Vanno allo sbaraglio e noi paghiamo

L'unico consiglio a chi sogna un soggiorno in Medioriente per aiutarne i popoli è questo: lasciate perdere

La vedova di Enzo Baldoni, ucciso dieci anni orsono in Irak da assassini islamici (la cui umanità è nota), in un'intervista rilasciata alcuni giorni fa alla Repubblica , afferma di non essersi dimenticata di me e di Renato Farina che, all'epoca dei fatti, fummo molto critici con il povero pubblicitario-pubblicista perché aveva deciso di trascorrere le ferie nel Paese di Saddam Hussein (con l'ambizione di redigere un reportage) anziché - poniamo - a Rimini, dove non avrebbe rischiato nulla. Comprendo lo stato d'animo della signora e il suo rancore nei nostri confronti, visto come si è tragicamente conclusa l'avventura in Medioriente di suo marito.

Ovvio, davanti alla morte, anche se avvenuta in circostanze sulle quali si può discutere, è giusto che prevalgano le ragioni del cuore su quelle del cervello. Ora il problema incarnato da Baldoni si ripropone negli stessi termini: mi riferisco al rapimento avvenuto in Siria di due ragazze italiane (alcune settimane fa) che si sono recate in quelle terre infuocate nei panni di cooperatrici. La storia di queste fanciulle è analoga a quella delle famose due Simone, loro coetanee, che, in occasione della seconda guerra del Golfo, erano andate a Bagdad per aiutare non si sa bene chi, e furono sequestrate dalle solite teste calde imbevute di Corano.

La loro vicenda terminò felicemente. Nel senso che i nostri servizi segreti si mossero abilmente, trattarono sul riscatto, lo pagarono con i soldi dello Stato italiano, e liberarono entrambe le scriteriate turiste. Meglio così. Poi fu la volta di Giuliana Sgrena, giornalista del Manifesto , anch'essa finita ostaggio degli islamici e scarcerata grazie al pagamento di una somma rilevante versata dall'Italia ai banditi. Ma sorvoliamo per non farla tanto lunga.

Ciò che ci preme osservare è l'inutilità dell'esperienza. C'è gente che, nonostante i precedenti, continua incoscientemente a sfidare il destino - notoriamente cinico e baro - e a mettere a repentaglio la pelle correndo in soccorso di chi non desidera essere soccorso, in Paesi in cui vige la legge del taglione, che non è neppure una legge, bensì una minaccia verso chiunque non adori Allah. Infatti, Greta Ramelli (di Varese) e Vanessa Marzullo (Brembate, lo stesso Comune di Yara, la tredicenne morta ammazzata 4 anni addietro), senza riflettere un secondo, quando hanno avuto l'opportunità di trasferirsi qualche giorno in Siria, sono partite piene di entusiasmo, appoggiate da un'organizzazione umanitaria, convinte di fare del bene. A chi? Ai siriani martoriati dalla guerra, dalle violenze che subiscono quotidianamente vittime di ingiustizie atroci.

Ottime intenzioni, non abbiamo dubbi. Ma possibile che non ci sia nessuno in grado di far presente a chi si appresta a raggiungere il Vicino Oriente che non è il caso di affrontare certi viaggi densi di insidie? Possibile non informare i volontari che, persuasi di contribuire a salvare il mondo, in realtà vanno incontro a situazioni da cui è improbabile uscire vivi? Questo è il punto. Non condanniamo assolutamente coloro che, ignari delle trappole disseminate nei territori dove si combatte, vi si recano per il nobile scopo di aiutare persone in drammatiche difficoltà. Ma consentiteci di deplorare almeno quei pazzi che incitano tanti giovani a emigrare, sia pure temporaneamente, in luoghi nei quali uccidere una mosca o un cristiano è lo stesso.

È sbagliato pensare che un atto d'amore sia sufficiente a rabbonire chi ti odia da secoli perché rappresenti, fisicamente, il nemico da eliminare. Occorre rieducare i diseducatori che in modo subdolo trascinano i giovani, e perfino vari adulti, a compiere imprudenze che non raramente portano all'irreparabile: sequestri ed esecuzioni capitali con metodi tribali. È un'operazione complicata e forse velleitaria. Ma non c'è altro da fare.

Descrivere come eroi i Baldoni, le Simone, le Sgrene e anche le due ragazze tuttora in mano ai folli islamisti, cioè Greta e Vanessa, significa distorcere la realtà e la logica. Volare laggiù nel deserto, a qualsiasi titolo, equivale a percorrere l'autostrada contromano. Non si può pretendere di farla franca. L'evento più probabile è crepare ammazzati.

