"La Petacci una maiala". La sinistra non s'indigna per le offese di Gnocchi

Il silenzio delle femministe dopo la battuta del comico da Floris. La Mussolini: «Verme»

Le donne vanno sempre rispettate, quasi, a volte, dipende, anche per quelle uccise. Un maiale, anzi una scrofa che grufola nella spazzatura romana, video postato da Giorgia Meloni per descrivere la Roma governata dai grillini, ispira al comico Gene Gnocchi la seguente battuta: «È una femmina, un maiale femmina, si chiama Claretta Petacci». Risate del conduttore Floris, applausi dello studio di La7. La battuta sulla Petacci, amante di Mussolini fucilata (e prima violentata) dai partigiani a Giulino il 28 aprile 1945, poi appesa a testa in giù (tra sputi e oltraggi vari al cadavere) a piazzale Loreto, non suscita alcuna replica nel fronte delle paladine delle donne, solitamente pronto a scattare come una molla al più lieve sospetto di infrazione maschilista.

Quel che fu un «caso palese di femminicidio aggravato da un cieco desiderio di vendetta» come ha scritto Vittorio Sgarbi su questo Giornale («non ci fu pietà verso questa innocente barbaramente uccisa, la cui unica responsabilità era di essere stata fino all'ultimo vicina a Mussolini») e che diventa oggetto di una battuta inelegante in un talk show, invece, non provoca la minima reazione. Tranne sui social network che già pochi minuti dopo il paragone tra la Petacci e il maiale, si riversano sul profilo Twitter di Gene Gnocchi per insultarlo («Ma credi che il tuo sia umorismo? Hanno fatto bene alla Domenica sportiva a licenziarti anche se tardivamente», è uno dei messaggi meno duri all'indirizzo del comico).

Anche nel mondo ex An l'uscita di Gnocchi disturba molto. Per il Secolo d'Italia, storica testata della destra post-missina, Gnocchi è «Genio più che Gene perché ha capito che nell'Italia dei Fiano e delle Boldrini non esiste rifugio più comodo dell'antifascismo. Soprattutto quando, come nel suo caso, l'antifascista è solo un comico fallito». L'ex deputata finiana Flavia Perina suggerisce a Gnocchi altri modi per dare del «maiale fascista» a qualcuno, al posto di prendersela con la Petacci che «è pur sempre una donna fucilata senza processo e appesa per i piedi, e non è che fa tanto ridere (noto solo ora la risatina di Floris: pure lui se la poteva risparmiare)». L'europarlamentare azzurra Alessandra Mussolini ritwitta il post del vignettista Krancic: «Gene Gnocchi, tu sei un verme! Paragonare il maiale che gira per Roma alla Petacci è una merdata che solo uno st.. come te poteva partorire». Mentre il presidente dell'associazione no profit «Campo della Memoria», che si è occupata del restauro della tomba della Petacci al Verano di Roma, fa sapere che stanno raccogliendo le firme «per chiedere l'allontanamento di Gnocchi dalla trasmissione».

Una pagina buia della storia italiana, che ha indignato anche storici esponenti della sinistra e della Resistenza, come Ferruccio Parri vice comandante del Comitato di liberazione nazionale Alta Italia, che definì piazzale Loreto «macelleria messicana». Sulle ultime ore di Clarice Petacci, compagna segreta di Mussolini dai primi anni '30, fascista per amore di Mussolini ma priva di responsabilità politiche, si è scritto molto. La testimonianza del partigiano comunista Walter Audisio, esecutore materiale - secondo la storiografia ufficiale - dell'assassinio del Duce, racconta che la Petacci «gridò enfatica: Mussolini non deve morire», prima di essere fucilata anche lei, aggrappata alle gambe del morto. L'ex missino Giorgio Pisanò ha indagato e aggiunto ricostruzioni raccapriccianti sullo stupro («È stata più volte violentata da Martino Caserotti», un partigiano che conservò scarpe e foulard della Petacci) e sulla questione della biancheria intima mancante. Una storia tragica, una battuta da pessima osteria.

Commenti

guerrinofe

Gio, 18/01/2018 - 08:36

COSTUI FA IL COMICO (nemmeno tanto)IN TV.LIBERA, CON IL CANONE NON POTREBBE.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 18/01/2018 - 08:40

il porco è il guitto, no anzi un ratto di fogna

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 18/01/2018 - 08:40

state facendo il gioco di questa nullità ! è quello che voleva, un poco di visibilità e voi la concedete, questa specie di uomo è ridotto alla fame per che non sa fare nulla!

gneo58

Gio, 18/01/2018 - 08:41

quando ormai non si ha piu' niente da dire si e' convinti che anche la flatulenza abbia qualche valenza inquanto rumore.

