Referendum, minoranza minaccia ma Renzi la spunta di nuovo

Guerra totale nel partito. Lo scontro sulle spalle delle riforme e degli italiani. Ma Renzi tira dritto: "La cultura del 'no' fa perdere". E avverte i ribelli: "Per tenere unito il partito non possiamo bloccare il Paese"

L'ennesima resa dei conti nel Pd è arrivata. Nella riunione della direzione dem, convocata per mettere a tema la campagna per il referendum e le eventuali modifiche all'Italicum, va in scena il solito psicodramma di una sinistra capace di trasformare il confronto sulle riforme costituzionali in un'infinita e sterile contesa di partito. "Quello che deve essere chiaro - ha tuonato Matteo Renzi durante la direzione nazionale del Pd - è che la nostra responsabilità di tenere unito il partito non arriva a tener fermo il Paese".

Le divisioni nel partito

La giornata politica si dipana sul filo del referendum, dell'Italicum e della direzione del Pd. Matteo Renzi, a Milano in mattinata per impegni di governo e a Roma nel pomeriggio per la direzione del Pd, accusa apertamente i ribelli citando la disciplina del salto con l'asta e il "metodo Bubka" per descrivere il dibattito politico in corso. "Ogni mattina c'è qualcuno che usa questo metodo, come il saltatore con l'asta ucraino che tutte le volte che doveva saltare, alzava di un centimetro l'asticella - ha spiegato - c'è sempre qualcuno che fa a gara ad alzare l'asticella, è questo che accade nel dibattito politico italiano". Adesso però, ha avvertito il premier, il Paese si trova davanti a un bivio di fondo: "Ci crediamo o no nel futuro del paese?". E per essere ancora più esplicito, davanti alla platea degli industriali lombardi che gli hanno garantito il "sì" al referendum, Renzi ha chiesto che si smetta di esser "la patria delle divisioni". L'Italia, ha detto, è "un grande paese" che non deve "cadere nella cultura dell'odio".

La mediazione sulle riforme

È di ieri il botta e risposta tra la maggioranza piddì e la minoranza dem a cui ha dato voce Pierluigi Bersani. Per l'ex segretario le promesse del premier di modificare l'Italicum sono solo "chiacchiere". Renzi, però, gli ha ricordato che l'assemblea è stata convocata "in ogni passaggio cruciale". "Gli impegni scritti valgono più dei mal di pancia dei leader. Noi parliamo qui, noi", ha aggiunto senza citare per nome i ribelli che gli hanno voltato le spalle. L'obiettivo è cercare di tenere unito il partito per portare a casa il "sì" al referendum. Per farlo è anche disposto a cedere sulla riforma dell'Italicum. "Per me la legge elettorale non è un punto dirimente - ha messo in chiaro durante la direzione - ma essendo la riforma costituzionale più importante per il Paese il mio compito è trovare le ragioni per un punto d'incontro". Da qui la proposta di formare una delegazione per "correggere" l'Italicum. "Siamo pronti a discutere del ballottaggio, sul premio alla lista o alla coalizione e al modo con il quale si scelgono i deputati - ha continuato - il Pd è pronto a fare una discussione profonda, seria con tempi certi". Ma vuole vedere le carte. La delegazione sarà formata dal vicesegretario del Pd come coordinatore, i capigruppo, il presidente, più un esponente della minoranza e dovrà sentire senta tutti gli altri partiti, anche i Cinque Stelle.

Le parole della minoranza

Di unità nel partito parla anche Gianni Cuperlo, sicuro che questo sia il momento in cui il partito deve andare avanti unito. Ma pone un "ma", grosso. Perché se "un accordo non ci dovesse essere", è tuttavia pronto a votare contro e quel giorno stesso "a comunicare le dimissioni da deputato".

D'altronde, e lo dice Roberto Speranza, la minoranza "sta ponendo una questione di merito, non si può dire che sia un alibi". E quanto proposto finora da Renzi "non è sufficiente". E Fassino aggiunge: "E' dal '93 che adottiamo leggi ben più maggioritarie di queste".

