Porte aperte per tutti ma i cattolici cingalesi non possono entrare

Invitati dalla diocesi di Trieste per una visita non hanno ottenuto il visto dall'ambasciata

Rifugiati e clandestini che arrivano illegalmente con i barconi andiamo a salvarli con la navi della Marina e ce li portiamo a casa a nostre spese. Al contrario, se un gruppetto di cristiani dello Sri Lanka chiede regolarmente un visto per una «visita culturale e spirituale» con le garanzie di copertura dei costi e di rientro in patria di un vescovo rispondiamo picche. A tal punto che il presule di Trieste, Giampaolo Crepaldi, ha scritto all'ambasciatore italiano a Colombo definendo «stupefacenti» le motivazioni del mancato rilascio dei visti.

«Una cattiveria. Dall'ambasciata non ci rispondevano neppure per cortesia. I ragazzi cingalesi cristiani che avevamo invitato per una visita spirituale non sono terroristi e nemmeno immigrati che vogliono restare in Italia» sbotta con il Giornale padre Mario Michalik, che nello Sri Lanka è stato missionario e aspettava i giovani nella sua parrocchia di Trieste.

Sembra una barzelletta tragicomica, ma è la paradossale vicenda capitata alla diocesi del capoluogo giuliano e segnalata da Salvatore Porro consigliere comunale di Fratelli d'Italia. Il vescovo Crepaldi, ha chiesto fin da aprile il visto per 11 cattolici compreso un seminarista e due ex, che avevano seguito la stessa strada verso il sacerdozio. Il monsignore specificava in maggio che il gruppo ha «ricevuto un invito per una visita culturale e religiosa in occasione dell'anno giubilare». Ed elencava le visite previste «nel programma del pellegrinaggio alle basiliche di Roma, a quella di San Francesco d'Assisi e di Sant'Antonio da Padova». I confratelli dello Sri Lanka «soggiorneranno per due settimane nella città di Trieste e (...) parteciperanno ad un campo scuola caratterizzato da eventi religiosi e culturali (...) per poter arricchire la propria fede». Padre Michalik spiega che oltre al sostegno della curia «abbiamo organizzato fra i fedeli una raccolta fondi per ospitarli e garantire la copertura di tutte le spese. In marzo sono andato nello Sri Lanka proprio per selezionare giovani affidabili, che conosciamo. Allo scadere del visto sarebbero tornati a casa».

All'ambasciata italiana la strada per ottenere il visto si è dimostrata subito un'impresa impossibile.

Nel caso dei cristiani dello Sri Lanka, si legge nel copioso carteggio, «la diocesi si è impegnata in solido provvedendo alle spese di viaggio, vitto e alloggio e tale momento culturale e religioso doveva culminare con l'incontro in Polonia con il Santo Padre in occasione della Giornata mondiale della gioventù». Il prete di origine polacca sottolinea che «il vescovo ha garantito e certo non vuole portare immigrati clandestini in Italia. I cristiani non protestano mai. Forse per questo ci trattano così».

Dopo mesi di lungaggini burocratiche, in barba a garanzie ed assicurazioni, l'ambasciata non ha concesso il visto sostenendo in un modulo prestampato, che gli interessati non avrebbero «dimostrato di disporre di mezzi di sussistenza sufficienti, sia per la durata prevista del soggiorno, sia per il ritorno nel paese di origine».

Nello stesso periodo abbiamo raccolto migliaia di profughi e clandestini in mare, senza battere ciglio, che arrivavano sui barconi non certo attraverso una regolare richiesta di visto. Padre Michalik spiega che «ai ragazzi di vent'anni, che non sono mai stati a Trieste chiedevano dettagli su dove avrebbero soggiornato, che non potevano conoscere. Un prete tamil che pure voleva garantire è rimasto offeso dall'interrogatorio poliziesco subito in ambasciata».

Il cancelliere vescovile Don Giorgio Petrarcheni ha scritto all'ambasciatore italiano spiegando che «da parecchio tempo sono alle prese con diverse difficoltà burocratiche, tanto che il viaggio di un gruppo di giovani dello Sri Lanka invitati dalla nostra diocesi per uno scambio culturale/religioso nell'ambito dell'anno della Misericordia voluto da papa Francesco, è stato più volte spostato».

Nonostante le garanzie del vescovo, secondo il modulo prestampato dell'ambasciata, che decreta il no alla domanda, «le informazioni fornite per giustificare lo scopo e le condizioni del soggiorno non sono attendibili».

