Estrema destra contro gli sfratti: "Noi regolari da 753 anni prima di Cristo"

La formazione di estrema destra, Roma ai Romani, ha occupato il palazzo dell'Ater, l'azienda che gestisce le case popolari della Capitale, chiedendo che gli stranieri non siano favoriti nell'assegnazione degli appartamenti

“Regolari da 753 anni prima di Cristo”. È questo lo slogan che ha ispirato la manifestazione di protesta dei militanti di Forza Nuova e del movimento ‘Roma ai Romani’ che stamattina hanno occupato la sede dell’Ater, l’azienda che si occupa dell’edilizia popolare della Capitale.

Lo sfratto dell'italiana incinta a favore degli egiziani

La protesta nasce a pochi giorni dal tentato sfratto di una giovane coppia di romani che ha occupato un appartamento al Trullo che l’Ater avrebbe voluto assegnare a una famiglia di egiziani. La 18enne Aurora e il suo compagno di 22 anni, il 9 novembre scorso, saputo del decesso del precedente inquilino, hanno preso possesso dell’immobile per dare un futuro al figlio che gli sta per nascere. “Questa casa l’hanno assegnata agli egiziani dopo che mi hanno sfrattata” racconta al giornale.it la giovane Aurora che rivela: “Solo all’ora di pranzo sono arrivati i signori che dovevano andare a vivere in questa casa e hanno detto: ‘Se sapevamo che questa casa era occupata da una ragazza incinta, aspettavamo 2 o 3 anni che ci riassegnavano casa’. Sono stati bravi che ce l’hanno lasciata anche perché loro, a differenza nostra, una casa ce l’hanno già dato che i figli hanno una casa in affitto”.

L'occupazione dell'Ater da parte di 'Roma ai Romani'

Questo, purtroppo, però, non è un caso isolato, basti pensare ai fatti di San Basilio per rendersi conto che la giunta Raggi preferisce gli stranieri e i rom. Un concetto ribadito anche da Giuliano Castellino, responsabile di Roma ai Romani, quando è riuscito ad occupare il balcone del palazzo dell’Ater, situato alle spalle del palazzo della Cassazione di piazza Cavour, in pieno centro.“Non abbiamo paura dei vostri manganelli e della vostra repressione. Non siamo rom e non siamo immigrati. La nostra unica colpa è essere romani”, ha gridato Castellino alla vista della polizia. I militanti della formazione di estrema destra hanno ammainato la bandiera dell’Unione Europea issata sul balcone del palazzo. “Queste bandiere sono il simbolo di politiche europee scellerate che regala migliaia di euro per l’accoglienza e lascia senza una casa e senza lavoro migliaia di nostri connazionali”, ha detto Castellino che, nell’arco delle due ore di occupazione, è riuscito a parlare con il Direttore generale dell'Ater, che ha promesso che si attiverà per aprire un tavolo con la Regione e il Campidoglio e ascoltare le proposte dei movimenti. “Vogliamo che l’essere cittadino romano faccia punteggio nella graduatoria a seconda degli anni di residenza nella Capitale”, ha detto Castellino mentre parlava alle famiglie occupanti che lo attendevano fuori dal palazzo.

Le richieste dei romani senza casa

Tra loro c’è anche Claudio, un 40enne separato con un assegno di mantenimento da dare all’ex moglie per crescere i loro 2 figli, che ha dovuto occupare un appartamento a Boccea perché altrimenti, col suo stipendio, non ce l’avrebbe fatta a sostenere tutte le spese. “Fino a che non ci sarà fino all’ultimo romano sistemato, nessuno Stato può pensare di sistemare prima persone provenienti da altri Paesi”, dice Claudio che abbraccia da tempo le idee portate avanti da ‘Roma ai Romani’. Il problema è che, nella Capitale, l’emergenza abitativa è ormai diventata “un business” e perciò “chiediamo che i romani in primis possano avere un tetto sulla testa e non siano più costretti a dormire in macchina e, magari, essere sostituiti da immigrati provenienti da ogni parte del mondo”, dichiara Castellino che precisa: “A noi dà fastidio che vengano sgombrati delle famiglie romane a favore degli immigrati perché noi sappiamo che il Comune ha fatto delle graduatorie assurde che favoriscono gli immigrati”.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 28/01/2017 - 13:25

E C'HANNO RAGIONEEE!!! PRIMA GLI ITALIANIII!!!!Chi ha fatto il regolamento per l'assegnazione dei punteggi??? INDOVINATE UN PO!!! Ed ora la SINDACA coi Raggi, perche NON lo cambia????

