Migranti, l'idea dell'Austria: campi profughi fuori dall'Ue

La proposta dell'Austria per valutare le richieste di asilo dei migranti. Kurz: "Proteggeremo i profughi fuori dall'Ue". L'Olanda si tira fuori

L'idea è ancora alle prime battute. Ma potrebbe creare scompiglio in Ue. A proporla è uno dei nuovi "alleati" di Matteo Salvini in campo internazionale ed europeo, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz. La proposta è innovativa, anche se non è difficile pensare che scatenerà non poche polemiche: creare un grande campo profughi in un "Paese europeo ma extra Ue" dove valutare le richieste di asilo e poi distribuire i rifugiati tra gli Stati membri.

Kurz l'ha presentata come una "iniziativa nazionale" austriaca, "non della presidenza europea, in concertazione con alcuni Stati tra cui la Danimarca". L'obiettivo? "Proteggere le persone fuori dall'Ue, così che abbiano protezione quando necessaria ma che non possano scegliere il miglior sistema per la loro domanda d'asilo". Parlando in conferenza stampa congiunta con il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, a Bruxelles, Kurz è sceso ancor più nei dettagli: "Conoscete mia posizione, penso che un modello in cui delle persone arrivano illegalmente in Europa e passano in alcuni Paesi per poi scegliere dove porre la loro domanda d'asilo non possa funzionare. Questa è la ragione per cui da molto tempo abbiamo proposto di proteggere le persone all'esterno della Ue". E ancora: "Lavoriamo con un piccolo gruppo di Stati per trovare una via pragmatica, abbiamo già fatto alcuni progressi e quando ci sarà un risultato vi informeremo".

Attualmente non è dato sapere chi siano gli Stati che stanno valutando l'opzione austriaca. Oggi è arrivata la smentita dell'Olanda che sostiene di non essere "nel campo di Austria e Danimarca" sulla proposta di creare un grande capo di rifugiati. "Non abbiamo nemmeno visto le loro proposte - hanno detto fonti olandesi all'Agi - La soluzione australiana non funzionerebbe".

Commenti

carlottacharlie

Gio, 07/06/2018 - 15:43

Speriamo portino avanti l'idea e non si lascino influenzare dai soliti farabutti.

agosvac

Gio, 07/06/2018 - 15:50

Intanto cerchiamo di chiamare le cose con il loro giusto nome: non si tratta di profughi se non per una strettissima minoranza, si tratta solo ed esclusivamente di migranti fasulli per di più al 90% islamici. Manteniamoli fuori, perché fare entrare gli invasori?????

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 07/06/2018 - 15:55

In altri termini: massima solidarietà ai migranti...purchè non vengano a mingere negli angolini di casa nostra.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Gio, 07/06/2018 - 16:02

Li mandiamo tutti in Svizzera? O in Inghilterra? In Turchia ce ne sono già anche troppi. Ma quanta birra bevono gli austriaci?

cir

Gio, 07/06/2018 - 16:08

non si deve condannare l' olanda .mandiamo da loro tutta la feccia .

Ritratto di filospinato

filospinato

Gio, 07/06/2018 - 16:09

Ottimo. Tutti nei microstati. Ce ne sono tanti, primo il Vaticano secondo Monaco, poi Lichtenstein und so weiter...

Ritratto di Inquisitore

Inquisitore

Gio, 07/06/2018 - 16:15

che proposta idiota. chi è il povero Stato sfigato che si deve sobbarcare tutta questa gente? Non credo esista. Le persone non devono mettere piede in Europa. chi arriva via mare va incarcerato per 30 anni nel Paese di origine. L'Europa deve fungere come un'unica Nazione. quindi qualsiasi Stato che vuole entrare in contatto con l'Europa deve sottoscrivere l'obbligo di rimpatrio per chi l'Europa decide di mandare via.

elpaso21

Gio, 07/06/2018 - 16:16

"non è difficile pensare che scatenerà non poche polemiche": più il rialzo dello spread.

mariolino50

Gio, 07/06/2018 - 16:21

Vanno fermati prima che si imbarchino sapendo che li vanno a prendere, oppure lasciarli alla sorte, e non far attraccare le navi dei salvatori a pagamento, dette ong.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 07/06/2018 - 16:21

@LEGIONECRISTIANA --- Li mandiamo TUTTI a casa tua! Sei contento?

