Salvini va in piazza con Fdi e si allontana da Forza Italia

Strappo leghista in vista delle Comunali: salta l'asse con gli azzurri in Veneto. I dubbi di Maroni

Roma - A dispetto delle previsioni del tempo che promettono un clima mite, il termometro politico di centrodestra, nel giorno della manifestazione «Italia sovrana», lanciata dalla presidente di Fdi Giorgia Meloni e subito condivisa dalla Lega di Matteo Salvini, segna temperature sottozero.

Eppure per il centrodestra è la prima volta che si va in piazza dopo il referendum che ha mandato a casa Matteo Renzi, ma la kermesse romana, più che una prova generale di unità per il variegato fronte, sembra l'occasione per accentuare le crepe nella coalizione che non c'è. E, soprattutto, sembra voler andare oltre la leadership di Silvio Berlusconi che, infatti, non gradisce per nulla. Il problema non è solo la fretta di Fdi e Lega di tornare al voto, ribadita con più forza dopo la decisione della Consulta sull'Italicum. A gelare il clima con il Cavaliere è proprio Salvini, che al termine del consiglio federale del Carroccio rende noto che la Lega, in Veneto, «correrà con liste senza il simbolo di Forza Italia alle comunali» di Padova, Verona e Belluno.

Uno smarcamento deciso, che Salvini paventa come possibile anche in ottica elezioni politiche, per le quali il leader del Carroccio immagina «entrambe le strade aperte», tanto una «corsa in solitaria» quanto con una «coalizione più ampia». A frenare ulteriori salti in avanti del giovane segretario leghista, evitando fratture più definitive nel fronte con Fi, sarebbe stato Umberto Bossi. Il fondatore della Lega, spesso polemico con l'attuale leader, avrebbe invitato Salvini a correggere la rotta e a non «isolare la Lega», ribadendo la necessità di trattare con Forza Italia. Anche il governatore lombardo Roberto Maroni durante l'incontro in via Bellerio avrebbe ricordato a Salvini l'urgenza di chiarire la posizione in merito alle alleanze, considerato che tanto in Lombardia quanto in Veneto il Carroccio è al governo con l'appoggio degli azzurri. Così Salvini al termine concede le «porte aperte» a tutte le forze politiche in vista delle elezioni, chiudendo solo a «coloro che si sono resi complici del Sì», e dunque «no agli Alfano, ai Cicchitto, ai Casini», e sì invece a quanti nel centrodestra vorranno «condividere il programma».

Ma più della stiracchiata diplomazia del segretario federale, sono le sue dichiarazioni sulla corsa senza Fi alle comunali venete che deflagrano alla vigilia della manifestazione. Tanto che quasi subito circolano rumors che danno per imminente il forfait della delegazione azzurra - annunciati Renato Brunetta e Paolo Romani, oltre ad Altero Matteoli e al «separato in casa» Giovanni Toti - alla manifestazione romana. Invece, nonostante una evidente tensione, alla fine l'allarme rientra. Oggi nella capitale sfileranno fino a piazza San Silvestro anche le bandiere di Forza Italia. E dal palco dei Fratelli d'Italia, nella piazza a due passi da Palazzo Chigi, ospite di Giorgia Meloni (che chiama «mia sorella»), parlerà pure Brunetta, che ieri, alla festa dei lettori del Giornale, ha ribadito come «pur nelle difficoltà va perseguita con forza e determinazione l'unità del centrodestra». Invitando Salvini a riaprire il dialogo, «senza forzature» e «senza opa ostili».

Commenti
Ritratto di ateius

ateius

Sab, 28/01/2017 - 09:53

Salvini è ingenuo. con il proporzionale terrà alta la bandiera ma regalerà Palazzo Chili a Renzi, che già fruga nella borsa dei centristi e di Alfaniani per il recupero di quella chiave che gli permetta di rientare. Berlusconi non è di destra.. è di centro. Una grande Coalizione centro-sinistroide alla Renziana sarà il nostro futuro. "Meglio emigrare.." diceva Nietzsche.. "in selvagge e fresche contrade del mondo.."

il sorpasso

Sab, 28/01/2017 - 10:10

Senza Berlusconi non va da nessuna parte

Giulio42

Sab, 28/01/2017 - 10:27

Se non sbaglio, è stato Berlusconi a dire che alle elezioni andava senza coalizione. Salvini, si sta solo adeguando.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 28/01/2017 - 11:20

---è l'ambizione personale che frega sto tizio---della politica non gli frega un tubo-se non come mero strumento per una rapida scalata sociale--

paràpadano

Sab, 28/01/2017 - 11:26

Oramai FI sono diventati le mutande (pandan) della camicia di Renzi. Se ci fosse Montanelli ancora in vita li chiamerebbe F-ieri I-mbecilli .

Ritratto di Turzo

Anonimo (non verificato)

nordest

Sab, 28/01/2017 - 11:38

Stare insieme a Berlusca è come dormire con un serpente al tuo fianco.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 11:41

....FI è come M5S!!....Da una parte un'aggregazione" di TREMACODA,che da un originario over 20%,perde pezzi da tutte le parti...dall'altra,altrettanta "aggregazione",che da un originario 20-25%,di "incazzati" e "delusi",perde altrettanti pezzi(in mancanza del "collante" originario)..Ci guadagneranno Lega e FdI da una parte,ed il PD,dall'altra...Lasciamo stare Bossi,per favore!!!Se non lo si è ancora capito,poche idee,chiare e schiette,sui TEMI CALDI,che in questi anni sono andati alla deriva,sono il nuovo "collante",sul campo,non nei salotti che "contano"!!Nell'era Trump,i giochi cambiano!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 28/01/2017 - 11:42

Se FI è europeista, immigrazionista, globalista, atlantista... Salvini fa la cosa giusta.

