Salvini prega per Buonanno: "Ci aiuta da lassù". Poi abbraccia la madre in lacrime

A Pontida Salvini dedica un momento di raccoglimento a Gianluca Buonanno, eurodeputato della Lega scomparso lo scorso 5 giugno 2016 in seguito ad un incidente stradale

Quelle note celtiche che volano verso l'alto. Si perdono là, lungo il pratone di Pontida, dove decine di migliaia di leghisti sono accorsi per partecipare alla tradizionale kermesse del Carroccio. E, prima di iniziare a parlare di politica, Matteo Salvini ferma i comizi per dedicare un momento di raccoglimento a Gianluca Buonanno, l'eurodeputato scomparso il 5 giugno 2016 in seguito ad un incidente stradale. Il leader leghista ha invitato la madre di Buonanno davanti all'albero della vita e qui i due hanno pregato in silenzio, stretti in un intenso abbraccio (guarda il video).

"Sono convinto che lassù ci sia qualcuno che ci sta aiutando e che ci aiuterà ancora a lungo". Davanti all'albero della vita, a pochi passi dal palco allestito a Pontida per la tradizionale festa della Lega, Salvini ricorda tutti gli amici che non ci sono più. In primis, Buonanno. E proprio accanto alla madre dell'eurodeputato morto due anni fa il leader del Carroccio ha alzato una preghiera al cielo per rocrdare "tanti fratelli e tante sorelle che hanno condiviso anni di battaglia in quello che non è un partito ma una famiglia".

Quando Salvini ha smesso di parlare, la madre di Buonanno non ha più trattenuto le lacrime. E così i due si sono stretti in un lungo e intenso abbraccio. Da lontano si sono quindi alzate le note delle cornamuse. E il popolo leghista ha ricordato così Buonanno.

Commenti

Giorgio1952

Dom, 01/07/2018 - 15:51

Vorrei ricordare a Salvini che si commuove per Buonanno, i morti nel Mediterraneo e qualche numero : tra il 1861 e il 1985 hanno lasciato il Paese, senza farvi più ritorno circa 18.725.000 di italiani; fra il 1880 e il 1915 approdano negli Stati Uniti quattro milioni di italiani, su 9 milioni circa di emigranti che scelsero di attraversare l'Oceano verso le Americhe. Circa il 70% proveniva dal Meridione, anche se fra il 1876 ed il 1900 la maggior parte degli emigrati era del Nord Italia con il quarantacinque per cento composto solo da Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte; oggi ci sono 900 mila nostri connazionali in Argentina ed a Buenos Aires ci sono più italiani che a Bologna. Non sono scappati dalla guerra ma dalla miseria, sono andati in cerca di lavoro ma hanno esportato anche Mafia e Cosa Nostra.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 01/07/2018 - 15:58

Meglio un animale politico che un politico animale. RIP

Dordolio

Dom, 01/07/2018 - 16:41

E quindi Giorgio1952? Quale è il senso del suo pensoso intervento? Ha a che fare forse con certe posizioni del Salvini di questi tempi? E' informato lei del fatto che le persone di cui parla (tra cui anche miei lontani parenti) si presentavano con nome cognome e documenti validi al seguito? E non erano andati lì per farsi mantenere? Immagino non le sfuggirà la differenza con certe figure che si sono auto invitate da noi. O forse questa differenza non la comprende proprio? Ma che le passa per il cervello, se lei ne ha uno?

Ritratto di pravda99

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ilgrandeblek

ilgrandeblek

Dom, 01/07/2018 - 17:10

Per rinforzare quanto gia magistralmente esposto da Dordolio, vorrei ricordarle caro Giorgio1952 che i nostri emigranti (specialmente quelli che si recavano negli Stati Uniti) partivano con i PASSAPORTI IN ORDINE e con un documento detto allora "Atto di richiamo della famiglia" con il quale si attestatva che colui che li richiamava in terra americana aveva possibilità di provvedere in toto a loro. Non bastante questo venivano fermati a ELLIS ISLAND in quaratena per controllo medico ACCURATO e controllo dell'originalità dei documenti. Questa è Storia e NON PROPAGANDA. Quindi non spariamo numeri tanto per farlo.