Una spaccatura evidente, che porta la minoranza del partito a non partecipare al voto finale. "Nessun astenuto, nessun voto contrario", annuncia il presidente dell'assemblea Democratica, Matteo Orfini. Ma i contestatori non si sono espressi.

"Direi che usciamo da questa direzione diversamente da come siamo entrati - commenterà poi Emanuele FIano, responsabile nazionale con delega alle Riforme -. Mi sembra che anche da parte di Cuperlo e Speranza ci sia stata un'apertura, a sentire i loro interventi".

Commenti

Libertà75

Lun, 10/10/2016 - 17:15

la democrazia è essere d'accordo col capo, lo diceva anche ghedaffi

Eraitalia

Lun, 10/10/2016 - 17:19

Schiavi di chi dice no? Ma si sente quando parla? Va bene che un giorno dice una cosa è un altro il contrario e si incarta, ma questo è troppo. Saranno le persone che voteranno NO che sono schiave della sua arroganza e dei poteri forti che lo supportano. La speranza per l,Italia è che ci siano tanti NO da fargli abbassare la cresta

agosvac

Lun, 10/10/2016 - 17:32

Forse renzi si illude che avendo ricevuto un SI' da Confindustria ha un bel numero di sì. E' semplice illusione perché una cosa è Confindustria ben altra cosa sono i lavoratori dell'industria che sono compatti per un bel NO secco!!!

glasnost

Lun, 10/10/2016 - 17:35

Questo sig.Renzi rappresenta i grandi industriali, le banche i cantanti ed i comici. Questi votano SI. Ma chi tira la carretta tutti i giorni crede a quello che vede : sempre più miseria, piccole aziende che chiudono, strade piene di sfaccendati di varie etnie pagati con le nostre tasse, paura per il disordine, ed insicurezza e quindi vota NO. NO ad un referendum burla e NO alla permanenza al potere di questa banda di servi degli speculatori americani.

unosolo

Lun, 10/10/2016 - 17:38

da anni in politica , mai appoggiato i cambiamenti proposti dal CDX ora racconta un mondo falso e pieno di fregature , nasconde la reale situazione in cui si cadrebbe anche a discapito della intera economia Nazionale. peccato , non essendo stato eletto ha il terrore dei suoi della minoranza , suoi per modo di dire ovviamente , ma se dovessero aprire gli occhi e sentire quello che il pensionato e il lavoratore vero dicono sarebbe la fine di uno scout allo sbando.

Gius1

Lun, 10/10/2016 - 17:41

ma questo e´dittatore !!! Parliamone pero´si fa come dico io !

flip

Lun, 10/10/2016 - 17:52

perché chi vota "SI" è libero? da che cosa è libero e di che cosa è libero. se i comunisti mi danno risposte intelligenti voto si.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 10/10/2016 - 17:56

E' la solita manfrina trinariciuta. Bisticciano come pescivendole fino alla vigilia ma al momento di passare dalle chiacchiere ai fatti mettono tutti la coda fra le gambe e votano come ha deciso il "partito"! Vero bersanof????

Ritratto di StefanoParma

StefanoParma

Lun, 10/10/2016 - 18:01

renzi: se ti trovo per strada ti prendo per le orecchie e ti porto a vedere il mondo reale

sparviero51

Lun, 10/10/2016 - 18:06

CON TUTTE QUESTE FAIDE INTERNE SPERIAMO CHE SCOMPAIANO !!!

VittorioMar

Lun, 10/10/2016 - 18:11

....meglio SCHIAVI che continuare a prendere "FREGATURE"!!..è stato "nominato"in quanto non votato,per fare quei tagli e quelle riforme necessarie ad eliminare sprechi,inefficienze,riforme vere,costi della politica ecc.perché non doveva rispondere ai suoi elettori!!..HA FATTO TUTTO IL CONTRARIO PERCHE' MAL CONSIGLIATO!...BRAVO!!

