Ecco tutti i buchi dell'intesa sui migranti

L'accordo raggiunto a Malta sa di beffa per l'Italia e di bluff franco-tedesco: ecco perché è impossibile essere soddisfatti degli esiti del vertice di ieri

Il vertice di Malta dona responsi ben prevedibili e pronosticabili alla vigilia: ci si aspetta il bluff, e bluff è stato, ci si aspetta l’ostentazione di ottimismo da parte dei partecipanti al summit e, anche da questo punto di vista, non si notano sorprese.

Del resto, il summit maltese parte su iniziativa della Germania, il cui governo ha fretta di dare risposte sia all’interno che all’esterno del paese. Da un lato infatti Angela Merkel, su pressing soprattutto del suo ministro dell’interno Horst Seehofer, vuole dare dimostrazione ai tedeschi di lavorare per risolvere il problema dell’immigrazione e frenare l’emorragia di voti che virano sempre più partiti di destra, Afd in primis. Dall’altro lato, Berlino vuole offrire al nuovo governo “amico” italiano una sponda politica prima che l’emergenza immigrazione di queste settimane possa mettere in difficoltà Giuseppe Conte.

Un’iniziativa politica quindi volta a dare solo segnali politici e mediatici e nulla più: il finale del vertice di Malta è scritto già nella stessa natura del summit, è a monte che l'incontro di ieri appare destinato a non lanciare nulla di concreto.

Esaminando i cinque punti stilati nel documento finale, redatto al termine dell’incontro dei ministri dell’interno di Italia, Malta, Germania, Francia e Finlandia, ben si notano falle e discrepanze che fanno già intuire come l’attuale status quo sia destinato a non essere scalfito.

In primis, questo emerge dal punto relativo alle redistribuzione. Certo, si nota una differenza non da poco rispetto al sistema oggi in atto e figlio del trattato di Dublino del 1991, che riguarda l’automatismo nella redistribuzione dei migranti. Fino ad oggi la ripartizione avviene sempre invece solo su base volontaria. Ma esso varrà per quei paesi che, il prossimo 8 ottobre, nel corso del vertice in Lussemburgo aderiranno alla bozza della proposta redatta ieri a Malta. Per adesso si parla di 10 od al massimo 12 paesi, non di più. Fuori il blocco di Visegrad, al pari di altri governi poco interessati alla redistribuzione sia per motivi politici che geografici. E non sembra agitare più di tanto gli animi l’idea di sanzioni per chi non aderisce, anche perché a Malta di strumenti sanzionatori se ne parla poco o nulla. Fonti diplomatiche suggeriscono che, probabilmente, nel vertice in Lussemburgo potrebbe essere inserita una clausola volta a penalizzare, in sede di approvazione dei bilanci comunitari, quei governi che non accettano di partecipare alla redistribuzione dei migranti.

Poi c’è il terzo punto dell’accordo di ieri che sembra ancor di più suonare come una beffa (annunciata) per l’Italia, il quale tratta del meccanismo della rotazione dei porti. È questo il nodo su cui si regge la proposta di Roma, anche perché il vero primo superamento del sistema nato dall’accordo di Dublino sta proprio sulla scelta del porto di approdo. L’accordo stilato quasi 30 anni fa nella capitale irlandese, prevede che sia il paese dove avviene lo sbarco a sobbarcarsi tutti gli oneri relativi al soccorso ed all’accoglienza. Un sistema che penalizza enormemente l’Italia e che, in attesa di una modifica strutturale, può essere “scavalcato” con il principio della rotazione dei porti: far sbarcare cioè le navi con i migranti a bordo ogni volta in un paese diverso. Il principio della rotazione dei porti viene in effetti approvato a Malta, ma l’accordo prevede su questo punto un meccanismo basato sulla mera volontarietà. Nessun vincolo e nessuno automatismo dunque, per l’Italia sembra quindi cambiare poco o nulla.

Tornando al “nuovo” meccanismo della redistribuzione, qui il bluff appare molto più evidente. La Francia nei giorni scorsi esce allo scoperto: sì ad un ricollocamento automatico, ma solo per chi ha diritto d’asilo. Una posizione su cui la Germania chiede a Parigi un ridimensionamento. E così a Malta esce fuori che, in effetti, la redistribuzione deve riguardare tutti, anche i cosiddetti “migranti economici”. Questo discorso vale però solo, come già spiegato ieri, per le navi delle Ong o per quelle militari. Oltre a rappresentare un regalo in primis alle organizzazioni non governative, a cui viene riconosciuta peraltro l’equiparazione ai corpi militari in fatto di salvataggio, questa clausola annulla il compromesso strappato alla Francia e lascia gran parte dei problemi all'Italia.

