Quelle fake news montate ad arte contro Trump

Non si è mai vista una stampa così apertamente schierata nel delegittimare un presidente

C on Donald Trump il Quarto potere è diventato un contropotere militante che ha abbandonato le regole del mestiere per contrastare e delegittimare il presidente. In un'accelerazione in sincronia con i rumors (riportati ieri dal Washington Post) secondo cui al Congresso starebbero già circolando ipotesi di impeachment anche tra alcuni repubblicani.

Mai nella storia del giornalismo americano nemmeno durante la stagione della mobilitazione pacifista contro la guerra del Vietnam, quando Nixon accusava la stampa d'indossare l'elmetto dei Viet Cong, (versione Usa del nostro «eskimo in redazione») si era assistito a un uso tanto disinvolto delle notizie. D'altronde non si era nemmeno mai visto un presidente (e prima un candidato) tanto disinvolto nel frullare il vero con il falso, così che le sue smentite perdono autorevolezza, la stampa militante le ignora e servono ad alimentare la sete di sangue dei social media come le notizie incontrollate. Il suo attacco senza precedenti ad alcune testate «Non sono miei nemici, ma nemici del popolo americano» arriva dopo una settimana in cui sono uscite notizie che sotto qualsiasi altra amministrazione avrebbero avuto altri trattamenti, compreso il cestino.

La più clamorosa l'ha sparata l'Associated Press, una volta considerata la Cassazione delle news, con la storia del piano del dipartimento per la Sicurezza Nazionale di mobilitare 100mila uomini della Guardia Nazionale contro gli immigrati clandestini. Una breaking news lanciata dalla Ap su Twitter senza se e senza ma con l'enfasi d'una dichiarazione di guerra al Messico, presa come oro colato dai media internazionali, i quali l'abbiamo ben visto in Italia hanno ritenuto irrilevante la smentita della Casa Bianca. Nonostante con il passare delle ore la bomba si rivelasse un petardo bagnato: la decisione strategica era una «draft memo», non più che un appunto, dove tra l'altro non compare nemmeno la cifra dei 100mila uomini.

L'Ap ha lanciato una notizia devastante una massiccia operazione armata anti-clandestini senza verificarla. Nell'era Trump tutto appare lecito, anche screditare il giornalismo più rigoroso del mondo e per questo il più implacabile e influente che ha fatto dell'obiettività quasi una scienza esatta. Ogni giorno le imbeccate che escono come da un colapasta da Washington con il chiaro obbiettivo di zavorrare la presidenza (pare anche da ambienti Cia vicini al partito repubblicano), vengono messe in circuito senza filtri: dall'aggiramento delle sanzioni alla Russia studiato dal dipartimento del Tesoro che permetterebbero alle compagnie di compiere transazioni direttamente con i servizi di Mosca (si è scoperto che era uno studio pre-Trump), alla sezione Lgbtq che sarebbe sparita dalla webpage della Casa Bianca (come altre sezioni a causa di un restyling), all'affiliazione del candidato alla Corte Suprema Neil Gorsuch al club «Fascism Forever» (club mai esistito, ma inventato in una gara di scherzi alla festa di fine highschool). Senza dire dei cosiddetti «leakes» che hanno costretto il consigliere per la Sicurezza Nazionale, Michael Flynn, alle dimissioni. Accuse gravissime di trattative con la Russia, fornite, cotte e mangiate nel giro due giorni. Nell'era pre-Trump (secondo l'Espionage Act del 1917) di fronte a notizie che possono mettere a repentaglio la sicurezza nazionale o compromettere l'immagine del Paese, era prassi di informare direttamente la Casa Bianca prima della pubblicazione. Oggi il presidente lo legge su Twitter.

Commenti

DIAPASON

Dom, 19/02/2017 - 09:40

Informazione prona al potere costituito vs. vagiti di democrazia.Sara' uno scontro molto pericoloso, da seguire con attenzione

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 19/02/2017 - 10:06

un classico! è esattamente uguale a quello che è accaduto a berlusconi! sarà interessante come si svilupperà questo braccio di ferro tra trump e il male, perchè di male si tratta!!

cgf

Dom, 19/02/2017 - 10:10

della 'post-verità' oggi, tanto cara alla Clinton e voluta dai media, non ne parla più nessuno. chissà che rispolverandola non diventi un boomerang

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Dom, 19/02/2017 - 10:12

...siamo appena all'inizio BERLUSCONI DOCET..lol

Dordolio

Dom, 19/02/2017 - 10:51

Sempre dall'ottima Maria Giovanna Maglie su Dagospia ho appreso che i clandestini rimpatriati da Obama furono DUE MILIONI E MEZZO. E che la famosa "lista di proscrizione" dei Paesi arabi da cui non far arrivare immigrati era stata compilata nientemeno che... dalla amministrazione di Obama! E tutti zitti, naturalmente! Dobbiamo dedurre che in democrazia la stampa è libera... di NON pubblicare certe notizie. Ossia riportare solo ciò che conviene a lei o ai suoi padroni, palesi o occulti.

Jimisong007

Dom, 19/02/2017 - 10:53

Nazipropaganda?

