Referendum, Mattarella: "Il rinvio è un'ipotesi chiusa"

Dal Colle emerge il fastidio di Mattarella per il tentativo di Renzi e Alfano di voler rinviare il referendum. "Adesso è un'ipotesi chiusa"

Tutto è iniziato con Pierluigi Castagnetti, l'ex piddì molto vicino a Sergio Mattarella. Poi, mandato avanti dallo stesso Matteo Renzi, il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha provato a sondare le opposizioni per capire se ci fosse margine di trattativa per spostare il referendum sulle riforme costituzionali. I due hanno raccolto solo "no" creando non pochi mal di pancia anche tra gli italiani. Un pasticcio, quello di Renzi, che ha obbligato il capo dello Stato a intervenire per sanare la ferita.

Secondo quanto trapela da Repubblica, Mattarella non avrebb mai pensato a posticipare il referendum costituzionale previsto per il prossimo 4 dicembre. Tanto che dal Quirinale lo staff del presidente della Repubblica fa trapelare "stupore", "sorpresa" e "scetticismo". Ormai manca un mese all'appuntamento che tutti i partiti considerano cruciale per il futuro dell'Italia e del governo Renzi. Un voto che potrebbe mettere una pietra sopra sulla riforma che, a colpi di fiducia, ha cambiato in modo pesante la Carta costituzionale e sulla stessa leadership di Renzi. Sebbene il premier abbia più volte detto che non intende legare la propria permanenza a Palazzo Chigi al risultato del referendum, le opposizioni sono pronte a chiedere la sua testa n caso di vittoria del "no". E, stando a tutti i sondaggisti d'Italia, il fronte del "no" è nettamente in vantaggio.

L'eco di queste tensioni sarebbe arrivato fino al Colle. Negli ultimi giorni Mattarella si sarebbe, infatti, sentito chiamare in causa "ingiustificatamente". Come spiegano gli esponenti dell'esecutivo e i parlamentari che ieri lo hanno ascoltato e che hanno riferito di queste chiacchierate a Repubblica, il capo dello Stato avrebbe assistito con "stupore" al tentativo di "tirargli la giacca" da una parte e dall'altra. "Il presidente - ci tengono a far sapere dal Quirinale - non ha mai pensato e nessuno gli ha mai parlato dell'ipotesi di far slittare la consultazione referendaria". Non solo. "L'idea di spostare la data del voto non ha mai varcato il portone del Quirinale - spiegano ancora a Repubblica - il confronto non ha superato i confini dei partiti e dei giornali. Senza alcun tipo di profilo formale e istituzionale".

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 04/11/2016 - 10:41

Prendiamo atto: "UN'IPOTESI CHIUSA". Evidentemente se è "chiusa", prima era un'ipotesi APERTA. Non mi meraviglia che tale fosse per Alfano, non mi meraviglierei anche di Renzi (pure se con qualche dubbio), ma voglio credere che per Mattarella un'ipotesi simile non sia mai stata aperta. Non posso neanche immaginare un Presidente della Repubblica a ruota di Alfano.

giovauriem

Ven, 04/11/2016 - 11:08

ricordate "il marchese del grillo" se svejatooo !

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 04/11/2016 - 11:12

Sarà anche chiusa, come rassicura la più alta carica dello stato, ma in questo strano paese l'ultima parola ce l'ha sempre un magistrato, quindi... campa cavallo.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 04/11/2016 - 11:17

Chiusa un accidente!!! La faccenda è in mano al famigerato palazzo di giustizia di Milano a cui governanti e politici han fatto sapere cosa conviene. Dicendo l'esatto opposto. Come sempre saranno le toghe a decidere le sorti di questo povero paese.

lawless

Ven, 04/11/2016 - 12:06

Ho molti dubbi che il referendum si farà... e sugli immigrati segua il papa, dica anche lui che "l'accoglienza" deve essere fatta a ragion veduta prima che sia troppo tardi.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 04/11/2016 - 12:24

@mauriziogiuntoli- Purtroppo ha ragione lei. Francamente non vedo a quale titolo la magistratura "incompetente" possa decidere in merito. Però, rifacendomi al per me mitico Pirandello, devo dire "Così è se GLI pare". Cordialmente.

Ritratto di .allàAlmàr

.allàAlmàr

Ven, 04/11/2016 - 12:45

e BASTA, fatelo riposare, non lo svegliate continuamente

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 04/11/2016 - 13:05

Vediamo cosa succeed fra nove giorni ......saranno i giudici che decideranno le sorti del Paese...giudici che, essendo di parte, daranno una sentenza a favore di REnzi quindi della ue e quindi delle banche e dei poteri forti....ma se si iesce anche a sovvertire I referendum popolari della GB!!!! Pensate che noi italiani siamo più furbi? Ma quando ci togliamo il CAPPIO AL COLLO CHIAMATO 'UE'?

Fjr

Ven, 04/11/2016 - 17:11

Posso restare nel dubbio?

sparviero51

Ven, 04/11/2016 - 19:06

TOH , QUALCHE VOLTA PARLA !!!!!!