La Nato vuole dettare la linea: "Importanti sanzioni alla Russia"

Ieri l'annuncio di Conte: "Rivedere le sanzioni a Mosca". Ma il segretario della Nato frena: "Sono importanti. Prima Mosca deve cambiare"

Jens Stoltenberg durante il meeting dei ministri degli Esteri della Nato tenutosi a Bruxelles il 27 aprile scorso.

Parole chiare. E dirette. Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, rivolge il suo pensiero all'Italia e al discorso di Giuseppe Conte al Senato per la fiducia quando dice che "con la Russia dobbiamo mantenere il dialogo politico, ma le sanzioni economiche sono importanti". Un deciso stop agli annunci del neo premier che ieri ha ribadito la fiducia "all'Alleanza Atlantica", ma promettendo che, dimostrandosi "fautori di un'apertura alla Russia", Lega e M5S si faranno "promotori di una revisione del sistema delle sanzioni, a partire da quelle che rischiano di mortificare la società civile russa".

Stoltenberg, che domani sarà a Torino per partecipare alla riunione del Club Bilderberg, non lascia neppure concludere il giro della fiducia alla Camera per ribattere al presidente del Consiglio giallo-verde. Al di là delle ovvie "congratulazioni al neo premier italiano", dei soliti "non vedo l'ora di lavorare con lui" e "lo incontrerò presto", il segretario genarale della Nato ha fatto scattare il semaforo rosso contro le idee di Lega e M5S. "L'Italia - ha detto Stoltenberg - contribuisce alla nostra difesa e alla sicurezza e ospita numerose strutture dell'Alleanza. Accolgo con favore l'apertura del dialogo dell'Italia con la Russia". Insomma, va bene anche la carota. Ma la Nato non ha alcuna intenzione di venir meno all'uso del bastone. Andrà avanti dunque il "doppio approccio"" fatto di "forte difesa e deterrenza combinate con il dialogo politico". Tradotto: prima che le sanzioni vengano rimosse "Mosca deve cambiare comportamento".

Intanto il presidente Putin, in questi giorni in visita in Austria, si è detto certo che prima o poi "prevarrà il buon senso e ci sarà un graduale sollevamento di tutte le sanzioni". Che queste siano state un suicidio per gli imprenditori italiani lo avevamo raccontato in questa inchiesta tempo fa. I fatti non sono cambiati: la Coldiretti ad aprile parlava di 3 miliardi di euro di danni alle nostre imprese. Un salasso.

Ma il tema del "dialogo con la Russia" è cruciale anche e soprattutto a livello geopolitico internazionale. Negli ultimi anni le elezioni in tutta Europa hanno rafforzato le fazioni contrarie alla linea dura contro Putin. Si pensi alla Le Pen in Francia, all'Fpo in Austria e l'Ungheria di Orban. Lo Zar lo sa. Per questo è convinto si arriverà ad una "normalizzazione delle relazioni di Mosca con tutti i paesi partner, inclusi gli Stati Uniti, oltre che con i Paesi che in obbedienza agli Usa hanno imposto sanzioni contro di noi". Il pensiero va ovviamente all'Austria appena visitata (e che però, per ora, rimarrà fedele alla linea atlantica), ma anche all'Italia. Soprattutto visti buoni rapporti che lo legano al leghista Matteo Salvini (che ha ribadito come Mosca sia "un partner strategico") e alle parole del premier pronunciate ieri di fronte al Parlamento.

Commenti

agosvac

Mer, 06/06/2018 - 13:21

Non mi risulta che la NATO abbia alcuna possibilità di mettere sanzioni! Solo i Governi lo possono fare e come possono farle le possono anche togliere qualora si dimostrasse la stupidaggine delle stesse! La NATO in queste cose non c'entra manco per niente!!! Stoltoberg si limiti a fare il guerrafondaio, a Governare ci pensano altri che, si spera, siano molto più intelligenti di lui!

VittorioMar

Mer, 06/06/2018 - 13:21

...quanto mi TERRORIZZA questa NATO !!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 06/06/2018 - 13:30

Intanto la nostra economia subisce danni miliardari da questa costrizione che NON mette in discussione la nostra permanenza nella nato. Se così stessero le cose, allora perchè la Merkel usufruisce del North Stream, gas della Gazprom, per le esigenze della Germania? Forse perché Merkel e Putin sono affiliati nella medesima loggia massonica Golden Eurasia, quindi tra "fratelli" non si danno calci negli stinchi? Situazioni come queste fanno pensare che ci sia una chiara volontà contra Italia da parte dei soliti noti, del tutto RICATTATORIA.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 06/06/2018 - 13:32

La Nato vuole alimentare lo scontro con la Russia per tutelare gli interessi economici USA; non certo per ragioni politiche o di minacce di Mosca all'Europa. Stanno tirando troppo la corda, scherzano col fuoco. E prima o poi...

