Di Maio rassicura la Nato: "Siamo alleati degli Stati Uniti, ma dialogare coi russi"

Il governo Conte al lavoro per far togliere le sanzioni alla Russia. L'ira della Nato. Ma Di Maio avverte: "Non saremo mai supini alla volotà di altri"

"Come abbiamo sempre detto, noi restiamo alleati degli Stati Uniti". Dopo l'altolà della Nato sulla revoca delle sanzioni alla Russia, Luigi Di Maio prova a rassicurare gli alleati: "Questo è un governo che vuole lasciare l'Italia negli accordi e nelle alleanze, garantendo continuità con quello che già è stato". Ma sui rapporti con il Cremlino, come già annunciato dal premier Giuseppe Conte in Aula, Roma tenterà la via del dialogo facendo pressioni per togliere, una volta per tutte, le sanzioni imposte dall'Unione europea e dagli Stati Uniti. "Questo governo non sarà supino alla volontà di altri governi - mette in chiaro - sono pronto a collaborare ma negli interessi degli italiani".

"Le sanzioni economiche nei confronti della Russia sono importanti, perché danno il messaggio che quello che la Russia ha fatto in Ucraina ha delle conseguenze. La Russia deve cambiare comportamento, prima che le sanzioni siano rimosse". Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg non intende muoversi di un solo millimetro. E, in conferenza stampa a Bruxelles, poco dopo che Conte ha annunciato che l'Italia si farà promotrice di una revisione del sistema delle sanzioni comminate a Mosca, si fionda a pungolare il nuovo governo gialloverde. "L'Italia è un alleato impegnato e molto apprezzato, impegnato per la sicurezza collettiva in molti modi diversi, ha un ruolo chiave quando si tratta di affrontare le sfide nel sud dell'alleanza", ha detto ancora Stoltenberg ricordando (non a caso) che il Belpaese ospita molte importanti strutture della Nato, incluso il comando interforze di Napoli. Quando, però, si tratta dei rapporti con Mosca, i toni cambiano. "È importante sottolineare che la Nato ha un approccio duale alla Russia, combina la deterrenza e la difesa al dialogo politico", ha messo in chiaro con decisione.

Al governo hanno subito cercato di spegnere il fuoco dello scontro. "Noi restiamo nella Nato", ha detto Di Maio a Pomigliano d'Arco, a margine della sua visita allo stabilimento di Leonardo (guarda il video). "Restiamo alleati degli Stati Uniti e portiamo avanti anche la nostra funzione di dialogo con Paesi come la Russia come è sempre stato". "L'Italia - ha ricordato il capo politico del Movimento 5 Stelle - storicamente ha avuto una funzione nell'ambito dell'alleanza occidentale, nell'ambito della Nato, è stata un Paese che dialogava con paesi dell'Est, con paesi come la Russia ma anche con paesi del Mediterraneo e del Nord Africa. Oggi - ha, quindi, concluso - sono quelli che ci permetteranno di risolvere anche il problema dei flussi migratori".

Commenti

oracolodidelfo

Gio, 07/06/2018 - 10:27

DiMaio, fai capire a questi "maneggioni" che hanno tirato troppo la corda che....si è rotta!

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Gio, 07/06/2018 - 10:39

Gli "alleati", in primis gli USA, ci strumentalizzano per i loro giochi di potere e per i loro interessi economici! Finché restiamo buoni, consenzienti e sottomessi, siamo amici ma guai ad alzare la testa ed a dissentire anche solo per difendere gli interessi economici degli italiani! D'altronde agli USA il problema della Crimea, come accaduto prima per quello della ex Jugoslavia, poco importa, tanto un eventuale conflitto sarebbe comunque lontano da casa loro e gli USA non dipendono dal gas russo come noi! Per non parlare dei miliardi di euro persi dalle aziende italiane a causa delle sanzioni alla Russia e dal blocco dei commerci!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 07/06/2018 - 11:46

