Formula 1: Vettel smentisce le voci del ritiro a fine 2019

Alle voci sul suo possibile ritiro, Vettel risponde: "Ho ancora parecchio da fare con la Ferrari". Le speranze tutte sulla prossima gara del Canada, apparentemente favorevole per Maranello

Vettel non ci sta e rimanda al mittente le accuse che giungevano dall’Inghilterra, secondo cui il campione tedesco starebbe meditando il ritiro: "non ho intenzione di fermarmi, mi diverto in Formula 1 e ho qualcosa da fare ancora in Ferrari”.

Intervistato dalla testata tedesca Auto Bild nell’imminenza del Gran Premio del Canada che si correrà domenica 9 giugno, ha dichiarato: "Vogliamo provare tutto il possibile in questa stagione per attuare il turnaround, e il GP del Canada dovrebbe essere l'inizio".

Turnaround è la parola chiave dell’affermazione e sicuramente Vettel l’ha usata per un determinato motivo: comunicare certezza e determinazione ai tifosi, spazzando ogni voce o illazione che sta aleggiando nel paddock. In ambito aziendale infatti, con essa di intende il piano di risanamento e ristrutturazione necessario per allontanarsi da una crisi: in Ferrari si stanno già adoperando per uscirne, come avevamo raccontato poche settimane fa.

Vettel ha decisamente intenzione di ripetere la vittoria dell'anno precedente, ma sa che sarà arduo: "La nostra macchina è buona ma stiamo ancora cercando di conoscerla in pieno. In particolare, dobbiamo trovare la finestra giusta in cui far funzionare le gomme, perché è diventato più difficile in questa stagione: da questo punto di vista, gli altri hanno lavorato meglio finora. Stiamo però imparando ogni giorno, e questa conoscenza ci permette anche di costruire al meglio la monoposto per la prossima stagione”.

Il 2020 sarà infatti l’ultimo anno con queste autovetture, prima del cambiamento regolamentare previsto per il 2021 su cui aleggia ancora parecchio mistero. Le scuderie e la FIA non hanno ancora definito un accordo preciso, in modo particolare dal lato motoristico.

Per quel che riguarda il prossimo anno intanto, le monoposto utilizzeranno per l’ultima volta i cerchi da 13“ prima di passare ai 18”: gli pneumatici del 2020 sono stati testati la scorsa settimana al circuito del Pual Ricard da Ferrari e Red Bull, in modo da fornire un feedback a Pirelli per definire le mescole ufficiali.

Commenti

cir

Mar, 04/06/2019 - 23:00

il prossimo GP le ferrari spaccano..e vanno fuori pista..