Suggestione Mister Fiat. Ma non smetterà il pullover

Il Cavaliere avrebbe pensato a lui come candidato premier ma l'ad non ama il Palazzo

Sergio Marchionne come Silvio Berlusconi? Cioè dal vertice di una grande azienda alla politica attiva? Per il presidente di Forza Italia potrebbe essere la soluzione ai problemi del Paese. Berlusconi, come riportato ieri da Libero, avrebbe lanciato la candidatura dell'ad di Fca nonché presidente e ad della Ferrari (ma è anche vicepresidente di Exor, membro permanente della Fondazione Giovanni Agnelli, presidente di CnhI e Sgs, consigliere di Philip Morris, ecc) alla carica di premier. E addirittura, nell'ipotetico e remoto caso che Marchionne accettasse, ecco pronta anche l'agenda di impegni: flat tax al 20%, pensioni da 1.000 euro alle mamme, abolizione del bollo per le utilitarie e i veicoli da lavoro.

Non è la prima volta che viene fatto il nome di Marchionne (classe 1952) come possibile toccasana, se non ultima spiaggia, per far svoltare il Paese. «Io faccio il metalmeccanico», la sua risposta sull'argomento. Probabilmente la prossima e annunciata uscita del top manager da Fca, con l'assemblea degli azionisti del 2019, ha spinto il Cavaliere a tastare il terreno. La reazione di Marchionne? Potrebbe aver pensato: «Chissà cosa gli è passato per la testa a Berlusconi...». E vista l'amicizia dell'ad con l'ex premier Renzi, potrebbe anche aver detto tra sé e sé: «Un dispetto a Matteo?». Oppure, preso fin dalle prime luci dell'alba da mail, conference call e conti da far quadrare, non ci ha badato più di tanto.

È difficile pensare a un uomo come Marchionne in prestito alla politica, e non solo per il fatto che si presenterebbe con il pullover nero agli incontri con primi ministri e capi di Stato. L'ad di Fca, salvo improbabili metamorfosi, non riuscirebbe a convivere né con la politica né con i politici. E se dovesse guidare un governo, lo farebbe insieme a uomini esclusivamente di sua fiducia e non «consigliati» da altri. Inoltre, la diplomazia non è il suo forte. Insomma, Marchionne sarebbe tranchant. Con il rischio di finire inesorabilmente nel tritacarne. E se il Paese ne beneficerebbe (qui Berlusconi ha visto giusto), la politica ne uscirebbe con le ossa rotte.

Il presidente di Forza Italia, per agevolarlo nel caso ci pensasse, gli ha già preparato programma e priorità. Il problema è che Marchionne è Marchionne, come Berlusconi è Berlusconi. In Fca, anche chi gli sta accanto quotidianamente, ripete di essere «all'oscuro di quello che il Capo ha in mente». Difficile, quindi, se non impossibile, che porti avanti progetti che non siano farina del suo sacco.

Ma allora cosa farà Marchionne una volta completato il suo lavoro in Fca e, nel 2021, quello alla Ferrari? Di certo si godrà poco o nulla bonus e stock option incassati. Dice sempre, scherzando, di voler far il giornalista. Potrebbe diventare un commentatore finanziario. Ma anche un super consulente o occuparsi a tempo pieno delle altre società in cui ha un ruolo. A meno di un anno e mezzo dall'uscita da Fca, Marchionne ha però una sola preoccupazione: azzerare il debito. Poi, chiuso anche il capitolo Ferrari, vedrà.

Commenti

Duka

Sab, 08/07/2017 - 08:53

Fai bene stai al caldo , previeni i reumatismi.

Silviovimangiatutti

Sab, 08/07/2017 - 09:32

20% di flat tax, 1000 euro di pensione alle mamma, abolizione del bollo ... che bella fiera della demagogia, senza capire che le priorità sono altre ! Fatto sta che un popolo come il nostro sogna sempre la venuta di un nuovo messia, salvo poi rimanere schiavo delle proprie paure di vivere e delle proprie furbizie così da ridurre qualsiasi nuovo arrivato a reietto. A qualcuno che conosciamo bene è già successo di essere stato trattato così perché sono troppi gli italiani che si meritano certi politici di sinistra senza avere il coraggio di dare fiducia a chi non sta tra le fila dei nostalgici della falce e il martello.

edo1969

Sab, 08/07/2017 - 09:37

Colpi di sole estivi.