Massimo

Sab, 28/01/2017 - 11:43

Il punto è: assieme per fare cosa ? Se il Cav, prigioniero dei ricatti processuali e delle scalate a Mediaset, continuerà a restare nel ppe con la Merkel, a sostenere il soviet europeo e l'euro, a fare distinguo sulla politica immigrazionista, che senso ha stare assieme ? Meglio avere l'opzione "sovranista" da poter votare senza il rischio che poi ci siano un Alfano o un Verdini che portano il nostro voto a sostegno del governo con i comunisti, europeisti, multiculti e internazionalisti.

mariobaffo

Sab, 28/01/2017 - 11:45

Salvini non'è ingenuo ,a lui non interessa governare e prendere decisioni ,a lui interessa salvare il suo orticello e tirare a campare,governare significa anche prendere responsabilità e perdere consensi.Intanto ha licenziato i suoi dipendenti e li ha messi a carico di tutti ,quindi o prendono i soldi dalle casse dello stato o comunque paga sempre pantalone.Che prendessero i soldi rubati e portati in Africa o chissà dove per pagare.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 11:49

Poche e precise "affinità" di programma,dei partiti che hanno "quagliato" la vittoria del "NO" al recente referendum,sono l'unica alternativa di un NUOVO GOVERNO,di un NUOVO SISTEMA POLITICO,non più basato su una "coalizione partitica"(troppo articolata),ma COME HO SEMPRE SOSTENUTO,di una coalizione su un "programma",su una "affinità",come un minimo comun denominatore,che un "esecutivo",così scaturito,dovrebbe portare avanti,senza se,senza ma.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 28/01/2017 - 11:57

Tanto per chiarire alcune cose: non è Salvini a volere un sistema proporzionale ma Berlusconi; a fare lo sgambetto a Salvini (Roma, Padova) è stato Berlusconi dopo che la Lega ha fatto eleggere Toti e ha sostenuto Parisi; ad "offendere" Salvini ogni tanto è il solerte Cavaliere che invece, talora non perde occasioni per manifestare simpatia a Renzi. Infine: si può sapere perché Salvini deve rinunciare ad acquisire consensi per mettersi a disposizione di questa Fi, indefessa sostenitrice di questa europa canaglia?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/01/2017 - 12:00

Senza Berlusconi non vanno da nessuna parte. Berlusconi senza Salvini e Meloni non va da nessuna parte. Se va con parte del pd resta a zero di voti e lo fregano in 10 giorni. Quindi ne traggano le conclusioni......

emigrante48

Sab, 28/01/2017 - 12:11

Salvini ha ragione!! I traditori di Forza italia li abbiamo giá visti all´opera a Padova e Roma e Milano dove hanno consegnato la cittá al corrotto Sala e ai vuoti a perdere grullini, per sostenere un signor nessuno come Parisi e un impresentabile come Marchini! Qualche forzista intelligente vuole allearsi a Lega e FdI? Nessuno li caccerá, firmino il programma che Lega e FdI faranno in comune e le porte sono aperte!! Sappiano solo che se tradiscono, come loro abitudine, verranno cacciati, ma nel vero senso della parola, dagli elettori, stanchi delle giravolte alla Grillo e del Berlusconi, il cui interesse é solo salvare Mediaset!

ziobeppe1951

Sab, 28/01/2017 - 12:42

il sorpasso..10.10..non è un problema tuo, voi avete sempre il kkkompagno bimbominkia

nerinaneri

Sab, 28/01/2017 - 12:45

...dopo l'estate, il cdx al 16%...

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Sab, 28/01/2017 - 12:50

Dai e ridai, con la sua quotidiana razione di veleno il leghista ruspaiolo ha scavato la sua trappola: un fossato che difficilmente riuscirà a colmare per riavvicinarlo al Cavaliere che, finalmente, si è rotto... Ora, l'ostinazione di questo "lungimirante" e tronfio leader padano lo porterà, inevitabilmente, a infilarsi, probabilmente anche in compagnia della "volpina" di Fdi, nell'oscurità di un abissale cul-del-sac.

Gianni11

Sab, 28/01/2017 - 13:08

Sovranita' o no? Salvini e La Meloni sono per la sovranita' dell'Italia. Gli altri?

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 28/01/2017 - 13:13

Quando FINALMENTE si andra a votare e si conteranno i VOTI, chi ne avra uno in piu sara il capo della coalizione e Governera!!! AMEN

leserin

Sab, 28/01/2017 - 14:43

La alleanze si fanno sulprogramma, non con le etichette di partito. Se FI e LN hanno un programma comune e condividono le modalità per realizzarlo, bene. Altrimenti se devono coalizzarsi per poi trovarsi divisi su tutto, si lascino perdere fin dal principio, senza ingannare gli elettori.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 15:52

@emigrante48 12:11...concordo!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 28/01/2017 - 16:21

@Pettir45......con le sue profonde considerazioni,dal " cul-del-sac",sembra stia ragionando lei...

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 28/01/2017 - 16:37

Quanta ignoranza, leggo qui uno che scrive che la Lega ha portato i soldi in Africa!!!! Per scrivere una stupidata del genere ci vuole solo un cervello COCOMERIOTA, i buoni del tesoro della Tanzania si comprano in BORSA non in Africa e come tutti alla scadenza vengono ripagati con i relativi interessi, quindi semmai la Lega ha PORTATO VIA soldi dall'Africa perche ha INVESTITO 100 e ha preso indietro 120!!! AMEN.