Renzi bacchetta l'Ue: "Mi aspetto più coraggio. Si deve voltare pagina"

Nelle comunicazioni al Senato prima del Consiglio europeo il premier sottolinea che bisogna uscire dai margini del troppo rigore: "Area euro Cenerentola mondiale"

Renzi rinuncia al vertice di Parigi con gli altri leader del Pse pur di incontrare le Regioni e provare, con loro, a trovare un'intesa dopo le durissime polemiche suscitate dai tagli previsti dalla Legge di stabilità. Per la mattinata sono previsti l’incontro con le Regioni e il Consiglio dei ministri, fa sapere il premier entrando in Senato per le comunicazioni sul Consiglio europeo che si apre domani. Subito dopo Renzi volerà direttamente a Bruxelles. "Quello di domani - sottolinea il capo del governo - è l’ultimo Consiglio Ue guidato da Van Rompuy e l’ultimo al quale parteciperà il presidente della Commissione Ue Barroso dopo 10 anni e quindi è l’ ultimo di una lunga stagione di istituzioni continentali e credo che si tratti di un passaggio davvero rilevante. La preoccupazione sul passaggio di consegne - ha sottolineato - pare fugata e l’Ue volta pagina nelle sue istituzioni. Le questioni principali oggetto della discussione tra i partner europei sono quelle sollecitate e stressate dalla Presidenza italiana e che poi troveranno pieno compimento col piano di investimenti da 300 miliardi proposto dal nuovo presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker. In ogni caso - ha precisato Renzi - siamo in una fase di transizione".

Non nasconde una certa soddisfazione, il presidente del Consiglio, quando parla dei trecento miliardi di investimenti. "La più grande vittoria" dell'Italia in Europa "è qualla di aver proposto e per alcuni versi imposto un piano di investimenti da 300 miliardi. E' il primo segno di attenzione non solo all'austerità e al rigore ma anche a crescita e investimenti".

Renzi è molto soddisfatto anche per il recente vertice Asem di Milano. Sono stati registrati "passi in avanti significativi tra Russia e Ucraina, concretizzati a Minsk, che hanno trovato nuova linfa nei colloqui di Milano: lo spirito di Milano ha consentito tre incontri tra Putin e Poroshenko". "L’Italia è convinta della necessità di preservare l’unità, l’integrità e la libertà del popolo ucraino" ha lavorato perché finisse l’escalation, ma nello stesso tempo opera per un «processo di recupero della Russia come punto di riferimento". Poi un monito all’Europa: "Si costruisce anche nel rispetto del vicino, e il popolo russo è il suo vicino più grande".

E ancora sul tema energetico: bisogna diversificare gli approvvigionamenti di gas ed energia che non possono più essere solo attraverso la direttrice "est-ovest ma si devono sviluppare nella direttrice nord-sud" attraverso una serie di accordi con i Paesi africani. "Sta qui una parte della nostra scommessa sul tentativo di fare dell’Africa un luogo di sviluppo".

"Il clima della comunità economica internazionale sta rapidamente cambiando" sull’economia, assicura Renzi. "Il vertice del G20 metterà al centro la parola crescita". "Io trovo che non sia più rinviabile" una discussione "su come l’Europa vuole puntare ad uscire dai margini stretti del solo rigore per puntare ad una strategia di crescita. Non c’è solo un problema italiano, ma dell’intera area dell’Euro", assicura il premier. "L’Europa è la Cenerentola" per quanto riguarda lo sviluppo, osserva il presidente del Consiglio. Del resto "il Fondo monetario internazionale ha evidenziato come il focus sulla crescita sia assolutamente prioritario".

"Noi non siamo gli osservati speciali" dell’Europa, precisa il premier. "Noi stiamo facendo le riforme perché lo abbiamo deciso e non perché ce lo chiede l’Europa". Nel suo intervento al Senato Renzi ribadisce che l'Italia sta facendo la sua parte "perché è giusto per i nostri figli".

E torna a spronare l'Europa. "Vorrei che le nuove istituzioni europee mostrassero un po' più di coraggio e l’orgoglio di appartenere a questa Comunità" che è l’Europa. Poi sottolinea che la Ue sta cambiando le sue istituzioni e bisogna "cogliere questa occasione" perché "noi non siamo gli osservati speciali" ma un Paese che fa le riforme.

