Migranti e rom: cattolici allo scontro sulle politiche di Salvini

I cattolici si dividono ancora. Due distinti documenti: uno di sostegno alle politiche di Matteo Salvini, l'altro contrariato e ammonente. Lo scontro tra chi "ci sta" e chi "non ci sta"

Che molti cattolici non fossero d'accordo con le politiche sui migranti promosse da Matteo Salvini era chiaro da tempo. Risultava meno pronosticabile, invece, che si arrivasse a un vero e proprio scontro di documenti.

Migrazionisti e sostenitori del leghista stanno dando vita a numerosi botta e risposta sul tema dell'accoglienza. Durante queste settimane molti ecclesiastici hanno commentato la svolta restrittiva dell'esecutivo guidato dal professor Giuseppe Conte con preoccupazione e commenti ammonenti: il cardinal Ravasi, durante il "caso Aquarius", ha citato il vangelo su Twitter. "Ero straniero e non mi avete accolto". Il cardinal Montenegro ha voluto sottolineare che è Gesù ad arrivare migrando attraverso un barcone. Monsignor Bettazzi è stato più diretto: ha preso carta e penna e ha indirizzato una missiva al presidente del Consiglio. Il tema di fondo è sempre lo stesso: l'Italia - dicono - non deve abbandonare quell'umanitarismo che l'ha sempre contraddistinta. E i porti devono rimanere aperti.

Poi lo scontro è arrivato sul piano documentale. Pax Christi, il movimento cattolico internazionale per la pace fondato da don Tonino Bello, ha diramato un comunicato al termine del consueto incontro annuale. "Noi non ci stiamo" è la titolazione esplicativa di un appello che mira a contestare "affermazioni e scelte - hanno scritto - che minano le fondamenta della dignità umana e della convivenza civile". Per i sottoscrittori del documento "alcuni ministri di questo governo hanno provocato un’alluvione di paure, risentimenti, odii e violenze che rischia di travolgere le coscienze di tutti noi: la contrapposizione tra poveri italiani e stranieri, come falsa soluzione di fronte al fenomeno della povertà". Il nome di Matteo Salvini non compare mai. Il riferimento al leader leghista è da considerare implicito. I firmatari, che per lo più sono laici, hanno definito la chiusura dei porti una "scelta ipocrita". Il linguaggio utilizzato sarebbe "violento" e "mistificatorio". La misura proposta di censire le popolazioni rom e sinti, ancora, evocherebbe "le leggi razziali di 80 anni fa". E più in generale la solidarietà sarebbe finita per essere considerata "un crimine, piuttosto che un valore da promuovere".

Gli appellanti non sono preoccupati solo per la situazione dei migranti, ma estendono il piano del ragionamento alla portata complessiva della linea dura introdotta da Salvini. Restizioni e linguaggio a causa dei quali sarebbe nata un' "alluvione" in grado di alimentare "un clima di crescente intolleranza" e di suscitare "comportamenti violenti, xenofobi, razzisti e omofobia". Insomma: parole che non lasciano spazio a interpretazioni di sorta. Ma non tutti i cattolici la pensano così. Un contrappello, infatti, è stato pubblicato nella mattinata di oggi su Stilum Curiae, il blog del vaticanista Marco Tosatti. "E invece - titolano questi altri - noi ci stiamo". Con una serie di argomentazioni elencate punto per punto. "Noi invece ci stiamo - hanno specificato, tra le altre questioni sollevate - perché non possiamo restare inattivi ad osservare come scriteriate politiche immigratorie non aliene peraltro da probabilissime connotazioni affaristiche, rischino di provocare una serie di conseguenze negative sia sul piano dell’allarme sociale, sia sul livello dei salari, sia sulla qualità dei servizi erogati dallo stato, sia ovviamente sul benessere psicofisico degli immigrati che quasi sempre transitano da una condizione di povertà all’altra senza nulla risolvere dei problemi che li hanno indotti ad emigrare". Ma chi ha sottoscritto questo secondo documento? "Un gruppo di cattolici cattolici". Niente nominativi, quindi, al termine del testo.

