Il governo blinda il dl Sicurezza: la fiducia per sfidare ribelli M5S

Il governo pone la fiducia anche alla Camera per il dl Sicurezza. Protesta il Pd: "Non rispettano il Parlamento"

Come previsto il govrno ha posto la questione di fiducia sul dl Sicurezza e immigrazione all'esame della Camera.

Il decreto è approdato oggi nell'Aula di Montecitorio dopo la discussione in commissione Affari costituzionali e soprattutto dopo il via libera in Senato con un voto di fiducia non votato da cinque senatori del Movimento 5 Stelle. Il dibattito nell'Emiciclo è durato sei ore: poi il capogruppo della Lega, Riccardo Molinari, ha chiesto "la chiusura della discussione delle linee generali, ai sensi dell'articolo 44 del regolamento", scatenandole proteste del Partito democratico che accusa il governo di non rispettare il Parlamento.

La richiesta è stata però accolta a maggioranza dall'Aula e il ministo per i rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha posto a nome del governo la questione di fiducia sul decreto. Parole che hanno suscitato proteste dalle opposizioni e applausi dai banchi della maggioranza. La conferenza dei capigruppo ha deciso che le operazioni di voto inizieranno domani alle 17,10. Non ancora fissato l'orario per il voto finale sul provvedimento.

Dopo le tensioni al Senato, il decreto ha rischiato di spaccare il Movimento 5 Stelle pure alla Camera. Diciotto deputati grillini, infatti, avevano mandato una lettera al capogruppo Francesco D'Uva perché riaprisse il dibattito interno sul tema e permettesse delle modifiche.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 26/11/2018 - 18:07

Bene i voto palese!In una vera democrazia parlamentare,il "voto segreto" è da abolire!Il Popolo che ha eletto un certo "rappresentante", ha il diritto di sapere,come questo ha votato,non ha votato,su un certo tema,per sapersi regolare alla prossima tornata,se continuare a votarlo o mandarlo a spigolare!

VittorioMar

Lun, 26/11/2018 - 18:13

..QUANTE VOLTE HA MESSO LA FIDUCIA il PD con RENZI e GENTILONI ??....chi di FIDUCIA ferisce di FIDUCIA PERISCE...!!

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Lun, 26/11/2018 - 18:16

I pd hanno una faccia da BIP. Punto. Il governo Gentiloni ha posto la fiuucia 32 volte, il governo Renzi 66 (SESSANTASEI !!!), il governo Letta 10. In totale nella legislatura sono state votate e approvate 108 (CENTOOTTO) questioni di fiducia.

stefi84

Lun, 26/11/2018 - 18:56

I deputati M5S non sono li per esprimere il loro parere, sono degli esecutori della volontà della rete, è bene che se ne ricordino. Non rinnovare il mandato a costoro.

Giorgio5819

Lun, 26/11/2018 - 18:58

Protesta il Pd: "Non rispettano il Parlamento" ... da circa 70anni . ( E parlano !...)

Giorgio5819

Lun, 26/11/2018 - 18:59

Protesta il Pd: "Non rispettano il Parlamento" ...loro non lo fanno da circa 70 anni...! ( e parlano!)

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 26/11/2018 - 19:10

Credo che questo paese abbia perso i lumi della ragione , dovremmo essere tutti d'accordo nel desiderare una società' sicura, civile e decorosa dove anche gli immigrati per bene ci possono stare invece la sx italiana continua a desiderare clandestinità , degrado e violenza. Siamo impazziti.

DRAGONI

Lun, 26/11/2018 - 19:43

IL PD DI VOTI DI FIDUCIA NE HA FATTI A DISMISURA FINO A POCHI MESI FA. NON HANNO IL DIRITTO DI PROTESTARE!

Asterix il Gallo

Lun, 26/11/2018 - 20:07

Ora si va alla conta. E vediamo chi si gioca la paga

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 26/11/2018 - 21:36

Come ci riferisce l'amico Tutankamon i sinistri che STREPITANO, hanno "usufruito" della fiducia ben 108 volte durante i loro S/governi. Solo 108 peccato perche 3 volte in piu e avrebbero raggiunto la famosa canzone 111 di Tiziano Ferro!!!!lol lol Buenas noches.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 26/11/2018 - 22:30

Il Pd che dice scrditano i lParlamento? Per la prima fiducia? Loro ne hanno fatte più di 250 , i pagliacci.

Popi46

Mar, 27/11/2018 - 05:52

I soliti paragoni al ribasso, l’ha fatto anche Tizio, ma non ricordate Caio, è stato peggio Sempronio.... Signori, il difetto sta nel manico,come si dice. La nostra Costituzione,in qualità di Repubblica Parlamentare, prevede governi deboli, che non possono legiferare in prima persona (assumendosi onori e oneri), ma devono mettere spesso insieme diavolo ed acqua santa, pratica comunemente definita inciucio dagli arroganti, compromesso da quelli dotati di senso della realtà, a meno che non si disponga di maggioranze bulgare ....

Duka

Mar, 27/11/2018 - 07:57

Per anni avete sbraitato contro la FIDUCIA E ORA........????? BUFFONI, BUFFONI