Commenti
Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mer, 22/10/2014 - 11:25

"tanto rigore per nulla". Dramma tedioso e mortifero...

buri

Mer, 22/10/2014 - 11:28

L'Eurozona è la Cenerentola del'economia mondiale, Renzi ha scoperto l'acqua calda, lo si sapeva fin dei tempi dell'inizio della crisi finanzuaria esportata dagli USA nel mondo intero, ma loro per uscirne hanno mirato allo sviluppo e non all'auterità e al rigore voluto ed imposto dalla Germania, e ne sono usciti, mentre noi siamo ancora, e chissà per quanti tempo, con le pezze sul sedere

glasnost

Mer, 22/10/2014 - 11:44

Avevano ragione i tedeschi, è dura ammetterlo ma è così. Quando è stato consentito alle Germania di sforare il 3% hanno fatto importanti investimenti per la crescita ed hanno ottenuto risultati, se si dà all'Italia la possibilità di avere soldi, gli Italiani li spendono (sprecano?) solo per mantenere ed accrescere le loro burocrazie e per evitare di cambiare la propria macchina pubblica.

Atlantico

Mer, 22/10/2014 - 12:03

Magari Berlusconi avesse avuto la personalità che dimostra Renzi nei suoi contatti con la UE. Ma purtroppo B. era troppo inviso agli altri leader.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 22/10/2014 - 12:11

Atlantico, non le giunge il sospetto che se Berlusconi (che non apprezzo)era inviso agli altri leader è perché forse stava facendo gli interessi degli italiani? Perché a casa mia "gli altri" ti applaudono quando fai i loro interessi e non quando ti fai i propri. Quindi se tanto mi da tanto... Renzi sta facendo gli interessi di tutti, tranne che i nostri. D'altronde non è stato eletto, ne' votato da nessuno e messo li dalla segreteria del partito che ha ricevuto gli ordini da fuori Italia. E' la quadratura del cerchio

Rossana Rossi

Mer, 22/10/2014 - 12:14

Tutto cinema....è l'europa che approva o no le proposte nostre e ci dice se abbiamo fatto bene il compito. Comandano loro, non noi anche se renzi fa credere ai babbei che con tanta 'ammuina' sta facendo qualcosa........intanto i veri grandi si rivolgono a Berlusconi........

MEFEL68

Mer, 22/10/2014 - 12:17

Il partito di Renzi, cominci ad autobacchettarsi e ad imporsi più coraggio. Com'è possibile che un partito, dopo ben tre anni dalle dimissioni di Berlusconi, non abbia SAPUTO fare una sola riforma necessaria, ma solo proclami e promesse. Per di più senza capo nè coda. Certo, addossare ad altri le proprie colpe è molto più comodo. Inoltre, trovo patetica la richiesta di minor rigore e il permesso di sforare il limite del 3%. E' patetica perchè quando lo chiedeve Berlusconi, la sinistra becera fece di tutto per inchiodarlo al limite imposto, augurandosi, nel contempo, che il Governo superasse quel limite anche di uno 0,1% per poterlo attaccare e cacciarlo. Questa è la coerenza che ha il PD e questo è il suo amore per l'Italia e gli italiani, dei quali, più tempo passa, e più mi convinco che non gliene frega niente.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mer, 22/10/2014 - 12:20

ma come fate a scrivere che renzi "bacchetta" l'unione europea? renzi e' solo un vigliacchetto a 90° nei confronti della UE. Fa ls voce grossa per gli imbecilli che gli credono, in italia ma la germania, francia etc....neanche se lo filano, se non per criticarlo. Un vigliacchetto che , APPUNTO, non ha avuto il coraggio neanche di andare tra la popolazione alluvionate della Liguria. Coraggio che invece ha avuto Berlusconi, a l'Aquila . Questa e' la vera differenza tra i due...