Ritratto di Coralie

Coralie

Gio, 07/06/2018 - 16:22

Signor Cartaldo, ... "la soluzione AUSTRIACA non AUSTRALIANA. "

jenab

Gio, 07/06/2018 - 16:28

ma che ideona!!! dai che forse tra 50 anni riuscirete ad attuarla

Vostradamus

Gio, 07/06/2018 - 16:31

Se non vado errato, i "profughi", ossia coloro che fuggono da guerre, carestie e calamità naturali (donne, vecchi e bambini inclusi, però) hanno diritto, internazionalmente riconosciuto, di poter essere ospitati nel primo paese sicuro oltre confine, nel mentre che le autorità internazionali si adoperano per risolvere le situazioni che li hanno minacciati, per rientrare, alla fine, nelle proprie terre.

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 07/06/2018 - 16:35

Per me e' una idea pericolosa...questi centri ipotetici potrebbero essere preda di chissa' quali delinquenti,senza escludere i terroristi. L'idea base che funziona e che ha funzionato in questi anni e' l'idea di integrazione CONTROLLATA di Salvini.Hai un lavoro, una famiglia e dei figli?...sei benvenuto..sei qui per delinquere?..ritorna a casa tua.Se si applicasse questo concetto superando i pregiudizi degli intellettuali piu' arrendevoli e teneri di cuore, se si applicassero le leggi vigenti in materia di integrazione, il problema sarebbe gia' stato fortemente ridimensionato.

NickByte

Gio, 07/06/2018 - 16:35

Se davvero l'obiettivo è quello di "salvargli la vita" un bel Gulag degli amici comunisti va benissimo .... credo che Putin sarebbe felice di ripopolare la Siberia ...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 07/06/2018 - 16:36

Un'iniziativa del genere, per mio conto auspicabile, dovrebbe assumerla la Ue, oltre che stabilire un protocollo comune per evitare che l'Europa sia "sommersa" da gente che poi non troverà una collocazione decorosa e, per campare, molti di costoro con l'ingrossare fila di criminali, di certo fondamentalismo religioso che vuole colonizzare la Ue etc. Peccato che questa Ue, progettata e nata da consorterie bancarie in odore di massoneria, un gigante con i piedi d'argilla, pensi più che altro a come spillar euro a cittadini europei, a premere su riforme che non avranno effetti positivi sulle tasche, sui diritti e sulla salute dei cittadini.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 07/06/2018 - 16:37

Un'iniziativa del genere, per mio conto auspicabile, dovrebbe assumerla la Ue, oltre che stabilire un protocollo comune per evitare che l'Europa sia "sommersa" da gente che poi non troverà una collocazione decorosa e, per campare, molti di costoro finiranno con l'ingrossare fila di criminali, di certo fondamentalismo religioso che vuole colonizzare la Ue etc. Peccato che questa Ue, progettata e nata da consorterie bancarie in odore di massoneria, un gigante con i piedi d'argilla, pensi più che altro a come spillar euro a cittadini europei, a premere su riforme che non avranno effetti positivi sulle tasche, sui diritti e sulla salute dei cittadini.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Gio, 07/06/2018 - 16:38

Signor Straié2015, a me piace partecipare a questi dibattiti, invero assai modesti, per portare il mio modestissimo contributo, esprimere un'opinione, un punto di vista. Non mi verrebbe mai in mente di affrontare nessuno, nemmeno uno come lei, con frasi sconclusionate senza un costrutto propositivo. E, francamente, non me la sento nemmeno di darle del tu, che riservo solo agli amici. Stia bene.

tuttoilmondo

Gio, 07/06/2018 - 16:39

Il problema non è quelli che arrieranno. Il problema è quelli che già ci sono. Milioni di individui, in prevalenza maschi in età da leva militare, di sana e robusta costituzione, senza casa, lavoro, femmine, speranza. Che si parli del problema è utile ma non risolve niente. Ormai è troppo tardi. Fra 30 anni ci sarà una nuova guerra dei 30 anni. E saranno cavoli amari.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 07/06/2018 - 16:39

@Coralie --- Considerate le dimensioni del continente australiano, sarebbe una buona soluzione mandarli là. Purtroppo temo che gli Australiani non gradirebbero l'iniziativa.

yulbrynner

Gio, 07/06/2018 - 16:40

e quale stato si accollerebbe tutti i migranti???? in cambio di cosa poi??? cosi' x amor divino???? UTOPISTICA E POCO ATTUABILE scatenerebbe un putiferio internazionale

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Gio, 07/06/2018 - 16:41

X coralie- vero, quella proposta è di origine Austriaca e non Australiana. Infatti quella Australiana p molto più semplice e soprattutto molto più efficace. Ovvero: se ti avvicini ti affondo con tutto il carico!! ricordate di quella porta container che aveva "salvato" alcune centinaia di "migranti?" bene non so se ancora sta girando per il mare, ma per i "salvatori" è stata scuola....