Infatti, specialmente nell’ultimo anno gran parte degli sbarchi avviene tramite approdi autonomi con barconi che arrivano quasi indisturbati nelle spiagge di Lampedusa, della Sicilia, della Sardegna e della Calabria. In proporzione, il numero dei migranti arrivati tramite le navi delle Ong o dopo i salvataggi effettuati dalle navi militari, è molto basso. Questo vuol dire che Francia e Germania, assieme ai paesi Ue che sottoscriveranno l’accordo in Lussemburgo, accoglieranno una fetta molto minima di coloro che arrivano in Italia.

Lo status quo è destinato a perdurare. Nel gioco delle parti tutto interno al governo italiano, Conte è colui che esprime la massima soddisfazione, parlando di svolta e di necessità di dialogo con l’Ue. Al contrario, Di Maio interpreta invece la parte di chi fiuta aria di bluff, parlando solo di un “primo passo” e dell’esigenza di bloccare a monte le partenze. Ad ogni modo, il teatrino sull’immigrazione si dà appuntamento adesso sul palcoscenico lussemburghese dove si terrà la riunione dei ministri dell’interno.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mar, 24/09/2019 - 15:03

Tutti i santi giorni e tutti i minuti l'attenzione è x Sti finti naufraghi che scappano da guerre immaginarie. Parlare di Italia e dei problemi degli italiani no eh!?!?!?

ginobernard

Mar, 24/09/2019 - 15:03

"è impossibile essere soddisfatti degli esiti del vertice di ieri" impossibile ? sono convinto che qualcuno sta già brindando a vin santo ... sono milioni e milioni di tasse pagate dagli italiani che finiscono nelle casse di associazioni cattoliche e no dedite alla accoglienza ... il business crescerà così tanto che anche società private salteranno nella mangiatoia ... non finirà mai più ... sempre a crescere.

ciccio_ne

Mar, 24/09/2019 - 15:12

nella foto, dei demoktratiki msf, solo donne, incinte, e bambini Insomma, solo reali bisognosi

Gatto Giotto

Mar, 24/09/2019 - 15:14

La cosa che fa più rabbia è che il governo spaccia questo summit di Malta come un successo. Le elezioni arriveranno e oltre a Conte anche Mattarella deve levarsi di torno.

rokko

Mar, 24/09/2019 - 15:19

E' giusto, l'accordo non è il massimo. Tuttavia, prima di gridare allo scandalo, occorre fare mente locale: cosa è successo nel 2019 ? Forse che i migranti arrivati con i barchini sono stati redistribuiti ? No ! E allora cosa cambia ? E' chiaro che questo accordo tenta di risolvere (poi, all'atto pratico si vedrà se risolverà davvero o no) le situazioni create da Salvini, cioè le ONG bloccate in mare per giorni finchè non c'era la disponibilità di altri paesi europei a prendersi in carico le persone a bordo. Con l'accordo, SE funzionerà (ripeto, da verificare), la disponibilità sarà a priori e quindi non ci saranno più tira e molla. Se vogliamo risolvere il problema dei barchini, occorre stabilizzare la Libia e stringere accordi di rimpatrio con i paesi africani, e questo è sopra le forze dell'Italia, si può fare solo insieme agli altri stati UE.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 24/09/2019 - 15:19

Ridiamo per non piangere... Mi viene in mente lo sposalizio dell' Imperatore Mongo (Max von Sidow) nel film Flesh Gordon (non ho sbagliato a scriverlo, al tempo, almeno in Italia,i manifesti erano scritti cosi'... Era un po' sexy e sbragato... e quindi Flesh era molto piu' giusto di Flash... Ricercando ora, noto la solita "normalizzazione" e tutti si sono "ricomposti"...). Cito a braccio... L'Officiante all'Imperatore: "Vuoi tu prendere PER IL MOMENTO questa ragazza in sposa, usarla a tuo piacimento, finche' lo vorrai?" e l'Imperatore: "PER IL MOMENTO, SI!"...