Il primo agosto monsignor Crepaldi ha preso carta e penna inviando una lettera di fuoco all'ambasciatore a Colombo, Paolo Andrea Bertorelli. «La cosa peggiore è stato sicuramente il diniego del visto ai giovani srilankesi con delle motivazioni a dir poco stupefacenti - scrive il vescovo - che insinuano il dubbio circa le spese di viaggio, vitto e alloggio ed il rientro in Sri Lanka. È stata messa in discussione la serietà della proposta della Diocesi di Trieste». L'assurdo è che sono migliaia i migranti che ospitiamo ogni giorno a spese nostre, anche se alla fine non otterranno l'asilo o dovrebbero venir rimpatriati.

CRISTIANI SOTTO TIRO: SOSTIENI IL REPORTAGE
Vogliamo continuare a raccontare con gli Occhi della guerra le drammatiche storie dei cristiani sotto attacco nel mondo. In Africa e nel Medio Oriente, ma anche nelle nostre città e ovunque i cristiani siano un bersaglio. Abbiamo bisogno anche di te. www.occhidellaguerra.it/projects/cristiani-sotto-tiro/​
www.gliocchidellaguerra.it

Commenti

Beaufou

Mer, 10/08/2016 - 08:36

L' ambasciatore Paolo Andrea Bertorelli è per caso parente della Boldrini? Modus cogitandi e modus operandi sono molto simili: la politica del surreale. Mons. Crepaldi avrebbe fatto meglio ad affittare un barcone, anche senza carburante. La nostra Marina sarebbe andata a rimorchiarli felicemente a Trieste...Ahahah.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 10/08/2016 - 08:41

se pagono, non li vogliamo. Come possono prmetersi di non dare un carico economico agli italiani. Gli italiani vanno spogliati dalle ricchezze e loro non contribuiscono. A proposito fra 2 mesi riaccendiamo i termosifoni, visto che i Comuni si lamentano che c'è molto smog e ci fanno abbassare la temperatura in casa, continuiamo ad importare mezza Africa per raddoppiare l'inquinamento qui al nord?

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 10/08/2016 - 08:44

É fin troppo facile commentare che abbiamo delle "regole" assurde e dei governanti che non solo non le cambiano ma addirittura le rinforzano. Per questo è urgente, improcrastinabile, cambiare regole attraverso un cambiamento di governanti.

venco

Mer, 10/08/2016 - 08:44

Fin che comanda la massoneria in Italia e Europa si entra solo clandestini.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 10/08/2016 - 08:55

Non possiamo stupirci più di nulla in italia.Noi preferiamo i barconi ed ogni sera gli esponenti del PCI (non voglio fare nomi)ci fanno la loro predichetta spiegandoci le modalità di ospitare questi fannulloni che scappano dalle guerre lasciando donne bambini ed anziani!?!?!?!? E la nostra marina sembra sempre più un ospedale da campo sempre pronti a raccattare a 200 Km dal canale di sicilia.Certo .............rendono più della droga................

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mer, 10/08/2016 - 08:58

Qualche farabutto da qualche parte ha deciso che dobbiamo morire musulmani. Ma se sbaglia e lo troviamo, lo metteremo in condizioni di non sbagliare mai più.

elio2

Mer, 10/08/2016 - 09:15

Probabilmente si sono fatti due conti e hanno constatato che non essendo clandestini, non ci avrebbero guadagnato niente.

blackindustry

Mer, 10/08/2016 - 09:26

Il governo italiano sta importando musulmani per farci sottomettere, non e' che adesso arrivano dei cristiani e pretendono di entrare in Italia... a loro applicano le leggi, che dimostrano di saper far funzionare. Ai musulmani clandestini che vanno a raccattare nel bagnasciuga libico, invece, le leggi non le applicano deliberatamente. Chissa' cosa dira' ufficialmente l'imam argentino... silenzio...

ziobeppe1951

Mer, 10/08/2016 - 09:41

Non c'è posto per i cristiani, papocchio e subalterni si sono convertiti all'islam

giuromani

Mer, 10/08/2016 - 09:52

No clandestini? No profughi? No musulmani? ahiahiahiahiahi....

