Pippo Civati si dimette da segretario di 'Possibile'

Dopo la debacle della lista Liberi e Uguali, l'ex deputato Pippo Civati si dimette da segretario di Possibile, il partito che aveva fondato dopo essere uscito dal Pd

Dopo la debacle della lista Liberi e Uguali, Pippo Civati si dimette da segretario di Possibile. L'ex deputato monzese non è riuscito a riconfermarsi in Parlamento e, nel corso degli stati generali del suo partito che si stanno svolgendo oggi a Bologna, ha reso effettivo il suo addio.

"Il termine giusto non è ricostruire, non è ripartire, la sinistra riparte da quando sono nato, il termine giusto è azzerare tutto e immaginare una strategia per il futuro: l'identità non è dietro le nostre spalle, ma è davanti a noi", ha detto Civati, a margine dell'evento. "Abbiamo visto in questa campagna elettorale tutti gli errori possibili- ha proseguito - tutti i paletti dello slalom sono stati presi e inforcati uno a uno, credo sia necessario un momento di sincerità e di verità, nei confronti miei prima di tutto che mi dimetto da segretario di Possibile e di tutti coloro che hanno guidato con molta più responsabilità di me questa campagna elettorale, a cominciare dalla composizione delle liste a Bologna, se possono dirlo in sintesi, è l'unico caso in cui hanno candidato uno del posto". "Il problema - secondo Civati - è che in una partita così pesante, in una campagna elettorale così volgare e parossistica, non eravamo una opzione in campo, non eravamo nitidi, netti, non necessariamente radicali od estremi: però ci sono tante cose che abbiamo detto, sussurato sommessamente che avremmo dovuto dire con più forza e più chiarezza". Civati attaca i suoi ex compagni di viaggio, colpevoli di essere tornati indietro "nei modi, nei metodi, nell'impostazione, nelle scelte di fondo, nelle modalità della campagna elettorale". "E tutte queste cose le abbiamo denunciate, discusse, segnalate, senza trovare alcun ascolto", ha aggiunto Civati criticando l'alleanza con Zingaretti nel Lazio e avvisando: "L'unità non è retorica, l'unità è una pratica, fatta di rispetto e di lealtà. La leadership e la sua visibilità, poi, sono state completamente accentrate, e non doveva essere così". "Non erano questi gli impegni, doveva esserci coralità e non c'è stata", ha concluso il segretario dimissionario.

Commenti

INGVDI

Sab, 17/03/2018 - 15:37

Un comunista di meno in parlamento.

giovanni951

Sab, 17/03/2018 - 15:56

cosa é Possibile?

titina

Sab, 17/03/2018 - 16:09

per forza, lui credeva che fosse "possibile" diventare Premier e non è riuscito neppure a essere eletto. Chi troppo vuole nulla stringe.

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Sab, 17/03/2018 - 16:14

Orecchino e faccia da drogato comunista, si dovrebbe dimettere dalla vita poltica completamente e fare qualcosa di piu consono al genere (nullafacente).

Cheyenne

Sab, 17/03/2018 - 16:36

PERSONAGGIO ESEMPLARE PER IDIOZIA ALLO STATO PURO

Anonimo (non verificato)

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 17/03/2018 - 17:00

Questa è una di quelle notizie che possono sconvolgere gli equilibri e le dinamiche strategiche nazionali. Come farà, ora, l'intero paese senza la fondamentale presenza e figura di Pippo Civati? Ci sentiremo tutti più soli senza il nobile apporto dei suoi grandi intuiti.

Ritratto di Arduino2009

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Sab, 17/03/2018 - 17:27

..E ORA COME FAREMO ?..CI MANCA IL FARO CHE ILLUMINA NELLA NOTTE !!..LE SUE IDEE CHIARE CONFUSE E CONTROVERSE CI MANCHERANNO!! TROVERA' UN LAVORO ??....SI INFITTISCE LA LISTA DEI DISOCCUPATI...E CHI MI PAGHERA' LA PENSIONE ??

Tarantasio

Sab, 17/03/2018 - 17:32

Pippo se ne va in montagna come tutti quelli di sinistra, Pluto e Paperino si danno ai corsi intensivi di autostima per politici in crisi...

nexux

Sab, 17/03/2018 - 17:36

una nullità all'interno del nulla.

Yossi0

Sab, 17/03/2018 - 17:48

e cosa è questo Possibile ?

DRAGONI

Sab, 17/03/2018 - 17:49

UN METEOORITE DELLA POLITICA!

ingenuo39

Sab, 17/03/2018 - 18:02

Visto che ha fondato un partito che non esiste più del quale era segretario che si è dimesso e visto che bisogna azzerare tutto. Tutte belle parole. Nel discorso si è dimenticato di dire, visto che non è stato rieletto, che mestiere conta di fare oppure continuera a essere in carico agli Italiani come tanti parlamentari non eletti? Grazie.

perilanhalimi

Sab, 17/03/2018 - 18:03

Possibile che il comunismo non sparisca mai. Fascismo e Kattokomunismo ...rovina infinita dell` Italia!!!!

leopard73

Sab, 17/03/2018 - 18:28

POVERINO COME MI DISPIACE!!!!! KOMUNISTA impostore sei.

sparviero51

Sab, 17/03/2018 - 18:59

CON UN " FENOMENO" COME GRASSO A CAPO DELLA BOCCIOFILA NON POTEVA SPERARE DI PIÙ !!!

yulbrynner

Sab, 17/03/2018 - 19:22

cheyenne leopard ma.... voi sapete confrontarvi con chi non la pensa come voi in modo civile? ho molti molti dubbi in proposito, vi credete superiori .ma non siete superiori nemmeno al NULLA!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 17/03/2018 - 19:33

UNA NULLITA' CHE SI DIMETTE DA SE STESSO, QUANTO SONO IGNORANTI QUESTI COMUNISTI.

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

jaguar

Sab, 17/03/2018 - 21:01

Carriera fulminante quella di Civati.