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 07/06/2018 - 16:42

Una soluzione molto semplice ci sarebbe per sistemare, per qualche anno, la questione profughi, migranti e clandestini vari: è stata superbamente messa in atto dall'esercito israeliano, un mese fa, quando contrastò il tentativo di invasione da parte di migliaia di palestinesi. Con quel metodo, tanto feroce quanto efficace, lo stato di Israele si è assicurato un ottimo risultato: che, per qualche anno, i palestinesi non tenteranno più di avventurarsi in migliaia ai confini. Potenza del pragmatismo applicato per contrastare la massa.

Ritratto di zanka

zanka

Gio, 07/06/2018 - 16:43

La foto dei VERI PROFUGHI SIRIANI non c'entra NIENTE con i cd "migranti" che invadono l'Italia.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 07/06/2018 - 16:50

TIPO IN SICILIA ?? BEH GRANDE IDEA

Jesse_James

Gio, 07/06/2018 - 16:51

@Inquisitore - ore 16:15 Il povero stato che dovrebbe accollarsi tutto questo è la Libia, dal momento che è un colabrodo e non riesce a trattenere i migranti, facendoli partire e rovinando mezza Europa noi su tutti. Quindi un bel campo profughi in Libia.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 07/06/2018 - 16:53

Inquisitore, tutto giusto, per conto mio, la penso come lei. C'è e mi permetta 1 problema, "chi arriva per mare ecc.." e come facciamo a sapere da che paese arriva ? Ripeto sono della sua idea, ma la questione merita una soluzione..io li farei tornare da dove sono partiti ( oggi coi satellit,i droni ecc lo si viene a sapere al volo). Saluti

baronemanfredri...

Gio, 07/06/2018 - 16:53

JA JAWOL IN AFRICA

pippomix67

Gio, 07/06/2018 - 16:54

Io ho la soluzione: mandiamoli tutti alle isole Kerkennah. Vedrete, dopo 3 mesi di attesa gli passa la voglia è tornano indietro !!

apostata

Gio, 07/06/2018 - 16:59

La cosa terribile è lasciarli liberi di girovagare, oziare, dedicarsi ad affari loschi, non integrarsi, non apprendere la cultura, la lingua e il rispetto, essere ospitati gratuitamente per giocare a palla nei giardinetti. Andrebbero concentrati e istruiti con tecniche moderne che aprano la prospettiva del ritorno nei paesi d’origine avendo appreso un mestiere, per rendersi utili per il riscatto sociale, economico e politico dei loro compatrioti.

cangurino

Gio, 07/06/2018 - 17:02

a poche centinaia di chilometri dalle nostre acque territoriali c'è un paese che, se adeguatamente aiutato (remunerato?), potrà gestire il flusso dei migranti economici africani in modo ottimale, come la Turchia, per intenderci, ma probabilmente con un costo mooolto inferiore. Si chiama Libia, anche se in realtà, causa Sarkò Obama e pacifisti vari, non esiste più come tale ma come somma di varie tribù locali. Non sono certo che le tribù possano garantire gli standard italiani (hotel di lusso, wifi, mancetta ecc.), ma di certo in pochi mesi i flussi cesserebbero.

Ritratto di makko55

makko55

Gio, 07/06/2018 - 17:08

@tuttoilmondo, esattamente, è già troppo tardi, spero solo che le attuali “nuove” generazioni tanto tolleranti della serie “fratello batti il cinque “ si ricordino delle minkiate fatte.

