Chelsea Handler attacca Trump, ma fa infuriare le pornodive

Con un tweet indirizzato a Donald Trump, Chelsea Handler ha fatto arrabbiare le dive del cinema hard, paragonando la pornografia alle molestie sui bambini

Chelsea Handler ha approfittato della piattaforma Twitter per attaccare Donald Trump su Twitter, tracciando un collegamento tra i presunti comportamenti del Presidente alle molestie sui minori e alla violenza domestica, includendo anche il cinema porno.

La comica, che si riferiva alla presunta relazione del magnate con Stormy Daniels e alle accuse di violenze domestiche da parte di Rob Porter, ha però fatto infuriare le pornodive e i principali attori del mondo dell'intrattenimento per adulti, tra cui Hustler, la nota rivista di Larry Flynt.

"C'è un'intera generazione di bambini il cui primo ricordo del loro presidente sarà quello di un uomo che sostiene i molestatori di minori, i picchiatori di mogli, gli hacker russi e le pornostar", ha scritto Chelsea Handler su Twitter. Nonostante il suo messaggio fosse chiaramente indirizzato a Trump, l'attrice ha in realtà attirato tantissime star del cinema porno, tra cui Riley Reid, Alana Evans, Jessy Jones e Sophie Dee, le quali si sono sentite offese e hanno espresso tutto il loro dissenso in una raffica di tweet.

Si ricorda che, secondo quanto riferito, un avvocato del presidente degli USA avrebbe pagato con 130.000 dollari il silenzio della pornostar Stephanie Clifford, in arte Stormy Daniels, perché non parlasse di un incontro a luci rosse avvenuto con il tycoon proprio prima delle elezioni presidenziali. In passato, Trump era stato accusato di molestie.

Ma il tweet della Handler non è piaciuto. Anche Hustler, la famosa rivista adult di Larry Flynt, si è fatta avanti: "Osi mettere le pornostar nella stessa categoria dei molestatori di bambini? Il tuo atteggiamento non è migliore delle persone che mettono a confronto i gay con i molestatori di bambini! I nostri uomini e donne lavorano duramente per intrattenere in modo legale e sicuro...".

Contattata per un commento a riguardo, Handler non ha ancora fornito alcuna giustificazione alle sue parole.

Commenti

ginobernard

Lun, 12/02/2018 - 13:03

beh una pornstar è anche un essere umano mica un diavolo. E' solo una persona attraente e maggiorenne che non ha problemi a fare sesso davanti ad una telecamera e viene pagato per questo. C'è una bella differenza con la pedofilia o la violenza sessuale. Ma ormai si tende a mischiare tutto in un gran polverone. A Trump piacciono le donne ? o mamma mia ... che vergogna. Che disastro.

Libertà75

Lun, 12/02/2018 - 13:07

gli antitrump sono peggio di trump stesso, un po' come l'ironica sorte degli antifascisti italiani

HappyFuture

Lun, 12/02/2018 - 13:11

Barron, il figlio 11enne di Donald J. Trump senz'altro sarà orgoglioso di avere il padre POTUS. Peccato che oltre ad essere il Presidente della più grande potenza sul pianeta, sia un frequentatore di prostitute, proprio come un "BUM IN A TAVERN"!

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 12/02/2018 - 20:10

@HappyFuture, meglio eunuco come te vero??

claudioarmc

Lun, 12/02/2018 - 20:39

Certo i democratici preferiscono Weinstein!