Baldoni, pace all'anima sua, abbacinato da non si sa chi e che cosa, andò incontro alla propria fine senza valutare che in taluni casi la generosità sconfina nella stoltezza; le due Simone si salvarono perché al tempo avevamo ancora dei servizi segreti efficienti; idem la Sgrena; mentre Greta e Vanessa sono state abbandonate a se stesse. Auguriamo loro di tornare, ma non contino sui nostri 007, ormai disarmati e privi di forza contrattuale.

L'unico consiglio a chi sogna un soggiorno in Medioriente per aiutarne i popoli è questo: lasciate perdere. Le vacanze più intelligenti hanno quale meta Viserbella o Milano Marittima, almeno finché non saranno state invase dai cammellieri.

 

Commenti

Rossana Rossi

Mer, 27/08/2014 - 16:27

Caro Feltri, come sempre, hai ragione da vendere. Queste situazioni sono frutto della stessa mentalità cretina che ci porta ad accogliere tutto e tutti, i nostri pseudo-governanti stessi con le loro assurde permissività ci hanno messo in mano ai tagliagole, abbiamo venduto mezza Italia agli arabi e ora cosa possiamo fare se ogni nostra rimostranza ci espone ad un bel taglio drastico delle nostre importazioni di energia? Ormai siamo nelle loro mani.........

domenico.fumante

Mer, 27/08/2014 - 16:33

Consentimi carissimo Vittorio Feltri,di avere un grossissimo DUBBIO SONO STATE REALMENTE RAPITE???????????????????????????? CIAO PRINCIPE DA MIMI

Boxster65

Mer, 27/08/2014 - 16:36

Grande Feltri, sottoscrivo totalmente. Dirò di più, farei pagare il costo di eventuali salvataggi (pagamento di riscatti) di scriteriati/e alle rispettive famiglie

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 27/08/2014 - 16:44

braccino corto. tirchio. taccagno. avaro. spilorcio. pidocchioso. zecca! tu nella cruna dell'ago non ci passi, morirai ricco, cuntent?

Freedom1930

Mer, 27/08/2014 - 16:47

La decisione di due ragazze di andare da quelle parti autorizza a pensare molto, e a riflettere sulle loro motivazioni, quelle vere, non quelle dichiarate. E tra queste, non sarebbero da escludere le intenzioni di apportare una ricca “dote” alla causa e farsi ben accettare nell' ambiente, con l' espediente di simulare un rapimento e far riscuotere ai loro nuovi amici un consistente riscatto. Malitia supplet aetatem dicevano i giuristi romani. Un paio di esaltate con i faccini di angioletti sarebbero capaci di tutto. Io indagherei a fondo in Italia suo loro giro di “affari” e spulcerei i loro pc. Se il sistema dovesse prendere piede ci troveremmo a dover foraggiare noi stessi criminali che, per ferocia, fanno impallidire ogni precedente. Certo, anche in questo caso è più che possibile che, visto fallito il piano, le facciano fuori; non potrebbero non farlo per non scoprire il giochetto. Ma sarebbe il male minore all' alternativa. Non ce le abbiamo mandate noi alla guerra, restino pure dove sono, se durano. Al ritorno, non farebbero che osannare la bontà dei rapitori e la giustezza delle loro ragioni: farebbero danni incalcolabili, sarebbero mine vaganti per affascinare altri giovani psicolabili, ben sapendo di poter contare su una stampa inconsapevolmente complice, pronta a fare da cassa di risonanza invece di soffocarle nel silenzio. Nella migliore delle ipotesi, le due sapevano che cosa facevano, per avere risonanza mediatica e magari fare una bella carriera assicurata nella nostra politica: à la guerre comme à la guerre. E' bene che non facciano seguaci. Siamo in guerra, non scherziamo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 27/08/2014 - 16:47

Ha omesso di ricordare il piccolo particolare che il caso di quell'imbecille (se mi legge mi denunci pure) della sgrena costò anche la vita a Nicola Calipari, uno dei nostri migliori agenti, oltre che un puttanaio di soldi a noi tutti. Dipendesse da me (e, credo, dal 99% degli Italiani) il riscatto lo farei pagare a questi poveri illusi, la cui incoscienza sconfina spesso nella delinquenza, perchè quando un Servitore dello Stato ci rimette la pelle per colpa tua, allora sei tu il responsabile della sua morte. Vorrei anche ricordare che il soccorso alpino quando deve recuperare un aplinista disperso, così come le FS quando qualcuno si butta sotto un treno, fanno pagare all'incosciente, o ai suoi eredi, somme ingenti. Perchè i nostri illuminati governanti non cominciano a fare lo stesso con questa gente?

