Roma, c'è la sinistra radicale di Action dietro gli abusivi all'ex Inpdap

Il palazzo occupato da sei anni ha 300mila euro di debiti e il cardinale Krajewski, elemosiniere del Papa, ha sbloccato il contatore riportando la luce agli abusivi

L'ex sede dell'Inpdap (il fu Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica) in via Santa Croce in Gerusalemme a Roma è occupata illegalmente dagli abusivi dal 2013. Al tempo, trecento persone, sostenute dal movimento della sinistra extraparlamentare di "Action-Per il diritto ad abitare", presero d'assalto e fecero proprio l'immobile di proprietà del Fip (Fondo Immobili Pubblici), nell'ambito dell'operazione "Tsounami tour", che condusse all'occupazione di più edifici in città –

Il bene è gestito però dalla società Investire Immobiliare Sgr, peraltro amministratrice anche di un altro stabile occupato nella capitale, in viale della Provincie 196.

Nonostante la proprietà fece denuncia e partì l'instaurazione del procedimento penale, nessun provvedimento è stato preso fino a oggi, motivo per il quale all'orizzonte non è nemmeno previsto lo sgombero.

Ha fatto molto discutere il blitz del cardinale Konrad Krajewski: l'elemosiniere del Papa, così come raccontato dagli stessi attivisti dello "Spin time" che vivono nell'immobile "si è calato nel pozzo, ha staccato i sigilli e ha riacceso la luce". Già, perché dopo aver accumulato un debito con la società fornitrice dell'energia elettrica pari a 300mila euro, i tecnici incaricati avevano staccato la corrente, mettendo i sigilli ai contatori.

Bene, secondo notizie informali fornite alla Questura il numero dei presenti nel palazzo – in questi sei anni – si è accresciuto di molto nel tempo, attestandosi oggigiorno sulle 500 unità circa, di cui un centinaio di bambini. Peraltro nell'edificio risultano essere state avvitate anche alcune attività di supporto e intrattenimento: al civico 57, per esempio, vi è sportello per il sostegno alle persone in emergenza abitativa, laboratori grafici e di pittura, attività di dopo-scuola e ludica, con tanto di palestra, biblioteca e altri servizi per la comunità.

Inoltre, è vengono organizzati party e serate musicali con somministrazione di cibo e bevanda alcoliche (ovviamente non autorizzate), pubblicizzate sui social, creando disturbo alla quiete dei residenti, come si evince dai numerosi esposti dei cittadini.

Commenti

onroda

Mar, 14/05/2019 - 12:57

Stessa situazione in uno stabile di via Radiotelegrafisti ed in altre parti quindi??????? Solo se si avrà un governo che farà gli interessi degli italiani si potranno risolvere queste storture.

agosvac

Mar, 14/05/2019 - 12:58

Semplicemente incredibile: illegalità che si somma ad altre illegalità e tutto parte da un'associazione di sinistra!!!!!

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 14/05/2019 - 13:16

domandina che sorge spontanea: ma sell'immobile era dell'INPDAP (in realtà non viene detto ma in genere gli enti previdenziali sono sempre proprietari degli immobili ove svolgono la loro attività), come è finito nelle mani di speculatori privati?

omaha

Mar, 14/05/2019 - 14:02

Poi ci meravigliamo che il nostro paese continua ad aumentare i propri debiti Ci sono privati che vendono piccoli appartamenti a cifre spropositate, lo stato ha palazzi meravigliosi che stra paga se in affitto o svende se sono di proprietà Un intero palazzo, che potevano affittare o farne altro uso, lo mandano in malora e gli consentono di farlo usare gratuitamente a fannulloni Questi sono dal 2013 che vivono in quello stabile In 6 anni, se non vuoi morire di fame, un lavoro te lo devi trovare E' incredibile quello che la sinistra ha messo in piedi, pur di dare contro a Salvini e cercare disperatamente al governo Partito che ormai, per 3/4 sono voti di stranieri, rom e dei centri sociali Complimenti per l'evoluzione e per il grande futuro che regalerà all'Italia, se tornassero al potere

Massimocubo53

Mar, 14/05/2019 - 18:08

Come sempre c'è un movimento di SINISTRA che infrange le leggi e non si capisce perchè non vengano perseguiti dai Giudici (che guadagnano una montagna di soldi e lavorano molto molto molto POCO) !!! Se l'immobile occupato da ben 6anni fosse stato affittato , o addirittura venduto , INPDAP=STATO ITALIANO avrebbe meno debiti da coprire con le tasse . Sono certo che tutti i nuclei familiari occupanti hanno almeno un membro che ha un lavoro , quasi tutti probabilmente in nero . Non pagando niente nè di tasse nè di affitto nè di bollette fanno la bella vita a NOSTRO CARICO !!! Rimandarli tutti a casa loro se sono stranieri sarebbe l'unica soluzione possibile mentre per gli occupanti di nazionalità italiana è lo Stato a dovere provvedere l'alloggio RISCUOTENDO il dovuto affitto in denaro o facendogli fare un lavoro (magari pulizia delle strade di Roma) .