ALIENO1951AC

Sab, 08/07/2017 - 09:49

UNA CAGATA PAZZESCA ! ! ! FIAT/FCA: MIRAFIORI E' LA LAPIDE DI UN SUICIDIO TECNOLOGICO NAZIONALE. 1. IN GERMANIA UNA SITUAZIONE COSI' NON SAREBBE MAI SUCCESSA PER IL LORO MERCATO AUTOVEICOLISTICO DEI BRANDS MERCEDES, BMW E VW, PORSCHE, DOPO AVER COMPRATO LE ITALIANE LAMBORGHINI, BUGATTI... DA PIANGERE ! 2. SE MARCHIONNE SI FOSSE RECATO PER UNA PROPOSTA ANALOGA DALLA MERKEL PER PORTARSI IL FAGOTTO IN USA DEI MARCHI TEDESCHI - OLTRETUTTO SENZA PAGARE UN EURO DI PENALE DEI 130 MILIARDI DI EURO (ATTUALIZZATI) OTTENUTI DAL 1899, FONDAZIONE DELLA FIAT, E CON CASSA INTEGRAZIONE P E R P E T U A A CARICO DI NOI ITALIANI, PER QUEI POCHI DIPENDENTI RIMASTI A PRODURRE VOLUMI IRRISORI (IN UN ANNO IN ITALIA PARI A 3 SETTIMANE DELLA SOLA MIRAFIORI IN UN ANNO), LA MERKEL AVREBBE INSCATOLATO MARCHIONNE IN UN CONTAINER DI SOLA ANDATA CON DESTINAZIONE COATTA CANADA, ELIMINANDOGLI IL VISTO PER LA GERMANIA AD AETERNUM. (SEGUE)

ALIENO1951AC

Sab, 08/07/2017 - 09:51

3. ANCHE PERCHE' MARCHIONNE PAGA LE TASSE IN SVIZZERA CON UN'ALIQUOTA INFERIORE A QUELLA INSEGNANTE ITALIANA (CHE PAGA IL 25 % PER 1.600 EURO MENSILI + 13^) E MARCHIONNE NE PAGA NELLA SVIZZERA TEDESCA IL 9,8% PER 50 MILIONI ANNUI ( = 140.000 EURO AL GIORNO) PRATICAMENTE SENZA TASSE, OLTRE AI PREMI AGGIUNTIVI COME LE STOCK OPTIONS. TUTTO CIO' IN GERMANIA SI CHIAMA " INTERESSE NAZIONALE STRATEGICO " E NON C'E' GIUSTIFICAZIONE DELLE BANCHE O DELL'INCONSISTENTE ED ETEREA PROPRIETA' DELLA FCA O DELLA GLOBABALIZZAZIONE CHE TENGA ! SONO I VERI POLITICI, CHE NON ESISTONO IN ITALIA, E CHE AVREBBERO DEVONO INTERVENIRE. INVECE SONO I QUARAQUAQUA. 4. LA SOLITA ITALIETTA SCHETTINIANA: POLITICANTI FANTOZZIANI, UN IBRIDO AMEBA TRA IL CAMERIERE ED IL DOMESTICO, PROSTRATI, GLI BACIANO LE SCARPE ANDANDO, A NOSTRE SPESE, FINO IN USA, A CHI E' SCAPPATO CON IL BOTTINO NAZIONALE ! ! ! SOLO IN ITALIA SUCCEDONO TALI ABOMINII. (SEGUE)

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Sab, 08/07/2017 - 09:58

Da Marchini a Marchionne.

ALIENO1951AC

Sab, 08/07/2017 - 09:59

5. MR. TRUMP RESTITUISCI LA FIAT ALL'ITALIA PER I NOSTRI GIOVANI, AFFINCHE' TROVINO LAVORO CON IMMIGRATI CHE ARRIVERANNO PER ANNI, PERCHE' I NS. NIPOTI NON SIANO COSTRETTI A FAR I BADANTI DEI CINESI. LORO SONO 1,3 MILIARDI DI FORMICHE LABORIOSISSIME, NOI 63 MILIONI DI INDIVIDUALISTI SFATICATI E RINCOGLIONITI SEMPRE PIU' POVERI. 6. SEMBRA DI ESSERE IN UN PAESE SCLERATO-COMATOSO IN CUI SI FANNO LEZIONI GIURIDICO-ACCADEMICHE SOLO PER INETTI POLITICI DI TURNO SEMPRE IMMUNI, CONTESTUALMENTE ALL'ARRIVO DI IMMIGRATI SENZA SOSTA, PERCHE' QUALCHE SCIAGURATO DICE CHE C'E' POSTO. INFINE UN'ALTRA COPPIA DI SCIAGURATI POLITICANTI TORINESI SI E' LASCIATA PORTARE VIA IL BENE STRATEGICO NAZIONALE (LA FABBRICA EX-ITALIANA DI AUTOMOBILI TORINO), CASO UNICO AL MONDO, DA UNO STRANIERO CHE, PER IL DUO DI BOLLITI TORINESI GIA' SINDACALISTI FIAT, E CHE QUALCUNO LO ADDITA A PREMIER (STIA DOV'E' A VITA), SI PORTA COSI' ANCHE LA SARDEGNA E LA SICILIA A DETROIT... (FINE 3 COMMENTI SEPARATI).