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 01/07/2018 - 18:14

Lasciate stare il defunto (pace all'anima sua) Buonanno. Non é stato certo un modello di politico efficace. Piu che altro un buon showman come il suo segretario-capitano ...

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Dom, 01/07/2018 - 18:37

Caro giorgio1952 è per gente come lei che il PD ha avuto un risultato straordinario continuate così che siete destinati all'estinzione anche se cambierei nome. La destra ringrazia.

oracolodidelfo

Dom, 01/07/2018 - 18:51

Giorgio1952 15,51 - lei oltre ad essere un bieco mistificatore, è un intollerabile denigratore del popolo italiano e, pur di fronte a fatti concreti, facilmente rintracciabili sul web, dimostra di essere totalmente incapace di fare analisi oneste ed esatte.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Dom, 01/07/2018 - 19:47

SECONDO INVIO Da buon comunista qual è, vale per Salvini ciò che al mio paese si dice degli ipocriti e dei mafiosi: «su santu a cresia gei d’ischit portare!» (ci tiene a farsi vedere mentre porta le statue dei santi in processione). Forse è ciò che hanno pensato anche Bossi e Maroni, i quali, per la prima volta, sono stati alla larga da Pontida.

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Dom, 01/07/2018 - 19:48

Su questo sito si leggono anche dei commenti deliranti. Spesso da gente che non solo ha perso il senso del vivere comune, ma anche dell'intelletto. Fra questi ci sono purtroppo anche parecchi di destra che non riescono a farsi un'idea che oggi sono solo rappresentati dalla Lega e da questo Governo. Ebbene, oggi ho letto uno di questi commenti, quello di Giorgio 1952 che dall'altro dei suoi anni ha scritto una sfilata di bischerate che piu' leggo e meno riesco a collocarle nel contesto dell'articolo. Consiglio a Giorgio1952 di leggersi "Senilita`" di Italo Svevo, ma soprattutto di farsi un gottino di Chianti di piu' e di pensare meno.

19gig50

Dom, 01/07/2018 - 20:40

Peccato, avrebbe fatto grandi cose e ci avrebbe dato molte soddisfazioni. Riposa in pace Gianluca.

PaoloPan

Lun, 02/07/2018 - 01:04

Bravo Salvini.

gbuzziferraris

Lun, 02/07/2018 - 02:51

A Giorgio1952 ha risposto egregiamente sia Dardolio sia ilgrandeblek.E'veramente insultante che vi siano ancora persono che non conoscendo la storia e mettano sullo stesso piano gli attuali clandestini con i nostri emigranti.L'America allora non arrivava a 100Milioni,richiedeva disperatamente mano d'opera e tutti i nostri emigranti avevano il famoso PassaportoRosso.E se non passavano la quarantena a Ellis Island,venivano rispediti indietro immediatamente.

veromario

Lun, 02/07/2018 - 08:30

CARO Giorgio,lei da buon comunista ha elencato una serie di cavolate che non hanno niente a che vedere con la situazione attuale ma già ci hanno pensato altri a ricordargli come stanno le cose,tipo DORDOLIO con il quale concordo pienamente.

Giorgio1952

Lun, 02/07/2018 - 08:37

lucabilly consiglio a lei un gottino di chianti in meno e un pensiero in più, le spiego il mio commento nel contesto dell'articolo, giustamente Salvini si commuove nel ricordo di Buonanno ma dovrebbe commuoversi anche per i morti nel Mediterraneo, emigranti come lo furono milioni di italiani dai dati riscontrabili e non bischerate come scrive lei.