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 27/08/2014 - 16:48

Boxster65, ed il prezzo dei due tornado (li rivoglio col pieno, olio e gomme tutto in ordine) e dei danni fatti alla montagna lo pagano le famiglie dei piloti, giusto? pirla!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 27/08/2014 - 16:50

Purtroppo le sue sono parole al vento e qualcuno dirà pure che é "insensibile". Invece lei, caro Feltri, ha ragione da vendere mentre i "buonisti" nostrano continuano a osannare lo "spirito" delle senza cervello. Benintesi sono libere di fare quello che vogliono ma, appunto, a spese loro e finalmente anche l'Italia dovrebbe fare come gli USA e cioé non pagare assolutamente alcun riscatto. Forse allora le scervellate ci penserebbero un po' di più prima di partire e, sopratutto i bravi islamici non troverebbero più tanto conveniente la professione di rapitori!

flip

Mer, 27/08/2014 - 16:51

e chi sene frega!. è stata una loro "intelligente" scelta....

tormalinaner

Mer, 27/08/2014 - 16:52

Lasciamole in Siria, non buttiamo via i nostri soldi se la sono cercata.

ferdinando,zambrano

Mer, 27/08/2014 - 17:02

Il governo italiano tirerà fuori dai pasticci queste due incoscienti che, una volta in patria, riceveranno il tributo di notorietà riservato, sempre, agli interpreti di queste cavolate. Quello che si auguravano le due stupidelle. Andrebbero sculacciate - coram populi - nella piazza centrale del loro paese.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 27/08/2014 - 17:03

Basta non pagare e il fenomeno si risolve dopo un paio di rapimenti. Nessuno più si azzarderà a viaggi esotici sul filo, per nessuna ragione, umanitaria o pruriginosa che sia.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 27/08/2014 - 17:03

verranno a farvi saltare dalle vostre comode poltrone e vedervi correre per strada urlanti di paura (per aver dimenticato a casa la carta di credito) sara' un piacere. presto.

milco

Mer, 27/08/2014 - 17:04

Concordo con Vittorio Feltri. Aggiungo che: non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire e peggior cieco di chi non vuol vedere! Più colpevoli però sono quelli che, sapendo, non hanno fatto nulla per impedire certe cose.

Sabino GALLO

Mer, 27/08/2014 - 17:04

Ma è sempre "il nobile scopo di aiutare persone in drammatiche difficoltà" che spinge dei giovani, in particolare, a partire per i Paesi più rischiosi ? Chi conosce alcuni di questi paesi sa bene che non sempre questo è vero. I missionari conoscono molto bene la realtà di molti "benefattori" e farebbero volentieri a meno della loro "beneficenza" insignificante. Con tutto il rispetto per le poche eccezioni! Veramente poche!

82masso

Mer, 27/08/2014 - 17:06

Caro Feltri, quanto mi sarebbe piaciuto leggere le stesse righe dieci anni fà quando furono rapiti i 4 contractor in Iraq, riportati a casa a suon di bigliettoni (a parte Quattrocchi l'idolo della vostra folla); ah giusto, quelli erano lì per guadagnarsi la pagnotta svolgendo il loro onorevolissimo lavoro di mercenario, ma scusi non potevano andare a Milano marittina in discoteca a fare i buttafuori? Per non parlare dei marò dediti al tiro al piattello in terra altrui, scusi e quanto ci costano al giorno?

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Mer, 27/08/2014 - 17:12

Vale anche per James Foley? Valeva anche per Mariagrazia Cutuli? E Ilaria Alpi? Il discorso vale anche per Annalena Tonelli e tutti i missionari uccisi in Africa? E vale anche per tutti i giornalisti e cooperanti presenti in Medio Oriente in questo momento? Voi del Giornale avete qualche corrispondente da quelle parti? Lo sa, tale corrispondente, come la pensa Vittorio Feltri riguardo a chi lavora per il Giornale da quelle parti? Lo sa, la famiglia di quel corrispondente, che se venisse rapito Vittorio Feltri gli darebbe del pirlacchione, perché non si è fatto mandare come corrispondente dalla Versilia a documentare le vacanze dei VIP? A proposito, il discorso di Vittorio Veltri vale anche per Fabrizio Quattrocchi?

