"Parcheggi per mamme solo se italiane ed etero". Bufera sul sindaco leghista

Approvato il nuovo regolamento del comune sui parcheggi riservati alle neo mamme. La sinistra all'attacco: "È una vergogna"

A Pontida, paese in provincia di Bergamo, il sindaco leghista Luigi Carozzi ha riservato sei parcheggi alle donne incinta e alle neo mamme. E, come racconta il Corriere della Sera, a fare infuriare la minoranza sono i requisiti imposti in Consiglio comunale. Per ottenere il pass, infatti, la donna dovrà far parte di "un nucleo familiare naturale" e avere la cittadinanza "italiana o di un Paese membro dell’Unione Europea".

A Pontida il consiglio comunale ha approvato, con i voti della maggioranza, la nuova normativa che regolamento la sosta nei parcheggi riservati alle donne incinta e alle mamme. Chi ne fa richiesta deve far parte di un "nucleo familiare naturale". Ovvero composto "dall'unione di un uomo e una donna a fini procreativi". Nel documento viene anche specificata la definizione di donna: "individuo umano con sesso femminile risultante dai registri anagrafici della Città di Pontida". Secondo requisito fondamentale è la cittadinanza "italiana o di un Paese membro dell’Unione Europea". Dai pass sono, quindi, escluse le lesbiche e le extracomunitarie.

Il nuovo regolamento, voluto dal sindaco Carozziei, non è piaciuto alla sinistra. Che ha subito montato la polemica contro l'amministrazione di Pontida. "Mi vergogno di questo regolamento", spiega Gionata Ghilardi al Corriere della Sera puntando il dito contro le due consiogliere comunali che, insieme alla maggioranza, hanno contribuito ad approvare la nuova normativa.

In serata è quindi arrivata la retromarcia: "Domani il primo atto sarà la modifica del regolamento", ha assicurato il sindaco, "I parcheggi rosa sono destinati a tutte le mamme e le donne che aspettano un bambino. Senza alcuna distinzione".

Commenti

dagoleo

Mer, 13/09/2017 - 16:38

Ben fatto. Ottima norma. L'approvo su tutta la linea. Gay e lesbiche vadano a parcheggiare i loro pargoli nei supermercati dove li hanno acquistati, in mezzo ai ciccio belli di plastica.

Divoll

Mer, 13/09/2017 - 16:52

Se avesse dedicato questi parcheggi solo alle mamme musulmane, scommetto che dal PD avrebbe ricevuto solo applausi. non vedo l'ora che si arrivi alle elezioni...

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 13/09/2017 - 16:55

what is the question? le giunte sinistroidi e pdiote sparano ca22ate a tutto spiano e vogliono zittirci ma non sopportano chi fa e la pensa diversamente!

Raoul Pontalti

Mer, 13/09/2017 - 17:00

Boiata legaiola! Ci sono anche le ragazze madri e le straniere non UE che non possono essere discriminate. E il cartello di segnalazione del parcheggio rosa indicherà tutta la filastrocca cretina su chi ha diritto a parcheggiare? Norma illegittima e anche di fatto inapplicabile. Una mamma norvegese o svizzera o canadesenon non potrebbe dunque parcheggiare?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 13/09/2017 - 17:33

stupidata

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 13/09/2017 - 17:53

Le solite brillanti idee dei soliti brillanti amministratori leghisti. Il regolamento verrà impugnato in un'aula di tribunale e i minus habens dovranno fare marcia indietro pagando le spese processuali (a carico dei cittadini). Nulla di nuovo... è successo altre volte.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 13/09/2017 - 17:54

idiozia anticostituzionale---

Aleramo

Mer, 13/09/2017 - 17:55

Ben fatto

dot-benito

Mer, 13/09/2017 - 19:37

FINALMENTE QUALCUNO CAPISCE QUALCOSA SPERIAMO CHE MOLTI SINDACI SI COMPORTINO COSI

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 13/09/2017 - 20:00

grande sindaco!! a quando copieranno (male) quelli di sx???

ectario

Mer, 13/09/2017 - 20:46

@ El Kid come sempre la costituzione è rispettata se fa comodo ai suoi compari sinistricoli. Basta riferirsi alla sentenza della Consulta che ha dichiarato illeggittimo - ILLEGGITTIMO - questo parlamento, e i suoi, sempre compari, si guardano bene da attuare le disposizioni della stessa. Be quite, please! e vada sul fatto o repubblica, degni palcoscenici dei falsi e degli ipocriti.

duca di sciabbica

Mer, 13/09/2017 - 20:55

ogni tanto qualche postatore si chiede tra l'angosciato e l'indignato perchè i laureati in giurisprudenza meridionali primeggiano nel concorso per l'accesso alla magistratura. Devo immaginare che questa barzelletta di sindaco e consiglio comunale abbiano almeno un laureato in giurisprudenza tra i loro consiglieri, che avrà prestato la sua poderosa scienza giuridica nella redazione di questa esilarante normativa. Ecco la risposta al quesito di cui sopra. Quanto al seguito della barzelletta sarà certamente quello sintetizzato da dreamer66, con spese legali a carico del comune cioè dei cittadini, inclusi i giocondi elettori del bauscia.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 13/09/2017 - 21:13

Andiamo a governare, noi con Salvini, che bella prospettiva ....

Tarantasio

Mer, 13/09/2017 - 21:57

ma come... e quella con il burka nero a viso coperto di nero tre figli piccoli e altri 12 in arrivo dove potrà parcheggiarli comodamente ? per lei ci vuole ben altro che la quota rosa ma un asilo tutto per lei...

RINO75

Mer, 13/09/2017 - 22:20

Non c'è niente da fare: non riusciamo ad esprimere una classe dirigente adeguata. Temo che sia il sintomo di un decadimento, direi di una "involuzione" degli italiani. Una cosa la posso dire: in questo momento, se dovessi votare domani, voterei per la prima volta il PD (e non ho mai votato a sinistra). Probabilmente (con tutti i difetti) è l'unico partito che affronta i problemi in modo razionale e dà maggiori garanzie alla classe media e moderata italiana che è la parte migliore del Paese.

swiller

Gio, 14/09/2017 - 02:39

Era ora.

popoloitaliano

Gio, 14/09/2017 - 22:39

Che conigli... scopiazzano male le buone idee di Forza Nuova poi alla prima polemica si pentono e tornano indietro... Per la prima volta la lega aveva fatto qualcosa di positivo, ma niente non l'hanno mantenuta!!!