ciccio_ne

Mar, 24/09/2019 - 15:22

l'incapacità del governo mascherata dalle burle dei nazisti europei.ù l'Europa dimostrerà la sua democrazia quando permetterà all'Inghilterra una uscita onorevole perchè richiesta dal suo popolo. temo, invece, che la nazista europa mostrerà il lato migliore della propria demokratia

Ritratto di babbone

babbone

Mar, 24/09/2019 - 15:33

nooooo, non bisogna essere così espliciti altrimenti si rendono conto che sono veramente dei dementi.....comunque dei clandestini non ce ne frega na mazza, fateci quello che volete.....ed iniziate a palare dei problemi degli ITALIANI.

beep

Mar, 24/09/2019 - 15:34

poveri migranti non sanno quanto sono falsi questi buonisti europei . Ricordate in Europa è nato il Nazismo e il fascismo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 24/09/2019 - 15:48

A parte che si legittima l'ingresso delle ONG a prescindere dalla loro nazionalità e dalla bandiera della nave. Quante sono le ONG italiane su barche battenti bandiera italiana?

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 24/09/2019 - 15:53

rokko Mar, 24/09/2019 - 15:19,GUARDA CHE I SEICENTOMILA LI HANNO FATTI ENTRARE I TUOI CUMPARIELLI,DA LETTA A GENTILONI PASSANDO PER RENZI E, CON L'AIUTO DI TOGHE E ZECCHE ROSSE,HANNO FATTO DI TUTTO PER BLOCCARE I RIMPATRI ANCHE SE SI SONO MACCHIATI DI CRIMINI!!

VittorioMar

Mar, 24/09/2019 - 15:53

..l'ITALIA rappresenta "l'INGENUO ANZIANO" nelle MANI DEI TRUFFATORI SCALTRI e SENZA SCRUPOLI ....entrano in casa con scuse e sotterfugi portando via SOLDI e GIOIELLI!! ....Troppo Facile...!!...CHE FESSI CHE SIAMO...!!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 24/09/2019 - 15:55

È mai possibile che l'Europa e segnatamente l'Italia, debba essere ostaggio dei CLANDESTINI?

Libertà75

Mar, 24/09/2019 - 16:08

@rokko, esatto ciò che dici, però cerchiamo di essere anche precisi. Al tempo di Minniti, il contributo dato dalle ONG (quindi escluso quello delle motovedette della guardia costiera) era del 40% sull'intero flusso migratorio via mare. Con Salvini, il contributo delle ONG è sceso all'8%. Ovviamente il merito è tutto insisto nelle operazioni di ostacolo a tali organizzazioni, di certo non grazie ad una propria auto regolazione. Quindi, quello che succede ora è che si legittima un incremento della tratta (di business o di mero salvataggio, vedi tu) e conseguente ridimensionamento. Tuttavia, un conto è redistribuire una media di 80-100 persone al mese, un conto è redistribuinre 500-1000... Non è difficile immaginare che vi siano dietro interessi o futuri problemi.

Ritratto di Artù007

Artù007

Mar, 24/09/2019 - 16:10

Purtroppo i clandestini si sommano agli enormi problemi che gravano sulla testa e le tasche dei cittadini italiani!!!! Appena Conte e affini si sveglieranno dal sogno si faranno male ...ma tanto male!!!!

Reip

Mar, 24/09/2019 - 16:11

Al Governo abbiamo dei pericolosi criminali di sinistra nemici del Popolo, che stanno mettendo a repentaglio la vita nostra e dei nostri figli! L’invasione dei finti profughi clandestini continua, gli sbarchi aumentano, la mafia nigeriana in certe zone del sud e’ peggio della camorra, l’islamizzazione si estende a macchia d’olio, soldi per dar da mangiare agli africani non c’e’ ne sono, lavoro non c’e’ ne! A guadagnare e’ solo il sistema di sinistra, le Mafie, le ONG, le coop rosse, la Caritas e tutti quei carnefici che sfruttano i nuovi schiavi.L’Italia gia’ povera, e schiava della UE, e’ sull’orlo di una nuova crisi economica e sociale. L’esercito e’ la Polizia sono impotenti, costretti inermi da leggi inadeguate! Presto il sistema sanitario, gia’ pessimo al sud, collassera’! Vivremo l’inferno tra poverta’ e disoccupazione, islamizzazione, occupazioni abusive, violenze, stupri, omicidi, e attentati terroristici.