La Germania riceve il gas Gazprom direttamente da Vyborg a Greifswald e fa finta di sanzionare Putin, noi dobbiamo rimettere miliardi di euro all'anno di scambi economici perché la Nato così vuole, per fare pressione sulla Russia? Facessero il paicere di pintarla: noi stiamo nella Nato però noi commerciamo con la Russia. Di Maio ha ragione da vendere, gli Usa si facessero i cabbasisi loro una volta per tutte. Grazie

MOSTARDELLIS

Gio, 07/06/2018 - 12:16

Forse bisognerebbe mandare a questi parassiti i conti dell'Italia in sede NATO e le perdite che abbiamo avuto a causa delle sanzioni. Questi burocrati vogliono le sanzioni ma loro continuano a percepire stipendi da favola.

LeghistaCaddhipulinu

Gio, 07/06/2018 - 12:17

La Nato è il IV° Reich. Stessa volontà di dominio egemonico del mondo, stesso senso di superiorità (Usa = nazione "eccezionale", Germania = razza superiore) per cui non serve rispettare le regole che vanno solamente imposte agli altri, inferiori e disprezzati. Come col III°, purtroppo, l'Italia vi si è accodata - riscuotendo più o meno il medesimo (non-)rispetto [anzi, forse anche di meno, perché Hitler era comunque un ammiratore di Mussolini].

scapiddatu

Gio, 07/06/2018 - 12:59

Grillo ordina, il manager Casaleggio ordina, il M5S esegue. Ne sentiremo delle belle!.... La veridicità’ prima o poi zomperà fuori. Forse “qualcuno” non è a conoscenza che l'azienda proprietaria della sexxa M5S che ha il grosso del suo business in Unione Sovietica e che e’ molto vicina a Vladimir Putin (conflitto di interessi? NOOOO!!!). Non prendetevi pena; Le aziende italiane bypassano il divieto di esportazionecon attraverso altre Nazioni.

delio100

Gio, 07/06/2018 - 13:02

La Nato non ha alcun diritto a dettare i tempi della politica in Italia,Stoltenberg oltre alle sue malefatte farebbe bene a pensare alle nostre industrie agroalimentari che a causa delle scellerate sanzioni imposte alla Russia per via dell'Ucrainagià hanno perso 8 miliardi di Euro e non so quanti posti di lavoro, perchè nel frattempo la Russia non è stata a guardare e si è creata un proprio settore agroalimentare per cui può tranquillamente fare a meno di quello Italiano, nel frattempo andato a rotoli sotto l'occhio indifferente del precedente governo di sinistra

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 07/06/2018 - 13:10

----è giusto l'atteggiamento dell'italia --di conservare la schiena dritta sia nei rapporti con la russia --sia con l'iran e tutti i contratti miliardari già stipulati con gli ayatollah --che ci sono costati tra l'altro le mutande a tutte le nostre statue---ma gli yankees sono gli yankees---e l'italia tenendo il punto fermo con loro rischia anche pesanti effetti collaterali--non mi meraviglierebbe un'italia colpita da pseudo attentati terroristici frutto di false flag organizzate all'uopo per aver osato sfidare gli usa---swag compratevi un ombrellino antiatomico

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Gio, 07/06/2018 - 13:47

Le cosidetta sanzioni,valgono solo per l'Italia e qualche altra colonia oppure per tutti?No perche' la Turchia,paese NATO e neo-alleato russo,solo nel comparto alimentare,pare abbia aumentato del 25% le sue esportazioni verso la Russia da gennaio ad aprile:DI FATTO FREGANDOCI LE NOSTRE QUOTE DI MERCATO!!! Che altro serve per capire che il PD ci ha svenduto e che bisogna dire basta?

Ritratto di adl

adl

Gio, 07/06/2018 - 13:50

Elogio per Giggino, ma gli alleati sono solo quelli che rispettano le scelte democratiche degli elettori, non quelli che usano l'Italia per fare i loro porci comodi. BASTA BUGIE, le sanzioni sono solo uno strumento alternativo ed aggiuntivo rispetto alle guerre. Lo diceva niente popò di meno che Enrico Berlinguer intervistato da Oriana Fallaci:"le sanzioni portano alle guerre e le guerre si fanno con le armi che si possiedono". I DEMONEOCON vogliono fare la guerra alla Russia a spese dell'Europa, ed i loro sguatteri nei governi occidentali hanno lavorato solo e soltanto per questo.