Ritratto di Ratiosemper

Anonimo (non verificato)

maxfan74

Lun, 10/10/2016 - 18:21

Sarà vittima della rottamazione, pensava di rottamare i pilastri del suo partito e finirà rottamato dagli stessi a breve...

maxfan74

Lun, 10/10/2016 - 18:22

Oramai il cerchio si stringe, data della sua rottamazione il 04 dicembre 2016...

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 10/10/2016 - 18:24

Ma lo sa quello che dice quando parla e straparla ha connesso mai la bocca con il cervello? Solito dittatorello spocchioso e arrogante e chi non la pensa come lui è un cxxxxxo.

Ritratto di giordano49

Anonimo (non verificato)

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 10/10/2016 - 18:55

@flip - credi alle favole? Aspetti che i comunisti ti diano risposte intelligenti? Allora è inutile aspettare, non ne hanno mai date, nemmeno a se stessi. Ora litigano pure fra loro per la cadrega. Non pensarci più, vota NO che è sicuro, e non pensarci più, a loro.

Cheyenne

Lun, 10/10/2016 - 18:56

questo residuo dello stalinismo puro che sembra un caporale del KGB, mi sembra più cialtrone del cialtrone di rignano

Ritratto di wilegio

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

frabelli1

Lun, 10/10/2016 - 19:01

Perché invece di minacciare la scissione non la fanno una volta per tutte almeno si tolgono dai marroni??

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 10/10/2016 - 19:02

SCANNATEVI!! ci fate solo un piacere :-) rissa! rissa! rissa! sangue! sangue! sangue!!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 10/10/2016 - 19:04

La verità del dibattito nel Pd è che, anche nel partito che lo ha scelleratamente portato al potere molti hanno capito chi è il "personaggio" e chi sono i servi fedeli che gli fanno da codazzo.

unosolo

Lun, 10/10/2016 - 19:09

scambi e baratti , finisce tutto con il pieno appoggio anche di tutti i dissidenti , quando finisce la linea sarà per tutti quella del si , i contrari usciranno prima della votazione come avvenuto decine e decine di volte , la linea sarà una sola. come nelle assemblee solo che i contrari escono . poverini ,

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 10/10/2016 - 19:16

Cuperlo è stato chiaro: VOTO NO E MI DIMETTO! Nasce così un nuovo partito di sinistra, irrilevante come peso elettorale nonostante leaders importanti(Bersani, Cuperlo, Speranza) ma degno di attenzione dal punto di vista morale perché rappresenta la sinistra italiana. Ma ha un grande merito e ci pone di fronte a noi stessi: la dissoluzione del PD libera milioni di voti e se noi non saremo capaci a convincerli che le nostre proposte sono quelle giuste regaleremo l'Italia a Grillo. Non abbiamo più alibi, le nostre giuste proposte che raccolgono le istanze della destra e dei moderati DEVONO essere sostenute da TUTTO il CentroDEstra che deve essere Unito (CDU) da FN a NCD per battere M5S e salvare l'Italia.

dakia

Lun, 10/10/2016 - 19:22

Signor Renzi non faccia ridere, il paese lo tiene bloccato da quando si è impossessato di esso, sono anni che stipendi, pensioni sono fermi, commerci chiusi per concorrenza delle sue risorse, come vuole sbloccarlo, facendo più debiti per il ponte e metterci a lavorare i clandestini? Si ritiri un pochino che la sua immagine ci sta soffocando.

giumaz

Lun, 10/10/2016 - 19:31

La solita commedia delle parti. Fan finta di suonarsele ma tengono ben strette le cadreghe governative. E visti i risultati non possiamo manco chiamarla commedia ma tragedia.

vottorio

Lun, 10/10/2016 - 19:33

è consolante venire a conoscenza che nel PD (Partito Delinquenti)ci sono ancora persone che conoscono i limiti della decenza e che certamente non sono schiavi di nessuno, anzi dimostrano di essere uomini liberi che si oppongono a coloro i quali con l'inganno tentano di mettere in stato di soggezione il Popolo per instaurare un regime assoluto.

Tarantasio

Lun, 10/10/2016 - 20:45

non c'è nessuna faida interna, come i ladri che di giorno finti nemici e di notte amiconi.

