"Serve un vertice di governo". È l'eterno scontro tra Salvini e Di Maio

Dalla sicurezza all'autonomia, è scontro su tutto. Salvini vede un nuovo asse M5S-Pd. E Di Maio lo attacca: "Ha tolto felpa e messo l'abito della casta"

Entrambi dicono che l'esecutivo reggerà l'urto delle elezioni europee. Entrambi assicurano che andranno avanti a governare per altri quattro anni. Eppure, mai come oggi, Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono stati tanto distanti. La cacciata di Armando Siri ha fatto precipitare i rapporti e ora qualsiasi pretesto è buono per litigare. "Stiamo chiedendo un vertice dell'autonomia da un mese, ma Salvini l'ha presa sul personale e non vuole fare vederci", accusa il leader grillino. "Se oggi si va a rilento, la Lega deve chiedere a se stessa". La realtà, però, è molto più complessa di quanto non vogliano rilevare i Cinque Stelle. E fonti leghiste, tra le altre cose, hanno fatto sapere che Di Maio "non ha mai chiesto l'incontro con la Lega".

I dossier sul tavolo di Giuseppe Conte sono tanti. E tutti potenzialmente esplosivi. L'autonomia alle Reagioni, per esempio, è in cima ai desiderata della Lega ma non piace ai grillini. Tanto che anche oggi Di Maio ha detto che "prima di dare più autonomia alle regioni, bisogna cacciare dalla sanità i raccomandati e i 'figli di'". Una provocazione, ovviamente. Ma di questi tempi il capo dei Cinque Stelle non fa altro che andare avanti a suon di provocazioni nel tentativo di irritare l'alleato. Anche sul decreto Sicurezza bis, presentato in questi giorni dal Viminale, non ha mancato di mettere becco. "Mi dispiace che non parli di rimpatri", ha detto. "Già il fatto che stiamo facendo un bis fa capire che c'è qualcosa che ci siamo dimenticati nel precedente...". A picchiare duro contro le misure adottate da Salvini per combattere l'immigrazione clandestina, ha iniziato da settimane. Prima mettendo in discussione la chiusura dei porti alle navi delle ong e ora polemizzando sulle espulsioni. L'obiettivo è andare a minare il maggiore successo del leader leghista provando a screditarlo in piena campagna elettorale per le elezioni europee.

Oltre agli obiettivi, sembra che i due alleati stiano lentamente mettendo in discussione l'alleanza. Ieri Salvini non ha fatto mistero di voler costruire un percorso condiviso con Silvio Berlusconi per "portare avanti battaglie comuni" a Bruxelles. Nel frattempo continua in parlamento l'abboccamento tra grillini e dem. "Inizio a notare troppa sintonia...", ha lamentato il leader del Carroccio. "Dicono no all'autonomia, alla flat tax, al nuovo decreto sicurezza... Qualcuno mi spieghi se il M5s vuole andare d'accordo con il Pd o con gli italiani e la Lega, rispettando il patto". E E di quel patto intende subito portare avanti la riduzione delle tasse e l'autonomia. "Ognuno può avere le sue priorità... se, poi, qualcuno cambia idea o ha tempo da perdere lo spieghi agli italiani".

Le priorità di Di Maio non sembrano più collimare con quelle del Carroccio. "Negli ultimi quattro mesi non riconosco più la Lega che ho conosciuto nei primi sei", ha detto ai microfoni di Matrix su Canale 5. "È come se Salvini si fosse tolto la felpa e avesse messo l'abito buono della vecchia politica, io non li capisco più come prima".

Commenti
Ritratto di mailaico

mailaico

Mar, 14/05/2019 - 14:07

litigate innamorati ... fate pena!

Mborsa

Mar, 14/05/2019 - 14:07

Questa esperienza è da chiudere senza subordinate! Il grado di litigiosità è tale che, fosse pure iniziato come manfrina elettorale, ha minato la credibilità reciproca.

