Macron parla a Versailles e già si sente Napoleone Tagli e sfide per il popolo

Ha scelto la reggia al posto dell'Eliseo. E promette: ridurrò di un terzo il Parlamento

L'enfant prodige che vuole fare Napoleone. L'uomo forte, l'uomo nuovo, Emmanuel Macron il leader di En marche! vola alto, sempre più in alto. «Derive assolutiste», denunciano i suoi detrattori, ma il presidente francese continua indomito sulla sua strada. Il ragazzo (quasi) digiuno di politica diventato presidente a 39 anni sceglie Versailles e non l'Eliseo per il suo discorso al Parlamento riunito in Congresso alla reggia più famosa di Francia. La République che entra nei luoghi simbolo della monarchia per un discorso sullo stato della nazione in pieno stile americano per illustrare gli obiettivi del suo mandato. Un'ora e mezza, un tempo lunghissimo, tanto da venir criticato, oggetto di ironia da parte della corrispondente parigina di CBSNews, che si chiede su Twitter se in Francia chi scrive i discorsi venga pagato a parola. Moralizzatore in politica, liberale in economia, securitario contro il terrorismo. E in fatto di sicurezza, ieri un nazionalista di 23 anni di estrema destra è stato arrestato perché voleva colpire il premier durante la sfilata del 14 luglio. Macron indica la sua strada «liberal-socialista», quel «vento nuovo» evocato dal suo ritratto ufficiale, immortalato davanti a una finestra aperta. «Un parlamento meno numeroso, ma rafforzato nei suoi mezzi in cui il lavoro diventa più fluido, dove i parlamentari possono circondarsi di collaboratori meglio formati e più numerosi per un Parlamento che lavora meglio». E dunque riduzione di un terzo del numero dei parlamentari sarà una priorità del nuovo corso. Dure le parole poi sull'Unione Europea che ha «perso la sua missione». Macron e la sua sfida al tempo, la riforma «entro un anno» sottomettendo le nuove disposizioni a un referendum, se necessario. Un presidente che promette di essere vicino al popolo, la sua missione è creare un trait-d'union tra la società civile e le istanze politiche, portare avanti un dialogo costruttivo e proposte seguite da azioni. Promette che una volta all'anno parlerà di fronte alle due Camere prendendo ad esempio quanto succede negli Usa, dove il presidente tiene davanti al Congresso americano un discorso sullo Stato della nazione. «A troppi dei miei predecessori è stato rimproverato di non aver spiegato le loro iniziative e di non aver chiarito il senso e l'orientamento del loro mandato. Tutti gli anni verrò davanti a voi a rendere conto». Eppure, il 14 luglio alla festa della Repubblica, celebrata alla presenza di Donald Trump, a cui verrà mostrata la grandeur francese, mancherà la tradizionale conferenza stampa. Cancellata con una motivazione alquanto fantasiosa. «Ci siamo interrogati se farla o meno. Ma poi abbiamo deciso di affidare il messaggio del presidente alla forma più solenne del discorso» hanno spiegato i responsabili della comunicazione di Macron, «il suo pensiero è troppo complesso e non si presta al gioco domande-risposte dei giornalisti». Ecco. Forzatura di un presidente che veste i panni di Bonaparte.

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 04/07/2017 - 09:50

questo è pericoloso, è da TSO

Beaufou

Mar, 04/07/2017 - 09:54

«Il suo pensiero è troppo complesso e non si presta al gioco domande-risposte dei giornalisti». Già. Ci si spiega certamente meglio senza giornalisti rompiballe che vogliono saper questo e quello, eh Macron? Ahahah.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/07/2017 - 10:48

e già si sente Napoleone...C'è poco da ridere. Fa gli interessi del proprio paese, lui. Al confronto dei nostri leaders da operetta questo è, perlomeno, Alessandro Magno.

Fjr

Mar, 04/07/2017 - 11:08

Ussignur,come nei film comici un'altro matto che va in giro in vestaglia con la mano nella casacca sostenendo di essere Napoleone

idleproc

Mar, 04/07/2017 - 11:24

Il "tocco" dei cugini è essenziale perché il barometro si sposti da "caciara probabile" a "caciara stabile". Dovreste metterlo un barometro riassuntivo, così uno si regola subito.

tosco1

Mar, 04/07/2017 - 11:26

La partenza Fantozziana fa pensare ad un clamoroso naufragio per la politica francese.Come da previsioni.

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 04/07/2017 - 11:30

scassa martedì 4 luglio 2017 Macron il novello Napoleone ? Date aria alle camere della villa di S. Elena !!!!!scassa.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/07/2017 - 11:37

#Fjr- 11:08 Il film comico lo stiamo, purtroppo, interpretando noi. Gli altri fanno sul serio...

Ritratto di Fabrizio_P

Fabrizio_P

Mar, 04/07/2017 - 11:56

Tutti i presidenti parlano al Parlamento in seduta comune nell'apposita aula presente a Versailles. E' normale. Versailles, per legge, è sede delle riunioni solenni delle Camere in seduta comune. Non c'é nulla di straordinario.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mar, 04/07/2017 - 12:04

Ecco spiegato perché è stato eletto dai francesi, incarna in pieno la grandeur dei "cugini" d'oltralpe. Beato il popolo che ha orgoglio e senso d'appartenenza Nazionale!!

