Lucci diventa grillino e chiede aiuto ai dem: "Datece 'na mano a governà"

Lucci fa il suo show fuori dal Nazareno prima della direzione. Ai dem dice: "Vi prego fateci fare il governo"

"Allora ciaone...". L'ex Iena Enrico Lucci, oggi presentatore della trasmissione Rai Nemo, si presenta alla direzione del Partito democratico travestito da attivista grillino. Indossa una felpa bianca, i guanti e si ripara dalla pioggio con un ombrello su cui spicca il simbolo del Movimento 5 Stelle (guarda il video). Prima ferma Ernesto Carbone, poi Monica Cirinnà. A entrambi dice: "Datece 'na mano a governà...". L'ex deputato Dem si limita a sorridere e s'infila nell'ingresso della sede di via Sant' Andrea delle Fratte. Dove pochi secondi dopo entra anche Debora Serracchiani, senza proferire parola. Intanto una passante grida: "Tutti a casa! Tutti a casa!". Piove su largo del Nazareno.

Pochi minuti prima dell'inizio della direzione del Partito democratico, che è stata indetta da Matteo Orfini per stabilire la road map in seguito alle dimissione da segretario di Matteo Renzi, via Sant'Andrea Delle Fratte, anche se chiusa per l'occasione al traffico degli autoveicoli, è di fatto paralizzata per la ressa creata da giornalisti, curiosi e turisti che faticano a transitare. A questi si aggiungono personaggi televisivi come Lucci che, travestito da "ultrà grillino", prova a sondare il terreno di un eventuale inciucio tra Cinque Stelle e democratici. Nessuno lo prende sul serio. "Fino all'altro giorno non ti conosceva nessuno, ora sei diventato quello che deve salvare la sinistra", ha ironizzato l'ex Iena con Carlo Calenda. "Era meglio l'altro giorno...", ha risposto caustico il ministro lasciando la sede Pd.

Tra la folla spicca anche l'imitatore Dario Ballantini a sua volta nei panni del segretario dimissionario e accompagnato per l'occasione da una sosia della moglie di Matteo Renzi, Agnese.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

tRHC

Lun, 12/03/2018 - 21:32

E' iniziato il salto della quaglia???

Tarantasio

Lun, 12/03/2018 - 22:03

il vero lusso è non avere il tv...

umbertoleoni

Mar, 13/03/2018 - 00:03

Lucci e'la fine del mondo, cosi'come i ragazzacci di striscia ! Da morire dal ridere ! Peccato che i pidocchiosi non global che appestano questo blog, non trovino argomenti su queste trovate di ingegno per far imbestialire i Kompagni piu' o meno puri !

Duka

Mar, 13/03/2018 - 07:18

".... E datece 'na mano a ruba ancora un pochetto " ora la frase è giusta.

Vairone

Mar, 13/03/2018 - 09:00

governare? questi pellegrini?

tonipier

Mar, 13/03/2018 - 09:25

" GLI ITALIANI TRADITORI" Ora, tutti vogliono salire sui carri dei vincitori. La vistosità della propaganda esplicata dai candidati in occasione di consultazioni elettorali con il dispendio di centinaia di milioni, anzi di miliardi, costituisce investimento che gli eletti si propongono di recuperare e di accrescere attraverso sentieri occulti che l'investitura popolare consente di istituire e di percorrere quasi sempre impunemente.