Ritratto di adl

adl

Gio, 07/06/2018 - 17:12

Un altro seguace delle teorie salviniane: "AIUTIAMOLI A CASA LORO", in versione riveduta e corretta formato NIMBY non nel mio giardino. Rispetto a PROFUGHITALY, è un sostanziale passo avanti.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Gio, 07/06/2018 - 17:18

Le parole sono importanti e chiamare "profugo" chi non proviene da teatri di guerra,e' solo un modo come un'altro per non cambiare niente. Questo mescolamento imposto di etnie,religoni e culture,prima o poi,precipitera' l'UE in una guerra civile,a quel punto chi ha voluto tutto questo allarghera' le braccia e dira':"mi dispiace,ci siamo sbagliati",molto probabilmente da qualche isoletta esotica,mentre qui imperversa la guerra per le strade. Comunque siamo in democrazia e la maggioranza ha parlato:se ne devono andare tutti,con le buone o con le cattive.

Mborsa

Gio, 07/06/2018 - 17:19

La proposta non è nuova, ma richiede due condizioni: una credibile autorità politica in grado di fare una politica estera, una disponibilità finanziaria e al caso una forza militare. La Ue non ha mai fatto una politica estera comune autonoma, al massimo alcuni stati membri hanno coordinato le loro politiche estere; le spese di questa iniziativa non saranno facilmente accettate da gli stati membri, nonostante il precedente dell'accordo con la Turchia. Ulteriore problema è il tempo necessario per raggiungere e mettere in funzione un accordo Ue, ragionevolmente uno-due anni. Il governo italiano è meglio che dia seguito alla iniziative di Minniti (piano A) e chieda urgentemente di ripristinare il trattato di Schengen. Il piano B (accordo Ue) quando divenisse operativo potrà sostituire egregiamente il piano A italiano.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 07/06/2018 - 17:20

Effettivamente in Austria ne vedi veramente pochi... direi quasi nessuno... in giro a bighellonare o chiedere la carità. Quelli che ci sono lavorano e si guadagnano il diritto di asilo.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 07/06/2018 - 17:25

basterebbe organizzarsi con delle navi opportunamente attrezzate ormeggiate al largo di Sicilia e Sardegna.

Albius50

Gio, 07/06/2018 - 17:26

Permanenza in Libia pagando le spese di vitto e alloggio, sono sicuro che faranno a gara x rientrare ai loro paesi di origine che potrebbe ricevere una discreta dote in EURO x fare infrastrutture produttive.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Gio, 07/06/2018 - 17:26

E CHI SE LI PRENDE,FORSE STANNO PENSANDI AL CONTINENTE AUSTRALIANO.

ciruzzu

Gio, 07/06/2018 - 17:27

La nazione piu vicina fuori della u.e, che potrebbe aiutarci è la Russia con le sue isole .Allestire vari campi ,secondo la religione e la formazione del nucleo familiare.Con quello che spende la u.e e la possibilita organizzativa che si ritrova,potrebbe farlo in 6 mesi ,pagando alla Russia i 35 euro per ogni assistito

pc64

Gio, 07/06/2018 - 17:28

Signori, è inutile che stiamo tanto a girarci intorno. Il problema è che la protezione internazionale, il diritto di asilo, etc., sono misure pensate per casi individiali, non per migrazioni di massa come quelle a cui stiamo assistendo. Purtroppo una massa non è una semplice somma di individui ma molto di più, e nel medio periodo rischia di creare sconvogimenti sociali terribili.

fabiano199916

Gio, 07/06/2018 - 17:30

Salvini aveva la stessa idea

Italiano_medio

Gio, 07/06/2018 - 17:31

E allora il campo profughi lo facciamo proprio in Olanda, visto che sono contenti di averli tra i piedi ...

Ritratto di pigielle

pigielle

Gio, 07/06/2018 - 17:35

Ma, a parte Lampedusa e Malta, non si riesce a trovare nele mediterraneo un'isoletta disbitata ed attrezzarla, a spese delle cop, di qualche struttura atta alla bisogna..!!!???

Ritratto di Inquisitore

Inquisitore

Gio, 07/06/2018 - 17:38

x 98nare: non devono entrare illegalmente. non importa da dove vengono. chiunque arriva in maniera illegale deve essere trattato come un delinquente.

dagoleo

Gio, 07/06/2018 - 17:41

Nel prossimo semestre si decideranno cose fondamentali per il futuro di questa europa allo sfascio.