Korintos

Mer, 22/10/2014 - 12:28

Sinceramente mi viene da vomitare, dovrò andare dal medico per cercare di farmi curare un male terribile: LA SINDROME DEL RENZISMO. Non c'è giorno che su giornali e televisione non ci sia, in primissimo piano o in apertura dei talk la faccia burrosa del nostro Presidente del Consiglio. Non se ne può più, Dio santo.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 22/10/2014 - 12:34

..devo riconoscere che i compagni della CGIL ci sanno fare..mi riferisco alla clip che hanno girato dove prendono per il kulo Fonzie..ritraendolo come in un filmato dell'Istituto Luce..è proprio così ormai è dappertutto..altro che Benito e il Culto del Duce..con Fonzie siamo ben oltre.

agosvac

Mer, 22/10/2014 - 12:41

Le cose che dice Renzi sono giuste. Sbaglia solo quando parla di rigorismo europeo. Tre quarti dell'UE di questo rigorismo sta morendo.Pertanto sono sicuramente contrari al rigore. Chi il rigore lo vuole sempre ed in ogni caso è cruccolandia. Tra l'altro, visto che è popolata da crucchi, non ha ancora capito che questo rigore sine qua non, si sta rivolgendo contro lei stessa. Infatti se i paesi dell'UE muoiono di fame, prima o poi la grande cruccolandia andrà a catafascio. Loro, i crucchi, non hanno materie prime come, per esempio Putin che ha tutta la Siberia a disposizione, loro, i crucchi, devono importare per trasformare e poi vendere. Non sono autonomi, come non lo è mai stata la stessa Italia. Se si ferma l'ingranaggio, se non si vende più perché non c'è più nessuno che può comprare, chi ha la propria economia basata sulla manifattura è destinata al default!!! Questo i crucchi non riescono a capirlo, se lo capissero non sarebbero crucchi!!!!! Pertanto, egregio Renzi, non parli di UE e del suo rigorismo: questo rigorismo ha un nome e questo nome è solo ed esclusivamente cruccolandia!!!

edo1969

Mer, 22/10/2014 - 12:49

RaddrizzoLeBanane bravo kompagno vai anche tu alla manifestazione con i kompagni della CGIL

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 22/10/2014 - 13:07

Grullo, non mettere sempre sui tuoi discorsi vaganti, "Per i nostri figli". Figli di chi, degli Italiani?. se questi per vivere sono costretti ad andare all'Estero. Hai sbagliato politica, non hai chiuso i rubinetti quando dovevi ed ora è troppo tardi. Hai lasciato che il CANCRO andasse in METASTASI e dovresti sapare che quando ha passato questo limite, non si può più curare. Ora questo paese è invaso da parassiti che sarà difficile governarli, perchè sono cresciuti nell'ignoranza e nell'arroganza e secondo loro, dal momento che si definiscono PROFUGHI tutto è DOVUTO e questi non li PIEGHERAI MAI. I 300 Miliardi che l'UE vuole destinare per la crescita non produranno lavoro, perchè ormai con le porte aperte senza nessun controllo, tutto quello che si può fare è copiato da altri e venduto sottocosto. Il mercato è ormai una BABILONIA, chi comanderà in futuro saranno im POPOLI ASIATICI, che possono lavorare senza regole. Si può aiutare l'Italiano in Italia a trovare un lavoro, ma costa dei sacrifici i quali per la nostra mentalità si chiamano "DISCRIMINAZIONE".

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 22/10/2014 - 13:40

Ora dopo l'Italia va alla conquista dell'Europa con un piffero nuovo, già sta suonando che grazie a lui l'Europa investirà 300 miliardi...come se li investissero tutti in Italia! Qul poco che arriverà in Italia ci penseranno i no-tutto e i no-tav a bloccarglieli, fatto salvo mare nostrum ed alberghi allegati!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mer, 22/10/2014 - 13:56

Loudness "...messo li dalla segreteria del partito che ha ricevuto gli ordini da fuori Italia." Un bel saggio di fantasia il suo. Complimenti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 22/10/2014 - 14:03

sbarbatello ti sistema la Merkel aspetta e vedrai.Vedo forza di conquistare la Italia come siete ridotti.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 22/10/2014 - 14:04

La più grande vittoria" dell'Italia in Europa "è quElla di aver proposto e per alcuni versi imposto un piano di investimenti da 300 miliardi. E' il primo segno di attenzione non solo all'austerità ..... Ma dove l'ha visto 'sto film ?

accanove

Mer, 22/10/2014 - 15:16

E'uno spasso, tecnicamente fa cag...e ma mediaticamente è fortissimo, riesce a riempire un vuoto di un vuoto e a venderlo pure a qualche "zurlo". Gioca di anticipo, la sua "legge di stabilità" non ha nulla di stabile e la UE lo sa così prima della bocciatura ammorbidisce la "pettinata". Lasciamolo fare,anche se per ora solo come intenzione sta mettendo mano agli snodi critici italiani, sindacati, giudici, legge elettorale...vediamo che ne esce