Dalle voci raccolte in questi minuti, però, pare che l'elenco dei firmatari stia per essere pubblicato. Le persone interpellate parlano di un insieme di "cattolici non bergogliani". Anche in questo caso dovrebbe trattarsi soprattutto di laici. La finalità di questo contrappello è chiara: "A differenza di quanto sostenuto nella lettera pubblicata da Pax Christi dal titolo "Noi non ci stiamo" - si legge sempre sul blog di Tosatti - altri laici cattolici riguardo la questione immigratoria, invece ci stanno nel senso che condividono le decisioni prese a questo proposito da taluni ministri di cui non temiamo di fare nomi e cognomi: il ministro Salvini e il ministro Toninelli in particolare". Sui migranti, così come già accaduto per le questioni dottrinali, sembrano esistere almeno due sensibilità. Una più vicina a Papa Francesco e alla tesi per cui l'accoglienza sia da considerare sempre necessaria. Una "tradizionalista" o "conservatrice", che dir si voglia, schieratasi dalla parte degli "antimigrazionisti". Cattolici che "ci stanno" contro cattolici che "non ci stanno".

Commenti

PaoloPan

Lun, 09/07/2018 - 15:27

Un vero cattolico sta con Salvini ... Bergolio, essendo sette volte eretico, non è papa e parla a nome della massoneria mondialista.

i-taglianibravagente

Lun, 09/07/2018 - 16:04

Le persone in MALAFEDE, vicini alla chiesa o meno, presentano APPOSTA il tema dell'immigrazione come se l'unico modo BUONO per affrontarlo sia prendere sempre e chiunque arrivi, senza battere ciglio, senza chiedersi se altri paesi hanno responsabilita' che non si vogliono prendere, senza chiedersi a chi vanno i soldi, senza chiedersi come stanno coloro che con i migranti poi devono viverci gomito a gomito... e chiunque non sposi questa via e osi ricordare che andrebbero modifcate parecchie cose...e' automaticamente un fascionazintollerantsalviniano e anticristiano.

Ritratto di Alleaf55

Alleaf55

Lun, 09/07/2018 - 16:12

Orgogliosamente Cristiano cattolico, io sto con Salvini.

tormalinaner

Lun, 09/07/2018 - 16:23

Sono Cattolico osservante e sono d'accordo con Salvini, l'atteggiamento di molti prelati è suicida non tengono conto che l'ospitalità indiscriminata ci impoverisce spiritualmente ed economicamente e ci mette in pericolo per la crudeltà dei mussulmani.

nando561

Lun, 09/07/2018 - 16:43

Io cattolico sto con Matteo

maurizio50

Lun, 09/07/2018 - 17:00

Ex Cattolico, ora Greco-Ortodosso per merito di Don Francesco il Pampero, anche io sto con Salvinii!!!!

VittorioMar

Lun, 09/07/2018 - 17:41

..se qualche cattolico che non ha ancora presentato la sua Dichiarazione dei Redditi e Vota o Simpatizza per la LEGA DI SALVINI,DONI IL SUO 2X1.000 alla LEGA !!!..quello per la Chiesa è Sprecato !!!!

rossini

Lun, 09/07/2018 - 17:46

E noi da parte nostra evitiamo di finanziare Bergoglio e i suoi accoliti. No 8 x 1000 alla Chiesa Cattolica. E' l'unico modo per far sentire la nostra protesta. Passate parola. Ciascuno ne convinca un altro. Chiamiamola "catena per l'identità nazionale".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 09/07/2018 - 17:48

Chi sta con Bergoglio sta con l'imam. Quindi i cristiani veri stanno dall'altra parte. Semplice. Molti altri con formula dubitativa, stanno prendendo piede con Salvini, non fidandosi più di Bergoglio. COme è giusto che sia.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 09/07/2018 - 17:59

Io sto con SALVINI, con ORIANA FALLACI e con MAGDI CRISTIANO ALLAM, il resto è ciarpame!