Ritratto di makko55

makko55

Gio, 07/06/2018 - 17:45

@apostata, gli esseri in oggetto non vengono per apprendere e migliorare le loro condizioni, bensì x prendere e peggiorare i territori dove si insediano ! Cordialità.

steacanessa

Gio, 07/06/2018 - 18:13

Riprovo. Forza Austria! Come si può dare credito a paesi come olanda e belgio, patrie di drogati e pedofili.

ohibò44

Gio, 07/06/2018 - 18:20

Ohibò, pensano al Lussemburgo? Lo escludo La Svizzera? Questi non vogliono neppure gli italiani. Andorra? Gli immigrati non ci andrebbero. La Turchia non è Europa e inoltre sarebbe come dotarla di un’arma nucleare. La Russia? Cecenia docet. San Marino o il Principato di Seborga? E’ forse questa la soluzione? Questi non hanno ancora capito (o fanno finta) che gli immigrati vogliono stare in albergo, non lavorare, delinquere ed essere mantenuti, paghetta inclusa.

carpa1

Gio, 07/06/2018 - 18:25

Continuano a parlare a vanvera! Punto numero 1)bloccare da subito gli arrivi evitando di andarli a prendere, mettendo fuori legge tutte le ONG, non consentendo gli attracchi nei nostri porti a tutte le navi in odore di trasporto clandestini, respingendo i natanti fuori dalle nostre acque territoriali; e al diavolo i trattati internazionali che da anni vengono considerati, sia dai governi sinistrorsi che dai nuovi negrieri, alla stregua di carta igienica usata. Per gli altri punti, come rispedire ai rispettivi paesi i clandestini già fatti Proditoriamente entrare, servirà un po' più di tempo, ma non certo anni.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 07/06/2018 - 18:53

Il campo per i parassiti gia esiste ...il deserto sarariano ....utilizzatelo.

acam

Gio, 07/06/2018 - 19:21

l'idea non `è malvagia ogni stato dovrebbe creare un territorio con nazionalità apolide virtuale per aspettare le informazioni sui fuggitivi dati personali tesserino DNA in attesa delle fecine penali e stato di salute nei territori si sgobba per costruire case mantenere pulito non ci sono moschee d WiFi si mangia in misura della produzione lavoro 10 ore al giorno sorveglianza armata. al momento del rilascio documenti giuramento sulla costituzione del rilasciante, periodo di prova 5 anni e vediamo se restano li dentro

Scirocco

Gio, 07/06/2018 - 19:21

E fanno bene! Speriamo che riescano nell'impresa: la Siberia è molto grande e con tanto spazio.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 07/06/2018 - 19:23

legionecristiana,lei si fa troppe canne d'incenso.

Blueray

Gio, 07/06/2018 - 19:39

Si continua a equivocare. Il problema fondamentale è quello di azzerare i migranti economici. Forse gli austriaci non ne hanno e allora si occupano dei richiedenti asilo. Certo anche l'asilo va cambiato, ristretto e riformato e idee ce ne sono tante, ma l'operazione per noi fondamentale è il blocco delle migrazioni di massa. Ciò come ho detto decine di volte si può fare solo non dando nulla di ciò che si aspettano di trovare. Il flusso si arresterà come per incanto. Basta far sapere che verranno tenuti in centri chiusi e controllati, altro che hotel con piscina!

beccaria

Gio, 07/06/2018 - 19:57

Bellissima idea......

Divoll

Gio, 07/06/2018 - 20:38

Uno stato europeo non-UE? Faranno andare tutti i migranti in Ucraina? Mmmm... Dubito che ne usciranno vivi.....

Rotohorsy

Gio, 07/06/2018 - 21:49

Bravo Kurz !! Come ha fatto l'Australia ed è stata una politica vincente, così come la dissuasione ad emigrare trasmessa alla TV.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 07/06/2018 - 22:26

Tutti in Olanda.

nopolcorrect

Gio, 07/06/2018 - 23:15

L'Austria è importantissima, insieme a Ungheria, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Polonia + Italia e Belgio forma un grosso gruppo di Paesi decisi a non farci invadere da Africani ed Asiatici.

19gig50

Gio, 07/06/2018 - 23:52

Sull'isola di Pianosa e poi scegliere chi deve restare o chi va mandato via.

lento

Ven, 08/06/2018 - 08:34

--Unica soluzione per salvare l'Europa dai barbari invasori.

manson

Ven, 08/06/2018 - 09:49

non non in un paese europeo ma sul continente africano a sud della Libia. Monitorare con aerei, navi i movimenti e bloccarli sul nascere. Se li facciamo attraversare nasceranno rivolte e una volta scappati il loro scopo sarà distruggerci. Sarebbe come portarci la guerra in casa