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 27/08/2014 - 17:15

FREEDOM1930, lucidissima analisi, concordo ampiamente; già una quindicina di giorni fa ebbi modo di scrivere a commento: “Se sono due della tante esaltate che fuggono dalla noia, lasciatele dove sono: se la sono andata cercare. Non è escluso, peraltro, che si tratti di finto rapimento concordato per portare un po di soldi alle casse della loro "causa". Queste facce d'angelo, in genere, sono capaci di tutto, per esistere sui media e fare carriera come certi esempi noti. Per me, è tutto studiato e architettato. Potrebbe essere un modo per portare una "dote" al movimento, a spese degli italiani. Meglio indagare sulla loro vita in Italia. Non mi sembrano solo due sprovvedute.”

Giancarlo MATTA

Mer, 27/08/2014 - 17:22

Se (ripeto SE) quelle due scriteriate torneranno a casa, propongo di condannarle a prestare per CINQUE ANNI servizio di assistenza ricompensato solo con vitto e alloggio, (niente schede telefoniche in omaggio...) in qualche ricovero per Anziani NON Autosufficienti del Meridione Montuoso italiano. Dovrebbero intendersela con gli Anziani Non Autosufficienti. Tanto poiché probabilmente quelle due "giovani" sono affette da "Buonismo + Politicamente Corretto + Tolleranza-per-gli-Intolleranti" = la Demenza Senile dei CattoComunisti di ogni età.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Boxster65

Mer, 27/08/2014 - 17:26

@riccio.lino.por... ore 16.48. Solo un demente come te poteva scrivere un'idiozia del genere. Un consiglio, vai a fare il volontario anche tu in Siria, lì c'è bisogno di idioti della tua guisa!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 27/08/2014 - 17:27

82masso. Solo un deficiente della sua specie puo' paragonare i due maro' a dei mercenari!

Giacinto49

Mer, 27/08/2014 - 17:27

Tutto da sottoscrivere. Senza contare che le due ragazze sebrerebbe tifassero per i carnefici e non per le vittime.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 27/08/2014 - 17:31

Spero vivamente che non facciano mai ritorno e che siano di esempio per altre deficienti che le vogliono emulare. Questo stato deve smettere di tirar fuori i nostri soldi per degli sconsiderati che si sentono la salvezza del mondo, se vogliono salvare il mondo lo facciano a loro rischio e pericolo!

evidio

Mer, 27/08/2014 - 17:35

A chi si lamenta delle spese sostenute per riportare queste due giovani a casa, Feltri compreso, chiederei di avere la decenza di ravvedersi o di smettere in futuro di millantare il proprio amore per la patria. Amore per la patria significa anche proteggere e soccorrere tutti i compatrioti, anche quelli che per i propri sbagli o improvvidenza si trovano in difficoltà! Vergognatevi!

Ritratto di pablik

pablik

Mer, 27/08/2014 - 17:35

Caro Feltri, secondo me continuare a commentare la storia delle due " veline della cooperazione " è solo una stucchevole perdita di tempo. Il fatto che le pulzelle scelgano di alleviare le sofferenze del povero popolo siriano e non già dedicarsi a curare i nostri anziani o i nostri bisognosi è solo una scelta snob. E poi fa così chic poter raccontare in una casa del popolo una volta rientrate come sono state di conforto agli oppressi siriani. Adesso sicuramente proveranno il " conforto " dei loro amati fratelli arabi, pertanto lasciamole lavorare e dedicarsi al nobile progetto di " unire " le diverse culture. Mi creda quando torneranno ( e questo me lo auguro di cuore ) al di là del Sante Subito! dei sinistri ingordi di nuove eroine da smerciare in tv, non proveranno più ad avventurarsi in posti del genere .... neanche in un kebab :)

evidio

Mer, 27/08/2014 - 17:37

La teoria presentata da questo articolo è a dir poco delirante. Stando ad essa dovremmo smettere di soccorrere gli improvvidi vacanzieri che non avendo consultato la meteo finiscono sotto una valanga, in mezzo a un fiume in piena, o nel bel mezzo di un mare in burrasca.

