Di Maio ora tira dritto: "I tagli sulle pensioni? ​Nessun passo indietro"

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio non molla la presa sul taglio alle pensioni d'oro

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio non molla la presa sul taglio alle pensioni d'oro. Il governo, soprattutto l'ala grillina, è pronto dare il via ad una serie di sforbiciate sugli assegni già a partire da questo autunno, al più tardi da gennaio 2019. E così con un intervento su Facebook ribadisce la linea dei tagli: "La nostra proposta di legge sulle pensioni d'oro come al solito ha tanti nemici potenti che faranno di tutto per mantenere il loro privilegio ai danni dei comuni cittadini. La maggior parte di loro lo farà nell'ombra perché ha paura di metterci la faccia. La nostra infatti è una legge di puro buon senso: dai 4.000 euro in su ognuno prende la pensione in base ai contributi che ha versato. Nessun privilegio per nessuno. Chi non vuole tagliare le pensioni d'oro sopra i 4.000 euro senza aver versato i contributi lo dica, abbia il coraggio di metterci la faccia e di dire ai cittadini che è giusto continuare a privilegiare pochi a discapito di tutti gli altri". Una presa di posizione dura quella del ministro che di fatto lascia intendere che ormai i tagli agli assegni sono alle porte.

Pare dunque archiviata per il momento l'ipotesi di una mediazione con la Lega per dare il via ad un contributo di solidarietà. Così Di Maio rincara la dose e calendarizza già i lavori sulla proposta di legge: "Se c'è qualcun altro del Fronte dei Privilegiati che vuole metterci i bastoni tra le ruote si faccia avanti. Noi non faremo neppure un passo indietro finché le pensioni d'oro, così come i vitalizi dei deputati, non saranno solo un ricordo. Lo dico chiaro a tutti quelli che cercano in tutti i modi di arrivare a me, ai ministri e ai parlamentari per farci pressione. Le pensioni d'oro saranno tagliate e non importa quanto potente sei stato e quanti gruppi di potere e lobby hai che esercitano pressioni sui vari ministeri o parlamentari. Il MoVimento 5 stelle è nato proprio per annullare il vostro potere. Noi abbiamo il popolo dalla nostra parte e non abbiamo timore di nulla: da settembre si parte in commissione con la discussione del testo di legge".

Commenti

Libertà75

Mer, 22/08/2018 - 14:04

Debbo dire di non essere d'accordo in mera linea teorica, tuttavia va detto che quando i ricchi progettavano una società più povera dovevano mettere in conto che poi qualcuno pensasse a riequilibrare le cose... quindi ringraziamo il PD e FI per aver stuprato lo stato sociale pre-esistente

sgarbistefano

Mer, 22/08/2018 - 14:32

Il vecchio sistema pensionistico su base retributiva non poteva reggere e questo i Sindacati lo sapevano già a partire dai primi anni '90.

CarlSchmidt

Mer, 22/08/2018 - 15:04

Il sistema pensionistico a base retributiva riguardava soprattutto i funzionari statali che, è bene ricordarlo, non avevano molte integrazioni proprie dei rapporti di lavoro privati. Colpire adesso le pensioni su base retributiva, che la Fornero ha già modificato dal 1995 introducendo il contributivo, significa introdurre tagli solo a queste pensioni. I 5 Stelle, che raccolgono consensi soprattutto tra chi pensa secondo vecchissimi schemi populistici, sono l'immagine di un'Italia arretrata e, se li lasceremo fare,. realizzerà soltanto miseria per tutti! Salvini pensaci, se vuoi ancora il mio voto !

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/08/2018 - 16:22

RIPROVOOO!!! Invece per me Di Maio ha ragione . Molti (anche se non tutti) di quelli che percepiscono una pensione NETTA superiore a 4 mila € sono "FIGLI" del sistema di andata in pensione con l'ultimo RETRIBUTIVO!!! Ovvero l'ultimo anno lo facevano con uno stipendio RADDOPPIATO rispetto agli anni anteriori (Sindacalisti in PRIMIS) in modo di andare in pensione con un importo ben piu alto. Per es io che invece sono andato in pensione dopo la riforma Dini del 1995 (non Fornero) se fossi andato col sistema RETRIBUTIVO, avrei dovuto percepire 6 mila €uro LORDI mese. Ed invece andato col sistema MISTO (contributivo/retributivo) che la Dini ha prodotto, ne percepisco solo 4 mila LORDI!!!! AMEN.PUBBLICHIAMO!!!

venco

Mer, 22/08/2018 - 16:53

I tagli proposti alle pensioni dal 10 al 20% sopra i 4000 euro sono una farsa, sono una finzione. Sono 230 mila le pensioni oltre i 4000 euro e quasi tutte di ex dipendenti pubblici.

titina

Mer, 22/08/2018 - 16:56

x hernando45. allora bisognerebbe colpire solo le pensioni di prima del 1995, se sono di 4000 euro.E bisogna anche separare la previdenza dall'assistenza che vive dei contributi dei lavoratori e non è giusto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/08/2018 - 17:42

Ecco perche ho scritto che Di Maio ha ragione cara titina 16e56!!! Saludos.

