La svolta nazionale di Salvini: un leghista su tre è "terrone"

Apertura al Sud e voglia di garantirsi un seggio al prossimo giro: così la Lega è stata presa d'assalto dagli onorevoli meridionali

Roma Sono lontani i tempi in cui Roberto Calderoli ricordava in ogni occasione e con un certo orgoglio quel nonno che negli anni Cinquanta fondò uno dei primi movimenti autonomisti lombardi con lo slogan «Bergamo nazione, tutto il resto è meridione». Non tanto perché Matteo Salvini ha da tempo deciso di tentare l'avventura «nazionale», provando a sganciare il Carroccio dalle sue radici e puntando a raccogliere consensi anche sotto la linea del Po. Quanto perché l'operazione di «contaminazione» della Lega è già in fase avanzata e, a prescindere da quali saranno alle prossime elezioni i numeri del Carroccio sul territorio nazionale, un importante risultato Salvini lo ha portato a casa. Le truppe parlamentari, infatti, sono già oggi un discreto melting pot in cui lo zoccolo duro lombardo e veneto convive con esperienze che arrivano da tutta Italia e, con buona pace del nonno di Calderoli, dal Sud in particolare.

Al Senato la «contaminazione» non conta ancora numeri corposi, ma nel gruppo parlamentare della Camera la mutazione genetica della Lega sembra ormai ad un passo: utilizzando uno slogan caro al pratone di Pontida, un terzo dei deputati potrebbero essere infatti tranquillamente bollati come «terroni». Sono ben sette su ventuno, con una spiccata presenza di siciliani. Tutti o quasi nuovi arrivi, perché i numeri che i sondaggi attribuiscono da tempo alla Lega di Salvini fanno gola a molti in cerca di un seggio sicuro. D'altra parte, ci sta che il segretario del Carroccio abbia deciso di allargare l'orizzonte, perché se l'obiettivo è andare oltre i confini della Padania è chiaro che qualche portatore di voti in quelle zone può far comodo. Con il rischio faceva notare Umberto Bossi qualche giorno facendo suoi i dubbi anche di qualche big del Carroccio che preferisce però non esporsi di portarsi dentro casa gente che «è pronta ad andarsene alla prima pioggia».

D'altra parte, alcuni dei nuovi arrivi non solo tra deputati e senatori, ma soprattutto tra i tanti peones spuntati come funghi sul territorio nelle ultime settimane sono soliti saltellare da un partito all'altro a seconda di dove tira il vento. L'elenco è lungo e raccoglie ex Msi, ex An, ex Fdi, ex Pdl, ex Forza Italia, ex Udc, ex Ncd, ex Nuovo Psi, ex fittiani e chi più ne ha più ne metta.

L'operazione, però, Salvini l'ha studiata con cura. Ed è partita da tempo anche in Parlamento, soprattutto alla Camera. Sono dunque già oggi in quota Centro-Sud sette deputati su ventuno (il ventiduesimo è un eletto all'estero, il fiorentino Guglielmo Picchi, anche lui «ex» visto che arriva dalle file di Forza Italia). La più nordica è Barbara Saltamartini, romana doc. Già portavoce di Ncd, il partito fondato da Angelino Alfano, Saltamartini arriva in Lega decisamente prima dell'ondata, nel marzo 2015, e si conquista la vicepresidenza del gruppo della Camera. Domenica scorsa era a fianco di Salvini durante il suo comizio a Roma. Eccetto lei, è profondo Sud. Con la pattuglia più corposa che è quella dei tre siciliani: Angelo Attaguile, catanese, è stato eletto in Campania con il Pdl; Carmelo Lo Monte, messinese, è entrato a Montecitorio con il Centro democratico di Bruno Tabacci; Alessandro Pagano viene invece da Caltanisetta ed è stato eletto in Sicilia con il Pdl prima di passare con il Ncd. Chiudono Giuseppina Castiello da Afragola, eletta in Campania con il Pdl, e gli ultimi arrivati in ordine di tempo, Nuccio Altieri e Roberto Marti, uno di Bari e l'altro di Lecce, tutti e due eletti in Puglia e tutti e due ex fittiani.

Una pattuglia, quella dei cosiddetti «terroni», che sembra essersi ben amalgamata al resto del gruppo parlamentare della Lega, tanto che - complice anche la giovane età -pare le frequentazioni siano assidue anche fuori dal Parlamento. Con un solo neo: se il sito della Camera riporta esattamente la composizione del gruppo con i suoi 22 deputati, il sito ufficiale della Lega elenca solo i 14 padani doc, dimenticandosi completamente i 7 colleghi sudisti. Di certo, una svista.