Keplero17

Lun, 10/10/2016 - 21:05

Teniamo tutto anche i ribelli del PD. Il disastro e il degrado in cui versa l'Italia deve sfociare nell'allontanamento di questa persona dal governo. Ma qual è lo stato che sacrifica i propri cittadini in nome di un'accoglienza impossibile che produce solo aumento della criminalità. Se vogliamo che questo disastro finisca, e forse è anche troppo tardi dobbiamo andare a votare NO.

perseveranza

Lun, 10/10/2016 - 21:18

Ma quale resa dei conti? Questi fingono e non molle ranno mai. Stanno distruggendo il Paese.

divenire

Lun, 10/10/2016 - 21:31

Bravo Renzi, il fronte del SI sta diventando sempre più forte. Speriamo che anche Berlusconi approvi la riforma che anche Lui ha contribuito a fare. Per adesso abbiamo incassato il si di Confalonieri e di una grande fetta di coloro che votano per Forza Italia

Libero1

Lun, 10/10/2016 - 21:45

Fidarsi di questa gentaglia komunista e' come fidarsi che si possa lasciare la porta della stalla aperta perche i lupi non si mangiano piu' le pecore.Non e' la prima volta che l'ex chirichetto-benzinaio di bettola e la sua cricca cambiano idea un minuto prima che il gallo canti tre volte.

moichiodi

Lun, 10/10/2016 - 22:34

A spese degli italiani e delle riforme.niente paura. Ci penserà una bicamerale a guida Brunetta-Dalema-Salvini.

greg

Lun, 10/10/2016 - 22:37

MACCHE' LA MINORANZA MINACCIA, ma poi tutti a pensare ai soldi che si mettono in tasca, al potere che gestiscono, quelli con le coop costruzioni, quegli altri con le coop caritatevoli (per loro stessi), una parte attaccati alle banche e ai favori finanziari, gli altri con l'appoggio ai sindacati, e ai loro soldi.......... No, CA' NISCUNO E' FESSO, SI SONO DETTI, GLI STIPENDI, LE 13° LE 14° I VITALIZI, I PASTI GRATIS LE NOTE SPESE

Nonlisopporto

Lun, 10/10/2016 - 23:01

buffoni

pierdelmonte

Lun, 10/10/2016 - 23:36

Ma che commedianti questi del PD, alla fine votano tutti insieme per non perdere il potere e le poltrone!! Stanno distruggendo il Paese!

pierdelmonte

Lun, 10/10/2016 - 23:39

Basta commedie, pidisfattisti!

btg.barbarigo

Lun, 10/10/2016 - 23:48

Non andranno mai via fino alle prossime elezioni del 2018,quando buona parte non sarà più eletta.Ventimila euro al mese per altri due anni fanno gola e credete che vi rinuncino?

Triatec

Mar, 11/10/2016 - 00:07

moichiodi @ Concordo, molto meglio la riforma Renzi, Alfano e Verdini è d'accordo anche il babbo della Boschi, ovviamente consigliato da Flavio Carboni.

Triatec

Mar, 11/10/2016 - 00:14

Sinceramente è difficile stabilire se è più ridicolo Renzi o la minoranza che paventa sempre catastrofi, salvo poi adeguarsi al volere del capo con la coda fra le gambe.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/10/2016 - 00:44

Branco di buffoni, dediti solo a mantenere la loro posizione di privilegio, costi quel che costi. Non hanno mai avuto, ne' mai avranno, un briciolo di dignità. Tuonano dal pulpito, poi si mettono a pecorina e accettano qualunque cosa, basta che la mangiatoia resti a loro disposizione.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 11/10/2016 - 00:46