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 10/08/2016 - 09:52

Cose da pazzi. Non ci sono parole per definire la situazione. Anzi, si, solo queste: e' chiaro che la legalita' non paga. Siamo arrivati al punto che solo l'illegalita' unita alle pretese, ottiene legalmente. Incredibile. Totalmente assurdo. Siamo oltre il fondo ormai.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Mer, 10/08/2016 - 09:58

Padre Mario, si faccia i fatti Suoi, perché diversamente rischia i fulmini di Bergoglio...

pastiglia

Mer, 10/08/2016 - 10:19

Questi non sono musulmani e allora prima devono convertirsi se vogliono il visto.

joecivitanova

Mer, 10/08/2016 - 10:32

..con questi 'cristianacci' (questo lo posso scrivere, non rischio niente, è LIBERO, E' LIBERTA', al contrario di..) non si guadagna niente, né voti ai 'comunisti', né voti ai musulmani, né islamizzazione dell'Italia, né trentacinque euro al giorno, né visibilità sui giornali di casa propria, né passerelle pietose condite, poi, di pietanze; quindi che cavolo vengono a rompere quel che stiamo c'ostruendo in Italia..!? g.

Tergestinus.

Mer, 10/08/2016 - 10:49

Il vescovo in fotografia non è mons. Crepaldi ma il suo predecessore mons. Eugenio Ravignani, vescovo di Trieste dal 1997 al 2009.

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Mer, 10/08/2016 - 11:04

E dicono che NON si vuole islamizzare l'Europa. Temporaneamente. Solo per sradicare il Cristianesimo residuo. Poi interverranno i fratelli Ebrei a rimettere - democraticamente - tutto al loro posto. L'slamizzazione è solo una tappa temporanea di un progetto di asservimento all'ebraismo mondialista. La religione della secolarizzazione che non sa cosa farsene di Cristo e di Maometto. ATTENTI FRATELLI ISLAMICI. Attenti ad Hanna e Caifa !!!! Hanno tramato per far crocifiggere Gesù. Non useranno metodi diversi per Maometto.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 10/08/2016 - 11:06

Congratulazioni al signor (si fa per dire) Paolo Andrea Bertorelli! Viene da chiedersi se i nostri ambasciatori vengono "selezionati" e recrutati dall'accalapiacani!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 10/08/2016 - 11:29

Anche da questa deprecabile idiosincrasia di evince che quello del PD è il governo del Diavolo.

batracomiomachie

Mer, 10/08/2016 - 11:50

Biloslavo, certo che lei e' davvero di una disonesta' intellettuale disarmante. Sa benissimo come funziona il sistema del rilascio visti e anche il perche' i visti in questione sono stati negati ma cio' nonostante offre una rappresentazione distorta dei fatti. Inoltre presenta in maniera tendenziosa il "modulo prestampato" suggerendo surrettiziamente mancanza di attenzione. Si dovrebbe vergognare. Se poi i vostri beneameti commentatori sapessero che tutto origina dalla Bossi-Fini...Un esame di coscienza professionale ve lo fate mai?

Raoul Pontalti

Mer, 10/08/2016 - 12:07

Un'altra prodezza dei pelandroni a carico del debito pubblico... Stomachevole perché la carognata del diniego del visto è stata inflitta a persone semplici e oneste. Così semplici e oneste che probabilmente qualche cappella l'hanno commessa...Un consolato non scrive nero su bianco alla leggera che i soldi per il soggiorno e il rientro risultano insufficienti perché risponderebbe di falso che commesso da pubblico ufficiale comporta sanzioni pesanti. Si sarebbe dovuto dunque tempestivamente fornire le garanzie necessarie. Altra ingenuità: se purtroppo non esiste consolato polacco a Colombo (meta finale del viaggio europeo era Cracovia) esiste però quello austriaco che avrebbe potuto rilasciare visti Schengen bastando l'accortezza di inserire nell'itinerario non l'Italia ma un paio di santuari austriaci e poi Cracovia: con il visto Schengen si entra anche in Italia...

SAMING

Mer, 10/08/2016 - 12:08

Ma certo. Mons. Crepaldi non ha capito tre cose: 1) questi giovani sarebbero, alla fine del loro pellegrinaggio, ritornati nello SryLanka e questo è contrario agli scopi del PD/PC perchè è quello che giovani, possibilmente non cristiani, rimangano nel paese al fine di costituire una base proletaria sottoacculturata che costiuirà la base del loro elettorato: 2) nessuna coop. o Onlus legate al PD/PC ci guadagna; 3)l'iniziativa cattolica è anche contraria agli interessi della Confindustria che spera di ottenere manodopera a basso prezzo. E' un grave errore di valutazione che Mons. Crepaldi ha fatto. L'Italia poi è un paese laico e la religione è un fatto personale e privato.

