Referendum, a Catania matite sostituite dopo denuncia

Tre lotti di matite sono stati sostituiti a Catania nei seggi allestiti per il referendum nella scuola Dante Alighieri

Tre lotti di matite sono stati sostituiti a Catania nei seggi allestiti per il referendum nella scuola Dante Alighieri. Ad intervenire sono stati i funzionari della prefettura etnea dopo una segnalazione da parte della Digos che aveva raccolto la denuncia di un elettore che aveva avanzato il dubbio sulla "cancellabilità" delle matite adoperate. Tutto nasce da quanto accaduto stamani nella scuola di Catania dove, per alcuni momenti, si sono registrate perplessità sulle matite adoperate. Sul posto così è intervenuta la Digos che ha raccolto le segnalazioni. In una sezione le operazioni sono state interrotte per alcuni minuti, poi tutto è ripreso nella normalità. Casi sono stati sollevati in altre scuole del capoluogo etneo, ma la Prefettura ha ritenuto idonei i lotti di matite forniti in quei casi dal ministero, così non li ha sostituiti. E sull'irregolarità delle matite ha lanciato un allarme anche Matteo Salvini: "Cominciano ad arrivare segnalazioni (le prime da Roma e Mantova) di matite elettorali che si possono cancellare con una semplice gomma! Irregolarità che sono state verbalizzate, e in vari casi denunciate a polizia e carabinieri. Se anche nel vostro seggio verificaste irregolarità (potete chiedere una prova al presidente di seggio prima di entrare in cabina), segnalatecelo! Occhi aperti e massima vigilanza! Non facciamoci fregare!" Lo scrive in un post su Facebook il leader della Lega nord, Matteo Salvini. "Non usate matite portate da casa - precisa - biro, pennarelli o altri materiali, ovviamente (invalidereste la scheda!), ma semplicemente verificate la regolarità delle matite del seggio (che dovrebbero, in teoria, essere copiative e dunque non cancellabili)".

Commenti

Altoviti

Dom, 04/12/2016 - 14:15

SAREBBE ORA CHE I GIUDICI SI SVEGLIARSERO E FACESSERO UN'INCHIESTA SUI BROGLI? ARRIVANDO A METTERE IN GALERA CHI HA DATO L'ORDINE DI ESEGUIRE QUESTA NEFANDEZZA.IN AUSTRIA HANNO RIFATTO LE ELEZIONI, E IN ITALIA CHE SARÀ?

Anonimo (non verificato)