Io voterò No perché vorrei che l'Italia cambiasse, ma non modificando la costituzione, che poverina pur avendo qualche difetto andrebbe bisogno di pochi ritocchi , bensì per bonificare il pantano in cui ci troviamo per colpa di sedicenti politici assetati di potere e di benefici personali, servitori delle banche strozzine, leccapiedi dei poteri forti europei ed americani, incapaci di frenare l'invasione clandestini e di proteggere i cittadini più deboli, venditori di tappeti e pentolame taroccati...è ora di finirla!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/10/2016 - 00:46

sparviero51 se quel 51 è il suo anno di nascita dovrebbe saperlo da tempo che, alla fine le faide si ricompongono sempre in nome della Poltrona.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/10/2016 - 00:50

perSilvio46 ma lei è sobrio? Da quel che scrive non si direbbe... Crede veramente che nascerà un nuovo partito, disposto ad abbandonare i mille privilegi che solo il partito unico può offrire? O forse lei in cuor suo sogna che anche il suo amato Silvio e con lui il suo partito tornino a partecipare all'abbuffata? Quanto a mettere d'accordo FN con ncd, questa la voglio proprio vedere!

peppino51

Mar, 11/10/2016 - 05:43

Renzi, se vuoi vincere il Referendum ha i una sola cosa da fare: Impegnarti davanti alle tv e sulla lavagna di Del Debbio a dimetterti il 5 di dicembre, solo così vincerai.

Iacobellig

Mar, 11/10/2016 - 05:56

BUFFONE E ARROGANTE COME SEMPRE. MA FINO A QUANDO GLI ITALIANI DEVONO SORBIRSI QUESTO INCOMPETENTE NOMINATO E LA SUA SQUADRA?

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 11/10/2016 - 07:14

qualcuno aveva dubbi? è da tempi non sospetti che dico che questa banda Bonnot targata PD altro non è che una congrega di facce di (_!_). La cadrega, la cadrega è l'unica cosa che conta. Per farla corta, la Cimice del Granducato l'ha fatta franca ancora.

Duka

Mar, 11/10/2016 - 07:34

Ragazzi quelle sono poltrone d'oro chi le mollerrà mai? D'accordo che stanno tutti accomodati da oltre 10 anni perciò hanno accumulato un gruzolo di tutto rispetto e, comunque, anche da trombati, gli esempi sono sotto gli occhi di tutti, avrebbero altre risorse, benefit e vitalizio però la POLTRONA la si molla solo prima della bara. Quindi tanto polverone tanto per fare scena, per farsi vedere dal popolo che sono "democratici" -

vittoriomazzucato

Mar, 11/10/2016 - 08:51

Sono Luca. La minoranza nel PD mai si dividerà per ora. Sarà il Referendum e il voto politico che dividerà il PCI-PDS-DS-PD perché a votare sarà la gente e non quelli che quando furono votati Renzi non sapevano che esistesse. GRAZIE.

linoalo1

Mar, 11/10/2016 - 08:58

Falsi,Ipocriti!!!E qualche Ignorantone,ancora gli crede!!!!E' tutta una Sceneggiata DEM,recitata apposta per loro,gli Ingenui Ignorantoni!!Svegliatevi Ignorantoni!!!Da quanto,la Minoranza PD,minaccia la Rottura???Mesi,mesi e mesi!!!Però,le loro Minacce,sono esattamente come le Promesse del Marinaio Renzi!!!!Loro,i Dem,invece,sono in Sede che se la ridono,abbracciati,brindando ininterrottamente per la Conquista dell'Italia,iniziata nel 2011,dopo il Colpo di Stato di NAPOLITANO!!!!E,Noi Cittadini consapevoli della Situazione,non possiamo farci niente,perchè siamo troppo pochi!!!Comunque,prima o poi,tutti i nodi verranno al pettine!!!Speriamo solo che l'Italia e gli Italiani,resistano, fino ad allora!!!!

diesonne

Mar, 11/10/2016 - 08:59

diesonne pd del bla bla bla- dice tutto e il contrario di tutto- l'ipse dixit del finto capo non si discute altrimenti si perde la mangiatoia e tutti gli altri privelegi..renzi lo sa e ne approfitta perché non ama dialogare ma solo parlare è l'ipse dixit e amen tto

blackbird

Mar, 11/10/2016 - 09:30

Renzi la spunterà nel PD e la spunterà anche nel referendum. Cambiare la costituzione servirà al Paese? No, non servirà a nulla, ma darà una speranza ad un moribondo. Che c'è di male in fondo?

