 - 13:42

Bella idea,cosi noi paghiamo gli studi a tutti,poi però non trovando occupazione nel nostro territorio,andranno all'estero e questi stati, si ritroveranno laureati a costo zero. il quattro marzo non votate questo partito.

giottin

Sab, 10/02/2018 - 13:43

Con una docenza simile si dovrebbe cambiare subito università!!!

rossini

Sab, 10/02/2018 - 13:43

Chissà che cosa ne pensa di questa Famiglia di cervelloni, tutti professori universitari e per di più in una piccola Università come Modena, Pietro Grasso, altrimenti detto il Mal Minore. Quello che ha avuto sempre la fortuna di far carriera perché meno peggio di un altro. Meno peggio di Giancarlo Caselli per il posto di Procuratore Nazionale Antimafia, meno peggio di altri candidabili per il posto di Presidente del Senato, meno peggio di D'Alema per il posto di Leader di Liberi e Uguali. Il Mal Minore appunto.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Sab, 10/02/2018 - 13:53

Il partito di grasso e boldrini, LEU, più liberi di fare quello che vogliono che uguali agli italiani onesti.

Chiara Mente

Sab, 10/02/2018 - 13:57

Appunto, Liberi ed Uguali di .... farsi gli affari propri!!

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Sab, 10/02/2018 - 13:59

....e lo schifo continua #VERGOGNA

Ernestinho

Sab, 10/02/2018 - 14:08

E poi dicono che non è vero!

maurizio50

Sab, 10/02/2018 - 14:09

Come nelle migliori famiglie dell'Unione Sovietica. Il diritto al privilegio si trasmette ai parenti e ai discendenti tutti. Ecco perchè sono "Liberi e Uguali"!!!!!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 10/02/2018 - 14:40

Liberi ed uguali con pari opportunitá. Alla faccia di parentopoli.

giolio

Sab, 10/02/2018 - 15:10

un pò più liberi .....che uguali

Ernestinho

Sab, 10/02/2018 - 15:46

E qualcuno dice che non è vero che esiste la "casta"!

giusto1910

Sab, 10/02/2018 - 16:14

Tutto regolare.................Professore di Economia...........della sua famiglia! E' la solita tecnica della sinistra: amici e amici degli amici.

nova

Sab, 10/02/2018 - 16:27

E' stata sottosegretario al Lavoro di Elsa Fornero la quale però assunse anche il dicastero delle Pari Opportunità (introducendo il gender nelle scuole, concedendo 300.- euro di contributo governativo per la baby sitter alle donne che già lavorano etc.). Quindi la Guerra con Letta potè continuare l'azione devastatrice nel medesimo ministero delle Pari Opportunità.

Ritratto di Starbuck

Starbuck

Sab, 10/02/2018 - 16:48

Una casta di corrotti e privilegiati infiltrata in ogni amministrazione dello stato . Hanno anche la faccia tosta di parlare di competenze e di merito. E tanti giovani senza raccomandazioni e senza santi in paradiso costretti ad espatriare. Vergogna e SCHIFO.

perriv49

Sab, 10/02/2018 - 17:20

Questi la sanno lunga.i comunisti non lavorano,ma sono molto bravi a vivere sulle spalle di chi lavora.E hanno pure il coraggio di definirsi UGUALI.Ma fatemi un piacere andate a cagar.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 10/02/2018 - 17:21

"L'università è diventata sempre di più un club per pochi». Nossignori, l'università é diventata sempre più il letamaio dove parcheggiano migliaia di fancazzisti rossi fuoricorso! Il diritto allo studio é sacrosanto ma altrettanto sacrosanto dovrebbe essere il dovere di studiare e chi non studia non deve andare fuori-corso, deve andare fuori dalle palle!

Anonimo (non verificato)

amicomuffo

Sab, 10/02/2018 - 17:30

I più migliori! ( detto dalla Fedeli) Lol.

steacanessa

Sab, 10/02/2018 - 17:36

Mondo universitario sempre più corrotto dal nepotismo. Leu=lue.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 10/02/2018 - 17:49

hernando45 13.16: idiota. In quale università insegnavano?

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 10/02/2018 - 17:53

Già, come nella corea del nord e nelle nazioni "fasciste" ora io e domani i miei figli e parenti.

petra

Sab, 10/02/2018 - 19:02

I duri e puri comunisti. Che ridere!

giolio

Sab, 10/02/2018 - 19:23

Hernandino45.... quando ti svegli (per via dell‘orario FUSO) rispondi... a marione 1944

pardinant

Sab, 10/02/2018 - 19:48

Sempre ammesso che la notizia sia vera il che avrei da dubitare in quanto ci sarebbe da chiedersi se certi soggetti non si riempiono mai. In ogni caso faccio rilevare che è stato semplicemente proposto «Via le tasse universitarie, daremo a tutti l'opportunità di studiare...." evidentemente c'è ancora qualcuno da sistemare e se non aumentano gli studenti, .....i posti scarseggiano.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 10/02/2018 - 20:14

ma con che faccia vanno in politica??

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 10/02/2018 - 20:38

Nepotismo o baronato la sostanza non cambia sono tutti geni!

jaguar

Sab, 10/02/2018 - 20:43

Liberi di imboscare tutta la famiglia( magari anche il cane), e uguali agli altri casi di parentopoli che infestano l'Italia.