blackindustry

Mer, 10/08/2016 - 13:07

Grande Biloslavo, complimenti per l'ennesimo articolo esaustivo e professionale che racconta quanto avvenga, a dispetto di certi asini che ragliano contro. Unico umile suggerimento: faccia presto un articolo sulla Turco-Napolitano e sulle modifiche comuniste alla Bossi-Fini che l'hanno resa inutile. Almeno tanti di noi avranno una migliore cultura. Chi raglia invece continuera' a non conoscere.

ziobeppe1951

Mer, 10/08/2016 - 13:15

butracomiomachie......11.50...ma quand'è che voi sinistardi cancellerete la Bossi Fini? Sono già 6 anni che aspettiamo

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 10/08/2016 - 13:59

@Lupodellealpi 11:04 "L'slamizzazione è solo una tappa temporanea di un progetto di asservimento all'ebraismo mondialista [...] Attenti ad Hanna e Caifa!!! Hanno tramato per far crocifiggere Gesù". Ma che stai a dì?! Ma falla finita co' 'ste fregnacce. L'ebraismo mondialista esiste solo nella tua mente bacata e antisemita. Se c'è un popolo che più di ogni altro nella storia dell'umanità è stato perseguitato è proprio il popolo d'Israele, altro che! Quelli che stanno mettendo a soqquadro il mondo - Obama, Clinton, Merkel, Hollande, Napolitano, Bergoglio, le monarchie della penisola arabica, DAESH, ecc - non mi sembra siano ebrei anzi, hanno un certo odio per Israele (che ti ricordo è l'unica democrazia in Medio Oriente) e non ne hanno mai fatto mistero, a cominciare da Obama che è tutt’altro che ebreo. "Ebraismo modialista" cosa, chi, dove?! 1 di 2, SEGUE

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 10/08/2016 - 14:00

1 di 2 SEGUE - Fai nomi e cognomi e porta le prove, altrimenti chiudi la bocca ed evita questi luoghi comuni da fascistello/comunistello antisemita ignorante che fai più bella figura. Io sono ebreo, di destra e cristiano e non ho alcuna intenzione di asservire il mondo, e non conosco ebrei che vogliono asservire il mondo. Gesù è morto per i peccati del mondo - studia la Bibbia prima di parlare - e sarebbe stato crocifisso comunque anche senza Anna, Caiafa e Giuda. E a dirla tutta ti ricordo che sono stati i Romani che lo hanno fisicamente frustato e inchiodato alla croce, non gli ebrei. Pilato (romano!) aveva tutto il potere di liberare Gesù e se ne è lavato le mani per codardìa. Questo fa dei Romani dei complottisti mondialisti? Io non credo. I singoli che hanno sbagliato - non l’intero popolo - ne risponderanno davanti a Dio un giorno. 2 di 2, FINE

joecivitanova

Mer, 10/08/2016 - 14:04

..a 'qualcuno' che ha criticato i commentatori, vorrei rispondere che in Italia per far entrare i criminali e i delinquenti e per farceli rimanere, non rispettando le leggi, si scavalcano le montagne nel giro di poche ore, e non si riesce a far entrare quattro cristiani perché il sistema del rilascio dei visti funziona in un certo modo..!? Avrebbe fatto meglio, questo 'qualcuno', a risparmiare il poco tempo che ha usato per scrivere le sue quattro righe, ed andare a prendere una boccata d'aria; tutta salute, per lui, e per noi..!! g.

Perlina

Mer, 10/08/2016 - 14:22

Sua santità non ha nulla da dire?

Raoul Pontalti

Mer, 10/08/2016 - 14:29

(Faustoooo!) Un'altra prodezza dei pelandroni a carico del debito pubblico... Stomachevole perché la carognata del diniego del visto è stata inflitta a persone semplici e oneste. Così semplici e oneste che probabilmente qualche cappella l'hanno commessa...Un consolato non scrive nero su bianco alla leggera che i soldi per il soggiorno e il rientro erano insufficienti perché risponderebbe di falso commesso da pubblico ufficiale con sanzioni pesanti. Si sarebbe dovuto dunque tempestivamente fornire le garanzie necessarie. Altra ingenuità: se purtroppo non esiste consolato polacco a Colombo (meta finale del viaggio europeo era Cracovia) esiste però quello austriaco che avrebbe potuto rilasciare visti Schengen bastando l'accortezza di inserire nell'itinerario non l'Italia ma un paio di santuari austriaci e poi Cracovia: con il visto Schengen si entra anche in Italia...

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 10/08/2016 - 15:24

E chi se ne frega di sti cattolici cingalesi... andassero a piangere dal Bergoglione!