Ritratto di luigin54

luigin54

Gio, 18/01/2018 - 08:44

Questo non fa + ridere da quando non è + la spalla del grande TEOCOLI.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/01/2018 - 08:47

com'è che la sinistra (compreso il M5S) è cosi violenta? cosi livorosa ? anche da morti vi fanno paura? allora non siete normali ! siete malati! avete problemi psicologici di grosso peso!!!!

ossipossi

Gio, 18/01/2018 - 08:47

Comunque la pensiate, è una violenza contro le donne anche questa. Non solo un comico fallito, piuttosto un omuncolo da niente.

Ritratto di mircea69

mircea69

Gio, 18/01/2018 - 08:52

Se "Campo della Memoria" raccoglie le firme per allontanare Gnocchi dalla trasmissione, vorrei dare il mio contributo. Che tristezza gli applausi del pubblico.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 18/01/2018 - 09:13

Da antifascista convinta dico senza alcun dubbio che la battuta(ccia) è davvero sgradevole e infame.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/01/2018 - 09:47

Non ho visto la trasmissione "incriminata", che per altro seguo abitualmente, malgrado la demenziale partecipazione di Gnocchi, che non solo non mi fa ridere, ma anzi addirittura mi indispone per la stupidità delle sue battute, talvolta anche volgari. Spero che l'esimio conduttore, che ammiro, eviti di ripresentarci il “buffone”, ormai indigeribile. Altrimenti saremo costretti a cambiare canale.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 18/01/2018 - 10:23

ma non vi fa ridere il politicamente scorretto?

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/01/2018 - 10:38

Se Petacci, vittima innocente di una violenza omicida, è una "maiala", cosa dobbiamo pensare del conduttore? Come si può tollerare un personaggio che pensa di far ridere la gente offendendo la memoria di una vittima della violenza e del suo stesso amore? Quanto allo Gnocco ci pare un ritardato mentale, culturalmente fermo ad altre 70 anni fa.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/01/2018 - 10:43

@Agrippina Mi riferisco ad un suo mordace commento a me diretto alcuni giorni fa. Non voglio fare polemica su ciò che lei ha scritto interpretando negativamente quanto da me scritto ed offendendomi. Le preciso che sono di destra ed al momento punto su Meloni. Inoltre sono contrario allo Jus Soli; temo il sistema politico economico in cui ci ha trascinato Prodi; aborrisco l'euro; ho creduto in Renzi solo per una settimana, poi ho capito tutto. Ora aspetto la destra con preoccupazione: temo il ripetersi di errori recenti, inaccettabili. Non so dove lei veda la luce, comunque non farò lo sbaglio di non andare votare, come fa ormai da molti anni oltre il 45% degli Italiani. Lei invece capisce tutto, beata lei.

sergio 2

Gio, 18/01/2018 - 11:07

E' proprio vero è un NULLA.

Giorgio5819

Gio, 18/01/2018 - 11:25

La maiala è la madre degli ignoranti, sempre incinta, e i comunisti la conoscono bene.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 18/01/2018 - 11:30

@02121940,si sbaglia se crede che io penso di capire tutto perchè al contrario di certezze politiche ne ho ben poche e per la precisione, sono una liberale e pertanto sono anni luce distante dai partiti statalisti(praticamente tutti).Credo che a questo paese serva come il pane un vero partito liberale di massa che al momento non esiste. L'attuale legge elettorale(votata da pd,fi,lega e centrini vari)è un inganno che porterà nel parlamento prossimo tutti quei personaggi voltagabbana che tanto avete disgustato, per via dei meccanismi del voto ai partiti in coalizione(quindi anche FdI).Basterebbe un piccolo approfondimento per rendersene conto e capire la truffa.Diversamente non ci sono scuse.Questa se permette non è un offesa, tutt'altro un invito a ragionare in maniera civile.Cordialità.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 18/01/2018 - 12:48

@Agrippina: finalmente una liberale!! un degno avversario politico... se ci fossero politici in grado di rappresentarci!

dagoleo

Gio, 18/01/2018 - 14:50

Le sue battute satiriche non piacciono a nessuno e non fanno ridere. Forse è per questo che deve cercare battute forti, per crearsi una visibilità che non possiede. Crozza lo seguivo volentieri, se capitava, questo inetto evito proprio di seguirlo perchè non mi piace ed è poco capace. Un incapace che da anni lavora in tv credo solo per raccomandazioni di partito, perchè per le capacità e le doti personali non credo ci riuscirebbe.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/01/2018 - 16:05