Commenti
Ritratto di bassfox

bassfox

Mar, 12/12/2017 - 14:04

la coerenza dei lumbard....

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mar, 12/12/2017 - 14:07

Teneteli fuori o distruggeranno tutto. I meridionali ad alcuni saranno anche simpatici ma hanno più volte dimostrato di non avere nessun tipo di capacità.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/12/2017 - 14:12

Caro Felpy, fino a quando non intonerai pubblicamente "'O surdato 'nnammurato" scordati i voti a Napoli. (P.S. devi cantarla tutta dall'inizio alla fine...non fare il furbetto).

Libertà75

Mar, 12/12/2017 - 14:13

solo una Lega nazionale può ottenere l'obiettivo di un forte federalismo

Ritratto di Antogno

Antogno

Mar, 12/12/2017 - 14:17

Il motive di tanti cosidetti Terroni e` dovuto al fatto che Salvini ha capito benissimo che gli Italiani non vogliano la secessione dell'Italia. Io sono convinto che Matteo fara` molto bene nella guida dell'Italia. Inoltre con Berlusconi e la Meloni, vedrete che metteranno a posto l'Italia da questi falsi buonisti della sinistra. Mi piace quando parlano sia Salvini che Meloni ma adesso vorrei vederli fare I fatti perche` quando si governa e` completamente diverso quando si fa solo opposizione. Forza Centro Destra.

jaguar

Mar, 12/12/2017 - 14:17

In parecchi leghisti si starà insinuando il dubbio che Bossi abbia ragione.

venco

Mar, 12/12/2017 - 14:19

Se presa d'assalto dagli "onorevoli" allora diventerà un partito corrotto come tutti gli altri passati

Atlantico

Mar, 12/12/2017 - 14:21

Dunque, si può essere secessionisti e separatisti per 30 anni, con contorno di insulti e fango gettato a piene mani sul meridione e sugli italiani meridionali, e poi "cambiare" di 180 gradi per diventare 'nazionalisti'. Oppure si può far finta di credere ad una cosa del genere o essere abbastanza tonti da abboccare all'amo.

ghorio

Mar, 12/12/2017 - 14:23

HO molti dubbi che i cittadini del Meridione votino Lega. Magari ci sarà la corsa alle poltrone, ma con poche possibilità. Del resto non mi pare che la Lega abbia portato avanti una politica senza discriminazioni sull'origine degli Italiani.

Tuthankamon

Mar, 12/12/2017 - 14:41

La Lega folcloristica è sempre stata, nei fatti, minoritaria. E in ogni caso gli obiettivi della Lega devono trovare un respiro nazionale se vuole avere una vera efficacia politica. A mio parere è un passo che semplicemente denota acume politico e voglia di miglioramento. La Padania o la Sicilia, per es., non sono (e non sono mai state) la Catalogna. Per fortuna.

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Mar, 12/12/2017 - 14:45

Questo è il fallimento di FINI e MELONI: la vecchia AN aveva tra il 10 e il 25% nelle regioni del Sud. Adesso questi voti finiscono al comunista padano. Fdi non è stata in grado di riprendere i voti perso da Fini.

handy13

Mar, 12/12/2017 - 14:55

...io NON mi meraviglierei se nascesse una Lega del nord una del centro e una del sud, ognuna con suoi problemi specifici e tutte insieme x liberarci di stranieri clandestini sul nostro territorio..(cosa che il PD con foglio di via oggi NON fa!). x il resto meglio che la smetta sul NO EURO.!!....quindi forza e movimento nazionalistico e attaccato alla patria e territorio, punto.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 12/12/2017 - 15:05

Mo che dirá giovinap??

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 12/12/2017 - 15:07

....ve lo vedreste giovinap votare Lega ? Ah ah ah ha

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 12/12/2017 - 15:10

Penso che la Lega abbia abbandonato la parola secessione e la differenza tra nord e sud. I problemi sono ben altri, e molto grossi. Riacutizzati negli ultimi 7 anni a guida all'inglese, a sinistra, a cui noi non siamo abituati.