ceo50

Mer, 22/08/2018 - 18:46

Di Maio è solo un incapace che sa fare solo annunci pieni di demagogia e che fanno colpo perchè sfruttano l'invidia sociale e il rancore delle persone. Gioca coi peggiori sentimenti della gente per guadagnare consenso. sarei molto contento che la corte costituzionale decidesse che tutte le pensioni vanno ricalcolate col sistema contributivo non esistendo cittadini di serie A e cittadini di serie B. Vorrei vedere Di Maio andare a spiegare a chi ha pensioni inferiori a 4.000€ che verranno ricalcolate al ribasso. E non pensiate che sia un'ipotesi campata in aria...Il populista linciato in piazza dal popolo...che goduria

Anonimo (non verificato)

Mokelembembe

Mer, 22/08/2018 - 19:06

Più ti tagli giù....più ti tira sù...bono eh?....bono....bono...

no_balls

Mer, 22/08/2018 - 19:16

mettetevi nella zucca che non usciamo piu' un euro di contributi previdenziali per mantenere i fortunati percettori di quanto stabilito da un sistema criminale che ha azzerato le pensioni delle nuove generazioni ..... noi non avremo nessuna pensione.... voi un po di meno..... e siamo tutti contenti. E vi e' andata di lusso.... in altri tempi storici volavano i coltelli...

no_balls

Mer, 22/08/2018 - 19:20

Carlsmhidt..... Dammi un buon motivo per cui devo pagare 300 euro al mese per mantenere la tua pensione... .sapendo che i miei contributi non serviranno a niente. Ti fai una vacanza in meno e ti metti l'anima in pace.... Ringrazia che ti e' andata di lusso fino ad oggi.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 22/08/2018 - 19:21

Non c'è mai stato un governo che non abbia messo mano alle pensioni da "par suo"! E non c'è mai stato un governo che non abbia riformato la riforma del precedente governo. E' pacifico che il prossimo governo riformerà quello che Di Maio sta riformando adesso. Per cui succede che la riforma delle pensioni dura al massimo due anni...troppo elementare, Watson?

Ritratto di Leto

Leto

Mer, 22/08/2018 - 19:22

Mi avete bocciato il testo che non era certo infarcito di idiozie come quei commenti che voi approvate. Grazie, vuol dire che ne farò a meno per altri articoli nel futuro.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Mer, 22/08/2018 - 19:24

In parecchi sono quelli che invitano Felpini a rivedere la sua strategia riguardo questa faccenda... Purtroppo però, Felpini è socio di minoranza in questo esecutivo e l'unica arma vera in suo possesso è quella di far saltare il banco. Ma lo può fare una sola volta, è come un fiammifero, lo accendi ed è finito. Quindi, se mai lo farà, lo farà per qualche cosa che lo scredita davvero. Frega assai a lui dei pensionati, di un certo tipo di pensionati. Ragionateci amici leghisti su questo aspetto.

Egli

Mer, 22/08/2018 - 19:43

AMEN!!!! LOL!!!! Ridacchio e strillacchio!!!

lavieenrose

Mer, 22/08/2018 - 20:34

venco e parecchie di queste pensioni ricalcolate col contributivo percepiranno addirittura di più, pensa un pò che fixaxa come dice mio nipote.

OttavioM.

Mer, 22/08/2018 - 20:44

Tagliare le pensioni d'oro prese con il retributivo cioè senza i contributi versati è GIUSTO!

opuslupus

Gio, 23/08/2018 - 00:36

Chiacchiere e distintivo. Lei non conosce la materia, non ascolta nessun esperto, e’ convinto di avere ragione a prescindere. Lei non abolisce la legge Fornero la rende semplicemente peggiore. Lei parla di giustizia sociale senza sapere cosa dice. E’ la leva fiscale che redistribuisce la ricchezzaa. Lei taglia pensioni a capocchia senza criterio se non quello relativo, ovvero alto e basso. Tutti sanno, tranne lei, che molto spesso quelle basse sono il risultato di grande evasione contributiva. Quindi lei e’ d’accordo di penalizzare chi ha versato contributo secondo la legge e di premiare chi non lo ha fatto. In più con la dual tax, una volta approvata, lei darà un grande premio,a più ricchi. Complimenti! . Spero in una class action anche nei suoi confronti.

Holmert

Gio, 23/08/2018 - 08:52

Ottavio M., io non ho pensioni d'oro, ma per la legge che deve essere uguale per tutti, io non approvo e glielo spiego. L'Italia ha dato soldi a perdere a cani e porci,vedi pensioni di invalidità,accompagno, INAIl fasulli, disoccupazione, casse integrazioni etc.Si faccia il conto e vedrà quanti soldi se ne vanno per mantenere l'assistenzialismo a sbafo. LE PENSIONI SONO STATE CALCOLATE TUTTE CON LA STESSA LEGGE,VOLUTA DAL GOVERNO E DAI SINDACATI. QUINDI IL RETRIBUTIVO E' STATO APPLICATO NON SOLO ALLE PENSIONI DETTE D'ORO, MA A TUTTI I PENSIONATI,PRIMA DELLA FORNERO E PARZIALMENTE CON LA DINI. SE IL RETRIBUTIVO DEVE ESSERE RIVISTO LO SI DEVE PER TUTTE LE PENSIONI CHE LO CONTENGONO. ALTRIMENTI E' CONTRO LA LEGGE DOVE TUTTI I CITTADINI SONO UGUALI E NON AMMETTE FUGHE IN AVANTI. IL GUAPPETTO NAPOLETANO, SARA' SUBISSATO DI RICORSI SACROSANTI.