Anonimo (non verificato)

carpa1

Dom, 19/02/2017 - 11:36

Del resto anche da noi abbondano i cre.tini che, ascoltando i paranoici reportage di certa Giovanna Botteri (inviata della RAI, e di chi se no?), prendono per oro colato le sue traveggole di parte (sx, e di che parte se no?).

nonnoaldo

Dom, 19/02/2017 - 11:42

Gli esportatori di democrazia stanno calpestando la propria. Trump sarà cucinato con la ricetta Berlusconi, ma se terrà duro, verrà adottato il metodo JFK. Soros & C. hanno interessi troppo grandi per essere rinunciabili.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 19/02/2017 - 11:48

Non serve essere geni per capirlo. Per i "diversamente democratici" la democrazia funziona a senso unico.Anche in Italia ne abbiamo grandi esempi.

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/02/2017 - 11:48

MA CONTRO I MANIPOLATORI E I BUGIARDI GOOGLE NON INTERVIENE? LA BOLDRINI NON PIANGE?

gedeone@libero.it

Dom, 19/02/2017 - 12:11

Ritengo che il Popolo USA abbia gli anticorpi per distinguere e separare il grano dall'oglio. Non si farà abbindollare come abbiamo fatto noi con il discreditamento di Berlusconi operato dai sinistri attraverso i loro mass media.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 19/02/2017 - 12:14

Trump non è estraneo allo establishment ma une espressione estrema dello stesso. Stiamo parlando di un milionario noto per i suoi eccessi e per le sue posizioni demagogiche. Farlo passare per un homo nuovo dèche viene dal popolo è ridicolo. Allo stesso modo molte delle notizie annunciate erano vere e le bugie le racconta il Presidente SIM dai tempi di quando era un uomo d'affari e durante la campagna elettorale. Fate una ricerca e vi convincerete voi stessi.

Luigi Farinelli

Dom, 19/02/2017 - 12:26

Il Drago del New World Order che aveva già avvolto il mondo con le sue spire, pronto per ingoiarselo (vedi nero su bianco, le dichiarazioni, per esempio, dei Rockefeller, di George Bush, Clinton, Soros, Monti e Napolitano) si è visto incredibilmente sottrarre il boccone sicuro (Brexit, "No", Trump, "populismo" anti Ue, Le Pen...). E' ovvio che il Drago sia infuriato e nella sua furia appesterà ancora di più il pianeta. Sicuramente inonderà i media (quasi tutti asserviti) di fandonie da dare a bere agli ingenui. Credeva il "popolo bue" ormai lobotomizzato ad ideologia e propaganda libertaria invece pare che stia risvegliandosi dal sonno della ragione. Il mondo sta raggiungendo una fase critica: personalmente, spero che il Drago si spezzi i denti e muoia di cancro perforante per cattiva digestione.

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 19/02/2017 - 12:26

Comunisti, sxxxxxxxxxi, imparate a perdere!

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 19/02/2017 - 12:40

Speriamo che regga questo Presidente all'attacco scellerato dei delinquenti della sinistra mondialista, papista, buonista, finanziaria parassitaria.

Massimo Bocci

Dom, 19/02/2017 - 12:54

Lo sa benissimo anche lui il Taikun, che questi sono sceneggiati Hollywood, (Meticci,Soros) cioè hanno fondi e CRIMINALITÀ' IN APPOGGIO ILLIMITATA, dunque già che sia alla Casa Bianca è un SUPER MIRACOLO (allora Dio,esiste), perché pensavano di avere in controllo e CORRUZIONE di tutto e tutti,specialmente sul voto pagato e truffato con quattro gadgets (Abbronzato) nelle favelas, criminali dei loro sobborghi della criminalità INDOTTA e PRODOTTA SCIENTEMENTE, con orde di clandestini nelle mega metropoli, ma fortunatamente (per gli USA e per NOI!!!) c'era un maggioranza di cittadini USA, ancora autoctoni non corrotti si quelli fuori delle grandi cotporation CRIMINALI METICCE, che stufi di fare i servi e farsi scannare,hanno pagato in proprio per il proprio VOTO DI LIBERAZIONE!!!

soldellavvenire

Dom, 19/02/2017 - 13:04

chi di Twitter ferisce, di Twitter perisce

soldellavvenire

Dom, 19/02/2017 - 13:07

l'ipotesi di interdizione del presidente circola addirittura da prima del suo insediamento anche tra i suoi compagni di partito: questo davvero non era mai accaduto

Silvio B Parodi

Dom, 19/02/2017 - 13:25

sono bastardi, fossi io comincerei a fa imprigionare la Clinton per genocidio, 500mila morti tra Siria e Libia!!!! e porterei in tribunal anche la stampa, certa stampa!, stesso identico Sistema usato contro Berlusconi, sono I cosi detti democratici falsi e pericolosi!!

agosvac

Dom, 19/02/2017 - 13:58

Non ho grande stima per gli americani come popolo anche se ci sono americani che sono molto preparati ed intelligenti. Detto questo c'è da dire che solo gli idioti possono credere a tutte le minchionaggini che sparano i giornali americani contro Trump!!!