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 28/01/2017 - 14:32

Avvolgetevi nelle bandiere italiane, nessun poliziotto colpirà la nostra bandiera.

Una-mattina-mi-...

Sab, 28/01/2017 - 14:57

BRAVI, ENCOMIABILE CORAGGIO!

emigrante48

Sab, 28/01/2017 - 15:11

Sta iniziando quello che doveva giá essere una regola: prima gli ITALIANI, poi, forse, gli altri!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 28/01/2017 - 15:55

Estrema Destra? perché mai? Semplicemente persone ancora assennate.

steff39

Sab, 28/01/2017 - 17:20

Ecco il motivo per cui alle prossime elezioni non voto più m5s ! Le case prima agli italiani,poi se è possibile,aiutiamo anche i migranti,fino a prova contraria viviamo in Italia e se in questo paese c'è qualcosa.è merito dei sacrifici e del sangue italiano. Mio nonno militare, è morto prigioniero nei campi tedeschi,lasciando 3 bimbi piccoli,mio padre ha cominciato a lavorare a sei anni

il sorpasso

Sab, 28/01/2017 - 17:51

Finalmente qualcuno a favore degli italiani!

maurizio50

Sab, 28/01/2017 - 17:52

Dopo l'ubriacatura cattocomunista l'Italia è totalmente nel disastro: era ora che gli Italiani veri si svegliassero ed iniziassero a contrastare tutti gli assurdi provvedimenti voluti da Amministrazioni pubbliche e Magistratura a favore di stranieri e in danno degli Italiani. La riscossa deve iniziare ogni qualvolta c'è un Italiano in difficoltà. Basta invasione straniere, basta cattocomunisti. !!!

baronemanfredri...

Sab, 28/01/2017 - 18:17

ORA LE CxxxxxxE CORNACCHIE STRIDULE DELLA SINISTRA, AL PARI DI CATTOCOMUNISTI PARROCCHIANE STANNO SBRAIDANDO CHIAMONDOLI RAZZISTI, MEGLIO LORO CHE CERTI ITALIANI

baronemanfredri...

Sab, 28/01/2017 - 18:18

IL PRESIDENTE AMERICANO DONALD TRUMP E RIPETO IL PRESIDENTE AMERICANO NON E' ALTRO CHE IL VERO AMERICANO DELLA DOTTRINA DI MONROE. L'AMERICA AGLI AMERICANI

federik

Sab, 28/01/2017 - 18:26

Dire che hanno ragione è poco, ma in un paese di pagliacci, dove esportiamo cervelli ed importiamo negri, qualcuno ancora la pensa diversamente.

nunavut

Sab, 28/01/2017 - 23:37

Sempre meglio che quelli dei centri sociali che preferiscono gli stranieri agli Italiani.Cmq. bravi continuate a difendere il poco che resta.

opinione-critica

Dom, 29/01/2017 - 03:25

E' triste dirlo ma bisogna dirlo. La sinistra ha sempre appoggiato le sue frange violente e terroristiche, giustificandoli in parlamento e offrendo copertura legale, accusando le forze dell'ordine di eccesso di difesa: adesso vogliono introdurre il reato di tortura ma non per chi tortura gli italiani durante e dopo le rapine, bensì contro la polizia...tra qualche giorno ci sarà una incursione dei centri sociali contro questi patrioti, sappiamo chi sono i mandanti...

blackindustry

Dom, 29/01/2017 - 08:38

I romani potevano votare CasaPound, hanno scelto i pagliacci 5stelle, che sono comunisti sotto mentite spoglie. Ed ora si tengono le conseguenze della loro scelta.

Happy1937

Dom, 29/01/2017 - 09:52

Dice un saggio antico proverbio " prima i tuoi, poi gli altri se tu puoi". Purtroppo lo ignorano gli imbecilli che comandano in Italia.

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Dom, 29/01/2017 - 09:57

compagni lettori comunisti, ora i fascisti non vi fanno più paura?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 29/01/2017 - 10:58

Non mi pare che questi problemi rappresentino delle priorità per i Grullini. Svegliaaaaa!