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 06/06/2018 - 13:43

prima usciamo dalla NATO (in cui sta entrando la Colombia?!?) e meglio è

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 06/06/2018 - 13:55

Quello che mi torna difficile da capire è perchè, se la Nato vuol punire, per motivi anche i più esatti, la Russia di Putin, l'Italia debba essere la più vessata, considerato che altri stati europei corrono a Mosca a fare affari con Putin, ogni riferimento alla Merkel è voluto. Vogliono tenere le sanzioni contro la Russia, almeno ci ripaghino dei nostri sacrifici. Troppo semplice fare le donnine allegre con il fondo schiena degli italiani.

stedo54

Mer, 06/06/2018 - 13:58

Questo Stoltenberg va eliminato fisicamente.

lavieenrose

Mer, 06/06/2018 - 14:13

nato prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

tosco1

Mer, 06/06/2018 - 14:23

Basta cantilene farneticanti. La NATO.L'ente piu' inutile che io conosca. Dove sono le navi della Nato che dovrebbero creare una cintura a protezione dei confini europei.E tutta la storia della Nato degli ultimi anni, quanto meno incomprensibile e fuoiri del contesto fondativo. Hanno raggiunto il fondo,e,per colpa loro, all'Europa scricchiolante,per risalire anche moralmente non c'e' che Putin.

Jon

Mer, 06/06/2018 - 14:41

Le perdite per le sanzioni le addebitiamo alla Nato..Circa 3 Mld/an. Oraganizzate colpi di STato e poi sanzionate . Come in Siria, imponete sanzioni ai Siriani, che sono aggrediti dai mercenari Usa/Nato e ospedali senza medicine e cibo, che consentite impunemente ai Ribelli dell'ISIS..Vergogna.. Non bisogna uscire dall'Europa, ma dall'Economia NATO..!!

Ritratto di T1000

T1000

Mer, 06/06/2018 - 14:58

E no caro Stoltenberg (cognome appropriato), le vostre schifezze andatele a fare da qualche altra parte. Nessun europeo sano di mente si farebbe ammazzare per voi maledetti guerrafondai. Volete muovere guerra? allora vi voglio vedere al fronte in prima linea e non nascosti come pantigane in qualche bunker.

6077

Mer, 06/06/2018 - 15:03

finchè esiste la nato siamo sudditi.

Willer09

Mer, 06/06/2018 - 15:32

via le sanzioni! oppure, che i Paesi "civili" della Nato ci versino i 3 miliardi di euro che ci smeniamo ogni anno!

Ritratto di Svevus

Svevus

Mer, 06/06/2018 - 15:36

Le sanzioni alla Russia non sono un suicidio bensì una assassinio delle aziende italiane ! La NATO e Stoltenberg ( trad. italiano : Montagna Stolta ) si faccia i gatti suoi !

Happy1937

Mer, 06/06/2018 - 15:42

Spero che un governo ,che peraltro non mi piace, faccia una cosa giusta: cancellare le sanzioni alla Russia anche se non piace a Mattarella.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mer, 06/06/2018 - 16:12

Giusto, "Mosca deve cambiare", sono "i cattivi". Gli USA possono anche non cambiare, sono "i buoni". Da quasi un Secolo loro sono tanto buoni. Non ci piove. Ergo, giù sanzioni ai cattivi Russi. Il fatto è che noi non dimentichiamo tante, troppe cose nell'ultimo decennio, ISIS in primis. Figurarsi quelle prima se le dimentichiamo. E' dallo sbarco in Normandia che abbiamo cessato di essere sinceramente grati ai "buoni". Che ci volete fare... sono diventati persino antipatici tutti questi "buoni yankees" al punto che ci avete scocciato di ficcare il naso dappertutto. E sopportarne, Noi Italiani ed Europei, le conseguenze disastrose. E piantatela di ingerirvi dappertutto solo per i vostri sporchi affari. C'avete rotto i cabasisi con la vostra "bontà". ---------

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mer, 06/06/2018 - 16:14

La NATO è ormai ridotta ad una massa di bugiardi e di burattini lecca... al soldo degli interessi USA, sarebbe ora di chiuderla e di spendere i soldi per qualcosa di meglio.

Renee59

Mer, 06/06/2018 - 16:42

Chi sono questi che ci dettano la linea di governo?

Ritratto di ..sandrino...

..sandrino...

Mer, 06/06/2018 - 16:45

VIVA Putin

Andrea_Berna

Mer, 06/06/2018 - 16:51

La NATO e' una associazione militare che fonda la sua stessa esistenza sulla presunta minaccia russa. Per mantenere alta la minaccia (che in realta' non esiste) e' la NATO stessa ad incoraggiare operazioni di continua destabilizzazione in Europa, interferendo pesantemente col processo democratico (vedi Balcani e in particolare il caso recente del Montenegro). Per non dire del colpo di stato in Ucraina (vedere il documentario della BBC sul ruolo della NATO nella strage di Maidan). La NATO e' la peggiore minaccia al mantenimento della pace in Europa e alla possibilita' di sviluppare relazioni commerciali con la Russia. Che Stoltenberg vada al Bilderberg, e' solo la ciliegina sulla torta.

venco

Mer, 06/06/2018 - 17:28

I capitali americani non sono riusciti ad impossessarsi della Russia dopo la caduta del regime, e adesso perseguono sempre nella stessa linea.