schiacciarayban

Mar, 24/09/2019 - 16:15

tomari & co - bravi e voi cosa proponete? Tutti bravi a parole eh? Proprio come il vostro capo. Cos'ha risolto con la sua nauseante guerriglia alle ONG? Lo zero assoluto! Almeno questo governo ci prova a fare un accordo!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 24/09/2019 - 16:15

Tutta immagina da parte di Conte per dire che il problema è risolto.Chiacchiere e basta perché Spagna e Francia non hanno sottoscritto l'accordo.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 24/09/2019 - 16:17

In effetti è più che altro una beffa ben congegnata, a partire dalla rotazione dei porti - volontaria, dal fatto che la Francia (presumo si accoderanno anche altri stati della Ue) tratterà solo su quelli che hanno diritto d'asilo, chee " a Malta esce fuori che, in effetti, la redistribuzione deve riguardare tutti, anche i cosiddetti “migranti economici”. Questo discorso vale però solo, come già spiegato ieri, per le navi delle Ong o per quelle militari." Siamo alla follia con 700 milioni di africani poverissimi pronti a sbarcare in Ue? Ci fosse uno, dico uno che si sia preoccupato di andare a monte di questa problematica. I traffici di carne umana rallenteranno? Non credo proprio. L'importante è urlare contro il comunista padano (che non ho votato) per sentirsi appagati. Come disse Cambronne?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mar, 24/09/2019 - 16:21

VEDIAMO COME FUNZIONERA' QUESTA RIDISTRIBUZIONE E A CHE PREZZO DOVRA' PAGARE L'ITALIA NON CONTE PER QUESTA ELEMOSINA FRANCO TEDESCA SPEIAMO CHE SALVINI VIGILI SUI NUMERI E CI TENGA INFORMATI

Malacappa

Mar, 24/09/2019 - 16:28

schiaccia 16.15 o sei o ti fai Salvini ha fatto in un anno quello che ha potuto con una magistratura rossa contro e gente come te che accusa noi che siamo bravi a parole tu quanti ne hai a casa tua a tue spese tu si sei bravo a PAROLE

ilcapitano1954

Mar, 24/09/2019 - 16:46

non voglio che le mie tasse siano usate per mantenere i clandestini.

rokko

Mar, 24/09/2019 - 16:59

bandog, non sei aggiornato. Salvini stesso ha detto che erano 95mila, non 600mila, ma questo balletto di cifre non è grave, penso che per lui come per te i due numeri indichino la stessa quantità.

QuasarX

Mar, 24/09/2019 - 17:08

Esercito a difesa delle frontiere e del paese senza se e senza ma

agosvac

Mar, 24/09/2019 - 17:12

Francia e Germania si sono portati la schiavetta Finlandia. Ma cosa c'entrano loro con l'immigrazione clandestina visto che sia la Francia che la Germania sono le più attive con le loro ong ad aumentarla invece di farla diminuire??? Abbiano la dignità di starsene a casa loro!!!

rokko

Mar, 24/09/2019 - 17:41

Non ho capito quale sarebbe la gestione "ideale" dell'immigrazione secondo chi scrive questi articoli. Alla Salvini, non fare nulla e bloccare di volta in volta solo le ONG in mare a tempo indeterminato (fregandosene dei barchini), cercando un accordo dell'ultimo minuto per la redistribuzione in Europa ? Alla Orban, che non deve entrare nessuno ? Ma Orban può mettere il filo spinato, cosa che ha fatto, noi in mare cosa mettiamo ? E tralasciamo pure che, secondo i trattati internazionali, chi si trova in difficoltà in mare va soccorso. Un accordo con l'Europa per la redistribuzione automatica? Ma allora altri paesi avrebbero pieno titolo a chiedere che anche i migranti che arrivano da loro vanno redistribuiti, quota parte anche verso di noi, con le centinaia di migliaia che arrivano in Grecia via mare e in Germania via terra, non so se ci conviene. Per me la questione si risolve solo alla radice, cioè stabilizzando i paesi africani e trattando, come UE, con loro, per i rimpatri.

Pigi

Mar, 24/09/2019 - 18:05

Leggo che Ocean Viking ha protestato con il governo per aver dovuto aspettare una settimana, prima di scaricare i clandestini. Qui c'è tutto il succo del successo di Salvini nell'ultimo anno: anche se aiutate da magistrati sinistri, nel tempo che rimangono al largo, non possono andare a cercarne altri. Inoltre la nave, carica di queste orde, avrà bisogno di molta manutenzione dopo lo sbarco. Insomma: abituati a fare tre sbarchi al mese, erano ridotte a uno ogni tre mesi. E infatti molte erano sparite dal Mediterraneo, prima di questo governo di traditori.