MarioNanni

Mar, 14/05/2019 - 14:37

di maio è spietato e detta le condizioni;Salvini non appare in grado di sferrare lo schiaffo risolutore.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 14/05/2019 - 14:44

e presto si accorgeranno che M5S sta finendo all'angolo e come animale braccato, reagisce attaccando :-) e la lega si sta rendendo conto (ora???????? non potevano accorgersi 14 mesi fa??????) che senza FI e Berlusconi, non conterebbero molto :-)

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 14/05/2019 - 14:49

MarioNanni - 14:37 Se lo facesse adesso cadrebbe nel gioco predisposto da Di Maio. Lo farà probabilmente o a ridosso delle elezioni europee (nel periodo del silenzio stampa) o subito dopo se il risultato sarà favorevole alla Lega. In questo modo stanerà lo spirito forcaiolo di questi grillini e così vedremo se il Pd si rimangerà quello che ha finora sempre detto a 360°: mai con i 5s!

cardellino

Mar, 14/05/2019 - 15:27

Ma questi quando prendono un provvedimento a favore dell'Italia oltre che litigare. Se fosse stato un governo Pd tuti avrebbero urlato a casa e il Pd avrebbe avuto lo 0,01% alle elezioni. Vergognosi

paràpadano

Mar, 14/05/2019 - 15:52

Bisogna portare pazienza ancora per 2 settimane e poi tutti a casa dove alle prossime elezioni ,se ci saranno , meta dei grillini scompariranno. I 5 stelle sono una combriccola di insofferenti litigiosi bamboccioni che non ricordano nemmeno quello che hanno mangiato a pranzo in quanto dicono cose oggi e domani se le smentiscono. Dei veri dilettanti bambini.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/05/2019 - 16:06

E' assolutamente ovvio che dicano così, perché oresentarsi alle elezioni con un governo già condannato satrebbe devastante. D'altronde, tutti sanno che dopo queste elezioni tutto cambierà, e ciascuno dei due contendenti cerca di raggranellare consensi con tutti i mezzi a sua disposizione... e anche oltre. Si chiama "politica" per i grandi moralisti che criticano, dopo che per decenni hanno fatto lo stesso, e anche di peggio, quando erano al governo.

agosvac

Mar, 14/05/2019 - 16:12

Più che un "vertice" di Governo, ci vorrebbe………….un nuovo Governo!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/05/2019 - 16:16

Marcello.508 Sembra che la gente, anche appartenente al centro-destra, non voglia capire questa cosa che per me è del tutto evidente! SE cade questo governo, non andremo certo alle elezioni anticipate come vorrebbero le anime candide (o presunte tali), visto che la predisposizione del Colle verso le urne, soprattutto con il SUO partito in profonda crisi, è pari a zero. Molto più probabile la formazione di un orrido accrocchio pd-grillini o, peggio ancora, di un governaccio tecnico (cioè in pratica un commissariamento da parte della troika). Ecco perché Salvini prende tempo e sta cercando il momento più opportuno per far cadere questo assurdo governo, che peraltro è già condannato. solo questione di tempo e di tempi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 14/05/2019 - 16:21

paràpadano Lei probabilmente ha ragione a prevedere che molti voti grillini (non la metà) scompariranno, ma il problema è proprio in quel termine: "scomparire"! Temo che questi voti non diventeranno schede bianche, non passeranno a Forza Nuova, alla Meloni o alla Lega, ma torneranno nel loro alveo naturale, quello da cui sono venuti: il pd e le sinistre in genere! E questo è un guaio, o, se vogliamo metterla in altri termini, potrebbe essere un rimedio peggiore del male.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 14/05/2019 - 16:33

@Marcello.508 - analisi perfetta, e soprattutto nel finale, voglio vedere se i sinistri perdono la faccia. L'hanno già persa, era solo una conferma.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mar, 14/05/2019 - 16:33

IL GRILLINO DI MAIO NON HA ANCORA CAPITO CHE IL GOVERNO GRzie a lui non esiste piu'