Duka

Gio, 07/06/2018 - 13:59

Solo pochi giorni fa Salvini "sbraitava" via le sanzioni dalla Russia. Ora è già tutto ridimensionato così come molto veramente molto rimaneggiato pare già la favola che ha fatto guadagnare ai 5S milioni di voti: IL REDDITO DI CITTADINANZA passato da soldi tout court ad aiuto per temporaneo di riqualificazione ( è il senso di ciò che ha detto il premier ieri) - Salvini l'hai fatta la vac....

nonnoaldo

Gio, 07/06/2018 - 14:33

Il permanere della pretesa minaccia russa è fondamentale per la Nato, senza di essa molti si domanderebbero a cosa serve e quindi basta miliardi elargiti, basta accquisti forzosi di armi ed aerei da parte dei paesi associati, basta a centinaia di posizioni assai ben remunerate nel cosiddetto comando.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Gio, 07/06/2018 - 15:15

Bravo Di Maio, avanti così, questi farabutti devono finirla di prenderci per il didietro!

agosvac

Gio, 07/06/2018 - 15:30

La cosa comica è che il dialogo con la Federazione Russa e quindi la fine di ogni rischio di ulteriore "guerra fredda" è stato uno dei motivi che ha indotto il popolo americano, ovviamente non i guerrafondai, a votare per Trump! Se ora questo nuovo Governo cerca di avere un dialogo producente con questa grande potenza mondiale che, tra l'altro, è sempre stata un ottimo partner commerciale dell'Italia, niente da eccepire, anzi l'Italia ci aveva perso troppo tempo per farlo.

abocca55

Gio, 07/06/2018 - 16:01

Certamente vi è il grave rischio che la Russia si allei alla Cina, e questo a causa della cecità della NATO. occorre mantenere Putin alleato all'occidente, e per un fatto di sana strategia. Certo la Russia ha occupato la Crimea, che tra l'altro precedentemente era Russa, ma perché? Con la rivolta di Piazza Maidan gli Americani cercarono di fare il colpo, e togliere alla Russia l'accesso al Mar Nero., vitale per Putin. Raccontiamoci come stanno le cose. Ora c'è la rabbia per un piano fallito.

Giapeto

Gio, 07/06/2018 - 17:36

Credo oltre tutto che le sanzioni siano tecnicamente misure restrittive volute dall'unione europea. La Nato si occupa di questioni militari non economiche.

gionaelabalena

Gio, 07/06/2018 - 17:44

Ammazza, che paura le minacce di "Giggino il bibitaro": Gassose!.... Gassose!

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 07/06/2018 - 17:45

Questo governo mi sta piacendo sempre di piu'. Smontare l'apparato massonico voluto da Napolitano, dai piddioti, da Soros e dalle Banche mondiali e' un dovere di ogni politico che vuol bene al suo paese.

oracolodidelfo

Gio, 07/06/2018 - 18:54

elkid 13,10 - per caso, il suo commento, insinua anche l'episodio Aldo Moro? Da sempre sono convinta che "tutto" ebbe origine...oltreoceano.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Gio, 07/06/2018 - 19:19

Il Governo? se lo giudichiamo dai nemici, è partito benissimo...grande Di Maio!!!!!!! bello, intelligente e simpatico. Il tempo della sudditanza è finito!

frapito

Gio, 07/06/2018 - 19:47

x@giapeto- sfugge il dettaglio che, con la scusa della "pericolosità" della Russia , la NATO spilla miliardi agli USA per potenziare ($$$) gli armamenti difensivi per proteggersi (???) da eventuali attacchi Russi. E sembra proprio che gli USA spillano, spillano, spillano ......