Tergestinus.

Mer, 10/08/2016 - 15:28

Ora c'è in fotografia il vescovo giusto. Bene.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 10/08/2016 - 16:26

Chiaro che ci sia stato un "eccesso di zelo",o se preferite, l'applicazione "alla lettera",dei "regolamenti" connessi con l'emissione dei VISA,"applicazione alla lettera",che invece viene regolarmente,elusa,con "montagne" di "TURISTI",che poi rimangono sul gobbo del SISTEMA ITALIA,con annessi e connessi....Il fatto di essere "cristiani",non è stampato sul passaporto,o in fronte!...Sri Lanka,Paese meraviglioso,dove ho vissuto tanti anni fa,prima della guerra civile Tamil-Singalesi,dove ero amico del loro "pittore" nazionale Tilake Abeysinghe,è un Paese i cui abitanti(Buddisti),sono estremamente cordiali ed "acculturati"(una grande civiltà sta alle loro spalle),per cui stride,questa situazione laddove MILIONI,di afro-musulmani,e/o appartenenti ad etnie,decisamente più violente,e distanti culturalmente,siano così agevolate,nello stabilirsi in Italia,senza troppe formalità!!

Happy1937

Mer, 10/08/2016 - 16:47

Povera diplomazia italiana! Ho avuto la disgrazia di ospitare in una casa mia a titolo assolutamente gratuito, incluse le utenze, un Ambasciatore amico di un mio amico. Non l'avessi mai fatto: neppure un biglietto o una telefonata di ringraziamenti e danni per circa 2500€, filandosela via senza dir nulla!

blackindustry

Mer, 10/08/2016 - 16:59

Continuo a leggere certi commenti a favore dei musulmani, e continuo a chiedermi come sia possibile che l'Europa si sia ridotta in questo miserrimo stato, coccolando gli invasori e rendendo la vita impossibile agli europei. E sento qualcuno che parla addirittura della Bossi-Fini... Ma se non vengono piu' applicate nemmeno le leggi basilari sulla difesa della proprieta' privata...

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mer, 10/08/2016 - 17:01

Evitiamo di fare contese sciocche e ridicole cioè della batracomiomachie, le regole teoriche per avere un visto turistico per l'Italia sono: Il visto turistico consente l’ingresso, per breve durata, in Italia e negli altri paesi dello Spazio Schengen, al cittadino straniero che intenda viaggiare per motivi turistici per un massimo di 90 giorni.La domanda deve essere presentata per iscritto all'ambasciata personalmente dallo straniero.Ecco i requisiti per ottenerlo:- adeguati mezzi finanziari di sostentamento (documenti di credito, non inferiori a quanto stabilito dalle norme in materia. Se vuoi rimanere in Italia da 6 a 10gg devi avere se solo 45 €/g, se due persone 26€/g . - prenotazione del volo di andata e di ritorno - disponibilità alloggiativa (prenotazione hotel, dichiarazione di ospitalità,E' semplicemente una cosa seria,che vale per tutti meno che per i profughi, ma nel tempo della "Pussy generation" vale solamente per fare "contese sciocche e ridicole"

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 10/08/2016 - 17:28

Sono piú importanti i nostri frateeli mussulmani, magari potenziali kamikaze, che giovani e pacifici cristiani. Ha giá, ma non erano risorse le quali ci pagheranno le nostre future pensioni. Certo é che bertorelli l'ha fatta fuori dal vasetto. Ma tanto fuori dal vasetto, liquida e solida. Del resto avrá ricevuto ordini dal ministro, che fa rima con sinistro. Caro Gentiloni, sei un mito, un nome un marchio una garanzia.

nordest

Mer, 10/08/2016 - 17:38

Sicuramente questo specie di prete anti cristiani lo faranno papa.

nordest

Mer, 10/08/2016 - 17:40

Sua santità Bergoglio no fa nulla da dire la pensa come lui il futuro è per i mussulmani di merdx.

francab

Mer, 10/08/2016 - 17:58

cattolici? e chi li vuole? non certo la Chiesa , tutta proiettata verso l islam e d altronde Cristo ci aveva avvertito: nel mio nome vi cacceranno, vi uccideranno, eccetera, eccetera. Solo non pensavo mai che sarebbe stata la Chiesa a farlo

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 10/08/2016 - 18:01

----------quando uno ignora la burocrazia--dà sempre la colpa al sistema---i destri che danno sempre la colpa al sistema vuol dire che sono sillogisticamente......hasta siempre