Trefebbraio

Mar, 14/05/2019 - 17:15

Quello che serve fatelo, anche sbagliando, ma fatelo. Siete voluti salire lì per fare qualcosa per il paese, non per voi stessi e i vostri accoliti. Lavoro? Tasse? Riduzione della spesa? Riordino della Magistratura? Legge elettorale? Finora, a parte Matteo, che ha fatto qualcosa, giusta, sbagliata, non sto qui a discuterne, nessuno a mosso una foglia. Ah! No! Dimenticavo a parte saldare i debiti elettorali con in reddito di cittadinanza. Vergogna Di Maio e tutti i 5S devono sparire sommersi dal ridicolo e chi li ha votati con loro!

mzee3

Mar, 14/05/2019 - 17:29

Si! Serve eccome!! Ed è necessario che qualcuno richieda i danni al "all'auto proclamato ministro" che deve rimborsare lo stato per non essersi presentato al lavoro. Solo 17 volte al Viminale...ma noi lo paghiamo perché stia lì a lavorare ed invece è in giro a fare piazzate o a cercare nuove pulzelle da esibire.

Massimo Bernieri

Mar, 14/05/2019 - 17:29

Oramai come disse un politico,questo governo fa finito la spinta propulsiva.Con i 5 stelle tutti i partiti a turno hanno governato e non è cambiato nulla.

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 14/05/2019 - 19:02

Se c'è un cialtrone che deve abbassare i toni questo è Di Maio. Cosa aspetta Salvini a dirglielo?

Ritratto di jasper

jasper

Mar, 14/05/2019 - 19:08

La cosa buff è che benchè questo Governo ridicolo minacci ogni momento di cadere, lo stesso rimarrà in piedi perchè non c'è nessun partito che lo potrebbe sostituire. Il PD è finito e non ha i numeri e non potrebbe mettersi nemmeno con i 5S. Il Centro-destra potrebbe avere i numeri ma,con Berlusconi tra i piedi che fa il capriccioso e vuol comandare, non potrá reggere e governare. Ergo questi due matti dovranno stare ancora assieme chissà per quanto tempo ancora

faman

Mar, 14/05/2019 - 19:10

altri quattro anni? La stabilità di governo è sempre auspicabile, ma altri quattro anni così e il paese va a p....ne

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 14/05/2019 - 23:37

Non serve il vertice, serve far cadere il governo con i suoi comunisti travestiti da grillini. Sembrano parassiti.

Popi46

Mer, 15/05/2019 - 07:09

@jasper: dato che questo governo è ridicolo e soprattutto fa danni pesanti, forse tornare al vecchio usato non sarebbe poi una pessima idea .... Berlusconi sarà quel che sarà, ma a paragone di questi due vale dieci volte tanto. Ora li abbiamo conosciuti,meglio evitarli

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 15/05/2019 - 08:03

wilegio - 16:16 Condivido. A premessa: non ho votato questo governo, esprimo solo pensieri che potrebbero realizzarsi o meno. Ho dato il mio voto a Fdi e l'ho detto più volte quando invece altri tacciono sul partito di riferimento personale limitandosi alle critiche. Ho la sensazione che i 5s dovranno darsi una regolata ed evitare provocazioni (spiegarlo a Diba che ci riprova è tempo perso, tanto Salvini neanche le ascolta): nel caso Siri (per me) se avessero atteso il rinvio a giudizio non ci sarebbe stato alcun trambusto con la Lega. tutto questo per prendere qualche voto in più? Mah.. Per il resto può accadere quanto da me detto o che possano esservi chiarimenti subito dopo le elezioni. Resta da vedere l'incognita Pd che continua a chiamarsi fuori. Personalmente nutro dubbi, anche se Di Maio ha detto che il Pd è un partito infido e ne sta alla larga. L'ala più a sx dei 5s non sembra però così restia etc. Detto questo non rimane che attendere.

FrancoM

Mer, 15/05/2019 - 08:34

Onestà, onestà, onestà è uno slogan per mascherare incapacità, incapacità, incapacità, basta gurdare i casini che hanno fatto i grillini. Sperpero di denaro e disastri sociali, Ilva, Alitalia, sboccastocavolo. Regalare soldi a fannulloni e difendere i parassiti è facile, anche uno pseudo-onesto lo sa fare. Ricordiamoci quello che Benedetto Croce ha scritto corca 80 anni fa: Il governo degli onesti? Un’utopia per imbecilli.