Libertà75

Mar, 12/12/2017 - 15:24

@atlantico, insomma, come dire che il csx ha battuto per i diritti dei lavoratori per poi cancellarli una volta preso il potere. Almeno, si può dire che Salvini sia onesto, visto che le cose le dice prima del voto. Quindi se sei leghista sei onesto con i cittadini, se sei PD cerchi di raggirarli per poi fregarli? Saluti

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 12/12/2017 - 15:32

PER ME NAPOLETANO DOC NON MI IMPORTA UNA BEATA MAZZA SE SALVINI É UNO DELLA LEGA NORD!PER ME CONTA QUELLO CHE SALVINI VUOLE FARE PER L;ITALIA SIA DEL NORD CHE DEL SUD!É CHE LUI SIA MILANESE OPPURE NAPOLETANO O SICILIANO QUESTO NON DEVE CONTARE NIENTE!PERCHE L;IMPORTANTE E CHE LUI É BERLUSCONI ABBIANO UN PROGRAMMA PER PORTARE L;ITALIA FUORI DALLE CATASTROFI IN CUI L;HANNO PORTATO IL PARTITO DELINQUENTI DEL pd!.

Ritratto di debborah..

debborah..

Mar, 12/12/2017 - 15:34

terrone un leghista su tre, legaioli tre su tre

Libertà75

Mar, 12/12/2017 - 15:44

@ghorio, quindi, a te cosa risulta? Ma cosa risulta da elementi reali, non citi perfavore sempre canzoncine o sceneggiate dell'acqua del Po. Cioè quali atti normativi hanno promosso per discriminare gli italiani del sud? Li cerchi perfavore, perché se non li trova lei sarà innanzi alla prova tangibile che l'hanno pervasa di spot e bugie. Saluti

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mar, 12/12/2017 - 16:17

Per chi polemizza sul fatto è bene ricordare che il pensiero di Miglio era orientato verso un'organizzazione federalistica dello stato e la svolta indipendentisti è stata opzionale da Bossi con i risultati noti: compreso quello di fare da reggi-piedi a Berlusconi. con Salvini si ritorna alle origini, lasciando ai meridionali la scelta di impiccarsi come sempre, votando il Giggino di turno o i "politici" delle raccomandazioni. La Lega è l'alternativa dei meridionalisti più saggi e più liberi nel pensiero.

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 12/12/2017 - 16:20

Si chiama vedere lontano. Ieri il problema era il centralismo di Roma, oggi il mondialismo di Bruxelles. Solo un ritardato (quindi un sinistrato) può non aver capito la nuova lega. La trasformazione a Fronte Nazionale italiano è quasi completata. La parola d'ordine è Sovranità. Chi, come i sinistrati è schiavo di ideologie egualitariste non può capire.

santecaserio55

Mar, 12/12/2017 - 16:33

I terroni sempre pronti a saltare dal carretto al carroccio

jaaaar

Mar, 12/12/2017 - 16:36

Chiunque va al sud si contamina con la corruzione.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 12/12/2017 - 16:42

Non me ne frega niente se ci sono dei "terroni". Se dovessi votare solo per un partito in cui mi vanno bene tutti i candidati, avrei smesso di votare da 50 anni, ormai! Io sono orgogliosamente Romagnolo e voto per la Lega da molti anni. Prima votavo per il MSI, ma da quando fini si rivelò per quello che era ho cambiato bandiera. E non sono il solo! Nella mia città, alle ultime comunali 20% Lega 4% forza Italia. Non dico altro...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 12/12/2017 - 16:52

Non sono un razzista e non accetto che la presenza di "terroni" sia di per se un male per la Lega, il vero pericolo é che la Lega abbia assunto la "cultura" mafiosa di un certo Sud

Divoll

Mar, 12/12/2017 - 16:55

@ Zvallid - Forse non sa che la maggior parte dei Nobel italiani sono tutti del Sud? Salvini ha fatto benissimo ad allargare la Lega al resto dell'Italia e, secondo me, raccogliera' tantissimi voti.

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 12/12/2017 - 17:07

viva gli italiani, viva i terroni !!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 12/12/2017 - 17:10

divoll , vacci piano con i patani come @zvallid ,di solito sono ignoranti al 90% e con le tue asserzioni(vere) li puoi far stare male, loro mica sanno cosa è un nobel , loro conoscono il vino di terza classe e la grappa scadente e di quello si allattano.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Mar, 12/12/2017 - 17:27

Cosi' come sono polentoni 2 elettori su 3,per par condicio,prima che qualcuno si offenda e consideri delle innocue battute la pregiudiziale per non votare chi vuole fare gli interessi di TUTTI gli italiani,da Nord a Sud.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 12/12/2017 - 17:45

wilegio..si dai dicci quanti abitanti fa il tuo paesello..

giovanni951

Mar, 12/12/2017 - 17:48

avete voluto giovinap? ecco...beccatevi il suo commento intelligente.....povera italia