evidio

Mer, 27/08/2014 - 17:38

Temo di essere in contrasto con il modello di gioventù maschilista post-moderno immaginato e imposto dal Giornale e dalle riviste e TV del gruppo e a cui il patetico Feltri supinamente si allinea, però personalmente preferisco la passione di queste due ragazze per degli ideali profondi, seppur non condivisibili e sbagliati, piuttosto che lo svago vizioso e rassegnato delle notti oziose dell'estate italiana.

evidio

Mer, 27/08/2014 - 17:39

Greta e Vanessa e tutti i giovani che si impegnano per le cose in cui credono, giuste e bagliate che siano, sono la speranza di un futuro migliore per il nostro paese e dimostrano che per fortuna non tutti mirano a divenire una velina o a mostrare le proprie grazie su un calendario. Mi auguro quindi che lo stato italiano faccia tutto il necessario ed anche di più per riportarle a casa, nonostante non condivida per nulla le loro idee. Sarò ben felice per una volta di aver contribuito con le mie tasse per qualcosa di cui vale la pena!

evidio

Mer, 27/08/2014 - 17:43

Greta e Vanessa e tutti i giovani che si impegnano per le cose in cui credono, giuste e bagliate che siano, sono la speranza di un futuro migliore per il nostro paese e dimostrano che per fortuna non tutti mirano a esibire le proprie grazie su un calendario o ai TG e rotocalchi scandalistici. Mi auguro quindi che lo stato italiano faccia tutto il necessario ed anche di più per riportarle a casa, nonostante non condivida per nulla le loro idee. Sarò ben felice per una volta di aver contribuito con le mie tasse per qualcosa di cui vale la pena!

mariolino50

Mer, 27/08/2014 - 17:48

Non confondiamo sedicenti volontari, con i giornalisti di guerra , una volta si chiamavano corrispondenti, gente allora come Robert Capa, Oriana Fallaci e molti altri sarebbero dei dementi, oppure come Camilli morto a Gaza, corrispondente dell'associated Press americana, noto covo comunista . Senza questi che spesso sono morti o rischiato la vita e torturati, tante cose non si saprebbero, ai comandi americani dava molta noia la presenza dei giornalisti indipendenti in Vietnam ad esempio, e ora anche di più.

Boxster65

Mer, 27/08/2014 - 17:54

@evidio 17.37.... io non la ritengo una teoria così delirante. A parte che parliamo di soccorsi per eventi differenti (equiparare calamità naturali alla stupidità molesta palesata dalle supposte collaboranti mi pare abberrante). Le dirò di più, a titolo puramente personale caro Signore Le dico che in certi casi sarebbe sacrosanto non provvedere a mettere a repentaglio la vita di Vigili del Fuoco/Protezione Civile, Guardie Alpine, Guardie Forestali ecc., non ovviamente per soccorrere vittime di calamità e/o di incidenti più o meno fortuiti, bensì per tentare di salvare palesi idioti che a spregio delle più elementari norme di sicurezza si avventurano dove è vietato o dove si espongono a rischi sproporzionati. In questi casi soccorrerei i suddetti deficienti solo a patto di non porre in pericolo altre ben più importanti vite umane. Le è chiaro il concetto di Responsabilità Personale?? Mi sa di no!!

82masso

Mer, 27/08/2014 - 17:58

giovanni PERINCIOLO... Parlavo dei contractor, se almeno leggesse... per i marò invece pagano il fatto di aver il grilletto facile, ma si sà per voi bananas stavano proteggendo i confini nazionali.

NON RASSEGNATO

Mer, 27/08/2014 - 19:01

Se è vero, come scritto da qualche giornale, che le volontarie percepivano 4000 euro al mese, si spiega cosa ci facevano lì.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 27/08/2014 - 19:22

82masso. Da ex navigante le posso assicurare che i maro' fanno solo il loro lavoro e non hanno affatto il grilletto facile e difendono i marittimi italiani imbarcati sulle navi che devono attraversare quelle acque. Diversamente da lei so di cosa parlo e non sparo sentenze a capocchia.

pier47

Mer, 27/08/2014 - 19:25

Buonasera, NON PARLATENE PIU',LASCIATELE LA'!!!Quando succedono casi analoghi,i giornali non dovrebbero parlarne.IGNORATE!!!

pastello

Mer, 27/08/2014 - 19:49

Basta leggere i post dei comunisti su questa pagina per rendersi conto che di gente bisognosa di soccorso ce n'è parecchia anche da noi.

