Se i grillini conquistano la Capitale perdono l'Italia

C'è chi è terrorizzato che i Cinque Stelle vincano le amministrative a Roma. Ma è l'unico modo per disinnescarli

C'è chi è terrorizzato che il M5S vinca le elezioni amministrative (anticipate) a Roma. I sondaggisti, per quanto un po' in disgrazia negli ultimi tempi, sostengono che l'ipotesi non è improbabile. Mettiamo che abbiano ragione. A nostro giudizio non sarebbe una iattura. Non lo diciamo perché tifosi di Beppe Grillo, ma per altri motivi che andiamo ad illustrare. Sindaco e giunta, se pentastellati, sarebbero finalmente indotti a dimostrare(...)(...) le loro capacità in una metropoli nell'occhio del ciclone, addirittura la capitale, che ha attraversato un periodo nero del quale è stato raccontato tutto, provocandoci l'orticaria e non solo quella. Due sarebbero gli scenari. Il primo è che i grillini rivelino di essere all'altezza del mandato ricevuto dagli elettori e che, pertanto, risolvano i problemi della città che altri partiti hanno invece aggravato con conseguenze disastrose. Saremmo stupiti, ma anche soddisfatti. Benvenuto chiunque sia in grado di badare alla cosa pubblica. In politica non serve essere schizzinosi né, tantomeno, diffidenti in base a pregiudizi. Poiché simile eventualità ci sembra però irreale, tenuto conto che il M5S, laddove è stato chiamato a trasformarsi in classe dirigente ha fallito, pensiamo che con i grillini le grane della capitale rimarrebbero tali e quali. E allora avremmo raggiunto un grande risultato lo stesso. Infatti, il M5S, sconfitto sui piano operativo, perderebbe ogni chance per imporsi alle successive elezioni politiche, previste per il 2018. Cosicché il Pd di Matteo Renzi e il centrodestra di Matteo Salvini-Silvio Berlusconi, in caso di ballottaggio (se l'Italicum non sarà modificato), si troverebbero a competere tra loro senza un terzo incomodo. Una via d'uscita al rischio che Grillo, profittando del disgusto degli italiani verso la politica, si intrufoli al secondo turno, minacciando di raccattare i consensi di astensionisti potenziali, di leghisti e perfino di berlusconiani, stanchi di una maggioranza incline a tirare a campare.Finora i pentastellati sono cresciuti a dismisura non per ciò che hanno fatto, bensì per ciò che non hanno fatto, promettendo però mari e monti agli italiani. In altre parole, non hanno avuto modo di essere giudicati per le loro attitudini a governare. L'abbandono di Marino offre ai seguaci di Grillo l'opportunità di sperimentarsi, semprecché ottengano i suffragi bastevoli per conquistare il Campidoglio. Gli elettori a livello locale e nazionale sono abbastanza maturi, e una verifica sul campo della preparazione degli ultimi arrivati sarebbe decisiva, in senso negativo e/o positivo. La nostra sensazione è che se il M5S fosse chiamato ad aggiustare i guai romani, si troverebbe di fronte a una impresa titanica e sarebbe costretto ad alzare bandiera bianca. Il fenomeno grillino si sgonfierebbe così rapidamente. Certo, le nostre sono valutazioni teoriche e non è detto che siano esatte. Ma resta il fatto che ad oggi le legioni di Beppe non si sono mai cimentate con i problemi della gestione effettiva di una grande città, di una regione o dello Stato. Non hanno fatto altro che polemizzare. Ma un conto è parlare e un altro è fare. È ora che scendano dalle nuvole. I grillini sono ragazzi pieni di idee che, però, non c'entrano niente con la realtà.Vittorio Feltri

Commenti

COSIMODEBARI

Ven, 13/11/2015 - 14:57

Se Roma fosse solo una grande città, beh potrebbero farcela a governarla. Ma il guaio accertato è che una grande città dei favori, dei privilegi, del maleaffare, ovvero di vecchi volponi visibile e, soprattutto invisibili. Ed a Roma non scorre solo il fiume Tevere, c'è pure il fiume euro con migliaia di affluenti, effluenti e defluenti.

Ritratto di Cassandra...

Cassandra...

