La nuova strategia di Trump In Afghanistan 4mila uomini

Il presidente cede alle richieste del Pentagono

Una nuova strategia per l'Afghanistan con l'invio di almeno altri 4.000 soldati. È questo il contenuto del discorso alle Forze Usa che ha tenuto ieri sera il presidente americano, Donald Trump. Il leader Usa «fornirà un aggiornamento sulla via da seguire per l'impegno americano in Afghanistan e in Asia meridionale» in un discorso dalla base militare di Fort Myer, a sud-ovest della capitale, ha spiegato la Casa bianca. Cambio di rotta dunque. Secondo gli analisti il Presidente avrebbe ceduto alle richieste del Pentagono di un nuovo «engagement» nel Paese. Da tempo i militari chiedono nuovi fondi e un dispositivo bellico rafforzato per contrastare la minaccia terroristica. Prima che diventasse Presidente Trump si era dichiarato fieramente contrario alla missione degli Stati Uniti a Kabul. Al Presidente Obama 4 anni fa chiedeva di lasciare l'Afghanistan «immediatamente». «Prima occupiamoci dell'America», sosteneva su twitter. Oggi invece - evidentemente - si è dovuto piegare alle richieste. E c'è chi ricollega questa sofferta decisione alla cacciata di Bannon, chiara vittoria dei generali, contrario alle truppe in Afghanistan, terra dove è in orso un conflitto interminabile che iniziò poco dopo l'attacco dell'11 settembre 2001 e che si trascina da quasi 16 anni con risultati alterni ma per lo più deludenti. Ogni volta che gli americani stanno per ritirarsi o comunque riducono sostanzialmente la loro presenza, i talebani rialzano la testa. L'idea di «nazionalizzare» la guerra delegando tutte le responsabilità al governo di Kabul e alle sue forze armate, si è rivelata fin qui un'illusione. Barack Obama fu a suo tempo protagonista di un memorabile braccio di ferro con il Pentagono che voleva a tutti i costi un forte incremento del dispositivo militare, al termine del primo mandato. Obama cedette alle richieste dei generali a condizione che venisse accompagnato da una data certa per il ritiro. Data che evidentemente non viene rispettata.

Commenti

Garombo

Mar, 22/08/2017 - 09:55

Eh si gli americani stanno li perchè se no i talebani alzano la testa. Queste favolette le potete raccontare ai vostri figli cosi cresceranno sani sostenitori usa.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 22/08/2017 - 10:10

Ottimo. Ritiriamo i nostri.

Demy

Mar, 22/08/2017 - 10:17

...omissis... l'impegno americano in Afghanistan e in Asia meridionale. Oceano Pacifico (Corea del Nord), Oceano Indiano (contrastare la Cina), Oceano Atlantico (importare la "democrazia in Venezuela), Mar Nero (amicizia con lUcraina), Mar Baltico (proteggere Lettonia,Estonia,Lituania e Paesi Baltici), Mediterraneo (Siria, Libia), Golfo Persico ( Iran,Yemen)....quanto prima anche nel lago di Garda per "controllare" la Svizzera. Questa è la grande "democrazia" americana.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 22/08/2017 - 10:46

@Garombo - tu racconta ai tuoi figli che se non ci fossero gli americani a dar fastidio nel mondo ci sarebbe il sopravvento dei terroristi e tutti diventeremo musulmani, i pochi rimasti dalle stragi dei terroristi. Vi danno fastidio perchè hanno liberato l'italia nel 1945 e hanno fermato l'avanzata comunista? Questa nonvi è mai andata giù. Pensa se fossimo tutti sovietici, quanta fame!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 10:51

e' ormai totalmente un fantoccio dei neocon. Come Obama. Un miserabile incapace (basti pensare alla soggezione verso la figlia... la figlia capite?) che ha tradito chi lo ha votato e i suoi collaboratori, scaricati uno dopo l'altro.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 10:52

Possono mandarci 4 milioni di uomini ma in Afganistan hanno perso e straperso. Il popolo afgano, come quello vietnamita, ha inflitto una sonora sconfitta a questi criminali sterminatori di civili.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 10:56

"questo film è dedicato al valoroso popolo afgano" - recita il finale di Rambo III. Il valoroso popolo afgano dissanguerà anche loro, non solo britannici e sovietici.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 22/08/2017 - 12:33

