Nasce la nuova Lega di Salvini?

Secondo un retroscena del Corriere, Salvini pronto a cancellare la parola "Nord". In nome del sovranismo. Ma il leghista smentisce

"Non cambiamo simbolo". Matteo Salvini smentisce l'ipotesi di una rivoluzione in casa leghista. "Non ci sono e non ci saranno congressi. Non cambiamo simboli. L'Alberto da Giussano c'è, la Lega si chiama Lega", ha dichiarato il ministro dell'Interno. Che poi ha aggiunto: "Siamo il partito di riferimento di tutti i movimenti identitari e sovranisti europei. È un momento storico molto bello per l'Italia e per la Lega".

Un retroscena del Corriere della Sera parlava di un cambio del nome del partito, cioè "Lega per Salvini premier" e dell'abbandono della parola "Nord" e del simbolo di Alberto da Giussano.

Tutto in nome del sovranismo. D'altronde, che la Lega da tempo abbracciasse un progetto di ampio respiro, nazionale, non è una novità.

Il 27 gennaio 2014, nel suo primo discorso da neo segretario a Catania, Salvini precisava subito i punti focali del suo programma: "Alle prossime elezioni europee il simbolo della Lega Nord sarà presente in tutta Italia, isole comprese, a partire dalla Sicilia". Il mirino si spostava dal Sud assistenzialista all’Europa ladra.

D'altronde, un anno prima, nel dicembre 2013, al congresso federale di Torino, che lo incoronò nuovo segretario, Salvini iniziò a porre subito, seppur senza strappi netti, le basi del cambiamento. E, davanti ai leader stranieri dei partiti euroscettici (da Marine Le Pen a Wilders, da Strache ai separatisti fiamminghi del Vlaams Belang, dai Democratici svedesi fino ai putiniani di Russia Unita) intonava le prime note del sovranismo. Tutti insieme nella santa allenza contro l’Ue centralista.

Poi il consenso iniziò a lievitare e Salvini passò dalla felpa alla giacca e cravatta di governo. Adesso c'è un popolo intero da rappresentare. E Salvini lo sa bene. Ma evidentemente, almeno a suo dire, per ora non è il momento di apportare rivoluzioni.

Commenti

finedelmondo

Ven, 26/10/2018 - 10:40

Soprattutto, se la Lega camia nome e simbolo, dovranno farsene una ragione i magistrati

Bingo1

Ven, 26/10/2018 - 10:58

"Questa Lega è una vergogna" cantava Pino Daniele nell'inno meridionale 'O Scarrafone.

venco

Ven, 26/10/2018 - 10:59

No lega per Salvini, io propongo Lega del Popolo, oppure lega dei popoli.

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 26/10/2018 - 11:30

La Lega quindi è diventata a tutti gli effetti una copia di Forza Nuova. Dispiace che quest'ultima non abbia saputo elevarsi ascoltando i bisogni degli italiani.

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Ven, 26/10/2018 - 11:40

finedelmondo se sei ladro puoi pure cambiare camicia ma prima o poi ti beccano.

Libertà75

Ven, 26/10/2018 - 12:13

@filospinato, semmai la Lega è diventato il Partito della Nazione a cui puntava Renzi fondendo PD e FI.

tonycar48

Ven, 26/10/2018 - 12:39

Rifondare la Lega mi sembra una buona iniziativa, tuttavia non condivido l'idea di personalizzare un partito/movimento inserendo il nome di un soggetto chiunque sia. Un'esperienza già vissuta in passato con FI che, da quando Berlusconi è caduto in disgrazia, ha perso significato e appeal. Oggi c'è Salvini male idee fondanti del partito non possono finire con lui in prospettiva.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 26/10/2018 - 13:03

Però è strano che questo nuovo progetto nasca con uno o più peccati originale: Il primo e più ridicolo è che parla ancora di qualcun altro "ladrone" mentr lui stesso cambia nome dopo una condanna per aver sgraffignato soldi... Il secondo è che il suo capo è un ex leocavallino che può cambiare il pelo quanto vuole ma sempre il figlio di un centro sociale zeccoso è. Per ultimo, tutti i nuovi partiti nati con il riferimento personale del fondatore nel simbolo, alla fine, tale nome è stato meglio toglierlo. E' sottile ma fondamentale: Gli uomini, per un verso o per l'altro passano, il simbolo e il partito "dovrebbero" restare.

GPTalamo

Ven, 26/10/2018 - 14:18

E' giusto, e sono contento: l'indipendenza della Padania non ha piu' senso al giorno d'oggi, se la Padania stessa rimane schiava delle regole di Bruxelles. "tonycar48", ti do pienamente ragione, pero' tieni conto che Salvini ha 45 anni, e Berlusconi 82, quindi ha piu' "prospettive".

nebokid

Ven, 26/10/2018 - 14:22

Sara nazionale quando ci sarà scritto: Lega ITALIA. altrimenti chiunque potrebbe ritornare ad urlare alla luna :padania libera e saremo di nuovo fermi per trenta anni come prima !

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 26/10/2018 - 16:38

Ora quelli che qui continuavano a scrivere che l'articolo 1 che prevedeva la secessione non cambiava, sono ACCONTENTATI!!!! AMEN.

chiara63

Ven, 26/10/2018 - 17:42

Caro Salvini parla per i tuoi seguaci, fin che ti seguiranno visto che con tutte le balle che racconti qualcuno almeno avrà il cervello per ricredersi, perciò dico non appartengo al popolo che tu vuoi rappresentare.

JoBanana

Ven, 26/10/2018 - 18:17

Salvini: «Alberto da Giussano resta dov’è, non cambiamo simbolo» Farà piacere ai fossili rimasti mentalmente al XIIesimo. Le ambizioni nazionali? Solo fumo consensuale. E il Meridione fre..to una volta di più.

ex d.c.

Ven, 26/10/2018 - 23:28

La Lega è già di Salvini. Se il partito non riesce ad accantonarlo è finito