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 09/07/2018 - 18:01

Sono ateo e sto con Salvini.

asalvadore@gmail.com

Lun, 09/07/2018 - 18:02

Mettere Gesu nel problema dell'accoglienza é la tipica falsitá della tradizione elaborata dalla chiesa nei secoli. Gli si attribuiscono intenzioni completamente non solo estranee al suo tempo e contorno ma anche estranee a coloro che senza averlo conosciuto hanno scritto in greco, non nella sua lingua, una tradizione orale che, data l'ignoranza sulla vita di Gesu, si é fortemente nutrita di anche di fonti di altre fantasie religiose.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 09/07/2018 - 18:16

PaoloPan: con Salvini ci può stare chiunque: anche gli atei che sono gente con i piedi per terra, che non credono alle superstizioni, alle favole religiose e al creazionismo la teoria più idiota e oscrurantista che ci sia.

Savoiardo

Lun, 09/07/2018 - 18:25

Caro Bettazzi e c.invitate a pagare l' imu i vostri confratelli e lei associazioni ecc... Certo e' bello fare i generosi con i soldi (cioe'lavoro) degli altri. E' del resto una vostra vecchia abitudine !

Vigar

Lun, 09/07/2018 - 18:35

Il mondo della chiesa lo ha già spaccato bergoglio. Un cristiano cattolico sta con Salvini.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Lun, 09/07/2018 - 18:39

Stare con Bergoglio vuol dire stare dalla parte opposta alla ragione e alla vera umanità. I veri criminali sono quelli che organizzano e sostengono il traffico di esseri umani.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 09/07/2018 - 18:47

presto avranno un cattolico di meno..

Holmert

Lun, 09/07/2018 - 18:50

I migranti "marini",per partire dall'Africa e dalla Libia, pagano ai trafficanti "negrieri" da 4 ai 6 mila euro.Con quella somma potrebbero prendere comodamente un aereo ed arrivare dove cxzzx vogliono. Qualcuno potrebbe rispondermi e rendermi edotto del perché vengono via mare che è sempre un modo illegale di venire? E c'è chi difende questa illegalità,che vergogna.

Holmert

Lun, 09/07/2018 - 18:57

Il buon samaritano aiutò il giudeo derubato e spogliato dai predoni,lo prese lo portò in una locanda,pagò tutto ciò che c'era da pagare,cibo, vestiti e pernottamento. Una volta rimessosi in piedi, il giudeo se ne tornò per la sua strada. Non è che fece una convenzione con il locandiere,affinché restasse là a grattarsi la pera,mangiare ,bere e magari uscire e piazzarsi fuori un negozio a cercare soldi e poi rientrare per il pranzo e la cena. Tenete presente che quando i papi comandavano ed erano anche re, tenevano il boia,che si chiamava mastro Titta. Ed ora fanno i misericordiosi.

ilpassatore

Lun, 09/07/2018 - 19:12

Il mondo della chiesa e' un altro governo da mantenere - gli auguro lo sbriciolamento.

Carlo36

Lun, 09/07/2018 - 19:48

Ci sono i cristiani cattolici e ci sono i cattocomunisti. I secondi sono solo persone che odiano la civiltà occidentale e la vogliono distruggere. Sono capitanati dall'antipapa Bergoglio, non eletto dallo Spirito Santo, ma dal Maligno. Non c'è altro da dire.

Dario Aliprandi

Lun, 09/07/2018 - 20:29

Cristiano Cattolico Osservante ma sto con Salvini.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 09/07/2018 - 20:53

holmert: non andò proprio come l'hai descritta tu. Il buon samaritano dopo aver aiutato il giudeo ed aver pagato il conto della locanda s'incammino verso casa, salvo che poco dopo lo stesso giudeo che era acquattato dietro un angolo della strada gli saltò addosso, gli tagliò la gola prese il portafoglio del buon samaritano e se la dette a gambe.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 09/07/2018 - 21:38

Giusto che spacchino il mondo della Chiesa, visto che la Chiesa, da anni, ci sta spaccando le palle.

