Salvini alza il muro anti-Ong: "Direttiva per fermare azioni illegali"

La Mare Jonio recupera 50 migranti al largo della Libia. La reazione del Viminale: pronta la direttiva per stoppare le Ong

Salvini è pronto allo scontro frontale con le Ong. I mesi passano, gli sbarchi si riducono, ma le organizzazioni umanitarie continuano a pattugliare le acque di fronte alla Libia. Sabato la Mare Jonio di Mediterranea Saving Humans è partita da Palermo e neppure 48 ore dopo ha già "incrociato" un'imbarcazione con 50 migranti, li ha caricati a bordo e ora punta verso Lampedusa per chiedere a Roma l'indicazione di un porto sicuro di sbarco.

Non sarà così facile ottenerlo. Il ministero non sembra disposto a autorizzare lo sbarco della Mare Jonio, almeno non senza combattere. Pochi secondi dopo l'annuncio dell'operazione di soccorso da parte di Mediterranea, infatti, fonti del Viminale hanno fatto trapelare che il ministro Salvini "sta per firmare una direttiva" per "stoppare definitivamente le azioni illegali delle Ong".

Nel mirino del Viminale ci sono proprio le modalità con cui Mediterranea avrebbe realizzato il salvataggio. Il barcone si trovava a circa quaranta miglia dalla costa libica, dunque in quella che viene definita l'area Sar di Tripoli. Dopo aver lanciato i giubbotti di salvataggio, i volontari avrebbero caricato a bordo gli immigrati. La domanda cui ora sarà necessario dare una risposta è: perché non attendere l'arrivo della Guardia costiera libica?

Secondo le prime ricostruzioni, la Marina di Tripoli sarebbe sopraggiunta, ma solo qualche istante dopo e - scrive Repubblica - avrebbe fatto marcia indietro per tornare verso le proprie coste.

Il braccio di ferro ora si giocherà proprio si questo dettaglio. Salvini da tempo ripete questo dogma: "Il principio è che in acque libiche intervengono i libici". Punto. Ecco perché alla richiesta di un Pos da parte di Mediterranea, il Viminale ha reagito con l'annuncio di una stretta sulle operazioni delle Ong. In realtà sembra difficile che la Mare Jonio, che batte bandiera italiana, possa essere tenuta in stallo troppo a lungo (come successo per Sea Watch e in altre occasioni), ma Salvini sembra intenzionato a porre un freno alle navi umanitarie.

L'idea è quella di impartire "una direttiva per ribadire le procedure dopo eventuali salvataggi". "La priorità - assicurano fonti del ministero - rimane la tutela delle vite, ma subito dopo è necessario agire sotto il coordinamento dell’autorità nazionale territorialmente competente, secondo le regole internazionali della ricerca e del soccorso in mare". Il Viminale sembra ipotizzare che Mare Jonio non abbia collaborato con la Marina libica come sperato. "Qualsiasi comportamento difforme - sostiene il ministero - può essere letto come un’azione premeditata per trasportare in Italia immigrati clandestini e favorire il traffico di esseri umani". Ecco perché presto arriverà la direttiva di Salvini per "chiudere le acque" alle Ong.

Commenti

antonmessina

Lun, 18/03/2019 - 20:12

grandissimo Capitano !

Infondoasinistra

Lun, 18/03/2019 - 20:13

Il Capitone può dire quello che vuole ma finché la Libia non sarà considerata un posto sicuro, dubito che riuscirà nei suoi intenti. Il nostro governo dovrebbe spingere sulla redistribuzione europea dei migranti e smetterla di corteggiare il gruppo di Visegrad, che non ha i problemi di una frontiera esterna marittima. Putroppo questo concetto temo sia troppo difficile da comprendere per il Capitone.