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 22/10/2014 - 15:43

CARO RENZI, la causa in Italia della distruzione delle forze lavoro, imprese e lavoratori é la oppressione insostenibile dell´intoccabile apparato statale italiano ... Il problema della crisi italiana va guardato al suo interno ... Il tuo "bacchettare", "si deve voltare pagina", "mi aspetto piú caraggio" non lo devi rivolgere all´Europa ma a te stesso ... Che cosa vuoi dall´Europa? ... Che si accolli parte della spesa desbordante del tuo intoccabile apparato statale di cui tu sei presidente del consiglio? ... É questa la tua visione della riforma di cui ha bisogno il Paese per poter rinascere? ... I dati sono chiari ... Sei tu che devi prenderne coscienza ... La spesa e il debito pubblico stanno distruggendo le attivitá produttive e il lavoro ... Sei tu che devi avere coraggio perché la unica soluzione possibile é quella che seguí un certo Gorbachov: "liquidazione dell´apparato dello stato pappone sopra la pelle e la morte dei lavoratori" ... Basta fare i vigliacchi ... Abbiate coraggio della realtá ... Smettetela di prendervi gioco del Paese che muore ... Non sfidate oltre la sua pazienza con le vostre menzogne... Gli 800 miliardi di euro raziati ogni anno dal tuo apparato alle imprese e ai lavoratori devono essere restituiti ai legittimi proprietari: le imprese e i suoi lavoratori ... Questo é l´unico modo per risolvere la crisi.

eloi

Mer, 22/10/2014 - 16:04

franco-a-trier_De Traspare dai Suoi post il pensiero dei nazional-socialisti.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 22/10/2014 - 16:10

Renzi bacchetta l'Ue......Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah!Ah! Continui a mangiare il gelato che alè mej! Se in Europa si dovessero accorgere veramente cosa sta succedendo in Italia scompariremmo dallla faccia dela Terra !

@ollel63

Mer, 22/10/2014 - 16:25

rimandate questo bamboccio all'asilo!

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 22/10/2014 - 16:37

Bla bla bla .... le solite minchiate del Buon Renzi, che servono solo a far gongolare gli elettori pecoroni, la D'Urso in primis.

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Mer, 22/10/2014 - 17:28

La storia si ripete......la sinistra ha sottovalutato mister B. ricordate l'allegra macchina da guerra di occhettiana memoria...bene ora le cose si sono invertite....vedo tanta gente di FI che non ha ancora capito dove il vento soffia....e come quelli di sinistra dell'epoca si limitano all'umorismo senza fare una seria autocritica...il burrone è li vicino cari miei e non penso che eviterete il precipizio...con B non andate oiu da nessuna parte

marvit

Mer, 22/10/2014 - 18:16

Soddisfatto per gli incontri di Milano con Putin e Poroshenko?? Ma non ti hanno escluso dagli incontri futuri tra Russia ed Ukraina dove parteciperanno solo Inghilterra-Francia-Germania?!?! Cerchiamo di pomparci di meno,per favore!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 22/10/2014 - 18:55

SI CI ASPETTIAMO PIU' CORAGGIO. IL CORAGGIO DI LEVARTI DALLE PALLE VENDITORE DI PENTOLE

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 22/10/2014 - 20:19

EURO = MORTE

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 22/10/2014 - 20:37

... le imprese, i suoi lavoratori e tutti i consumatori ...

glasnost

Gio, 23/10/2014 - 08:43

Renzi non bacchetti nessuno, faccia qualche riforma seria, non solo ciacole!!Può raggirare gli italiani fessi, ma non i controllori europei. Dopo Berlusconi, gli uomini di Napolitano non hanno fatto nulla bloccati in qualsiasi riforma dal loro stesso partito: il PD. Ci vogliono fatti non pugnette.

linoalo1

Gio, 23/10/2014 - 08:51

Peccato che Renzi sia coraggioso soltanto quando è casa sua,in mezzo ai suoi!Avrebbe il coraggio di ripetersi in Europa,di fronte a tutti i Capi di Stato e,soprattutto,di fronte alla Merkel?Posso avere qualche dubbio?Lino.