Ven, 13/11/2015 - 15:03

RIPULIRE la MAFIA CAPITALE e RIPULIRE LO sTIVALE, chi ha PAURA dei Cinque Stelle ha ragione ad averne

woofer65

Ven, 13/11/2015 - 15:42

Mi stupisco di me stesso, ma questa volta sono affatto d'accordo con Feltri. Anche perché si tratta di pura logica.

ectario

Ven, 13/11/2015 - 16:01

Dalla padella, alla brace dei comunisti camuffati.

cameo44

Ven, 13/11/2015 - 16:22

Come mai il M5S fa tanto paura sia a destra che a sinistra? questi non pensano che il fenomeno M5S sia colpa loro? se il paese è in questo stato è certamente colpa sia del centro sinistra che del centrodestra visto che hanno governato a fase alterne entrambi ma come sempre si fa a scarica barile il centro sinstra accusa il centrodestra e così vice versa un paese che vive sempre in emergenza senza programmazzione al cuna ed i risultati son lì viabilità da terzo mondo come i trasporti non parliamo delle periferie delle grande città ed oggi il degrado è anche nei centri storici oltre il dilagare della criminalità che ha reso invivibli anche quei centri dove si dormiva con le porte aperte altro che paura creata per raccattare voti come dice Alfano questi cri minali venuti per lo più dall'Est sono molto violenti e non si fermano uccidono per pochi euro

linoalo1

Ven, 13/11/2015 - 16:24

Allora,speriamo che non succeda!!!!Noi ITALIANI siamo stufi di essere governati da un'Armata Brancaleone!!!Ci è bastata l'attuale!!!!

blackbird

Ven, 13/11/2015 - 16:34

Ma poiché si andrà a votare nel 2016 (PD in declino, tasse ferme per un anno, 80 euro e assunzioni scuola nel dimenticatoio, col cavolo che Renzi tiene la barra dritta fino al 2018!), l'effetto trascinamento farà vincere dappertutto lo stesso schieramento: PD o M5S. In Campania si voterà pure, Renzi ha già detto la famosa frase: De Luca ha il diritto di governare, stia sereno!

Leo Vadala

Ven, 13/11/2015 - 16:56

Il Sig. Feltri dimentica un fattore importante di una gestione grillina della citta' di Roma - l'onesta'. E - finora almeno - sembra che i grillini siano moralmente almeno una spanna sopra il resto della gentaglia al governo. Personalmente preferisco gente incapace ma onesta a gente incapace e disonesta.

Giampaolo Ferrari

Ven, 13/11/2015 - 18:08

°°°cassandra°°° Io sarei come gran parte degli italiani felice che il M5S sia in grado di amministrare.Sono perplesso dai personaggi che anno aderito sul mio territorio a quel movimento e le posso garantire che oltre ad aver abbondantemente riscaldato le sedie dell'università sono arrivati oltre i quarantanni senza mai sapere quanto costa il sale e l'affito perche ancora sotto le ali di papà. comunque auguri.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 13/11/2015 - 18:14

Macché M5S, qui ci vuole una medicina diversa, sicuramente efficace ma politicamente scorretta al punto di non poterla neanche nominare per non sembrare antidemocratici. Ma tutti sappiamo come si chiama e presto o tardi ci sarà ben qualcuno che la somministrerà. BENVENUTO!

Giampaolo Ferrari

Ven, 13/11/2015 - 18:17

°°°°leo Vadala°°°Non metto in dubbio l'onesta di queste persone ma è difficile da dimostrare se a oltre quarantanni non anno mai fatto una denuncia di reddito,cosa dice?? Affidare la guida di un comune o una regione a chi non ha guidato neppure casa sua.Comunque auguri.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 13/11/2015 - 18:18

@ectario (16:01) Ectario, tu sei un yDj0t@, un povero dysGr@zj@t0, di una stupydjt@ abissale.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 13/11/2015 - 18:22

Chi si augura che il M5S non si affermi elettoralmente non capisce, poverino, che implicitamente auspica che restino in sella quelli che hanno rovinato il Paese. Questa è l'assurdità più totale.... nominare curatori fallimentari proprio quelli stessi cha hanno causato la bancarotta.

Perlina

Ven, 13/11/2015 - 18:23

Leo Vadala - Speriamo. Mia nonna diceva "chi gira la marmellata si lecca le dita".

vincar

Ven, 13/11/2015 - 19:21

Pienamente d'accordo con Leo Vadala. Dice il proverbio: Meglio un asino vivo ( incapaci ma onesti M5S )che un professore morto ( "capaci" ma disonesti ).