Brutio63

Mar, 24/09/2019 - 18:09

Accordo truffa, fuffa, nulla uno specchietto per le brave pecorelle belanti o meglio utili idioti nostrani che sono felici e sono contenti e le chiappe all’Europa muovon contenti Ha stabilito poco e quel poco non è vincolante di sicuro l’italia Si è riaperta all’invasione finalizzata e funzionale alla sostituzione etnica degli italiani E si continua a blaterare e cianciare e disquisire che Salvini qui e lì e chi si devono fare accordi e chiacchiere chiacchiere chiacchiere per gli allocchi! È l’Italia nei problemi seri e sono gli italiani in problemi seri con le strade, piazze, città assediate da stranieri che niente hanno in comune con la nostra storia, cultura, tradizione, identità! L’Italia è viene usata come campo profughi europeo! Ventimiglia chiusa, Brennero tappato E le nostre città d’arte suk a cielo aperto e centrali di spaccio per avvelenare i giovani italiani in balia della peggio mafia nigeriana Vergogna senza se e senza ma!!!

Brutio63

Mar, 24/09/2019 - 18:15

Accordo truffa, fuffa contro l’italia e gli italiani Italia tradita e svenduta Le leggi del mare sono fatte per aiutare chi naviga ed ha un naufragio, non per chi parte fuorilegge al solo fine di essere soccorso e portato in Italia in hotel con Wi-Fi da finto profugo.... È una cosa molto diversa Chi non vede o è stupido oppure in malafede oppure ancora entrambe le cose!

sr2811

Mar, 24/09/2019 - 19:32

quello che più mi fa incaz...e è che non abbiamo uno per fare due io ho quasi 43 anni di contributi e ancora lavoro per mantenere tutta questa marmaglia umana che di profugo a solo il nome...ma per loro i soldi si trovano...

stopbuonismopeloso

Mar, 24/09/2019 - 19:42

al telegiornale ormai sono naufraghi anche se arrivano in aereo, la retorica immigrazionista, ha mandato il cervello in pappa ai media

Renee59

Mar, 24/09/2019 - 19:57

Rivogliamo Salvino. Punto.

Renee59

Mar, 24/09/2019 - 19:58

Rivogliamo Salvini. Punto.

Calmapiatta

Mar, 24/09/2019 - 19:59

Questo accordo è solo fuffa. Il suo scopo è solo alleviare la posizione del governo italiano. A questo accordo non seguiranno i fatti. Infatti, Ventimiglia è ancora chiusa ai migranti....ora, un conto è essere contro Salvini, d'altronde ognuno ha diritto alle proprie idee, un'altra è farsi prendere per il naso, per l'ennesima volta dai "fratelli" europei.

Calmapiatta

Mar, 24/09/2019 - 20:00

@bianco Questo è un problema italiano...sai quanto ti costa l'accoglienza? O pensi che sia tutto gratis? Paghi tu, pago io, pagano tutti...a no, scusate, la Chiesa non paga....

SoftSteel

Mar, 24/09/2019 - 20:11

A quelli che dicono di parlare dei problemi degli italiani e non dei migranti: Quello dei migranti e´ un problema italiano, magari non urgente riguardo al presente, ma se non ce se ne occupa ora efficacemente, sarà un grosso problema per l'Italia futura. Se i migranti economici non vengono messi tutti a lavorare, allora delinqueranno, e se ora si può ancora vivacchiare bene, nel futuro non si sa. Non sono loro come persone il problema. E´il loro numero il problema.

killkoms

Mar, 24/09/2019 - 22:14

mega-sola!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 24/09/2019 - 23:02

Hann orotto gl iargini e non se ne sono neppure accorti. tra non molto arriva l'ondata di piena.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 25/09/2019 - 08:45

Ma quanta ipocrisia da parte degli Stati membri:con Salvini i ministri degli interni si preoccupavano dove ridistribuire i clandestini battendo i pugni,ora con la Lamorgese dormono sogni tranquilli,spariti,come a dire il problema adesso sarà dell'Italia. Complimenti a questo schido di politiche procorruzione e invasive e al governo dell'orrore.