MelalavoDomenica

Dom, 19/02/2017 - 14:04

Alla fine della storia ci sarà un risultato: the Donald che li ha sodomizzati TUTTI

nopolcorrect

Dom, 19/02/2017 - 14:13

L'FBI è stata sempre potentissima, ricordatevi di Herbert Hoover. Oggi anche la CIA aspira a diventare uno dei poteri che si aggiungono ai classici legislativo, esecutivo, giudiziario, stampa e potere militare-industriale, quest'ultimo già denunciato d Eisenhower. E l'NSA? Stalin, che era un delinquente a livello Hitler ma infinitamente più furbo, aveva creato una serie di servizi segreti che si spiassero e controllassero l'un l'altro, aveva capito benissimo il pericolo dei servizi segreti. E Khrushev appena giunto al potere fece subito fucilare il potentissimo Lavrenti Beria, capo dei servizi. Trump avrebbe solo da imparare dai Russi...

alox

Dom, 19/02/2017 - 14:30

Basta ascoltare il babbuino arancione...chiunque lo critica e' un falso e promuove "fake news". Quello che e' LAMPANTE sotto gli occhi di tutti e' LUI A CREARE FALSITA', smentite senza nemmeno fare una elementare ricerca (vedere l'ultima conferenza stampa)!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 19/02/2017 - 14:49

SE; NOI VEDIAMO CHI SONO I PROPRIETARI DELLA CNN! DEL NEW YORK TIMES!DI FACEBOOK É DEI MASS MEDIA MONDIALI; ALLORA CAPIAMO PERCHE DA MESI PERCHE SI CREANO FAKE NEWS CONTRO TRUMP!É I MOTIVI SONO SEMPLICI LE GUERRE CREANO PROFITTI PERCHE SI VENDONO ARMI! SI CREANO PROFUGHI CHE POI DIVENTONO SCHIAVI! SI CREA INFUENZA NEI PAESI CHE SI DISTRUGGONO CON LE ARMI CHE I MOGUL DELLA MORTE VENDONO! TUTTO QUESTO CÉ DALLA GUERRA DEL VIETNAM É IO MI GIOCO GLI ATTRIBUTI SE JFK NON SIA STATO UCCISO DAI "SIGNORI DEL MONDO" CHE OGGI INSULTANO TRUMP É CHE TEMENO DI PERDERE I LORO PROFITTI!.

carpa1

Dom, 19/02/2017 - 15:45

Per capire quanto siano cre.tini e fuori rotta gli oppositori di Trump basta vedere quanto, negli ultimi due giorno, ci hanno sbattuto in tutti i telegiornali allineati (ormai il 99%) e le prime pagine dei quotidiani di stato (americani ed europei tutti, tranne pochi come questo) la sfilata dei messicani al di là della frontiera a protestare contro la chiusura dei confini. Questo è il massimo dell'idiozia; avrei voluto vedere i messicani, come i clandestini così cari alla nostra sx, battere le mani a questa decisione di Trump. Ma sono proprio tutti fuori di melone: si vede che sono figli naturali (quelli nati col dna) o adottivi (quelli divenuti tali per convenienza) dei Soros, dei Barack(koni), delle Killary, dei Napolitani, delle Boldrini, .......

Dordolio

Dom, 19/02/2017 - 16:15

Alox come sempre sta digerendo male. Leggevo di un gradimento del Trump al 55% nei giorni scorsi. E così all'Alox andrà di traverso anche la cena e dovrà ricorrere al MAAlox....

Ritratto di lordvader

lordvader

Dom, 19/02/2017 - 16:24

Alox, raddopierei la dose di calmanti.

Dordolio

Dom, 19/02/2017 - 16:30

Certo che finora per i soliti noti doveva essere una pacchia.... Immigrati a gogo da utilizzare come schiavi sottopagati (al posto degli americani). Un sacco di soldi per armi da esportare qua e là per "l'esportazione della democrazia". Delocalizzazione spinta (non per far costar meno i prodotti, ma per lucrarci il doppio!) Alfieri di questo i democratici (ma non dovevano essere la sinistra???). Poi arriva Trump che si mette di traverso. Il costo di un iPhone prodotto in Cina ($ 225) quasi triplica al pubblico in Occidente ($ 649). Prodotto in USA costerà lo stesso. Solo che Apple ci guadagnerà ...solo il doppio"

seccatissimo

Lun, 20/02/2017 - 01:50

Ricordatevi che Trump non è affatto stupido come alcuni imbecilli prevenuti vogliono far credere, inoltre è estremamente tosto essendo il prodotto dell'unione tra un tedesco al 100% ed una scozzese al 100% due popoli particolarmente tosti ! La buonanima diceva, "Tanti nemici molto onore", ma Trump ha sì tanti nemici ma sono pericolosissimi in quanto economicamente potentissimi, nemici a cui Trump sta rompendo o si prevede che romperà le uova nel paniere, per cui farà bene a guardarsi bene le spalle per non fare la fine prematura dell'ex presidente Kennedy, un rischio molto reale.