CALISESI MAURO

Mer, 06/06/2018 - 17:31

cosa vuole testa di teschio?.. la Nato e' una organizzazione nata per la difesa dell'occidente attualmente non serve a niente se non a dare potere e soldi a questa genta..a teleguidata. Ad esempio cosa dovra; andare a fare la Nato in Colombia. L'Italia si deve svinolare da tali soggetti

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mer, 06/06/2018 - 18:01

Conte - Salvini - Di Maio, ricordatevi di Via Fani, capito mi hai?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 06/06/2018 - 18:11

Benissimo! Ma allora vogliamo parlare anche dei dazi americani, o quelli sono "santi"?

MOSTARDELLIS

Mer, 06/06/2018 - 18:42

Questi hanno il cervello da mentecatti. Ma che cavolo significa che dobbiamo mantenere il dialogo politico ma dobbiamo mantenere anche le sanzioni? Si vede che questi della NATO sono burocrati peggio di quelli dell'UE, gente con i paraocchi che non sa nulla di politica, che stanno lì solo per prendere stipendi da favola che nessun mortale si sognerebbe mai.

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 06/06/2018 - 19:17

Stoltenberg: tu e la NATO siete degli stolti!

petra

Mer, 06/06/2018 - 19:19

E se l'Italia non le volesse più applicare queste sanzioni, che succede?

lavieenrose

Mer, 06/06/2018 - 20:15

petra succede che cui fanno neri con la bilancia commerciale e non solo

stedo54

Mer, 06/06/2018 - 20:24

Stoltenberg e i suoi padroni americani pretendono che la Russia passi al loro servizio. Che scemi!!!

Divoll

Mer, 06/06/2018 - 22:25

Ma un bel vaffa non glielo dice nessuno??.....

gianrico45

Mer, 06/06/2018 - 22:54

La Nato è una alleanza, pertanto non può dettare legge,deve tener conto di quello che dice ogni suo alleato.

tuttoilmondo

Gio, 07/06/2018 - 00:34

Le sanzioni alla Russia da parte dell'Italia sono sanzioni all'Italia. Basta con il servilismo. La NATO non ci protegge. Lo abbiamo visto nell'affare dei Marò. Non siamo servi. Abbiamo portato la civiltà in tutto il mondo. Quando i Romani costruivano acquedotti lunghi centinaia di chilomentri, francesi, inglesi, tedeschi e americani dormivano nelle caverne. I tempi sono cambiati ma la Storia non si cancella. Abbiamo i nostri diritti di antica ed eccelsa civiltà. Le sanzioni capestro non le vogliamo. Finora i rossi anti-italiani cittadini del mondo e del menga hanno svenduto la NOSTRA Patria. Finalmente il Popolo li ha cancellati. Finalmente contano niente. Ma danni ne hanno fstti. E' ora di riprenderci la nostra libertà e la nosra dignità.

rossini

Gio, 07/06/2018 - 08:22

Ma che razza di Paese siamo diventati. Tutti ci danno ordini e direttive: gli Stati Uniti, la Germania, la Francia, la Nato, l'Unione Europea. E nessuno che li mandi a quel paese come meritano. Ecco perché non volevano Savona.

LUCATRAMIL

Gio, 07/06/2018 - 09:10

E perchè dovremmo fare quello che dice uno stato che ci impone dazi: siamo amici a senso unico?

Pitocco

Gio, 07/06/2018 - 09:43

Non siamo la Turchia con un esercito forte, una moneta sovrana, un popolo molto forte e una epurazione dei parassiti di stato come fu fatta qualche tempo fa, ma siamo solo che il paese dei quaquaraquà, del trasformismo, del lecchinaggio fino ad indolenzire la lingua. La Nato, ovvero gli Usa, alias l'Inghilterra, ci invita a stare attenti a non farci prendere la mano. La stagioni delle stragi, degli attentati non è mai finita e può passare da un paese ad un altro in men che non si dica. D'altronde con oltre 100 basi Usa, con i centri per l'ascolto rada più importanti d'Europa vogliamo mica voltare le spalle a chi ci ha liberato dal fasismo, no?

Lotus49

Gio, 07/06/2018 - 13:15

Dopo l'ultima guerra, l'Europa fu divisa in colonie americane e colonie russe. Dopo l'89, l'Est si è liberato, noi invece restiamo servi.

brob67

Ven, 08/06/2018 - 10:17

gia il nome indica che parla da stolto. è falso e in conflitto di interessi. e soprattutto quest'ultimo punto è quello più importante. a chi servono le sanzioni? e poi, prima di parlare, perché non spiega in maniera chiara precisa e completa come mai gli USA hanno speso 5 miliardi di dollari per il regime change in Ucraina? soldi usati in particolare per pagare milizie irregolari e cecchini esteri (georgiani) che sparando indistintamente su polizia e protestanti diedero fuoco alle micce della sommossa? per l'Ue la Ucraina è solo un ulteriore balzello da sopportare.