Come tutte le persone di genio e sicure di sè Trump non si fa ingabbiare dalle parole ma adatta le sue decisioni all'evolversi delle situazioni. Non corretto il paragone con Obama, l'"abbronzato" si faceva dettare la linea dalla Clinton senza neppure vederne gli istinti guerrafondai, al contrario Trump è un realista pragmatico che decide per il bene degli americani. Ecco perché si sta dimostrando il Presidente di cui gli americani hanno bisogno.

cgf

Mar, 22/08/2017 - 12:38

Ho seguito il discorso in diretta qui negli USA era su tutti i canali di news. Come si può riassumere "andiamo alla guerra con 4mila uomini?" Quello che detto Trump, A BRACCIO, SENZA LEGGERE, è un cambio completo di strategia, di non fare gli errori commessi in Iraq, basta spendere miliardi e miliardi di USD per costruire nazioni come questa che dopo 16 anni non ha fatto nulla, 16 anni sono passati dal 9/11 e siamo ancora in guerra, dall afghanistan oggi come allora potrebbero colpire il territorio US, non l'ha mandata a dire ai pakistani e poi ha chiesto aiuto all'India (ops!) ed ora gli USA andranno per uccidere i terroristi i quali non sanno quando questo esattamente avverrà, ma ci sarà, gli US vanno per vincere e vinceranno, mai più attacchi sul suolo USA. Frecciatina anche sul fronte interno, ha iniziato dicendo che non si può andare a portare la pace se non si ha la pace in casa propria... qualcosa di diverso da quanto ho letto sui giornali italiani e non....

Divoll

Mar, 22/08/2017 - 13:21

Nuova????????????

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 13:26

l'impero sta disperdendo le forze in troppe regioni. Con esiti disastrosi. La superiorità tecnologica americana sta naufragando. L'esercito è ormai composto da individui in gran parte problematici.

cgf

Mar, 22/08/2017 - 13:26

We arte not building Nations, we're going to kill terrorists, cosi si può riassumere in una frase.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 13:28

cgf - pie illusioni. Trump non può opporsi ai poteri forti USA. Ormai è evidente a tutti (lui incluso).

gian paolo cardelli

Mar, 22/08/2017 - 13:55

USA: 13.000 soldati in Afghanistan DOPO il prossimo rinforzo di 4.000 (semplice aritmetica: PRIMA ce n'erano solo 9.000); URSS: 130.000 soldati in Afghanistan... però gli "invasori" sono gli "amerikani", ovviamente... troppa gente non ha ancora digerito gli "scherzetti" del 1945 e del 1989.

cgf

Mar, 22/08/2017 - 14:36

@ausonio lei parla sempre con preconcetti, forse non è chiaro, basta costruire nazioni, andiamo per uccidere i terroristi, andiamo per vincere, ha parlato alla pancia degli americani, non le ha neanche mandate a dire ai Pakistan, ha demolito la politica Obama/Clinton e l'ha in pratica definita fallimentare e costosa.... Veda lei, anzi, ASCOLTI lei, nono visto che il discorso si trova in rete, qui. Nelle news del mattino i commenti sono buoni DA TUTTE LE PARTI , anche Rubio che proprio ieri ha attaccato fortemente Trump, oggi invece... Sopratutto per quanto detto all'inizio? NB come ha sempre fatto, ed è divenuto Mr President, ha parlato alle pancie degli americani, niente di ricamato/ zuccherat

cgf

Mar, 22/08/2017 - 14:51

@ausonio in rete troverà chi, come la CNN, la fake news maker, dice che Trump non ha strategia, ma lui è stato chiaro, non sono qui per dire quando è come, non è dato sapere a tutti, ma quel momento ci sarà, nel frattempo tutt'e le strade di negoziazione sono aperte, ma anche la soluzione militare lo è. Da venerdì ad oggi ha sempre avuto riunioni continue con i più alti vertici del governo e militari... Possibile che non siano arrivati a conclusioni? Solo la CNN. ed i boccaloni possono crederci

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 22/08/2017 - 15:04

cgf - scusi... ma come dice lei "ha parlato". Le chiacchiere stanno a zero. A tutti noi è piaciuto illudersi che Trump potesse portare cambiamento. Ma non può farlo. Io non ho avuto alcun pregiudizio contro Trump. Prometteva bene. Ma non può mantenere nulla.