VittorioMar

Mar, 04/07/2017 - 12:18

....W IL RE... "SOLA" !!

tosco1

Mar, 04/07/2017 - 13:11

I prossimi 5 anni saranno decisivi per l'Europa ed il nostri nipoti.Io spero di esserci ancora per lottare,fino alla fine, contro le queste povere incapaci fighette europee, e fare in modo che nessuno di loro politicamente sopravviva allo sfacelo che stanno costruendo giorno dopo giorno. E Macron , ho paura che sara' il primo della lista. Non ci vorra' molto a capirlo.

agosvac

Mar, 04/07/2017 - 13:15

In Francia e non solo in Francia, molti si sono sentiti come "Napoleone". Ma sentirsi napoleone è una cosa, esserlo è una cosa completamente diversa! Napoleone non fu mai un politico, però fu un generale, un conduttore di eserciti, senza pari nell'Europa del suo tempo. Se fosse stato anche un grande politico, oggi in Europa si parlerebbe francese!

giginonapoli

Mar, 04/07/2017 - 13:25

il bamboccio francese avra`presto la sua Waterloo.

Yossi0

Mar, 04/07/2017 - 13:37

sarà che vuole giocare a fare Napoleone..... nel suo discorso di ieri ha parlato in primis della salvaguardia degli interessi francesi, mai sentito da nessun presidente del consiglio italiano, poi ha elogiato l interventismo militare della Francia nel mondo e non lo ha definito ipocritamente missione di pace

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 04/07/2017 - 14:08

Piccoli ducetti crescono (se non li fermano prima). Ma non abbiamo niente da invidiare ai cugini galletti transalpini; li abbiamo anche in casa nostra. "Quando un popolo divorato dalla sete di libertà si trova ad aver coppieri che gliene versano quanta ne vuole...(omissis)...In tale clima di libertà, e in nome della medesima, non v’è più rispetto e riguardo per nessuno. E in mezzo a tanta licenza nasce, si sviluppa, una mala pianta: la tirannia.", diceva Platone 2.500 anni fa. Sembra scritto stamattina.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 04/07/2017 - 15:15

caro Giano è per questo che si vuole abolire lo studio della storia greca e romana. l'idea di fondo è di tornare all'assolutismo illuminato (?) abolendo parlamenti ed elezioni. del resto, a parte Tocqueville, tutti gli "illuministi" erano dichiaratamente antidemocratici, ritenendo "il popolo" una massa di ignoranti. citando un moderno: "l'estremismo in difesa della libertà non è un vizio e la moderazione nel perseguimento della virtù non è una virtù" (Barry Goldwater)

unosolo

Mar, 04/07/2017 - 15:51

quarantenni ? un disastro noi in ITALIA lo sappiamo bene .

i-taglianibravagente

Mar, 04/07/2017 - 16:51

Fossi Francese, e grazie a Dio non lo sono, mi vergognerei come un ladro a vedere sto pupazzo massone al vertice del paese. Se lo sono votato e mo se lo tengono. Portera' la Francia dove finisce per andare tutte le volte....sotto le suole della Germania, e a collaborare con il peggio.

dakia

Mar, 04/07/2017 - 16:53

Già come disse Marcantonio a Ottaviano "Questo non si può, è una cosa che potrebbe fare soltanto Cesare e noi non siamo Cesare".

i-taglianibravagente

Mar, 04/07/2017 - 16:54

Si vede che se il tiranno ha gli occhi azzurri, sorride a 32 denti e fa finta di fare l'inventore dell'acqua calda, va tutto bene. Poi va detto che i Francesi sono piu' GONZI della media causa la loro superbia e sciovinismo che da sempre li acceca e li fa rendere cosi ridicoli agli occhi di tutti.

mariod6

Mar, 04/07/2017 - 17:44

Non rispondere alle domande dei giornalisti perché il suo pensiero è troppo profondo per essere spiegato in due parole fa venire in mente quel bel tipo di Prodi che ha sempre detto di aver bisogno di almeno mezzora per spiegare che ore sono.

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 04/07/2017 - 17:55

S'è portato dietro anche la mamma?

dakia

Mar, 04/07/2017 - 17:56

Beh, dev'essere stato a soggiornare in america ma bastava lo facesse in Messico, paese come viene definito terzermondista in cui da anni nel mese di settembre c''è la giornata dedicata al resoconto annuale del paese in cui il presidente e tutto senato si alternano a leggere tutto quel faldone zeppo di conti e spese che il governo ha fatto nel trascorso di esso, anzi tutti gli automezzi pubblici sono gratis per l'intera giornata, non mi sembra che questo si sia inventato qualcosa di eccelso,ma mi pare un pò un bullo scopiazzone e pure ritardatario, quindi c'è poco da napoleonizzare in reggia, anzi gli copiasse(sempre in mex)la giornata dedicata mi pare il mercoledì agli assunti familiari dove il popolo ha udienza diretta con il governatore dello stato circa necessità economiche e problemi familiari di ogni indole, privilegi che in Italia manco a parlarne.

Zizzigo

Mar, 04/07/2017 - 18:00

Lui è troppo intelligente, per potere essere comprenso dalla ottusa gente del popolo! Anche la statura c'è, gli manca, forse, solo l'ulcera, ma verrà, verrà.

oracolodidelfo

Mar, 04/07/2017 - 18:33

Napo"leone"?....direi.....Napole"nano"