Rigopiano, il papà di Stefano si candida con Forza Nuova

La decisione di Alessio Feniello, multato e finito a processo per i fiori al figlio morto. L'annuncio sul web di Forza Nuova

Alessio Feniello, padre di Stefano, il giovane salernitano rimasto ucciso nella tragedia di Rigopiano, si candida alle Europee. Sarà in lista con Forza Nuova nella circoscrizione dell’Italia meridionale.

La conferma, dopo la presentazione delle liste, è stata data online anche dai profili social del movimento di destra radicale vicino a Roberto Fiore. In un post, Forza Nuova scrive: “Elezioni europee, papà vittima di Rigopiano candidato con Forza Nuova al Sud. È Alessio Feniello, padre di una delle vittime della tragedia dell'Hotel Rigopiano, incredibilmente processato e sanzionato per aver portato fiori sul luogo della morte del figlio”. E riporta, quindi, una sua dichiarazione: “Dopo averli conosciuti da vicino posso dire che gli uomini e le donne di Forza Nuova sono il meglio che la politica italiana può offrire”.

Feniello, dopo la tragedia di Rigopiano, è finito al centro delle cronache per essere finito a processo per non aver pagato la multa da 4.550 euro comminatagli per violazione dei sigilli. Un "reato" consumatosi solo per aver voluto posare un fiore sul luogo dove aveva perduto la vita, tragicamente, il figlio Stefano. Una decisione ha scatenato una battaglia oltre che legale anche politica, con petizioni e raccolte fondi per testimoniare solidarietà al dolore dell'uomo e della sua famiglia.

Commenti

Giorgio5819

Gio, 18/04/2019 - 11:28

...ora si sprecheranno le infamie su quest'uomo che verrà accusato di essere fassista... e si dimenticherà il figlio deceduto perché verrà catalogato come " figlio di un fassista "...