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 08/07/2017 - 10:02

Non lo consento, no lo consento, vada via, menagramo d'un menagramo!

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Sab, 08/07/2017 - 10:02

Purché le Destre rimangano emarginate, purché il candidato non sia Salvini, gli andrebbe bene anche Ludovico il Moro.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 08/07/2017 - 10:12

Marchionne premier? Fermate quest'uomo. Ormai è fuori controllo...anche per i pettirossi di questo blog.

OttavioM.

Sab, 08/07/2017 - 12:25

Non credo che accetterà,ma penso che il Cavaliere debba trovare il candidato premier dentro il centrodestra.

agosvac

Sab, 08/07/2017 - 13:30

Egregio alieno1951, guardi che lei sta male, molto male! Stia attento perché per gente rabbiosa come lei l'infarto è pericolosissimo. Una cosa: la Lamborghini è italiana, ma la Bugatti non è mai stata italiana, è francese.

mariolino50

Sab, 08/07/2017 - 13:38

ALIENO1951AC Quoto al 1000%, ho lavorato un anno a Torino vicino a Mirafiori, non ci è rimasto più nulla. Costui, con vari complici, ha di fatto distrutto l'unica industria italiana rimasta di decenti dimensioni, dovrebbe cambiare il nome, fiat a poco a che vedere con Torino e l'Italia. Penso anche io che i padroni tedeschi siano diversi, mai vedremo la Bmw andare via da Monaco, e di sicuro se lo volessero fare sarebbero vivamente "sconsigliati" dal governo. Quello che ha fatto lui lo hanno fatto molti altri prima e dopo, di metalmeccanico è rimasto ben poco, se chiude anche Taranto addio all'industria, dovremo fare i camerieri ai tedeschi.

Ritratto di giovinap

giovinap

Sab, 08/07/2017 - 13:47

io preferirei vettel o arrivabene premier .

Marcoulpiotraiano

Sab, 08/07/2017 - 15:01

Bonora, ella rappresenta perfettamente la categoria dei giornalisti che, senza alcun titolo di studio, possono iscriversi all'Ordine di Competenza. ... e se il Paese ne beneficerebbe... perfetto, complimenti, si riscriva alle scuole dell'obbligo, ha tutto il tempo, tanto la sua sintassi i suoi colleghi non la notano nemmeno!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 08/07/2017 - 16:17

Si, buono questo. In tre secondi ha sbaraccato la fiat dall'Italia.

lavieenrose

Sab, 08/07/2017 - 16:31

mariolino50 lei ha ragione, ma di chi è la colpa? Se lo ricorda Prodi all'IRI?

orailgo38383838

Sab, 08/07/2017 - 17:14

professor Silviovimangiatutti: quali sarebbero invece le priorità? Grazie per aprirci gli occhi

Ritratto di jigen67

jigen67

Sab, 08/07/2017 - 17:22

Certo, Marchionne, l'amichetto di Renzi... Così il nuovo inciucio è già servito... ma per piacere...

Silviovimangiatutti

Ven, 14/07/2017 - 07:14

@ORAILGO383838: è presto detto: INCENTIVARE GLI INVESTIMENTI STRANIERI (LA FLAT TAX E' RIFERTIA AI PRIVATI NON ALLE AZIENDE), SEMPLIFICARE LA BUROCRAZIA, INVESTIRE NEI GIOVANI TALENTI CON SOLDI PUBBLICI, CREARE OCCUPAZIONE, CREARE UN'UNIVERSITA DELLA POLITICA, ABOLIRE TUTTI GLI ALBI PROFESSIONALI, ELIMINARE L'ART.18 ANCHE PER GLI OVER 35, RIFARE LA COSTITUZIONE, TRASFORMARE L'ITALIA IN UNA CONFEDERAZIONE DI MACROREGIONI, ti basta ?