@Agrippina Benissimo, sono perfettamente d'accordo con lei. In particolare, per quanto riguarda la legge elettorale, è palese che mantiene tutti difetti delle precedenti, chiaramente studiata non per l'interesse del paese, cioè per valutare la volontà della maggioranza degli elettori, ma per garantire ai capobastone dei partiti la rielezione in parlamento. Sono anni che su questa rete continuo a segnalare la necessità di adottare una legge a doppio turno, analoga a quella vigente in Francia, con il ballottaggio fra i due partiti più votati, naturalmente ove nessuno abbia superato il 50% dei votanti e non il 37% poi passato al 40%, come aveva pensato Renzi, ma con una legge assurda. Lascio e la saluto cordialmente.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 18/01/2018 - 16:13

@Agrippina Benissimo, sono perfettamente d'accordo con lei. In particolare, per quanto riguarda la legge elettorale, è palese che mantiene tutti difetti delle precedenti, chiaramente studiata non per l'interesse del paese, cioè per valutare la volontà della maggioranza degli elettori, ma per garantire ai capobastone dei partiti la rielezione in parlamento. Sono anni che su questa rete continuo a segnalare la necessità di adottare una legge a doppio turno, analoga a quella vigente in Francia, con il ballottaggio fra i due partiti più votati, naturalmente ove nessuno abbia superato il 50% dei votanti e non il 37% poi passato al 40%, come aveva pensato Renzi, ma con una legge assurda. Lascio e la saluto MOLTO cordialmente.

Giovanmario

Gio, 18/01/2018 - 16:41

forse sta nascendo un amore.. un numero di telefono già c'è.. chissà.. se son rose..

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 18/01/2018 - 16:51

Quanto accaduto conferma l'idiozia del pubblico che assiste in sala ai talk show dove il conduttore del momento esercita la direzione dell'orchestra dei suoi spettatori che , come le bertucce, applaudono a comando, probabilmente senza neanche capire quanto si dice. Il comico (o presunto tale) Gnocchi non mi pareva capace di tanto ma la sua uscita non fa meraviglia: è il popolo dei cialtroni "de sinistra" che si eccita con tipo come lui e Vauro, buoni a prendere soldi per fare gli anti-fascisti.

ohibò44

Gio, 18/01/2018 - 17:40

Spero che facciano una petizione on line, sarò fra le migliaia di persone che la firmeranno.

ohibò44

Gio, 18/01/2018 - 17:44

Floris ha dimostrato di essere uno smidollato maleducato, o forse Gnocchi è in grado di fargli perdere il posto con una telefonata e lui da giornalista ‘con la schiena dritta’ striscia senza dignità. Gnocchi trasuda maleducazione e odio (hater li chiamano) ma è meno viscido del conducator

umbertoleoni

Ven, 19/01/2018 - 13:13

certo che alla vergogna non c'e' limite in questo paese di merxx. Gnocchi d'ora in aanti, non mi fara' piu' ridere ma mi fara'soltanto schifo ! Gia'l'assassinio della Petacci e lo scempio del suo povero corpo, RESTA UNA MACCHIA INDELEBILE sulla paternita'di questa democrazia (sempre di merxx) ora si aggiungono anche individui meschini pure pagati da noi, a dileggiare quella povera donna innocente: SINDACI DI CDX, A QUANTO UNA STRADA INTITOLATA ALLA POVERA CLARETTA ?

umbertoleoni

Ven, 19/01/2018 - 13:17

Dunque Mussolini, sarebbe stato processato da un tribunale del popolo e mandato a morte per "i noti reati commessi"... MA LA PETACCI, PER QUALE REATO E'STATA MANDATA A MORTE DAL TRIBUNALE DEL POPOLO ? Il verme di gnocchi, poteva fare satira ponendosi questo questito, TUTT'ORA VIGLIACCAMENTE E SCHIFOSAMENTE IGNORATO DAGLI STORICI DI QUESTO PAESE DI MERXX

nopolcorrect

Ven, 19/01/2018 - 14:18

"la risatina di Floris: pure lui se la poteva risparmiare". Floris ancor più vigliacco ed opportunista di quello gnocco di Gnocchi con le sue ridicole magliette e il suo ridicolo partito del Nulla. Cambi mestiere.