Linucs

Mer, 27/08/2014 - 20:02

Tutto vero, ma se avessero rapito i due ebreucci ritardati andati a "lottare per Israele" ci sarebbe già la colletta sulla home page.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 27/08/2014 - 20:36

mariolino50, le due squinzie ci sono andate di loro sponte a fare una beata fava. Certi giornalisti MILITANTI si consegnano SPONTANEAMENTE alle canaglie di turno convinti che la loro amicizia spassionata li renda immuni. A me FREGA NULLA delle pseudoverità dei jihadisti perchè so a priori chi è il nemico. L'unica notizia che mi farà felice è sapere che quel covo di fanatici religiosi è stato vaporizzato a megatoni.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 27/08/2014 - 20:37

82granituci. Devono ancora processarli ma lei ha già emesso il verdetto? Ridicolo

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Mer, 27/08/2014 - 23:17

Egregio Feltri, condivido appieno ma la morale di questa vicenda(e delle precedenti)e' un altra.Chi le scrive e' un Italiano con 30 anni di lavoro nei cantieri all'estero ed in particolare nei paesi arabi.Servirebbero pagine per dare un idea esatta del perché accadano cose simili e quindi cerchero' di essere il piu' succinto possibile. In 30 anni di attivita' non mi e' mai accaduto nulla semplicemente per le ragioni che vado ad esporre: 1)Conoscere la realta' musulmana ,rispettarne le regole,usanze e costumi. 2)Rispettare le leggi locali ed in particolare quelle dettate dal Corano. 3)Farsi i fatti propri e non interferire evitando qualsiasi commento che possa arrecare offesa in particolare nelle festivita' religiose come il Ramadan. Essere rispettosi di tali regole fara' si che a sua volta si venga rispettati(principio sacrosanto che vale in qualunque luogo) Detto questo considero queste due sbarbatelle delle incoscienti e sarebbe stato piu' saggio aiutare e fare del bene in casa propria dove ci sono migliaia di persone che ne hanno bisogno. Poiché ho ben chiaro di come l'Italiano e' considerato all'estero (specchio di chi ci governa)furbamente rapiscono italiani O italiane perché sanno bene che il riscatto verra' pagato con gli interessi.(italiano brava gente ) Quindi se per l'Americana hanno richiesto 6.5 milioni di dollari prepariamoci per le due santarelline a pagarne almeno il doppio. Come ultimo commento ha ragione nel dire che i nostri 007 sono privi di forza contrattuale soprattutto perché consolati e ambasciate italiane sono brave ad organizzare festini ma completamenti assenti quando si tratta di assistere un cittadino. (potrei citarle decine di casi realmente accaduti) Un cordiale saluto.

angelino_alf

Gio, 28/08/2014 - 06:55

correggere prego Brembate di Sopra è il paese di Yara l'altro è semplicemente Brembate, a proposito; a Brembate di Sopra c'è un ospizio; lì c'è bisogno di persone che facciano del bene senza andare in siria

Anonimo (non verificato)

aliuba

Gio, 04/09/2014 - 17:20

Caro Feltri, si documenti: Baldoni non era pubblicitario-pubblicista, bensì pubblicitario-giornalista, regolarmente iscritto all'Ordine. Detto questo sorvolo sul resto. Aliuba

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 07/09/2014 - 19:47

E pensare che il padre ha implorato la figlia di non andare. Ma come si sa,tanti giovani di oggi studiano su libri scritti da incoscienti reclutando cosí giovani destinati al martirio mascherato da "atti umanitari" che in realtà sono dei kamikaze politico-economico a danno dei Paese di origine a vantaggio di Paesi ribelli. É la solita formazione del tipo religiosa che propagandando gli aiuti di pace e libertá nascondono sempre il vero interesse economico. Guardiamo le due maggiori religioni, Cristiana e Musulmana che con le loro prediche di "Pace e Amore" hanno accumulato poteri economici da far tremare l'intera economia mondiale. bussirino@libero.it

Ritratto di bussirino

bussirino

Dom, 07/09/2014 - 20:11

Purtroppo le associazioni sono state legalizzate da questi nostro Stato e finché si permetterá alle associazioni di arruolare imbecilli creduloni questi saranno pedine da posizionare e gestire nel peggior modo creando sequestri per far cassa a delinquenti incalliti. É una terza religione che camuffa l'azione di pace in un'azione economica...come le due grandi religioni Cristiana a Musulmana che con i loro poteri economici fanno tramare il mondo

maan

Ven, 02/01/2015 - 15:47

Sbaraglio ? Non ci credo, c'è ben altro dietro, come buona usanza di questo lercio Stato.