antipifferaio

Mar, 11/10/2016 - 09:54

Il pd ormai è chiaro a tutti che è una manica di affaristi della poltrona...non c'è scampo quando prendono il potere: tutto è per loro! Infatti quello che li tiene uniti nella mangiatoia di stato è proprio la voglia di spolparsi le spoglie dell'Italia...poi una parte gettarla ai migranti per tener buone le anime bancarie euro-tedesche e quindi chissenefrega quando tutto sarà andato a putt..e... Ho la sensazione che questi luridi ci lasceranno in mutande e forse anche bucate....

unosolo

Mar, 11/10/2016 - 10:20

è un bordello , un mercato delle vacche , si baratta tutto pur di rubare soldi ai pensionati e mettere TIKET su specifiche prestazioni sanitarie che servono proprio a chi è avanti , un governo incapace a creare lavoro ruba solo soldi fermi per galleggiare e barattare , un tempo c'erano i COMUNISTI quelli che univano la classe operaia oggi sono banchieri e dividono le classi operaie da colletti bianchi delle PA o comunque facenti parte del parassitario pagato proprio con i soldi rubati in parte e dai contributi delle varie tasse ,contro chi da pil tASSANDOLO E FACENDO SCENDERE ASSEGNI PENSIONISTICI E PAGHE .

unosolo

Mar, 11/10/2016 - 10:25

non l'ha spuntata ha solo rimandato e preso in giro la minoranza ignara della fregatura , già fregati nel suo insediamento non facendo entrare le correnti ostili mentre la sua era entrata e aveva occupato tutti i posti lasciando fuori gli ostili , ebbene ieri ha confermato una commissione composta da sei dei suoi compreso il presidente e lasciando un posto nella commissione alle minoranze che devono scegliere tra loro, democrazia ? no asso piglia tutto il rapporto di 6 a 1 lo conferma , poveracci e sottomessi ad accettare tutto per non perdere le poltrone ,.

perseveranza

Mar, 11/10/2016 - 10:47

Ma siamo ancora qui a seguire la commedia? La minoranza PD minaccia, minaccia, minaccia ...... e poi? Si allinea.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/10/2016 - 10:50

Nulla di nuovo sotto il sole trinariciuto. E' la versione moderna del "contrordine compagni" o, se preferite, la solita manfrina rancida a uso e consume del compagno bue!

antonio54

Mar, 11/10/2016 - 11:41

Bisogna votare "NO", in quanto è una riforma scritta da un governo di non eletti...

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Mar, 11/10/2016 - 11:50

alle poltrone ci si sono incollati. non importa il bene della nazione, ai paladini del proletariato interessa solo un posto da stipendi da ricconi con pensioni altrettanto ricche. l'importante è portare a termine la legislatura.

conviene

Mar, 11/10/2016 - 12:06

Grande Renzi. Se il tuo concetto è che l'Italia valga più del Pd, non fermarti, tira dritto. Bersani e Cuperlo e Speranza se ne faranno un ragione. C'è stato un Congresso ed hanno straperso, hanno votato le riforme, gli concedi sin troppo con la legge elettorale. Se vogliono una poltrona, che se ne costruiscano una nuova se riescono. Ora hanno veramente rotto

VittorioMar

Mar, 11/10/2016 - 12:07

...è una "SQUALLIDA BIDONATA"da cane che abbaia non morde!!....che "TRISTI FIGURI"!!...che "MARIONETTE"!!...a confronto Renzi diventa "BUTTAFUOCO" che se li mangia tutti "ASINI "compresi!!

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 11/10/2016 - 12:10

il solito teatrino (politico) di quart'ordine!!!!!!

flip

Mar, 11/10/2016 - 16:17

leonida. non credo alle favole. ho voluto sfidare i comunisti. li conosco da più di settant'anni sapendo anche di che razza sono. Anche se hanno cambiato più volte la targa sul portone del partito.

Anonimo (non verificato)