La salute in Italia non è per tutti: 7,7 milioni si indebitano per le cure

La percentuale di famiglie a basso reddito in cui nell’ultimo anno almeno un membro ha dovuto rinunciare o rimandare prestazioni sanitarie è elevata: il 66,7%

Sono 7,7 milioni gli italiani che in un anno si sono indebitate o hanno chiesto un aiuto economico per pagare le cure. E' quanto è emerso purtroppo dal quarantanovesimo rapporto Censis, sulla situazione sociale del Paese riferito al 2015.

La spesa sanitaria pubblica, cresciuta dal 2007 al 2010 da 101,9 miliardi di euro a 112,8 miliardi, negli ultimi anni "ha registrato una inversione di tendenza, con una riduzione tra il 2010 e il 2014, attestandosi nell’ultimo anno a 110,3 miliardi.

La spesa sanitaria privata delle famiglie, invece, dal 2007 al 2014 è passata da 29,6 a 32,7 miliardi, raggiungendo il 22,8% della spesa sanitaria totale".

In molti arrancano nel pagare le proprie cure. La percentuale di famiglie a basso reddito in cui nell’ultimo anno almeno un membro ha dovuto rinunciare o rimandare prestazioni sanitarie è elevata: il 66,7%.

Anche l’andamento del Fondo Nazionale per le politiche sociali testimonia il progressivo ridimensionamento dell’impegno pubblico, nonostante il parziale recupero degli ultimi tre anni: 1.565 milioni di euro nel 2007, 43,7 milioni nel 2012, 400 milioni nel 2015 (-74,4% nell’intero periodo). Un andamento simile riguarda anche il fondo per la non autosufficienza.

Commenti

vince50

Lun, 07/12/2015 - 09:38

Questo significa ci sono ancora 7,7 milioni di connazionali che hanno ancora qualche soldo,oppure possono e sono costretti a farlo.Ho detto connazionali,in quanto chi non lo è ha diritto alle cure "aggratis"e senza neppure essere un contribuente.

giovanni951

Lun, 07/12/2015 - 13:27

per forza....se hai bisogno di una visita specialistica o aspetti dei mesi o metti mano al portafogli. In questo caso in tre giorni hai l'appuntamento. E se hai una pensione di 7/800€ che fai?

ilbelga

Lun, 07/12/2015 - 16:46

400 € a ottobre, 300 € a novembre, ora aspetto l'esito di un esame istologico poi per fare in fretta dovrò pagare le prossime visite ed esami. questa secondo voi è assistenza gratuita? alla faccia della ripresa.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 07/12/2015 - 17:18

La buona sanita' dei comunisti..... sei stai veramente male o hai soldi o sei spacciato. Ma non ditelo........

maricap

Lun, 07/12/2015 - 18:16

Un popolo di Santi, poeti e navigatori. Ahahaha. Tirare fuori le palle, e riappropriarsi della cassa comune, che i sinistrunz usano per elargire prestazioni gratuite, alle decine di migliaia di cosiddetti profughi. Specialmente alle tantissime vacche ingravidate in Africa, che vengono a partorire nei nostri ospedali, senza aver mai versato un solo centesimo. di euro. Ecco come i Bastardi ci stanno assassinando.

vincardo

Lun, 07/12/2015 - 18:58

Ha ragione maricap. Aggiungo che non solo decine di migliaia di profughi e vacche ingravidate in Africa, anche categorie privilegiate nostrane si curano gratis con i nostri soldi.

ziobeppe1951

Mar, 08/12/2015 - 00:26

Maricap....oltre alle vacche ingravidate in Africa ci sono anche le vacche che vivono nelle favelas dove non pagano un kazzo ma hanno la mercedes dietro il pollaio