Salvini: "Bisogna essere cretini per rinnovare le sanzioni alla Russia"

Il leader della Lega a Mosca: "Il vero problema è il terrorismo. Boschi e papà Renzi da qui sono polemiche meschine"

"Se si suiciderà un altro pensionato non per Banca Etruria, ma per le sanzioni" Ue contro la Russia, "poi Renzi vada a fare il fenomeno anche a casa di quella famiglia lì". Così Matteo Salvini da Mosca ha commentato l'andamento del voto di sfiducia al ministro Maria Elena Boschi, sotto l'occhio del ciclone dopo il fallimento della Banca Etruria, di cui il padre è stato vicepresidente per qualche tempo.

"Il vero problema è che il terrorismo internazionale rischia di entrarci in casa: quelle sulla Boschi e sul papà di Renzi, viste da qui, sono piccole polemiche meschine", dice Salvini ridimensionando la querelle con il partito di Berlusconi che sul voto di sfiducia alla Boschi si è astenuto uscendo dall'Aula: "Tocca ancora a noi ricordare a Forza Italia che è all'opposizione". Il leader della Lega Nord ha poi smentito l'Huffington Post che aveva parlata di un suo mancato incontro con il presidente russo: "Io ho detto 'Vado a Mosca' e loro hanno scritto 'Salvini va da Putin', ma non necessariamente se uno va a Washington vede Obama". In realtà Salvini ha visto il presidente della Commissione Esteri della Duma - la Camera bassa del parlamento russo - Aleksei Pushkov e il responsabile dei rapporti esteri di Russia Unita, Andrei Klimov in vista del meeting degli 'euroalternativi' che si terrà a fine gennaio a Milano e a cui parteciperanno Marine Le Pen, Geert Wilders e altri alleati della Lega, ma "ci sarà anche una presenza russa di peso". "Sul nome dell'evento - ha spiegato Salvini - stiamo ragionando: 'lavoro, immigrazione e un'altra Europa': l'idea è questa, parlare di lavoro, di sicurezza e di pace per giocarla in positivo, altrimenti poi iniziano a rompere le scatole".

Salvini ha, poi, commentato il possibile rinnovo delle sanzioni alla Russia: "Bisogna essere cretini, in un momento di crisi economica, per rinnovare le sanzioni che ci taglieranno le gambe", ha attaccato il leader del Carroccio, "il problema è che se anche verranno ridiscusse le sanzioni, l'Italia è stata sostituita, quelle fette di mercato non le recuperi più, perchè i russi si sono approvvigionati altrove e hanno iniziato a produrre loro stessi". "Sarebbe demenziale per l'Italia perdere la collaborazione sul fronte energetico con la Russia", ha tuonato Salvini che vorrebbe "che in Nord Stream-2 l'Italia ci fosse e che partecipasse sia dal punto di vista dei lavori, che del risultato finale".

Commenti
Ritratto di MetalMusic666

MetalMusic666

Ven, 18/12/2015 - 20:12

MIRACCOMANDO sempre a fare i lecchini della NATO voi del PD

vince50

Ven, 18/12/2015 - 20:17

Voci volutamente inascoltate,non fanno ne parte ne comodo al sistema.

Miraldo

Ven, 18/12/2015 - 20:33

Pienamente d'accordo con la Lega e Salvini. Dobbiamo toglier il potere che senza votazioni si è preso il Pd e la loro stampella del M5S. i cosi detti comunisti.

routier

Ven, 18/12/2015 - 20:49

Non ci vuole mica un premio Nobel per l'economia per capire che le sanzioni contro la Russia sono una catastrofe per le nostre esportazioni ed una seria difficoltà per le importazioni energetiche di cui non possiamo fare a meno.

Malacappa

Ven, 18/12/2015 - 20:56

I russi sono moooooolto preoccupati per le sanzioni.