Ritratto di Radamanto

Radamanto

Lun, 18/03/2019 - 20:13

Battono bandiera italiana, ....ci prenderemo anche questi 50 clandestini. Ma poi si sequestra la nave, si denuncia e si processa quella specie di capitano per insubordinazione e si toglie la bandiera italiana che questi pagliacci non meritano.

leopard73

Lun, 18/03/2019 - 20:14

Speriamo bene tutti a casa LORO!!!!

acam

Lun, 18/03/2019 - 20:15

a quanto pare al ma jonio batte bandira italiana quindi se entra in porto viene sequestrata per insubordinazione a alle direttive del proprio paese. il capitano degradato e i marinai volontari un po al fresco.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/03/2019 - 20:17

Lo sapevate, dovevate farla scortare dalle motovedette italiane, ed al primo giro di prua bloccarla e aspettare le motovedette libiche o tunisine. Loro giocano d'astuzia, non si può perdere per negligenza.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/03/2019 - 20:18

A noi ci sequestrano la patente ed a loro non possono sequestrargli la possibilità di navigare?

MarioNanni

Lun, 18/03/2019 - 20:20

Provocazione inaccettabile. l'imperativo per il cdx tutto, Fi compresa, è quello di stringersi attorno a Matteo Salvini. cascasse il globo.

nunavut

Lun, 18/03/2019 - 20:25

Guarda caso, SOLO dopo 48hr apparisce un barcone in avaria e potrei anche capirlo ma che sta affondando,guarda caso in ogni occasione il motore é in stallo ma questo non é necessariamente un naufragio perché il gommone DOVREBBE continuare a galeggiare= avevano il tempo necessario per attendere la Guardia Costiera Libica "spero elementare x i Watson italiani".

cir

Lun, 18/03/2019 - 20:25

ecco il mestiere per il quale ti abbiamo votato . vai avanti cosi!

Singismythe

Lun, 18/03/2019 - 20:36

Invece di fare proclami Salvini dovrebbe arrestare , mandare in galera i trafficanti e i loro mandanti che si fingono spinti da motivi umanitari (qualche parla magari ci crede) ..... poi, i clandestini presenti in Italia andrebbero prima portati su un 'isola poi rimpatriati .... ma basta proclami ne abbiamo sentiti abbastanza !

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 18/03/2019 - 20:46

ma se non riesce a fermare i balordi che infestano le strade italiane per quale motivo dovrebbe accanirsi contro dei poveracci? dedicato ai tacchini di salvini, che prontamente inizieranno a gloglottare in coro!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Lun, 18/03/2019 - 21:00

Ma ci vuole tanto per RIPRISTINARE il reato di CLANDESTINITA'? Ci vuole tanto per TOGLIERE la bandiera italiana a questi farabutti?

steacanessa

Lun, 18/03/2019 - 21:32

Non sembra che ci siano dubbi, hanno concordato l’incontro già dalla partenza da Palermo. Dove sono i pm sempre solleciti?

istituto

Lun, 18/03/2019 - 21:34

Ennesimo braccio di ferro. La Ong stazionera' per un po' di tempo di fronte alle coste italiane. Poi si dirà che i " profughi " sono debilitati, , ammalati, nervosi, fanno atti di autolesionismo, potrebbero togliersi la vita in quanto depressi e disperati, che la situazione igienica sta precipitando..ecc Ed i kompagni grillini, il PD, LEU ma SOPRATTUTTO la Magistratura Rossa faranno da sponda per l'attracco immediato. Non c'e niente da fare, la cosa migliore è il BLOCCO NAVALE come detto bene dalla Meloni tante volte. Ma con i pentastellati questo non è possibile. Vedremo con il prossimo governo, il più presto possibile si spera.

sergio_mig

Lun, 18/03/2019 - 21:35

Fino a quando le bagnarole non erano in mare non c’erano neppure i gommoni con i clandestini, quindi è palese l’accordo con i trafficanti di essere umani e le ong, per cui è favoreggiamento allimmigrazione clandestina.

cgf

Lun, 18/03/2019 - 21:37

ops! esce una ONG ed ecco i 'migranti da salvare', coincidenza.

cesare caini

Lun, 18/03/2019 - 22:04

Ma non lo vogliono capire che 5.000.000 di Italiani non vogliono gli immigrati clandestini ? Già li hanno fatti raddoppiare dove vogliono arrivare ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 18/03/2019 - 22:41

Bravo, continua così, salva una nazione allo sbando.