JK640

Mar, 12/12/2017 - 17:58

Per quelli del Sud che non lo sapessero, fin da quando la Lega è stata fondata, moltissimi aderenti erano figli o nipoti di meridionali emigrati al Nord. Dalle mie parti, quelle dove Tutto l'entourage leghista si raduna per le feste dei funghi et similia, purtroppo buona parte dei leghisti ha radici ex PCI, infatti sono sempre stato restìo a votarli per questo...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 12/12/2017 - 17:58

Bossi è il passato , le minacce islam radicale e finanza globale che vuole ridurci tutti schiavi si combatte da Nord a Sud uniti nelle nostre differenze portando avanti orgogliosamente i nostri valori come casa, famiglia , lavoro , territorio, tutto il resto sono chiacchiere e seghe mentali dei politically correct, punto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 12/12/2017 - 17:59

Hai ragione giovinappo 17e10 , ma nel tuo elenco ti sei dimenticato di "qualcosina" che i PATANI conoscono bene e si chiama IL LAURÀ. E piu dettagliatamente, le CATENE DI MONTAGGIO, i FORNI, le ACCIAIERIE,I TURNI, tutte quisquiglie dalle quali sono stati "ALLATTATI" per almeno 40 anni della LORO VITA, sgobbando e pagando TASSE. CUNTENT!!! Statte BBUONO!!!

DRAGONI

Mar, 12/12/2017 - 17:59

ANCHE IL GATTOPARDO ERA UN TERRONE!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 12/12/2017 - 18:10

Maximilien1791 anche Hernandigno45 è il passato come dimostra il suo ultimo commento..

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 12/12/2017 - 18:18

ferdinando alias hernando45 , sto sempre dalla parte della ragione , io ho iniziato a 11 anni a laurà/faticà, d'estate faticare inverno a scuola ho iniziato facendo il mozzo sui panfili e ora il panfilo lo posseggo.te saludi !

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 12/12/2017 - 19:36

Salvini ha tolto la parola nord ed ha cercato consensi in tutta Italia. Se, una volta andato al governo manterrà le promesse di cui al programma politico insieme a Fdi ed Fi, non vedo niente di strano i nque7sto suo modo di fare anche se a tanti non piacerà. Oramai la Lega Nord di Bossi è del tutto superata, fare l'interesse di tutti gli italiani rierntra in una logica più credibile. Certo, poi bisognerà vedere i risultati della loro azione di governo, ovviamente.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 12/12/2017 - 20:46

giovinap, divoll; sono al di sopra di ogni sospetto, sono un terrone trapiantato al nord da sempre antileghista, ma resta il fatto che la vostra sparata sul premio nobel è una balla colossale. Difatti più della metà dei 20 premi nobel italiani sono stati assegnati a personaggi originari del Nord Italia. Due soli invece erano semi-terroni (Fermi e Dulbecco) mentre prima di loro due siciliani (Pirandello e Quasimodo) e una sarda (Deledda) si erano aggiudicati l'ambito premio... ma guai a dare dai terroni a degli isolani.

jaguar

Mar, 12/12/2017 - 21:14

giovinap, allora il tuo commento lo stai facendo dal tuo panfilo?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 13/12/2017 - 02:04

#hernando45.TU DIMENTICHI CHE IL 78% DELLA POPOLAZIONE DEL NORDITALIA É COMPOSTA DI MERIDIONALI É CHE QUESTI GIA DAL DOPOGUERRA HANNO LAVORATO SULLE CATENE DI MONTAGGIO!AGLI ALTIFORNI!HANNO FATTO I TURNI ALLA FIAT É PAGANDO LE TASSE!ED IO HO INIZIATO GIA A 6 ANNI A LAVORARE A NAPOLI PORTANDO IL CAFFEE AL CORSO MALTA É NEL CARCERE DI POGGIOREALE GIA DALLE 5 DI MATTINA!ALLORA NON ROMPERE LE PALLE CON I TUOI LAURÁ PERCHE I MERIDIONALI SANNO LAVORARE MEGLIO DEI NORDISTI!OPPURE TU CREDI CHE 1 MILIONE DI ITALIANI EMIGRATI COME ME IN GERMANIA SI FANNO LE SEGHE DALLA MATTINA ALLA SERA?!SMETTETELA VOI DEL NORD DI DIRE CHE I MERIDIONALI NON VOGLIONO LAVORARE PERCHE QUESTA É UNA CAGATA PAZZESCA!.