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 18/12/2015 - 21:05

Salvini chiedi e accordati con Putin affinche' la Russia protegga l'Italia dall'Europa e dagli USA e poi rovescia quel govermo di pezzenti ladri. tutti alla ghigliottina. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 18/12/2015 - 21:06

Se avessi cominciato con un non sarebbe stato un approccio negativo alla situazione venutasi a creare con l'embargo alla Russi, ed io,con tuto me stesso, dico che la Russia grazie a Berlusconi poteva essere la Nostra Alleata nell'ambito Europeo. Così non vuole, ecco il non, la Massoneria che comanda ormai sia in

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 18/12/2015 - 21:20

QUANDO SI HA UN GOVERNO DI DEFICIENTI INCAPACI I RISULTATI SONO QUESTI. LE AZIENDE ITALIANE HANNO PERSO MILIARDI PER NON AVER LAVORATO PER E CON L'ECONOMIA RUSSA.

Ulisse20150000

Ven, 18/12/2015 - 22:11

E' necessario riallacciare i rapporti con la Russia al piu' presto e trovare il modo di affrancarsi dal mondo Europeo delle sanzioni applicate come "camerieri" di Obama. Andare dietro a Obama e' suicidio: prova ne sono gli enormi errori con ISIS all'inizio e con il consenso dato al colpire Gheddafi. Lui fa il bello da Washington, noi siamo nel pantano del Mediterraneo. Dando retta alla Merkel poi abbiamo importato terrorismo che ah colpito gli sponsor europei di quest scelta politica disennata, i francesi. Le sanzioni alla Russia sono un danno solo per noi e un gran favore all'ISIS. Bisogna essere feroci contro questa politica demenziale !!! Via dall'Europa e via dalla NATOOO !!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 19/12/2015 - 01:30

Stiamo perdendo milioni di euro in una economia ancora traballante. Malgrado ciò si continua su questa strada suicida voluta dalla Merkel. DOBBIAMO ROMPERE QUESTO CERCHIO CHE STA STROZZANDO IL NOSTRO COMMERCIO. RIFIUTIAMO UNILATERALMENTE LE SANZIONI CON LA RUSSIA E MANDIAMO A QUEL PAESE LA CRUCCA E LE SUE MENATE CON OBAMA.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Sab, 19/12/2015 - 07:41

Sanzionare la Russia vuol dire essere governati in Italia e in Europa da una marmaglia di BABBEI.

rossini

Sab, 19/12/2015 - 08:13

Certo che ha ragione Salvini. Bisogna essere non solo imbecilli ma anche autolesionisti e masochisti per prorogare le sanzioni alla Russia. Il paese che paga il prezzo più alto è proprio l'Italia che è il maggiore esportatore verso Mosca dopo la Germania. Ma, mentre la Germania esporta in tutto il mondo e può facilmente sostituire la Russia, le nostre aziende sono alla canna del gas. Noi, da un lato, rinunciamo agli introiti di 3-4 miliardi di euro di esportazioni verso la Russia e dall'altro buttiamo nel cesso 3-4 miliardi per gli immigrati. E come potremo salvarci?

dakia

Sab, 19/12/2015 - 22:20

Bisogna essere cxxxxxi per tante cose, Salvini, ma noi siamo un popolo di comodini e mangioni,abbiamo venduto ad altri la nostra primogenitura perché ci siamo messi nelle mani degli incantatori di serpenti e ognuno suona il piffero a sua maniera, neanche a prove come queste sappiamo dare risposta e difendere il nostro, credo che non ci sia più ragione di arrabbiarci in pochi il popolo si è adagiato nella mollezza e lascia che tutto gli scorra accanto senza toccarlo.

diesonne

Ven, 29/01/2016 - 15:31

diesonne renzi vuole aumentare i posti di lavoro,ma le sanzioni con la russia che motivo hanno per mantenerle?

ilbarzo

Ven, 29/01/2016 - 15:42

Salvini lo hai detto:Bisogna essere dei cxxxxxi e i comunisti sicuramente lo sono.