Giorgio1952

Lun, 02/07/2018 - 08:38

Dordolio carissimo anche il fratello di mia nonna emigrò negli USA agli inizi del 900 e si è fatto un mazzo tanto, che durante la seconda guerra mondiale mandava i "verdoni" ai suoi fratelli in Italia. Non mi sfugge la differenza tra oggi e il passato, ma far credere che tutti gli immigrati sono delinquenti e rubano il lavoro agli italiani è falso, quelli che sono in galera sono piccoli delinquenti e quelli che lavorano sono sfruttati a pochi euro al giorno. Il suo cervello visto che ne ha uno, cosa ne dice della Mafia e Cosa Nostra esportata negli USA, le maggiori famiglie che delinquono portano nomi italiani, non sono i ladri di galline africani, i piccoli spacciatori e le prostitute sono gestite dalla malavita italiana e dell’Est Europa.

Giorgio1952

Lun, 02/07/2018 - 08:43

ilgrandeblek che rinforza “quanto già magistralmente esposto da Dordolio”, mi ricorda “che i nostri emigranti (specialmente quelli che si recavano negli Stati Uniti) partivano con i PASSAPORTI IN ORDINE e con un documento detto allora Atto di richiamo della famiglia con il quale si attestava che colui che li richiamava in terra americana aveva possibilità di provvedere in toto a loro. Non bastante questo venivano fermati a ELLIS ISLAND in quarantena per controllo medico ACCURATO e controllo dell'originalità dei documenti. Questa è Storia e NON PROPAGANDA. Quindi non spariamo numeri tanto per farlo”. Non mi dice nulla di nuovo e io non faccio propaganda, cito dati ufficiali non sparo numeri come fa Salvini, dica dove sono i 600 mila immigrati clandestini, vuole censire i Rom il cui 40% è cittadino italiano, come fa a censire gli africani che non hanno documenti e possono dichiarare la nazionalità che vogliono.

dellemon

Lun, 02/07/2018 - 09:27

Caro Dordolio e' proprio cosi', non capiscono la differenza. Aggiungerei poi che la mafia, giustamente, ce l'hanno rispedita a casa.

WSINGSING

Lun, 02/07/2018 - 09:38

Mamma mia! Credevo si riferisse a Bonanni, il sindacalista che si è creato la pensione d'oro! Scusatemi.

Giorgio1952

Lun, 02/07/2018 - 10:43

veromario è solo nel nick quello che dice è falso Mario, come fa lei ad essere così sicuro che sono comunista? Mi dica poi quali sono le cavolate che ho scritto, la accomuno a Dordolio, ilgrandeblek, dellemon, lucabilly citando Dante "Non ti curar di lor, ma guarda e passa".

Massimom

Lun, 02/07/2018 - 11:24

Vorrei ricordare a Giorgio che i nostri migranti erano per la maggior parte richiesti da paesi che necessitavano di manodopera ed imprese per il proprio sviluppo e la grande rivoluzione infrastrutturale che da metà ottocento ha cambiato il mondo. Partivano, ad esempio per gli Stati Uniti su navi di linea, quasi sempre con prospettive di lavoro o con un contratto in tasca come testimoniano le numerosissime imprese edili che lavorarono in tutto il mondo. Non erano disperati che raggiungevano, come oggi, su carrette del mare "soccorse" dai nuovi negrieri nazioni in crisi economica ed occupazionale, con disoccupazione giovanile fino al 40 per cento. (segue)

Massimom

Lun, 02/07/2018 - 11:25

(2°)Gli segnalo anche che quei paesi, in particolare gli Usa, ma anche altri, avevano precedentemente eliminato con politiche di sterminio i nativi, "liberando" un territorio immenso da ripopolare. Forse lui, come nel tempo hanno fatto e fanno ancora oggi i compagnucci in giro per il mondo, intende adottare politiche di sterminio anche nei confronti dei nativi italiani, in tal caso prometto che lo aspetterò davanti a casa mia per esprimergli personalmente e molto fermamente il mio dissenso. Un consiglio non richiesto, studi un poco la storia, solo un poco.