sparviero51

Lun, 09/07/2018 - 21:54

PIÙ CHE SPACCARE LA CHIESA CI HANNO SPACCATO I MARONI !!!

caren

Lun, 09/07/2018 - 22:42

Io non sono cattolico, ma sto sempre dalla parte di Salvini, per convinzione.

carmann

Lun, 09/07/2018 - 23:15

non solo un vero cattolico deve stare con salvini; ma chiunque ha come punto di riferimento la patria e le tradizioni dell'italia che non rischiano di scomparire con l'invasione di massa

Assisi

Lun, 09/07/2018 - 23:19

Leggete il libro "Il papa dittatore" di Marcantonio Colonna. Bergoglio è un politico manipolatore, astuto e è un massone.

DRAGONI

Mar, 10/07/2018 - 00:01

E' UN GREGGE SENZA PASTORE DOPO LA MESSA A RIPOSO FORZATO DI PAPA RATZINGER!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 10/07/2018 - 00:20

Migranti e rom? Non so se spaccano la chiesa, di sicuro i maroni.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Mar, 10/07/2018 - 01:11

Bergoglio e affiliati non hanno figli, perciò per loro il futuro non ha alcun significato, vedono solo nero.

mila

Mar, 10/07/2018 - 07:06

Piccola osservazione per chi cita (a sproposito) il Vangelo. Ai tempi di Gesu' la Palestina non era sotto invasione. Ci pensavano i Romani a difendere i confini.

gabriella.trasmondi

Mar, 10/07/2018 - 07:23

il papa nero vestito di bianco !

nopolcorrect

Mar, 10/07/2018 - 08:46

"Montenegro ha voluto sottolineare che è Gesù ad arrivare migrando attraverso un barcone". E bravo Montenegro, confonde il barcone degli scafisti con la barca di Pietro. Qualche tempo fa el papampero considerò Giuseppe che andò a Betlemme per il censimento un "migrante". Continue distorsioni e continue ingerenze politiche. Attenzione: fu il sentimento nazionale tedesco che favorì la Riforma, idem per il sentimento nazionale inglese. La Chiesa non remi contro gli interessi nazionali dell'Italia appoggiati dalla maggioranza degli Italiani.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Mar, 10/07/2018 - 09:23

Il titolo di prima pagina è fatto male, non sono i migranti che stanno dividendo la Chiesa, è uno solo e si chiama Bergoglio.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 10/07/2018 - 09:34

Dalla foto sembrano due innamorati.

Manlio

Mar, 10/07/2018 - 10:31

L'unica giustifica che si può dare al Papa Bergoglio è che proviene da un'esperienza tra poveri dell'America Latina, a radici cattoliche. Lui non conosce la povertà africana a radici islamiche. Comunque accogliere ad ogni costo poteva essere valido ai tempi di Francesco. Oggi ci sono conseguenze ben maggiori e differenti. Ma Lui è come un libro stampato.

Solovale48

Mar, 10/07/2018 - 11:17

Il documento di Pax Christi e le opinioni politiche e sociali di chi ne condivide l'impostazione non sono oggetto di infallibilità magisteriale, per cui non vincolano nessun cattolico all'obbedienza. Ne consegue che opinioni diverse non possono essere considerate uno scontro. Diventa invece un'abuso che uno, o più, presbiteri leggano durante la messa documenti politici e/o sociali, di qualsiasi tipo. In questo caso mi sembra quasi doveroso lasciare una Messa che viene trasformata in un comizio da chi non ha più ben chiara qual'é la sua vocazione e rivendica di "poter dire la mia". Il che è evidente, che può dire "la sua", ma non durante la S. Messa poiché abusa di ciò che non gli appartiene. Nella Chiesa Cattolica molti lamentano che la confusione abbia raggiunto livelli di guardia, e questi modi di fare sono da irresponsabili, qualsiasi siano le ragioni (che penso siano sempre in buona fede)ma, come si sà, l'inferno è pieno di ottime intenzioni.