Ristorante cancella cena del pronipote del Duce dopo recensioni negative

I titolari del locale: "Non sapevamo volesse presentare un libro sul Fascismo. Qui siamo apolitici"

Oggi avrebbe dovuto presentare il suo libro al ristorante Rosa di Conselve, in provincia di Padova. Ma i titolari hanno deciso di cancellare la prenotazione della cena di Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote del Duce, candidato alle Europee con Fratelli d'Italia, perché "non vogliamo politica qui".

Nei giorni scorsi, sulla pagina Facebook del ristorante erano comparse diverse recensioni negative, legate all'evento. Gli utenti scrivevano frasi come "ospitano convegni nazisti, vergogna" e "inaccettabile accogliere fascisti nel proprio locale", il tutto accompagnato da una stellina (su 5) di valutazione. Mussolini avrebbe dovuto presentare questa sera il libro La dottrina del Fascismo, ma appena i cittadini sono venuti a saperlo, sono piovute recensioni negative verso il ristorante. Recensioni che non criticavano le portate o il servizio del locale, ma la decisione dei titolari di ospitare l'evento.

A seguito delle recensioni negative, il ristorante ha deciso di cancellare la cena prenotata dal pronipote del Duce, giustificando il tutto sostenendo di non conoscere il titolo e il tema del libro. "Cari signori, tranquilli non eravamo a conoscenza dei risvolti della cena, per noi era solo la presentazione di un libro di cui non eravamo a conoscenza del titolo...così abbiamo deciso di annullare a nostro discapito economico la cena perché noi siamo apolitici. Chiediamo cortesemente prima di giudicare di informarsi prima. Grazie e buona giornata", questo il messaggio dei titolari, apparso sulla pagina Facebook del locale.

Commenti

VittorioMar

Mer, 10/04/2019 - 10:35

..non ha NECESSITA' di fare CAMPAGNA ELETTORALE basta il NOME UNA... GARANZIA per tutti i NOSTALGICI DI IERI...OGGI DOMANI..!!

Albius50

Mer, 10/04/2019 - 10:49

Condivido, i voti saranno tantissimi, proprio per il TERRORISMO MEDIATICO DEL SINISTRUME che continuano a ricordare un periodo della nostra storia.

Paolo Perticaroli

Mer, 10/04/2019 - 10:51

Gentili trattori, se veramente siete apolitici come dite,dove è il problema? Cancellare una prenotazione per la sua connotazione politica dimostra che non sapete neanche mentire. Figuriamoci cucinare.

vince50

Mer, 10/04/2019 - 10:52

Se fossero realmente apolitici come sostengono,darebbero spazio a qualsiasi idea e area politica consentendolo a chiunque.Il resto è palese....

Ritratto di yuriilgiuliano

yuriilgiuliano

Mer, 10/04/2019 - 10:57

In quanto l'essere apolitici...(sic) nulla osta al fatto che come imprenditori siete poco accorti...se tutti agissero come voi pochi ristoranti lavorerebbero, ritengo una grossa stupidaggine rifiutare una prenotazione peraltro già confermata, solo per il nome di un commensale che non risponde la politically correct.

Raffaello13

Mer, 10/04/2019 - 11:21

Meglio presentare un libro su come i Brigatisti Rossi assassinarono Italiani e NON fecero quasi per niente la galera, ma conferenze alle università.

Giorgio Colomba

Mer, 10/04/2019 - 11:26

Queati sono furbi come il marito che si evira per far dispetto alla moglie.

killerqueen

Mer, 10/04/2019 - 11:45

Ma che bravi! Magari potrebbero invitare la Balzerani a presentare il suo libro.....

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 10/04/2019 - 11:53

Albius50 - 10:49 Potrebbe accadere come lei sostiene: a sx sono disperati, non sanno più che pesci prendere. Li comprendo: dopo 7 anni di danni avrebbero voluto continuare farne ancora, inchinati (come i musulmani quando pregano) alla Troika (Ue, Bce, Fmi).

lafinedelmondo

Mer, 10/04/2019 - 12:03

INVECE I BRIGATISTI POSSONO PRESENTARE LIBRI NEI LOCALI DEL COMUNE???

lafinedelmondo

Mer, 10/04/2019 - 12:36

AVETE ABBASSATO IL CAPO ALLA SINISTRA? VOGLIO VEDERE ORA QUANTI DI LORO VERRANNO NEL TUO LOCALE A FARTI GUADAGNARE LA PAGNOTTA

DaniBona

Mer, 10/04/2019 - 13:11

dal sito dell'ansa:"Nelle intenzioni degli organizzatori, che si sono mossi anche in vista delle elezioni europee, un posto a tavola sarebbe stato riservato anche al leader del Veneto Fronte Skinheads"

Ritratto di Antero

Antero

Mer, 10/04/2019 - 13:41

paura di perdere qualche cliente ...

blackbird2013

Mer, 10/04/2019 - 13:57

Qui,nel Veneto, c'è chi ricorda ancora bene la "dottrina fascista", a legnate olio di ricino ecc. ecc. Non c'è bisogno di rimescolamenti nostalgici o di nuove reminescenze. Il fascismo è morto e putrefatto. Lasciamolo dov'è. PS. per i nostalgici:sostituite pure la parola fascismo con comunismo che tanto, per me, non cambia nulla. CAPITO????

Giorgio5819

Mer, 10/04/2019 - 14:40

ehi, ehi !..questi NON sono apolitici, sono semplicemente COMUNISTI. Meglio evitare accuratamente il suddetto locale...

GPTalamo

Mer, 10/04/2019 - 16:22

A me il nome Mussolini non piace, evoca troppi errori. Pero' mi chiedo, e' legale che un business discrimini un cliente in base a motivi politici? Cosa accadra' poi, che cacciano via I meridionali?

Franz Canadese

Mer, 10/04/2019 - 16:55

Bene, di conseguenza da oggi ci sara' presidio ANPI a far sottoscrivere a a tutti gli avventori un documento stilato da apposito legale di impegno democratico. Che cosa patetica propria di osti di piccola provincia...

rosolina

Mer, 10/04/2019 - 16:58

se la ex-brigatista può presentare il suo libro in una sala del comune e sono vere le sue parole sul quarantennale, allora si può fare di tutto in Italia...tranne sembrare senza connotazione politica….gli analfabeti politici non vanno giù a certa gente. Più che democratici sembrano violenti ad ogni costo

maurizio.fiorelli

Mer, 10/04/2019 - 17:02

Paolo Perticaroli - Ottima risposta signor Perticaroli, condivido al 100%

Ritratto di babbone

babbone

Mer, 10/04/2019 - 17:26

Sicuramente il mio voto lo prende.