Juventus, se parte Allegri è pronto il piano B: Zinedine Zidane

L'anno sabbatico di Zidane sta per terminare e in casa bianconera si pensa già al futuro. L'intenzione è di andare avanti a lungo con Allegri, ma se qualcosa va storto è pronto il "piano Z". A Torino il francese ritroverebbe il suo pupillo Cr7

Pazza idea, ma fino a un certo punto. In casa Juventus tutto va secondo copione. Ma la dirigenza bianconera non può permettersi di cullarsi sugli allori. Il calciomercato impazza e al centro di voci, indiscrezioni e trattative ci sono anche gli allenatori. Compreso Massimiliano Allegri. "Acciughina", come lo chiamano affettuosamente i tifosi della Vecchia Signora, è saldo sulla sua panchina. Ma di qui a fine stagione tutto può succedere.

Secondo il quotidiano Tuttosport, il presidente Agnelli si sta già preparando all'eventuale partenza del tecnico livornese. Nel 2014 la Juve era stata sorpresa dall'addio improvviso di Antonio Conte. Non deve più accadere. Ecco perché sarebbero già stati avviati i contatti con uno degli allenatori più vincenti degli ultimi anni, francese con un passato da calciatore della Juventus. Non Didier Deschamps, confermato sulla panchina della nazionale francese dopo il trionfo in Russia dell'anno scorso. Ma Zinedine Zidane, giunto a metà percorso dell'anno sabbatico che aveva deciso di concedersi dopo l'addio choc al Real Madrid. Con le Merengues, Zizou ha vinto tutto. Lo rimpiangono tifosi e calciatori, su tutti il croato Modric.

Non è la prima volta che si parla di un possibile ritorno a Torino di Zidane. Prima da allenatore - con Allegri destinato a firmare per il Chelsea - e poi da dirigente. In entrambi i casi, la società bianconera e il diretto interessato avevano smentito. Ma ora le voci di corridoio si sono trasformate in qualcosa di più concreto. Nel calcio, come nella vita, i cicli prima o poi finiscono. Allegri, riuscisse a vincere la "maledetta" Champions League, potrebbe lasciare la Continassa alla ricerca di nuove sfide. Le stesse di cui va a caccia Zidane, che in bianconero ritroverebbe lo sparring partner della sua fortunata esperienza madridista: Cristiano Ronaldo. Tra loro c'è grande stima reciproca. Zizou è uno dei pochi, forse l'unico allenatore di oggi ad avere l'ammirazione di Cr7 per il suo passato da calciatore.

Senza dimenticare la sincera amicizia che lega Zidane ad Andrea Agnelli. Nel 2016 Zidane aveva ammesso: "Allenare la Juventus? Mai dire mai...". Magari questa è la volta buona.

Commenti

Klotz1960

Mar, 08/01/2019 - 12:42

E' semplice, quando incontra Allegri gli dia una testata, simile a quella che ha fatto perdere la coppa del mondo alla Francia, dato che non stavamo piu' in piedi per via dei supplementari con la Germania. Ancora grazie, Zinedine!